Via Miciano, Giugliano, 3/10/1943

(Napoli - Campania)

Via Miciano, Giugliano, 3/10/1943

Via Miciano, Giugliano, 3/10/1943
Descrizione

Località Via Miciano, Giugliano in Campania, Napoli, Campania

Data 3 ottobre 1943

Matrice strage Nazista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: Tommaso Cimmino veniva prelevato da casa e fucilato in strada in via Mattia Coppola (nota allora e oggi come via Miciano) il 3.10.1943 per motivi non noti. Il padre veniva ferito mentre tentava di salvare il figlio, decedeva poi l'11/11/1943

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: rastrellamento (legato al controllo del territorio fino al 2016-10-12)

Estremi e note penali: I dati e i nominativi sono tratti dal Database di Carlo Gentile, dall’ «Elenco atti criminosi in territorio di giurisdizione della Procura Militare della Repubblica di Napoli e perpetratori individuati in base alla documentazione militare tedesca (Bundesarchiv e Deutsche Dienststelle)” da lui fornito e dalla relazione di consulenza da lui approntata per il Tribunale Militare di Napoli.

Note sulla memoria (per maggiori informazioni vedi la sezione apposita): La strage di Giugliano è ricordata per i “Tredici martiri” di Piazza Annunziata (v. scheda). In realtà, dalle fonti emerge un numero di vittime doppio e distribuito su più giorni.

Scheda compilata da Isabella Insolvibile
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-10-12 20:37:56

Vittime

Elenco vittime

Cimmino Nicola
Cimmino Tommaso

Elenco vittime civili 2

Cimmino Nicola
Cimmino Tommaso

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


X./ Panzer-Artillerie-Regiment HG/Kampfgruppe Maucke

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Luftwaffe

Memorie
Bibliografia


Chianese, Gloria, Napoli, in E. Collotti-R.Sandri-F. Sessi, Dizionario della Resistenza, Torino, Einaudi, 2000, 2001, 2006;
De Jaco, Aldo, Le quattro giornate di Napoli, Roma, Editori Riuniti, 1956 (con il titolo La città insorge) e 1972, poi Vibo Valentia, Monteleone, 1995;
Gribaudi, Gabriella, Memoria e oblio. Massacri nazisti nel napoletano, 1943, “Nord e Sud”, 6, 1999;
Gribaudi, Gabriella, Le stragi naziste tra Salerno e la Linea Gustav, in Gribaudi, Gabriella, Terra bruciata. Le stragi naziste sul fronte meridionale, Napoli, L’ancora del Mediterraneo, 2003;
“Il Risorgimento”,l 14 novembre 1943.

Sitografia


https://sites.google.com/site/sentileranechecantano/schede/antifascismo-e-lotta-di-liberazione/le-stragi-nazifasciste/elenco-analitico-in-ordine-cronologico-delle-stragi-compiute-in-italia-dai-reparti-tedeschi
http://www.comune.giugliano.na.it/index.php?param=o&idparam=856&anno=2012&mese=09

Fonti archivistiche

Fonti

BA-MA, RL 32/72, Ia-TM, 30.09.43
ACS, Fondo “Ufficio per il servizio riconoscimento qualifiche e per le ricompense ai partigiani, Campania”
AUSSME, N 1/11, b. 2133, fascicolo “Italia meridionale Campania”
Carlo Gentile, «Elenco atti criminosi in territorio di giurisdizione della Procura Militare della Repubblica di Napoli e perpetratori individuati in base alla documentazione militare tedesca (Bundesarchiv e Deutsche Dienststelle)» (per gentile concessione dell’autore)
Carlo Gentile, Relazione di consulenza tecnica per il procedimento no. 2948/98 R.G.N.R. nei confronti di Gall Otto (per gentile concessione dell’autore)