DIANO MARINA 04.10.1944

(Imperia - Liguria)

DIANO MARINA 04.10.1944

DIANO MARINA 04.10.1944
Descrizione

Località Diano Marina, Diano Marina, Imperia, Liguria

Data 4 ottobre 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 3

Numero vittime uomini 3

Numero vittime uomini adulti 3

Descrizione: Dal 20 al 25 agosto 1944 Papone (trattasi di Papone Enrico di Battista nato a Pietrabruna - Brigate Nere 32 Padoan IM distaccamento di Diano Marina (Im) – Segretario della “Casa del Fascio” di Diano Marina), in accordo con il locale comando della compagnia “San Marco” e tramite il Commissario Prefettizio, ordina la requisizione di oltre 150 radio nei Comuni di: Diano Marina, Diano Castello e Diano San Pietro, perché non si potessero ascoltare le trasmissioni alleate in lingua italiana sulle sconfitte dei nazifascisti. In particolare “Radio Londra” dove parlava il colonnello Stevens inglese di nascita ma da giovane aveva abitato a Daino Marina. In relazione a ciò ed a molte altre tristi iniziative, il 4 ottobre 1944, alle ore 12. Papone cade in un agguato tesogli da tre partigiani di un distaccamento della I Brigata e viene ucciso in Via Casa Rossa, regione “Giaiette” (Diano Marina).
Nel tardo pomeriggio, Il Comando delle Brigate Nere di Oneglia (Imperia), venuto a conoscenza del fatto, ordina la rappresaglia. Una decina di emergenti fascisti con tre ostaggi prelevati dalle carceri di Oneglia giungono su un camion a Diano Marina.
Compiono un giro per la cittadina, emettendo ural bestiali e sparando raffiche di mitra; poi sulla piazza del Municipio i tre ostaggi vengono fatti scendere dal camion, addossati al muro del palazzo a levante della piazza, e massacrati.
I cadaveri dei tre giovani:
Natale Ranoisio, Giovanni Bonsignorio e Giuseppe Marro rimasero tre giorni consecutivi bocconi sul marciapiede, per ordine dei fascisti, sotto la pioggia autunnale, mentre l'acqua arrossata dal sangue scorreva lenta nel canale di scolo.
Il terzo giorno il parroco Don Vento, disobbidendo alle disposizioni, fece ritirare i tre corpi nell'androne del Palazzo comunale e dare poi sepoltura nel cimitero di Daino Marina.
Sul luogo dell'eccidio, nel terzo anniversario della Resistenza a perenne ricordo, veniva posta una lapide.

Notizie tratte da “Dalle valli al mare Diano e Cervo nella Resistenza” di Francesco Biga pag. 138 e
“Antologia della RESISTENZA DIANESE” di Francesco Biga pagg. 46 e 47

Modalità di uccisione: fucilazione

Trattamento dei cadaveri: Esposizione dei cadaveri

Tipo di massacro: rappresaglia

Scheda compilata da SABINA GIRIBALDI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-26 23:59:40

Vittime

Elenco vittime

Bonsignorio Giovanni di Ernesto di anni 20, domiciliato a Castelvecchio
Marro Giuseppe di Giacomo di anni 21, domiciliato a Bordighera
Ranoisio Natale fu Giuseppe di anni 20, domiciliato a Dolcedo

Elenco vittime civili 3

Bonsignorio Giovanni
Marro Giuseppe
Ranoisio Natale

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Diano Marina, piazza Martiri della Libertà

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Diano Marina, piazza Martiri della Libertà

    Anno di realizzazione: 1947

    Descrizione: Lapide in marmo dedicata ai tre caduti: …..... il 4 ottobre 1944 la furia nazifascista stroncò l\'esistenza di tre giovani ….. - committente: Comune di Diano Marina – inaugurazione: 25 aprile 1947- situata a Diano marina in piazza Martiri della Libertà.

  • lapide a Diano Marina, passeggiata a mare

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Diano Marina, passeggiata a mare

    Anno di realizzazione: 1965

    Descrizione: Lapide in marmo riferita a combattimento e deportazione (collocata su parete monumentale in memoria dei caduti di Diano Marina) con elenco dei caduti tra cui i nominativi di: Bonsignorio G., Ranoisio N., Marro G. - committente: A.N.P.I. di Diano Marina –

Bibliografia


Francesco Biga, Dalle valli al mare Diano e Cervo nella Resistenza, Milanostampa, 1975, pag. 138
Francesco Biga, Antologia della resistenza dianese, Sanremo, 1965, pagg. 45, 46 e 47
Mirko Bottero (a cura di), Memoria nella Pietra, Genova, 1996, pagg.196,197 e 199

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti