Villastellone, 29.04.1945

(Torino - Piemonte)

Villastellone, 29.04.1945

Villastellone, 29.04.1945
Descrizione

Località Villastellone, Villastellone, Torino, Piemonte

Data 29 aprile 1945

Matrice strage Nazifascista

Numero vittime 6

Numero vittime uomini 3

Numero vittime uomini adulti 3

Numero vittime donne 3

Numero vittime donne adulte 3

Descrizione: L’Armata Lombardia e il LXXV Corpo d’Armata che insieme compongono l’Armata Liguria cominciano la ritirata il 25 aprile 1945 nonostante l’ordine di ripiegare sia stato impartito il 20: la prima si dirige verso l’Italia Nord orientale in direzione del lago di Garda, la seconda risale il Piemonte diretta verso Torino. Del LXXV Corpo d’Armata fanno parte, oltre a reparti minori, la 34a Divisione di fanteria arrivata ad Alessandria nel giugno 1944 e proveniente dal fronte russo, la Divisione di fanteria Littorio, la Divisione alpina Monterosa, la 5° e la 157° divisione Gebirgsjaeger. In molti luoghi i piemontesi festeggiano la fine della guerra. I tedeschi in ritirata sono esausti e esasperati: alla fatica, alla debolezza, all’amarezza della sconfitta e alla considerazione di non aver più niente da perdere, si aggiungono i continui scontri con i partigiani (che fedeli a una precisa direttiva del Cln emanata nel gennaio del 1945, attaccano le colonne tedesche in ritirata) e i frequenti bombardamenti alleati. Queste componenti innescano spesso delle reazioni di violenza imprevedibili.
Il 26 aprile il presidio tedesco di Villastellone si arrende alla 23a Brigata Autonoma Canale. Ci sono morti e feriti e ottanta prigionieri. La notizia raggiunge la 34a Divisione che sta transitando sull’asse Carmagnola Carignano. Si staccano un cannone e sei autocarri che puntano sul paese. Due persone che si trovano sulla strada vengono immediatamente uccise; i tedeschi entrano in Villastellone e si posizionano sulla piazza, prendendo cinquanta ostaggi. Poi verificano le cure ai loro commilitoni feriti, ricoverati all’ospedale Santa Croce. Non riscontrando alcun elemento che possa giustificare una rappresaglia, liberano gli ostaggi e si allontanano. Ma a qualche chilometro dal paese sparano con il cannone causando al morte di quattro civili.

Modalità di uccisione: cannoneggiamento volontario,uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: ritirata

Scheda compilata da Barbara Berruti
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-05-12 14:09:55

Vittime

Elenco vittime

Busso Michele, Sap
Carena Clerico Caterina
Cavaglia\' Maddalena
Fasano Teresina
Perrone Giovanni
Simoni Gabriele

Elenco vittime civili 5

Carena Clerico Caterina
Cavaglia\' Maddalena
Fasano Teresina
Perrone Giovanni
Simoni Gabriele

Elenco vittime partigiani 1

Busso Michele

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Armee Ligurien

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Heer Wehrmacht

34. Infanterie-Division

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Heer Wehrmacht

2. Divisione granatieri “Littorio”

Tipo di reparto: Esercito

4. Divisione Alpina “Monterosa”

Tipo di reparto: Esercito

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Sconosciuto Schlemmer

    Nome Sconosciuto

    Cognome Schlemmer

    Note responsabile Comandante

Memorie
Bibliografia


Alasia Antonio, Storia e Cronaca Di Villastellone e dintorni, Poirino, Grafiche Freddo, 1990
Atrocità di nazifascisti alla vigilia del loro annientamento, in “L'Avanti!”, 2 Maggio 1945
Elena Vai, La scia di sangue. Le repressioni tedesche nella fase finale della guerra in Piemonte, Tesi di laurea, Facoltà di Scienze della Formazione, Università degli Studi di Torino, a.a. 1996-1997

Sitografia


Aistoreto, banca dati del partigianato piemontese, http://intranet.istoreto.it/partigianato/default.asp

Fonti archivistiche

Fonti