Strada Pinerolo, Villar Perosa, 14.08.1944

(Torino - Piemonte)

Strada Pinerolo, Villar Perosa, 14.08.1944

Strada Pinerolo, Villar Perosa, 14.08.1944
Descrizione

Località Strada Pinerolo, Villar Perosa, Torino, Piemonte

Data 14 agosto 1944

Matrice strage Nazifascista

Numero vittime 3

Numero vittime uomini 3

Numero vittime uomini adulti 3

Descrizione: Il 29 luglio 1944 viene affidata a un reparto di Waffen-Grenadier-Brigade der SS comandato dal colonnello Otto Jungkunz una vasta operazione di rastrellamento che si distingue da tutte le precedenti per l’ampiezza della manovra. Sono coinvolti anche numerosi reparti della Wehrmacht, della Polizia tedesca e della Repubblica Sociale Italiana per un totale complessivo di quasi quattromila uomini e ha come nome in codice Nachtigall, “Usignolo”. Essa interessa le valli Germanasca, Chisone, Susa e Pellice. In vista dell’imminente sbarco alleato nella Francia del Sud i tedeschi mirano a ripulire quelle zone di confine dalle bande che continuano a essere presenti nonostante i successi militari delle operazioni della primavera. La manovra si conclude con successo: la val Chisone e l’asse stradale Pinerolo-Sestrieres-Monginevro vengono sgomberate, ma le bande, nonostante le forti perdite subite, non sono annientate sia per la resistenza offerta dai partigiani sia per la frammentazione dei reparti tedeschi costretti a combattere in zone di alta montagna. Nel corso del rastrellamento si sussegue una serie ininterrotta di violenze e di soprusi compiuta ai danni dei partigiani e della popolazione civile nonché rappresaglie violente e particolarmente spettacolarizzate per vendicare le ingenti perdite subite anche dai tedeschi nel corso delle operazioni. Il 13 agosto sono catturati tre partigiani. Portati al Séstrieres, vengono costretti a dissotterrare il cadavere di un fascista lì fucilato, poi sono condotti a Villar Perosa. Il giorno dopo vengono impiccati proprio nella piazza di fronte alla Riv dove essi hanno lavorato. Il capitano Gino Cera, processato e condannato a morte nel dopoguerra, è tra i responsabili dei loro maltrattamenti.

Modalità di uccisione: impiccagione

Trattamento dei cadaveri: Esposizione dei cadaveri

Tipo di massacro: rastrellamento

Estremi e note penali: Gino Cera fu processato dalla Corte straordinaria di Assise di Torino e condannato a morte. Fucilato a Torino il 22 marzo 1946.

Scheda compilata da Barbara Berruti
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-03-31 20:46:43

Vittime

Elenco vittime

Tallia Galoppo Loris, Nato Il 12/09/1923, a Strona, Bi, Div Aut Val Chisone
Laggiard Alessandro, Nato Il 14/08/1920, a Perosa Argentina, Div Aut Val Chisone
Niero Tibaldo, Nato Il 13/01/1923

Elenco vittime partigiani 3

Tallia Galoppo Loris
Laggiard Alessandro
Niero Tibaldo

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Brigata Nera mobile non precisata

Tipo di reparto: Brigata Nera

Brigata nera reparto imprecisato

Tipo di reparto: Brigata Nera

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Gino Cera

    Nome Gino

    Cognome Cera

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Gino Cera, maggiore della Gnr, comandante di un battaglione di ordine pubblico.

    Note procedimento Gino Cera fu processato dalla Corte straordinaria di Assise di Torino e condannato a morte. Fucilato a Torino il 22 marzo 1946.

  • Otto Jungkunz

    Nome Otto

    Cognome Jungkunz

Memorie
Bibliografia


Nicola Adduci, Gli altri. Fascismo repubblicano e comunità nel Torinese, Franco Angeli, Milano, 2014
Angela Trabucco, Resistenza in Val Chisone e nel Pinerolese, Pinerolo, 1984, p. 145 ss
A. Turinetti Di Priero, Nachtigall. L’operazione Usignolo nelle valli Chisone, Susa, Germanasca e Pellice, 29 Luglio-12 Agosto 1944, R. Chiaromonte, Collegno, 1998, p. 101

Sitografia


http://www.ultimelettere.it/?cat=9&paged=16
Aistoreto, banca dati del partigianato piemontese, http://intranet.istoreto.it/partigianato/default.asp
Aistoreto, banca dati del partigianato piemontese, http://intranet.istoreto.it/partigianato/default.asp

Fonti archivistiche

Fonti

Commissione Parlamentare d’Inchiesta 23/87
BA Fotoarchiv;
BAB, R 70 Italien/19, p. 38, p. 46, p. 88; /27, 23, 168, 177; /29, p. 39;
Fondo Fontanella, b. 36, fasc. 2;
PRO, WO 204/11471, Atrocities. Summary ...; Langhardt-Söntgen;