Filtri di ricerca: memorie

(Sono qui censite tutte le memorie dove si trova traccia o cenno ad ua strage, anche sottoforma di nome di una o più vittime. Per questo motivo alcune memorie, come ad esempio i sacrari per i caduti delle guerre o le onorificenze alle città, sono inclusi più di una volta)

1494 monumenti per 1173 episodi
693 cippi per 641 episodi
2267 lapidi per 1737 episodi
511 onorificenze a città per 472 episodi
579 onorificenze a persone per 426 episodi
919 commemorazioni per 865 episodi
205 musei per 194 episodi
750 luoghi della memoria per 562 episodi
323 memorie di altro tipo per 242 episodi
Torna alla pagina iniziale della ricerca

Lapidi


Totale: 2267
  • (2015) Campo sportivo Mario Giuriati, Milano
    Lapide sul luogo dell’esecuzione all’interno del campo sportivo Mario Giuriati. Il 21 marzo 2015 è stato inaugurato un monumento promosso dalla sezione dell’ANPI di zona.
    CAMPO GIURIATI, MILANO, 02.02.1945
  • (2015) via Ellero, Gonars
    In via Ellero a Gonars è stata nel 2015 affissa una targa in memoria di Turchetti Domenico, Pividor Ottavio, Franco Remo e Bertossi Marino, fucilati in quel luogo il 30 aprile 1945.
    VIA ELLERO GONARS 30-4-1945
  • (2015) loc. Porcarecce, comune di Morro Reatino
    Lapide sul luogo dell'uccisione (loc. Porcarecce, comune di Morro Reatino) voluta dal Comune di Morro Reatino e posta il 27 settembre 2015.
    MORRO REATINO 01.06.1944
  • (2015) Alessandria, forte Bormida
    Lapide sul luogo della fucilazione inaugurata il 9 maggio 2015
    FORTE BORMIDA ALESSANDRIA 04.02.1945
  • (2015) Colleferro, piazza Italia
    In occasione del 72° anniversario dell’uccisione di Carmine Tamburrino, l’amministrazione di Colleferro ha inaugurato una lapide marmorea in ricordo della vittima, collocandola sotto il portico della casa comunale in Piazza Italia
    VIA CASILINA, COLLEFERRO, 10.09.1943
  • (2015) Villa Clarici, Farnese
    Lapide in ricordo delle vittime delle forze sudafricane "Bobby" Robert Carter e "Alfred" F. J. Crinall e del partigiano (sic) Antonio Ridolfi posta nel 2015 dal Comune di Farnese. Si ringrazia Valeria Pacchiarotti per l'informazione.
    VILLA CLARICI, FARNESE, 4 GIUGNO 1944
  • (2014) Citerna
    Lapide in sua memoria scoperta a Citerna (Perugia) il 26 luglio 2014, per iniziativa della sezione Anpi di San Giustino-Citerna.
    SECCHIANO CAGLI 07.05.1944
  • (2014) Trevi, via Orto degli Spiriti.
    Il 25 aprile 2014 il Comune di Trevi ha scoperto una lapide in memoria di Maggiolini sul luogo del suo ferimento mortale, lungo via Orto degli Spiriti.
    TREVI 10-13.06.1944
  • (2014)
    Lanciano, lapide in ricordo di Pierino Sammaciccia, apposta dall’Amministrazione Comunale il 5 ottobre 2014, in occasione del 71° anniversario della rivolta, in cui è riportata la seguente iscrizione “Nel 71° Anniversario dei Martiri Ottobrini LANCIANO riverente e memore ricorda Pierino Sammaciccia che la ferocia nazista stroncò inerme nel grigio autunno del 1943”;
    LANCIANO, 5-6.10.1943
  • (2014) Bellona
    Epigrafe commemorativa al cap. Alberto Pinto (Amministrazione Comunale di Bellona, 07/10/2014)
    PIAZZA UMBERTO I, BELLONA, 15.10.1943
  • (2013) caiazzo
    Lapide commemorativa nel 70° anniversario (13/10/2013)
    MONTE CARMIGNANO, CAIAZZO, 13.10.1943
  • (2013) Piazzale della funivia, Lecco
    Targa in memoria della battaglia d’Erna, posta a Lecco nel piazzale della funivia in data 19 ottobre 2013
    PIANI D'ERNA, LECCO, 16-20.10.1943
  • (2013) Guadagnolo, Capranica
    Una lapide in memoria di don Buttarazzi è stata apposta a Guadagnolo il 25 ottobre 2013
    GUADAGNOLO, CAPRANICA, 25 OTTOBRE 1943
  • (2013) Contrada Santa Cecilia, Francavilla al Mare
    Contrada Santa Cecilia: lapide con i nomi delle vittime e monumento, inaugurato a dicembre del 2013 per 70° anniversario della strage.
    SANTA CECILIA, FRANCAVILLLA AL MARE, 30.12.1943
  • (2013)
    Lapide commemorativa ai Martiri di Fornelli (04/10/2013)
    CASTELLO, FORNELLI, 04.10.1943
  • (2013)
    Il 5 maggio 2013 è stata inaugurata a Brentonico una targa commemorativa a ricordo dei due partigiani ed ex prigionieri politici fucilati nei pressi del paese. La cerimonia ha visto la partecipazione della cittadinanza, delle autorità civili, dei parenti delle vittime, delle associazioni civili e militari, dell’ANPI di Bologna e Rovereto.
    BRENTONICO, 2.5.1945
  • (2013) Capannori, Gragnano, Villa Mandoli
    Lapide posta sulle mura di cinta di Villa Mandoli a Gragnano, 2013.
    GRAGNANO CAPANNORI 03.09.1944
  • (2013)
    Nel 2013, presso la porta piccola del Parco, in via Miano 4, è stata posizionata una lapide in ricordo delle vittime e della cittadina tedesca Eva Schmitt, che intervenne presso i reparti germanici per evitare che la strage coinvolgesse altre persone. La lapide del 2013 ne ha sostituita una precedente (affissa il 28 settembre 1970), che riportava solo i nomi dei due Palumbo e faceva riferimento a “tre eroici giovani non identificati”. Nel 2013 è stato restaurato anche il cippo funebre presente nello stesso luogo.
    REAL PARCO DI CAPODIMONTE NAPOLI 30-9-1943
  • (2012) Teramo, piazza Sant'Agostino e piazza Orsini
    Lapide commemorativa inaugurata il 13 aprile 2012 in piazza Sant'Agostino, vicino all'ex-carcere di Sant'Agostino, oggi sede dell'Archivio di Stato (l'apposizione della targa è stata voluta dall'ANPI, in collaborazione con il Comune, la Provincia, l
    CARTECCHIO TERAMO 13.04.1944
  • (2012) Taggia, Arma di Taggia
    Lapide in ricordo dei patrioti (Sapisti) trucidati dai nazifascisti in questi luoghi il 24 gennaio 1945 con elenco delle 6 vittime – situata in Via Boselli (incrocio via Aurelia) Arma di Taggia – Comune di Taggia committente : A.N.P.I. Sez. di Arma, Tag
    ARMA DI TAGGIA, TAGGIA, 23-24.01.1945
  • (2012) viale della Democrazia, Acerra
    Una lapide commemorativa è stata posta, nell’ottobre 2012, dall’amministrazione comunale, sulla facciata del Municipio in Viale della Democrazia.
    ACERRA 01-03.10.1943
  • (2012)
    Nel 2012 è stato collocata una targa esplicativa davanti al monumento per far conoscere i tratti salienti dell’episodio e la sofferenza della popolazione civile.
    AVASINIS TRASAGHIS 2.5.1945
  • (2012) Strada statale 18
    Sulla strada statale 18, nei pressi di un piccolo bunker, è stata affissa nel 2012 una lapide in ricordo delle vittime causate dalle operazioni belliche connesse allo sbarco alleato a Salerno.
    MOLINA VIETRI SUL MARE SETTEMBRE 1943
  • (2011) Caselle Landi, Cascina Punte Alte
    Lapide sul muro della cascina Punte Alte “a ricordo di una creatura la cui vita nel grembo materno fu negata dalla violenza”, posta dall’Amministrazione Comunale di Caselle Landi il 3 aprile 2011.
    CASCINA PUNTE ALTE, CASELLE LANDI, 01.04.1945
  • (2011) Carsoli
    Nel Comune di Carsoli, fra Tufo e località Villetta, il 25 aprile 2011 è stata apposta una targa di segnalazione della vicenda.
    TUFO DI CARSOLI 7-6-1944
  • (2011) Montevarchi, piazza Varchi, Loggiato al Comune
    Lapide commemorativa delle “vittime per eventi bellici e rappresaglie” durante il passaggio del fronte situata a Montevarchi – Loggiato del Comune – Piazza Varchi (anno 2011).
    BORRO AL QUERCIO MONTEVARCHI 19.07.1944
  • (2011) Montevarchi, piazza Varchi, Loggiato del Comune
    Lapide commemorativa delle “vittime per eventi bellici e rappresaglie” durante il passaggio del fronte a Montevarchi nel Loggiato del Comune in Piazza Varchi (anno 2011).
    LEVANE MONTEVARCHI 17.06.1944
  • (2011) Montevarchi, piazza Varchi, Loggiato del Comune
    Lapide commemorativa delle “vittime per eventi bellici e rappresaglie” durante il passaggio del fronte situata a Montevarchi nel Loggiato del Comune in Piazza Varchi (anno 2011).
    MONTEVARCHI 03.06.1944
  • (2011) Montevarchi, piazza Varchi, Loggiato del Comune
    Lapide commemorativa delle “vittime per eventi bellici e rappresaglie” durante il passaggio del fronte situata a Montevarchi nel Loggiato del Comune in Piazza Varchi (anno 2011).
    MONTEVARCHI 10.07.1944
  • (2011) Montevarchi, piazza Varchi, Loggiato del Comune
    Lapide commemorativa delle “vittime per eventi bellici e rappresaglie” durante il passaggio del fronte situata a Montevarchi nel Loggiato del Comune in Piazza Varchi (anno 2011).
    MONTEVARCHI 16.07.1944
  • (2011) Montevarchi, piazza Varchi, Loggiato del Comune
    Lapide commemorativa delle “vittime per eventi bellici e rappresaglie” durante il passaggio del fronte a Montevarchi nel Loggiato del Comune in Piazza Varchi (anno 2011).
    MONTEVARCHI 17.06.1944
  • (2011) Montevarchi, piazza Varchi, Loggiato del Comune
    Lapide commemorativa delle “vittime per eventi bellici e rappresaglie” durante il passaggio del fronte situata a Montevarchi nel Loggiato del Comune in Piazza Varchi (anno 2011).
    MONTEVARCHI 17.07.1944
  • (2011) Montevarchi, piazza Varchi, Loggiato del Comune
    Lapide commemorativa delle “vittime per eventi bellici e rappresaglie” durante il passaggio del fronte a Montevarchi nel Loggiato del Comune in Piazza Varchi (anno 2011).
    MONTEVARCHI 18.06.1944
  • (2011) Montevarchi, piazza Varchi, Loggiato del Comune
    Lapide commemorativa delle “vittime per eventi bellici e rappresaglie” durante il passaggio del fronte situata a Montevarchi nel Loggiato del Comune in Piazza Varchi (anno 2011).
    MONTEVARCHI 18.07.1944
  • (2011) Montevarchi, piazza Varchi, Loggiato del Comune
    Lapide commemorativa delle “vittime per eventi bellici e rappresaglie” durante il passaggio del fronte situata a Montevarchi nel Loggiato del Comune in Piazza Varchi (anno 2011).
    MONTEVARCHI CHERICI 16.07.1944
  • (2011) Montevarchi, piazza Varchi, Loggiato del Comune
    Lapide commemorativa delle “vittime per eventi bellici e rappresaglie” durante il passaggio del fronte a Montevarchi nel Loggiato del Comune in Piazza Varchi (anno 2011).
    MONTICELLO MONTEVARCHI 14.06.1944
  • (2011) Montevarchi, piazza Varchi, Loggiato del Comune
    Lapide commemorativa delle “vittime per eventi bellici e rappresaglie” durante il passaggio del fronte situata a Montevarchi nel Loggiato del Comune in Piazza Varchi (anno 2011).
    UCERANO MONTEVARCHI 05.06.1944
  • (2010) Portogruaro
    Una targa è stata posta nel 2010 nella piazzetta a lui intitolata a Portogruaro, suo paese natale.
    VIA MARTINI UDINE 24.09.1944
  • (2010) Terni, Palazzo del Podesta, casa e luogo dell'uccisione a Marmore
    Esistono diversi segni materiali sul territorio che testimoniano la memoria di Montesi. - Innanzitutto, sulla facciata di quella che era la sua abitazione, in località Campacci della frazione di Marmore, è stata apposta una piccola lapide che recita: «Q
    MARMORE TERNI 20.05.1944
  • (2010) Veniano
    Targa posta all’ingresso della casa di Veniano che fu la residenza di Vacchi, collocata per iniziativa dell’Anpi il 2 ottobre 2010.
    CAMERLATA, COMO, 05.09.1944
  • (2009) Conca della Campania
    Targa commemorativa dell’Eccidio in Via Faeta (2009)
    CAVE, CONCA DELLA CAMPANIA, 1/11/1943
  • (2009) Cuneo, piazzale della Libertà
    Lapide in piazza Libertà a Cuneo che recita Qui il 26 novembre 1944, a mezzogiorno, furono fucilati: Maria Luisa ALESSI nata a Verzuolo il 17/05/1911 partigiana della XI Divisione Garibaldina "Cuneo" 181^ Brigata d'Assalto "Morbiducci" Pietro FANTONE nato a Paesana il 27/07/1924 partigiano della I Divisione Garibaldina "Lanfranco" IV^ Brigata d'Assalto "Cuneo" Ettore GARELLI alias "Bollo o Gomma" nato a Torino il 04/06/1893 agente di controspionaggio del Servizio X III Divisione Alpi Antonio TRAMONTANO nato a Nocera Inferiore il 03/05/1922, partigiano della XI Divisione Garibaldina 15^ Brigata "Saluzzo" torturato prima della fucilazione Rocco REPICE nato a Rocella Jonica il 27/09/1920, partigiano della II Divisione Alpina Brigata "Valle Maira" torturato prima della fucilazione Città di Cuneo 23 Aprile 2009
    CUNEO, PIAZZALE DELLA STAZIONE FERROVIARA, 26.11.1944
  • (2008) Ancona
    Ad Offagna una targa ricordo dell’eccidio è stata posta nel 2008 all’interno del Museo della Liberazione di Ancona.
    OFFAGNA, 12.07.1944
  • (2008) Arrone
    Targa sul luogo della fucilazione posta dal Comune di Arrone il 24 aprile 2008.
    ARRONE 07.05.1944
  • (2008) Foligno, Leggiana
    Lapide a don Pietro Arcangeli, in frazione Leggiana (posta da ANED Umbria e Comune di Foligno il 3 febbraio 2008).
    FOLIGNO 03.02.1944
  • (2008) piazza Ettore Troilo, Torricella Peligna
    Lapide affissa in piazza Ettore Troilo il 13 luglio 2008, sull’edificio della caserma dei carabinieri, dedicata a Ettore Troilo stesso, in ricordo del luogo in cui il 19 ottobre 1943 sfuggiva alla retata delle SS e delle imprese di cui fu protagonista come Comandante della Brigata Maiella.
    TORRICELLA PELIGNA, 19-10-1943
  • (2008) piazza Ettore Troilo, Torricella Peligna
    Lapide affissa in piazza Ettore Troilo il 13 luglio 2008, sull’edificio della caserma dei carabinieri, in cui sono commemorati i 7 patrioti di Torricella Peligna che morirono per difendere i valori di libertà e democrazia propugnati dalla Brigata Maiella.
    TORRICELLA PELIGNA, 19-10-1943
  • (2008) Medicina (BO), via Licurgo Fava
    lapide posta nel 2008 a cura dell’amministrazione comunale sull’ex villa Viaggi sede di fascisti e nazisti nel 1944. La lapide oltre ai nomi dei fucilati reca un’iscrizione a cura degli alunni della scuola media Simoni di Medicina: In questo edificio, il 22 ottobre 1944, vennero barbaramente torturati e uccisi dai nazifascisti otto partigiani, catturati durante la battaglia di Vigorso [nominativi]. Il loro coraggio e il loro sacrificio siano per noi un costante invito a lottare sempre in nome dellaLibertà e della Dignità umana».
    MEDICINA 22.10.1944
  • (2007) Perugia, centro storico
    Nell'aprile 2007 l'Amministrazione comunale di Perugia ha posto una lapide all'interno del caffè “Turreno”, «a ricordo del luogo che favorì l'incontro dei perugini impegnati nella lotta contro il fascismo e nella riconquista della libertà perduta». Recentemente la nuova gestione (fino ad un paio di anni fa era rimasto alla famiglia Gargiulo), a seguito di lavori di ristrutturazione a rimosso la lapide dall'originaria collocazione, eliminandola o comunque destinandola a luogo molto meno visibile.
    PERUGIA 05.02.1944
  • (2007) Castagneto Carducci, via della Sassetta
    Lapide sul luogo dell’esecuzione posta il 25/04/2007.
    VIA DELLA SASSETTA CASTAGNETO CARDUCCI 24.06.1944
  • (2007) Reggio Emilia, viale Antonio Allegri
    Lapide sulla parete dell’edificio nel cui cortile avvenne l’esecuzione, posta dal Comune di Reggio Emilia il 13 gennaio 2007.
    CASERMA DI VIALE ANTONIO ALLEGRI, REGGIO EMILIA, 13.01.1945
  • (2006) Foligno, Civitella
    Lapide in memoria di Vincenzo Camilli, Luigi e Sante Costantini, in frazione Civitella (posta da ANED Umbria e Comune di Foligno il 16 giugno 2006).
    FOLIGNO 03.02.1944
  • (2006) Foligno, Acqua Santo Stefano
    Lapide in memoria di Francesco e Serafino Federici, Guerrino Maggi, Felice, Giuseppe, Gregorio e Rinaldo Salvati, in frazione Acqua Santo Stefano (posta da ANED Umbria e Comune di Foligno il 3 febbraio 2008).
    FOLIGNO 03.02.1944
  • (2006) Chieti
    Chieti, targa commemorativa nell’aula consiliare del Comune di Chieti, dove si svolse il processo, affissa l’11/02/2006
    COLLE PINETA PESCARA 11-2-1944
  • (2006) San Martino Buon Albergo, ponte Ferrazze
    Sul ponte delle Ferrazze, vi è una lapide in ricordo della strage. Fu posta il 26 aprile 2006 dal Comune di San Martino Buon Albergo.
    FERRAZZE, SAN MARTINO BUON ALBERGO, 26.04.1945
  • (2005) Castellammare di Stabia
    Una lapide, posta dal Comune nel giugno 2005 sull’edificio dei cantieri navali, ricorda la difesa dei militari e la resistenza cittadina.
    CANTIERI NAVALI, CASTELLAMMARE DI STABIA, 11/9/1943
  • (2005) San Casciano in Val di Pesa, Municipio
    I nomi delle vittime di Fabbrica sono ricordati, assieme a quelli delle altre vittime civili del comune, su una lapide posta sul Municipio di San Casciano dall'amministrazione comunale il 25 aprile 2005 nel 60. Anniversario della Liberazione.
    FABBRICA SAN CASCIANO IN VAL DI PESA 24.07.1944
  • (2005) San Casciano in Val di Pesa, Municipio
    Il nome di Guido Lapini è ricordato, assieme a quelli delle altre vittime civili del comune, su una lapide posta sul Municipio di San Casciano dall'amministrazione comunale il 25 aprile 2005 nel 60. Anniversario della Liberazione.
    MONTIGNANA SAN CASCIANO IN VAL DI PESA 26-27.07.1944
  • (2005) San Casciano in Val di Pesa, Municipio
    Il nome di Armando Aglietti è ricordato, assieme a quelli delle altre vittime civili del comune, su una lapide posta sul Municipio di San Casciano dall'amministrazione comunale il 25 aprile 2005 nel 60. Anniversario della Liberazione.
    QUERCETO SAN CASCIANO IN VAL DI PESA 06-21.06.1944
  • (2005) San Casciano in Val di Pesa, Municipio
    Il nome di Gino Bini è ricordato, assieme a quelli delle altre vittime civili del comune, su una lapide posta sul Municipio di San Casciano dall'amministrazione comunale il 25 aprile 2005 nel 60. Anniversario della Liberazione.
    SAN GAUDENZIO A CAMPOLI SAN CASCIANO IN VAL DI PESA 24.07.1944
  • (2005) San Casciano in Val di Pesa, Municipio
    I nomi delle 4 vittime del Tondo de Le Corti sono ricordati, assieme a quelli delle altre vittime civili del comune, su una lapide posta sul Municipio di San Casciano dall'amministrazione comunale il 25 aprile 2005 nel 60. Anniversario della Liberazione.
    TONDO DE LE CORTI SAN CASCIANO IN VAL DI PESA 25.07.1944
  • (2005) San Casciano in Val di Pesa, Municipio
    Il nome di Camillo Sieni è ricordato, assieme a quelli delle altre vittime civili del comune, su una lapide posta sul Municipio di San Casciano dall'amministrazione comunale il 25 aprile 2005 nel 60. Anniversario della Liberazione.
    VIA PERSETO SAN CASCIANO IN VAL DI PESA 04.07.1944
  • (2005) Casale Fracassi, in contrada Turchi, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa della strage del 25/12/1943, al Casale Fracassi, in contrada Turchi (anno 2005, Amministrazione comunale)
    TURCHI, PIZZOFERRATO, 25.12.1943
  • (2005)
    Lapide commemorativa ai Martiri di Fornelli (25/10/2005)
    CASTELLO, FORNELLI, 04.10.1943
  • (2005) Verona
    All'inizio di Viale dei Partigiani, sul luogo dove venne fucilato, una targa apposta nel 2005, ricorda il sacrificio di Aurelio Dal Cero.
    VERONA, 11.02.1945
  • (2005) Firenze, liceo Michelangelo
    Lapide ai caduti del Liceo Michelangelo dove è riportato anche il nome di Anna Maria Enriques Agnoletti, 2005.
    CERCINA SESTO FIORENTINO 12.06.1944
  • (2004) Cittaducale, Pendenza
    Targa presso la casa natale di Sabatino Giangirolami, a Pendenza (Cittaducale), posta dall'Amministrazione comunale nel 2004.
    PENDENZA CITTADUCALE 11.06.1944
  • (2004) Foligno, Acqua Santo Stefano
    Lapide in memoria di Rinaldo Salvati, l'unico dei deportati della famiglia a rientrare, posta sulla facciata della casa dove abitava, in frazione Acqua Santo Stefano (voluta dalla locale Pro Loco il 3 febbraio 2004).
    FOLIGNO 03.02.1944
  • (2004) Foligno, Scopoli
    Lapide in memoria del rastrellamento, in frazione Scopoli (posta dal Comune di Foligno il 3 febbraio 2004).
    FOLIGNO 03.02.1944
  • (2004) Deruta, piazza dei Consoli
    Lapide a lui dedicata, posta sulla facciata della torre campanaria in piazza dei Consoli a Deruta (scoperta il 6 marzo 2004).
    POLIGONO DI TIRO PERUGIA 06-17.03.1944
  • (2004) Barberino Val d'Elsa, Municipio
    I nomi di Desiderio Chiti e Corrado Conti sono ricordati su di una lapide in memoria dei caduti del comune affissa in Municipio dall'amministrazione comunale di Barberino Val d'Elsa il 29 febbraio 2004.
    BARBERINO VAL D’ELSA 08.07.1944
  • (2004) Barberino Val d'Elsa, Municipio
    I nomi di Ferdinando Frosali e Silvio Mecacci sono ricordati nella lapide posta il 29 settembre 2004 sul Municipio di Barberino Val d'Elsa dall'amministrazione comunale in ricordo delle vittime civili del comune.
    BARBERINO VAL D’ELSA 20.07.1944
  • (2004) Barberino Val d'Elsa, Municipio
    I nomi di Giuseppe Pasquini ed Elvira Mariani sono ricordati nella lapide posta il 29 settembre 2004 sul Municipio di Barberino Val d'Elsa dall'amministrazione comunale in ricordo delle vittime civili del comune.
    BARBERINO VAL D’ELSA 04.07.1944
  • (2004) Rufina, Berceto
    Nel Sessantesimo anniversario della strage il comune di Rufina pose a Berceto una seconda lapide in ricordo delle vittime.
    BERCETO RUFINA 17.04.1944
  • (2004) Barberino Val d'Elsa, Municipio
    Il nome di Maria Pecci è ricordato assieme a quello delle altre vittime civili del comune in una lapide posta sul Municipio dall'amministrazione comunale di Barberino Val d'Elsa il 29 febbraio 2004.
    BOSCONE BARBERINO VAL D’ELSA 19.07.1944
  • (2004) Barberino Val d'Elsa
    Il nome di Giuseppe Chiti viene ricordato su di una lapide in memoria dei caduti del Comune affissa in Municipio dall'amministrazione comunale di Barberino Val d'Elsa il 29 febbraio 2004.
    MAGLIANO BARBERINO VAL D’ELSA 12.07.1944
  • (2004) Barberino Val d'Elsa, Municipio
    Si segnala come il nome di Terzilio Brogi sia assente tra quelli ricordati nella lapide posta il 29 settembre 2004 sul Municipio di Barberino Val d'Elsa dall'amministrazione comunale in ricordo delle vittime civili del comune.
    OLENA BARBERINO VAL D’ELSA 20.07.1944
  • (2004) Ameglia, punta bianca
    Nel 2004 il Comune di Ameglia e l'American OSS Society hanno posizionato a Punta Bianca, luogo delle esecuzioni, una targa commemorativa.
    PUNTA BIANCA AMEGLIA 26.03.1944
  • (2003) Pisa, via San Francesco
    Lapide commemorativa presso la caserma della Polizia di Stato in via San Francesco, affissa dall’ANPI di Pisa il 27/01/2003.
    PISA, 21.06.1944
  • (2002) Macerata, via Palncalducci
    Lapide in memoria delle vittime
    MACERATA, 20.06.1944
  • (2002) Piediripa
    Il suo nome è presente, insieme a quelli di Pietro e Fernando Palmieri, nella lapide posta nel 2002 nella scuola di Piediripa.
    VALLEBONA, MACERATA, 24.06.1944
  • (2002) Imperia, via Nazionale
    Lapide in marmo iscrizione: In ricordo del sacrificio di Franco Ghiglia partigiano Medaglia d'Oro al Valor Militare nato il 1926 qui impiccato il 5 aprile 1945 – committente: ANPI – ISITUTO STORICO – FIVIL Imperia – realizzazione anno 2002 – situata pre
    MONTEGRAZIE CAVE ROSSE CASTELVECCHIO IMPERIA 07.03-05.04.1945
  • (2001) Valle Castellana
    2 lapidi in onore dei morti civili caduti nella guerra 1940-45. Il monumento fu inaugurato il 24 giugno 2001 con una solenne manifestazione e con il concorso di tutte le Associazioni Nazionali dei carabinieri d’Abruzzo e di Ancona. Alla cerimonia erano pr
    COLLE RUSTICO DI VALLE CASTELLANA 05-11-1943
  • (2001) Foiano della Chiana, piazza Garibaldi
    Lapide posta dal Comune l’11 marzo 2001.
    FOIANO DELLA CHIANA 08.06.1944
  • (2001) Caserma Federico Enrico di Brunico
    Nel luglio 2001, presso l'attuale caserma Federico Enrico di Brunico, fu posta una lapide con i nomi delle vittime. Alla cerimonia, parteciparono le sezioni ANPI di Bolzano, Cremona, Lodi, Parma e Trento, le Associazioni ex combattenti e reduci, le autorità municipali di Brunico e dei Comuni d'origine dei giovani fucilati.
    BRUNICO, 6.07.1944
  • (1999) Chesod de Antey-Saint-André
    Plaque in bronzo al Chesod de Antey-Saint-André (Valle d'Aosta), posata il 28 ottobre 1999, al 55º anniversario con lo stemma della Regione Autonoma Valle d'Aosta e del Comune di Antey-Saint-André: « Chesod Haut Lieu de la Résistance En souvenir des Absents A vous qui restez Défendons chaque jour notre Liberté 28 octobre 1944 – 28 octobre 1999 ».
    GRESSONEY, 07.11.1944
  • (1999) Roma, via del Badile
    Un’epigrafe in memoria dell’uccisione di Caterina Martinelli è stata inaugurata nel 55° Anniversario della morte (1999) a Roma sul luogo in cui avvenne il fatto, in via Badile.
    VIA DEL BADILE, BORGATA TIBURTINO III, ROMA, 03.05.1944
  • (1998) Vetto, cimitero
    Nel cimitero di Vetto è posta una lapide in marmo nero con fermi metallici ed epigrafe in rilievo sormontata dal simbolo della Repubblica. Commissionata dall'Anpi provinciale e dall'Amministrazione comunale la lapide e? stata scoperta il 22 novembre 1998.
    LEGORECCIO, VETTO, 17.11.1944
  • (1998) Bologna, via Porrettana angolo via San Luca
    Lapide in memoria di Giordano Bergonzoni, Mario Fabbri, Antonio Gentili [1998], via Porrettana angolo via di San Luca (Arco del Meloncello)
    SAN LUCA BOLOGNA 20.10.1944
  • (1998) Bergamo
    Lapide al Lazzaretto (Bergamo) inaugurata il 24.04.1998.
    CASERMA SERIATE BERGAMO 06.01.1944
  • (1998) Bergamo
    Lapide al Lazzaretto (Bergamo) inaugurata il 24.04.1998.
    CASERMA SERIATE BERGAMO 23.03.1944
  • (1996) Cascina, Zambra, scuola elementare
    Lapide presso la scuola elementare di Zambra affissa nel 1996 dall’amministrazione comunale
    ZAMBRA CASCINA 01.08.1944
  • (1995) Ventimiglia, via al Forte San Paolo
    Lapide in marmo a Ventimiglia in via Forte San Paolo dedicata agli 8 partigiani caduti il 21.03.1945 committenti: ANED, ANPI, Comune di Ventimiglia e FIVL. Inaugurazione 21.03.1995
    FORTE SAN PAOLO, VENTIMIGLIA, 18-21.03.1945
  • (1995) Sesto Fiorentino, Pieve di Cercina
    Nell'aprile del 1995 è stata posta nel giardino della Pieve di Cercina una stele in ricordo delle vittime dell'eccidio del 10 aprile 1944.
    CERCINA SESTO FIORENTINO 10.04.1944
  • (1995) Forlì, corso Garibaldi 256. circolo Arci
    Forlì, circolo Arci, corso Garibaldi 256, cortile dell’ex sezione del PCI “Asioli”: lapide che ricorda Armando Asioli e Antonio Cicognani, fucilato con Ruffillo Balzani il 27 agosto 1944 nel territorio comunale di Bagnacavallo (Ravenna) (la segnalazione sulla lapide risale al 1995).
    VILLAGRAPPA FORLÌ 07.05.1944
  • (1995) Roma, via Frantoio
    Un’epigrafe a ricordo dell’uccisione di Caterina Martinelli è stata posta nel 1995 a Roma in via Frantoio.
    VIA DEL BADILE, BORGATA TIBURTINO III, ROMA, 03.05.1944
  • (1994) Roseto degli Abruzzi, Montepagano, Corso Umberto I, 12
    Nel 1994 l’amministrazione comunale di Roseto ha collocato una lapide che ricorda i martiri Attanasio Della Croce e i fratelli Alfonso e Loreto Rosini.
    MONTEPAGANO ROSETO DEGLI ABRUZZI 13.12.1943-10.01.1944
  • (1994) Basilica Pozzano, Castellammare di Stabia
    Nella basilica di Pozzano è presente, dal 1994, una piccola lapide che ricorda, sull’epitaffio ai caduti della prima guerra mondiale, le vittime del 1943.
    LARGO POZZANO, CASTELLAMMARE DI STABIA, 16/9/1943
  • (1994) Orvieto
    Una lapide in pietra serena è stata poi apposta il 25 aprile 1994, a cinquant’anni dalla strage, sulla facciata dell’edificio che ospitò il tribunale militare tedesco che processò e condannò i sette uomini. Nella lapide oltre ai nomi delle vittime campegg
    CAMORENA ORVIETO 06-29.03.1944
  • (1994) Poggio Bustone
    Lapide alla battaglia del 10 marzo 1944, posta sul luogo dove gli scontri si sono conclusi (scoperta il 12 marzo 1994 per volontà dell'Amministrazione comunale).
    POGGIO BUSTONE 10.03.1944
  • (1994) via nazionale, Opicina
    Il 7 marzo 1994, nel cinquantesimo anniversario del martirio, la sezione ANPI-VZPI di Opicina pose una targa commemorativa sulla facciata dell’edificio di via Nazionale n. 28.
    OPICINA TRIESTE 7-3-1944
  • (1994) Pietralunga, Morenza, chiesa parrochiale
    Lapide in memoria del rastrellamento del 7 maggio 1944 presso la chiesa parrocchiale di Morena (Pietralunga), scoperta dal comune di Gubbio [nella cui diocesi ricade la parrocchia di Morena] il 7 maggio 1994.
    PIETRALUNGA 07-11.05.1944
  • (1994) Sorano, piazza Pietro Busatti
    A Sorano, in piazza Pietro Busatti, nel 1994 (Cinquantenario della Liberazione) l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ermanno Benocci pose una lapide in ricordo delle vittime del nazifascismo.
    SAN GIOVANNI DELLE CONTEE SORANO 11.06.1944
  • (1994) Sorano, piazza Pietro Busatti
    A Sorano, in piazza Pietro Busatti, nel 1994 (Cinquantenario della Liberazione) l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ermanno Benocci pose una lapide in ricordo delle vittime del nazifascismo.
    SAN QUIRICO SORANO 12.06.1944
  • (1994) Sorano, piazza Pietro Busatti
    A Sorano, in piazza Pietro Busatti, nel 1994 (Cinquantenario della Liberazione) l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ermanno Benocci pose una lapide in ricordo delle vittime del nazifascismo.
    SAN QUIRICO SORANO 14.06.1944
  • (1994) Sorano, piazza Pietro Busatti
    A Sorano, in piazza Pietro Busatti, nel 1994 (Cinquantenario della Liberazione) l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ermanno Benocci pose una lapide in ricordo delle vittime del nazifascismo.
    SORANO 13.06.1944
  • (1994) Pelago, Consuma, campanile di S. Domenico
    Il popolo di Consuma il 20 agosto 1994 in occasione del Cinquantenario della strage pose sul campanile di S. Domenico alla Consuma una lapide in ricordo delle vittime della strage di Podernovo.
    CONSUMA PELAGO 25-26.08.1944
  • (1994) Sorano, piazza Pietro Busatti
    A Sorano, in piazza Pietro Busatti, nel 1994 (Cinquantenario della Liberazione) l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ermanno Benocci pose una lapide in ricordo delle vittime del nazifascismo.
    FONTE DEL RICCIANO SORANO 11.06.1944
  • (1994) Cavriglia, Municipio
    Lapide commemorativa per il 50. anniversario sul palazzo comunale.
    CAVRIGLIA 04.07.1944
  • (1994) Cutigliano, Pianosinatico, cimitero
    Lapide/tomba nel cimitero di Pianosinatico collocata il 24/09/1994.
    PIANOSINATICO CUTIGLIANO 28.09.1944
  • (1994) Cutigliano, Pianosinatico, cimitero
    Lapide/tomba nel cimitero di Pianosinatico collocata il 24/09/1994.
    PIANOSINATICO CUTIGLIANO 28.09.1944
  • (1994) Massarosa, Massaciuccoli
    Lapide a tutti i caduti di Massaciuccoli, 1994.
    MASSACIUCCOLI MASSAROSA 02.09.1944
  • (1994) Comano, Camporaghena, piazza della chiesa
    Lapide ai Bertocchi e a Giannarelli nella piazza della Chiesa di Camporaghena, 04/07/1994.
    COMANO 03-04.07.1944
  • (1993) via Ciga, Lorsica
    Lapide in marmo. Committente ANPI Genova inaugurata nel 1993.
    BARBAGELATA, LORSICA, 13.08.1944
  • (1993) Vinadio sulla Chiesa di S. Defendente
    Lapide posata dal comune di Vinadio sulla Chiesa di S. Defendente l’11 dicembre 1993
    AISONE 09.12.1943
  • (1993) Spoletto, piazza Campello n. 5
    Lapide a Paolo Schiavetti Arcangeli con il testo della motivazione della concessione di medaglia d'oro al Valore militare, scoperta il 25 aprile 1993. Si trova a Spoleto all'interno di un palazzo in piazza Campello n. 5, già sede (oltre che dell'Inpdap
    CASTELLUCCIO NORCIA 25.04.1944
  • (1993) Pontebba (UD), via Grillo
    Lapide che ricorda l'uccisione di Giovanni Grillo nella via a lui dedicata a Pontebba. L'iscrizione recita "DOMENICA 3 OTTOBRE 1943 LUNGO QUESTA VIA VIENE CONDOTTO AL LUOGO DELLA FUCILAZIONE GIOVANNI GRILLO MARTIRE PER LA LIBERTA’. NEL CINQUANTENARIO L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE PONE A PERENNE RICORDO E TESTIMONIANZA. 3 OTTOBRE 1993"
    PONTEBBA, 03.10.1943
  • (1992) Fombio, piazza del Municipio
    Alla memoria delle tre vittime l’Amministrazione comunale di Fombio il 3 maggio 1992 pose una lapide alla base del monumento ai Caduti, in Piazza del Municipio.
    FOMBIO 26.04.1945
  • (1992) Montereale, Grizzo, borgo Alzetta
    Una lapide commemorativa con il nome del partigiano e la data della sua uccisione si trova sul muro della casa dove venne fucilato in borgo Alzetta a Grizzo di Montereale. L’epigrafe recita: “Qui eroicamente cadde per la libertà d’Italia il partigiano Zannier Mattin “Anez” da Sequals. 16 marzo 1945-25 aprile 1992”.
    GRIZZO MONTEREALE 18.03.1945
  • (1992) Località Schiradella, tra Mas (Sedico) e Bolzano Bellunese (Belluno).
    Il nome di Ernesto De Martin è ricordato da una lapide inaugurata il 10 giugno 1992 in località Schiradella, tra Mas (Sedico) e Bolzano Bellunese (Belluno). Precedentemente esisteva una croce nel bosco, sul punto dove la vittima era stata uccisa.
    MAS, 1.5.1945
  • (1991) Comune di Cesiomaggiore (Belluno)
    Il nome di Mario Cecchin è riportato, insieme ad altri, sulla lapide posta nell’atrio del comune di Cesiomaggiore (Belluno). Inaugurata l’8/10/1989 è stata spostata all’esterno nel 1991.
    MENIN DI SORANZEN, 4.10.1944
  • (1991) Pedavena
    Una lapide dedicata alle due vittime è posta a Pedavena, di fronte alla birreria. Rinnovata e nuovamente inaugurata il 3/11/1991.
    PEDAVENA, 18.1.1945
  • (1991) Carpineti, Poiago
    A Poiago, su una casa sulla strada Carpineti-Baiso, è posta una lapide in granito con epigrafe e nominativi in rilievo e la sua inaugurazione è avvenuta il 1 luglio 1991
    POIAGO, CARPINETI, 01.07.1944
  • (1991) Bagnone, Gabbiana
    Lapide a Tiradani e Guerrino in località Gabbiana, 14/08/1991.
    BAGNONE 30.06-07.07.1944
  • (1991) Lucolena (fraz. di Greve in Chianti), piazza Anichini
    - Il 2 luglio 1991 il comune di Greve in Chianti ha posto una lapide su di un cippo situato in piazza Anichini a Lucolena a memoria della vittima della frazione Merendoni Armando ed Ermini Pindaro (morto quest'ultimo in altra data)
    FORCONALE DEI CESTI, LUCOLENA, GREVE IN CHIANTI, 02.07.1944
  • (1991) Lucolena (fraz. di Greve in Chianti), piazza Anichini
    Il 2 luglio 1991 il comune di Greve in Chianti ha posto una lapide su di un cippo situato in piazza Anichini a Lucolena a memoria delle vittime della frazione Ermini Pindaro e Merendoni Armando (quest'ultimo morto in altra data e in altra località)
    LUCOLENA, GREVE IN CHIANTI, 24.07.1944
  • (1990)
    Una piccola stele in pietra, in cui sono riportati i nominativi delle cinque vittime, è stata eretta il 14 giugno 1990, in occasione del quarantaseiesimo anniversario della strage, in memoria di quelli che sono definiti “martiri del Pomarro”, “vittime del
    POMARRO ALLERONA 14.06.1944
  • (1990) Vicchio del Mugello, Caselle
    Nel territorio comunale di Vicchio del Mugello è presente in località Caselle, una lapide posta nel 45. Anniversario della Liberazione dalla casa del popolo di Caselle alla memoria dei 5 renitenti fucilati al Campo di Marte.
    CAMPO DI MARTE FIRENZE 22.03.1944
  • (1990) Gressoney-Saint-Jean
    Gressoney-Saint-Jean (Valle d'Aosta). Targa in ricordo dei tre partigiani uccisi sulla facciata delle Scuole elementari in piazza Beck Peccoz, inaugurata il 22 luglio 1990.
    GRESSONEY, 07.11.1944
  • (1990) Ameglia, piazza della libertà
    In Piazza della Libertà ad Ameglia esiste una lapide in memoria degli uccisi posta nel 1990.
    PUNTA BIANCA AMEGLIA 26.03.1944
  • (1989)
    Il nome di Angelo Vanin è ricordato, insieme ad altri, sulla lapide inaugurata l’8 ottobre 1989 nell’atrio del comune di Cesiomaggiore e poi spostata, nel 1991, all’esterno.
    BUSCHE, 28.4.1945
  • (1989) Comune di Cesiomaggiore (Belluno)
    Il nome di Giacomo Rech è ricordato nella lapide inaugurata l’8 ottobre 1989 nell’atrio del comune di Cesiomaggiore (Belluno), poi spostata all’esterno nel 1991.
    CALLIOL, 24.3.1945
  • (1989) Comune di Cesiomaggiore (Belluno)
    Il nome di Ugo De Bastiani è ricordato, insieme ad altri, su una lapide posta nel 1989 nell’atrio del comune di Cesiomaggiore (Belluno) e spostata all’esterno nel 1991.
    CESIOMAGGIORE, 22-23.2.1945
  • (1989) Atrio del Comune di Cesiomaggiore
    Il nome di Franco Monego è ricordato, insieme ad altri, in una lapide posta l’8 ottobre 1989 nell’atrio del Comune di Cesiomaggiore e poi spostata, nel 1991, all’esterno.
    SANTA GIUSTINA, 16.10.1944
  • (1989) Val Canzoi (Cesiomaggiore); comune di Cesiomaggiore (Belluno).
    L’episodio è ricordato da una lapide posta a circa metà della Val Canzoi (Cesiomaggiore), sulla parete di una chiesetta dedicata a Sant’Antonio. Il nome di Arturo Pescarolo è presente, insieme ad altri, anche sulla lapide posta l’8/10/1989 nell’atrio del comune di Cesiomaggiore (Belluno) e poi spostata all’esterno nel 1991.
    VAL CANZOI, 30.9.1944
  • (1988) Genga, località Trinquinelli
    Lapide posta per volontà dell’Anpi, nel 1988, in località Trinquelli: “Uccisi poi bruciati dalle orde nazifasciste Mariani Elena Madaloni Daniele”.
    TRINQUELLI, GENGA, 17.07.1944
  • (1988) Sassoferrato, Via Roma
    In via Roma, sul luogo della morte di Maria Vincioni, nel luglio 1988 – ricollocata il 27 luglio 2014 – l’Anpi di Sassoferrato pose una lapide in suo ricordo. L’epigrafe dice. “Qui il 22 luglio 1944 morì barbaramente uccisa dal piombo nazista Maria Vincio
    BORGO, SASSOFERRATO 22.07.1944
  • (1988) Nocera Umbra, Collecroce
    Il nome di Giovanni Tiburzi compare sul monumento ai Caduti per la Liberazione in frazione Collecroce, epicentro del rastrellamento iniziato il 17 aprile 1944 (inaugurato il 25 aprile 1988).
    SORIFA NOCERA UMBRA 02.04.1944
  • (1988) S. Vettore di Veses, nei pressi di Cergnai, frazione di S. Giustina (Belluno)
    Primo Casagrande è ricordato da una lapide posta a S. Vettore di Veses, nei pressi di Cergnai, frazione di S. Giustina (Belluno), nel punto in cui è avvenuta la fucilazione. La lapide è stata inaugurata il 24 settembre 1988.
    CERGNAI, 14.6.1944
  • (1988) Piazza Martiri della Libertà a Longarone (Belluno).
    Le due vittime sono ricordate da una lapide posta in piazza Martiri della Libertà a Longarone (Belluno), inaugurata il 23 aprile 1988, nella quale viene ricordato anche un partigiano caduto qualche mese dopo.
    LONGARONE, 19.6.1944
  • (1988) Carpen di Quero (Belluno)
    I nomi dei fratelli Curto sono ricordati da una lapide, insieme al partigiano disperso Silvio Pocchetto, posta nel 1988 a Carpen di Quero (Belluno).
    QUERO, 18.10.1944
  • (1988) Medesano, località Felegaro, scuole
    La lapide in marmo posta all’esterno delle scuole elementari in località Felegara dedicata ai caduti partigiani e civili ricorda anche Angelo Reviati. La lapide è stata collocata nel 1988 dalle associazioni partigiane.
    MIANO, MEDESANO, 23.10.1944
  • (1987) Fine del paese di Alleghe, verso Caprile (Belluno).
    Giovanni Filippi è ricordato da una lapide posta nel 1987 alla fine del paese di Alleghe, verso Caprile (Belluno).
    ALLEGHE, 20.4.1945
  • (1987) Voltago (Belluno)
    L’episodio è ricordato da una lapide posta, nel 1987, a Voltago (Belluno), sul sagrato della chiesa parrocchiale.
    VOLTAGO, 12-13.10.1944
  • (1986) Villa di Villa (Mel)
    Il nome di Michele Angelini è inserito, insieme ad altri, in una lapide posta a Villa di Villa (Mel), sulla fronte alta di una cappelletta, inaugurata il 7 agosto 1986.
    SPERT D’ALPAGO, 11.9.1944
  • (1986) Stazzema, Mulino
    Una lapide che ricorda l’eccidio è stata posta nel 1968 nella parte superiore del preesistente monumento ai caduti della guerra 1915-1918.
    MULINA DI STAZZEMA 08.08.1944
  • (1985) Bertonico, luogo dell'uccisione
    Nel 1985, nel luogo in cui Tosi fu assassinato, i partigiani di Casalpusterlengo, Zorlesco e Bertonico eressero in sua memoria una nuova lapide in sostituzione della precedente deteriorata
    BERTONICO, 07.01.1944
  • (1985) Perugia, centro storico
    Sul luogo del mortale ferimento di Tenerini, sotto il loggiato della prefettura, c\'è una lapide a lui dedicata, scoperta dall\'Amministrazione provinciale di Perugia il 25 aprile 1985 (erroneamente recita «ucciso in questo luogo il 5 maggio 1944»).
    PERUGIA 05.04-05.05.1944
  • (1985) Campagnola Emilia, via Castellazzo
    A Campagnola in via Castellazzo dove sorgeva la casa delle due vittime è posta una lapide: si tratta di una lastra di pietra con epigrafe in incavo collocata su di un basamento in cemento. Commissionata dall\'Anpi, la stele è stata inaugurata in occasione del 40° anniversario della Liberazione (1985).
    CAMPAGNOLA, 07.10.1944
  • (1985) Meldola, ponte dei Veneziani
    Meldola (Forlì Cesena), ponte dei Veneziani: lapide collocata dall’Anpi nel 1985 dedicata «Ai caduti per la libertà 1944-1985» che ricorda i partigiani di Meldola morti durante la Resistenza; vi compaiono Castellucci, Rossi e Valbonetti.
    CIGNO CIVITELLA DI ROMAGNA 17.07.1944
  • (1985) Meldola, Ponte dei Veneziani
    lapide inserita nel parapetto inaugurata nel 1985 che reca i nomi dei partigiani di Meldola uccisi in diversi luoghi; vi compaiono anche Grassi e Lippi.
    VALDONETTO PREMILCUORE 16.04.1944
  • (1984) Cantiano, Viliano
    A Vilano di Cantiano è stata posta una lapide in ricordo della battaglia del 25 marzo 1984 che dice: «25 marzo 1944. Battaglia di Vilano. Pochi partigiano combatterono, dall’alba al tramonto, contro agguerriti reparti nazifascisti, per la conquista della
    VILANO, CANTIANO, 25.03.1944
  • (1984) Città di Castello, via San Florido
    Lapide sulla facciata della sua abitazione in via San Florido (scoperta nel 1984).
    CITTÀ DI CASTELLO 09.05.1944
  • (1984) Firenze, via Benedetto Dei
    Il nome dei coniugi Stefanini è ricordato su una lapide posta a Firenze il 13 ottobre 1984 in via Benedetto Dei in ricordo dei caduti del Quartiere 7.
    PANZALLA GREVE IN CHIANTI 02.08.1944
  • (1984) Tavarnelle Val di Pesa, San Donato in Poggio
    A San Donato in Poggio è stata affissa da parte dell'amministrazione comunale di Tavarnelle Val di Pesa una lapide in occasione del 40. Anniversario della liberazione a ricordo delle vittime civili 1943 1945 decedute per cause di guerra, tra le quali è menzionato Gimignani.
    SAN DONATO IN POGGIO DI TAVARNELLE VAL DI PESA 20.06.1944
  • (1984) Tagliacozzo, via dell’Oriente
    Comune di Tagliacozzo, via dell’Oriente. Nel 1984 durante il 40° anniversario della morte di Luigi Consoli e Luigi Del Monaco l’Amministrazione Comunale di Palestrina in accordo con quella di Tagliacozzo fece depositare una lapide commemorativa in onore delle due vittime. Il comune di Palestrina ha intitolato una via cittadina a Luigi Consoli.
    POLIGONO DA TIRO TAGLIACOZZO 23-2-1944
  • (1984) Cerreta, Sant’Anna Pelago, Pievepelago
    Nel 1984 è stata collocata una nuova lapide sul luogo dell’impiccagione dei quattro partigiani: in precedenza, il monumento dedicato alle vittime del 30 giugno 1944 aveva subito per due volte atti vandalici.
    CERRETA, SANT’ANNA PELAGO, PIEVEPELAGO, 30.06.1944
  • (1983) Borgomaro
    Lapide in marmo riferita a combattimento e fucilazione – inserito anche nome di Crespi Antonio “Mora” - situata in frazione Ville San Pietro – Comune di Borgomaro – inaugurata 17.10.1983
    VILLE SAN PIETRO, BORGOMARO, 29.12.1944
  • (1982) Vezzano Ligure, Vezzano Superiore
    A Vezzano Superiore, presso quella che era la sua casa (via Gramsci), è presente una lapide posta nel 1982 dalle associazioni partigiane e combattentistiche che ricorda Giuseppe Carmé “deceduto in seguito al drammatico rastrellamento del 7 dicembre 1944”.
    VEZZANO LIGURE, 07.12.1944
  • (1981) Malga Lunga
    Una targa del 1981 che ripercorre l’intera vicenda e una lapide dedicata espressamente al partigiano Mario Zeduri; entrambe sul muro della Malga Lunga;
    MALGA LUNGA E COVALE, SOVERE, 17-21.11.1944
  • (1980) Arnad, località Machaby
    Sempre ad Arnad, in località Machaby, vi è una targa che ricorda l’incendio del villaggio, che fu sede di un convegno dei comandi partigiani valdostani biellesi e canavesani (lapide inaugurata il 13 luglio 1980)
    CHAMPORRE DI VERRÈS, VERRÈS, 18.03.1945
  • (1980) Arnad, località Machaby
    Sempre ad Arnad, in località Machaby, vi è una targa che ricorda l’incendio del villaggio, che fu sede di un convegno dei comandi partigiani valdostani biellesi e canavesani (lapide inaugurata il 13 luglio 1980)
    CRESTALLA ARNAD 18.03.1945
  • (1979)
    In ricordo dell’intervento delle due donne tedesche (Augusta Lüdescher e Ida Roser) a favore della popolazione è stata posta una targa nel 1979.
    GOMBIO, CASTELNOVO MONTI, 03.04.1944
  • (1979) via Duilio, Castellammare di Stabia
    Nel giugno del 1979 è stata dedicata una lapide, in via Duilio , al capitano di corvetta Domenico Baffigo.
    CANTIERI NAVALI, CASTELLAMMARE DI STABIA, 11/9/1943
  • (1979) Contrà Cavrai, Treschè Conca, Roana
    Nel 1979 viene eretto un cippo in Contrà Cavrari, ma non indicante i nomi delle vittime.
    TRESCHÈ CONCA ROANA 27-04-1945
  • (1978) Forte castellaccio, Via Peralto, Genova.
    Lapide in marmo, Committente Anpi Genova, inaugurata nel 1978
    FORTE CASTELLACCIO, GENOVA, 01.02.1945
  • (1978) Castellarano, municipio
    Sull’esterno del Municipio è collocata una lastra di marmo bianco con epigrafe in incavo che ricorda le due azioni di rastrellamento (1 e 20 luglio 1944). L'inaugurazione e? avvenuta il 20 luglio 1978.
    CASTELLARANO, 27.06-20.07.1944
  • (1977) Arnad, Anviey
    Ad Arnad, ad Anviey, sulla facciata della cappella una lapide ricorda i fratelli caduti Onorio e Augusto Janin e l’incendio del villaggio (inaugurata il 21 agosto 1977).
    CRESTALLA ARNAD 18.03.1945
  • (1977) Lodi, Via Calipari
    Garati viene citato sulla lapide posta il 7 maggio 1977 all’ingresso dell’ATM di Lodi, attuale via Nicola Calipari, tra i dipendenti caduti “per la patria e la libertà” tra il 1943 e il 1945.
    POLIGONO DI TIRO, LODI, 21-22.08.1944
  • (1977) Mascalucia, Chiesa
    Lapide sulla facciata della chiesa madre di Mascalucia: “Il 3 agosto 1943 dai mascaluciesi uniti nella lotta, coscienti della propria dignità, bramosi di dignità e pace, partì la prima scintilla della Resistenza italiana. Nel trentennale dell’autonomia siciliana, Mascalucia ricorda le vittime di quel giorno glorioso. 31 luglio” 1977”. Notare il collegamento con l’autonomia, considerata come lo sbocco della supposta resistenza siciliana. Nel ’77 si celebrava l’anniversario delle prime elezioni regionali (maggio 1946).
    MASCALUCIA 3-8-1943
  • (1977) Campagnola Emilia, palazzo comunale
    Sotto il portico del Palazzo Comunale: targa in marmo sostenuta da fermi metallici. Essa consta delle fotografie smaltate, dell'epigrafe e di dieci nominativi dei caduti in rilievo. Il committente e? l'Amministrazione comunale di Campagnola. La targa e? stata scoperta il 20 novembre 1977. Nel 1979 il monumento e? stato risistemato in seguito a danneggiamenti compiuti da ignoti nella notte del 14 maggio.
    CAMPAGNOLA EMILIA, 15.04.1945
  • (1976) Palazzo di Giustizia, Como
    Nel 1976 è stata posta a Como una lapide in memoria di Pietro Amato Perretta nell'atrio del Palazzo di Giustizia, per iniziativa del Comitato unitario antifascista.
    MILANO, 13-15.11.1944
  • (1976) Nocera Umbra, cimitero
    Primo Pizzicotti è ricordato sulla lapide ai Caduti della Resistenza presso il cimitero civico di Nocera Umbra (voluta dall'Amministrazione comunale, risale al 17 aprile 1976).
    NOCERA UMBRA 25.06.1944
  • (1976) Nocera Umbra, cimitero
    Lapide ai Caduti della Resistenza presso il cimitero civico di Nocera Umbra (scoperta il 17 aprile 1976).
    NOCERA UMBRA 17-23.04.1944
  • (1976) Nocera Umbra, cimitero
    Il nome di Giovanni Tiburzi compare sulla lapide ai Caduti della Resistenza nel cimitero civico di Nocera Umbra (scoperta il 17 aprile 1976).
    SORIFA NOCERA UMBRA 02.04.1944
  • (1976) Castel San Niccolò, Cetica
    Lapide a Cetina riportante i caduti civili e i partigiani posta dal Comune nel 32. anniversario.
    CETICA CASTEL SAN NICCOLÒ 29.06.1944
  • (1976) Meldola, via Cavour 155, Casa del Popolo
    Meldola, Casa del popolo, via Cavour 115: lapide inaugurata il 02/06/1976 che reca la seguente iscrizione: «Antifascista sin dal suo insorgere qui trucidato dai fascisti solo la certezza di un mondo migliore, più umano ha reso possibile l’estremo sacrificio».
    MELDOLA 02.04.1944
  • (1975) Castiglione del Lago
    Sul luogo dell'uccisione di Bonci, sulla facciata dell'edificio che oggi ospita la scuola comunale di musica in via Bruno Buozzi, c'è una lapide scoperta il 10 maggio 1975 (ancora in ottime condizioni), voluta dalla Consulta comunale antifascista di Ca
    CASTIGLIONE DEL LAGO 26.06.1944
  • (1975) Cascia, Colmotino
    Lapide in frazione Colmotino dedicata ad Emilio Di Curzio e Raffaele Marsili (non vi compare Alessandro Civitenga, ucciso nelle medesime circostanze; il motivo può risiedere nel fatto che non fosse originario di quella frazione, ma vi si trovasse casualme
    CASCIA 31.03-02.04.1944
  • (1975) via Configliachi (Padova); Municipio di Padova; parco comunale “Città di Bologna”, in piazza Piloni a Belluno.
    Francesco Sabatucci è ricordato da una lapide in via Configliachi, sul luogo dell’uccisione, oltre a essere presente, insieme ad altri, sulla lapide posta nel Municipio di Padova. Infine il suo nome è riportato, insieme agli altri emiliani che hanno combattuto la Resistenza nel bellunese, in una lapide, inaugurata il 16 marzo 1975, posta all’entrata del parco comunale “Città di Bologna”, in piazza Piloni a Belluno.
    PADOVA, 19.12.1944
  • (1975) Portogruaro, cimitero
    Lapide commemorativa presso il cimitero di Portogruaro nel luogo dove furono fucilati il 29 marzo 1945, posta dal Comune il 21 dicembre 1975.
    CIMITERO DI PORTOGRUARO, 29.03.1945
  • (1975) Portogruaro, villa comunale
    Il suo nome è sulla lapide che ricorda i caduti per la libertà in Villa comunale a Portogruaro. Lapide inaugurata il 21 dicembre 1975. La lapide, oltre ai nomi dei caduti recita: «Hanno lottato per l’indipendenza, la libertà, la giustizia, la vittoria della ragione. Furono uccisi dalla cieca violenza nazifascista. La città memore assume l’eredità degli ideali che li portarono al martirio come norma di progresso democratico».
    PALUDE SETTE SORELLE, SAN STINO DI LIVENZA, 25.11.1944
  • (1975)
    Nel 30. anniversario dalla scomparsa, i fratelli posero una lapide a ricordo dell’uccisione dei due giovani disertori.
    MARANI, 26.4.1945
  • (1975) Forlì cortile della caserma
    lapide che ricorda la fucilazione dei cinque giovani.
    VIA RIPA CASERMA ETTORE MUTI FORLÌ 24.03.1944
  • (1974) Camerino, strada provinciale
    Il nome di Terenzio Terenzi è presente, insieme a quelli delle altre vittime del comune di Camerino, in una lapide realizzata per il primo decennale e posta in seguito sul monumento ai Caduti situato sulla strada provinciale 18 e inaugurato il 22/06/1974.
    CAMERINO, 16.03.1944
  • (1974) Strada provinciale 18
    Il suo nome è presente, insieme a quelli delle altre vittime del comune di Camerino, in una lapide realizzata per il primo decennale e posta in seguito sul monumento ai Caduti situato sulla strada provinciale 18 e inaugurato il 22/06/1974. Sulla lapide: “
    SALA CAMERINO 27.06.1944
  • (1974) Camerino, statale 18
    Il nome della vittima è presente, insieme a quelli delle altre vittime del comune di Camerino, in una lapide realizzata per il primo decennale e posta in seguito sul monumento ai Caduti situato sulla strada provinciale 18 e inaugurato il 22/06/1974. Sulla
    SCALETTE, CAMERINO, 26.06.1944
  • (1974) Camerino, strada statale 18
    Il suo nome è presente, insieme a quelli delle altre vittime del comune di Camerino, in una lapide realizzata per il primo decennale e posta in seguito sul monumento ai Caduti situato sulla strada provinciale 18 e inaugurato il 22/06/1974. Sulla lapide: “
    CARCERI GIUDIZIARIE, CAMERINO, 08.04.1944
  • (1974) Camerino, strada statale 18
    I nomi delle vittime sono presenti, insieme a quelli delle altre vittime del comune di Camerino, in una lapide realizzata per il primo decennale e posta in seguito sul monumento ai Caduti situato sulla strada provinciale 18 e inaugurato il 22/06/1974. Sul
    CIMITERO, CAMERINO, 17.03.1944
  • (1974) Miagliano, municipio
    Lapide presso municipio di Miagliano (Bi) NON IMPORTA SE IL VENTO DEL TEMPO SBIADIRA' I NOSTRI NOMI DI MORTI PARTIGIANI SCRITTI SUL MARMO: RESTI - BEN INCISO NEI VOSTRI CUORI - OGGI DOMANI E SEMPRE L' AMORE PER LA LIBERTA' CLARK C. I. NUOVAZ
    CASCINA CANISEI, TAVIGLIANO 24.04.1944
  • (1974) Triora, frazione Loreto
    Lapide in marmo riferita a rastrellamento e fucilazione , iscrizione: a perenne memoria dei Partigiani caduti a Loreto tra cui Maiano Alfredo cl.1926 fucilato l'11.03.1945. …..chiusero gli occhi perchè altri li aprissero alla luce della Libertà 1944-197
    MOLINI TRIORA, 11.03.1945
  • (1974) Umbertide, Penetola di Niccone
    Lapide posta sulla facciata del casolare dove è avvenuta la strage, scoperta dall’Amministrazione comunale nel 1974.
    PENETOLA DI NICCONE, UMBERTIDE, 28.06.1944
  • (1974) Umbertide, Niccone
    Lapide in memoria di questa strage sulla facciata di una casa nel centro abitato di Niccone, scoperta nel 1974.
    PENETOLA DI NICCONE, UMBERTIDE, 28.06.1944
  • (1974) Cutigliano, Casotti
    Lapide posta sulla parete del lanificio in data 13/10/1974.
    CASOTTI CUTIGLIANO 26.09-01.10.1944
  • (1974) via 19 giugno a Feltre (Belluno)
    La lapide che ricorda questo episodio e le sue vittime è posta all’inizio di via 19 giugno a Feltre (Belluno) ed è stata scoperta il 19 giugno 1974.
    FELTRE, 19.6.1944
  • (1973) Muicipio, Sarno
    Sul municipio di Sarno è stata affissa, nel 1973, una lapide in ricordo dei due soldati ignoti.
    CORSO GIOVANNI AMENDOLA, SARNO, SETTEMBRE 1943
  • (1973) Bargagli, località Bracalla
    Lapide in cemento riferita a rappresaglia, loc. Bracalla, Bargagli, Genova. 1973, Committente ANPI Bargagli;
    BARGAGLI, 14.12.1944
  • (1972) Spoleto, valico di Forca di Cerro
    Lapide ai «fratelli jugoslavi caduti fra questi monti […] nella lotta contro il barbaro oppressore nazi-fascista», valico di Forca di Cerro (Spoleto, in direzione della Valnerina). La lapide è dedicata a 12 jugoslavi, fra cui anche Viktor Bolafio e Jure Lavri?, «e a tutti gli altri rimasti sconosciuti» (scoperta il 16 giugno 1972).
    NORCIA 31.03-02.04.1944
  • (1971) oratorio, Grancona
    Nel 1971 venne apposta una seconda lapide nella facciata esterna dell'oratorio di Sant'Antonio abate, luogo dell'agguato.
    ACQUE GRANCONA 8-6-1944
  • (1971) Fivizzano, Vinca, chiesa
    Lapide a don Ianni, cortile della Chiesa di Vinca, 08/09/1971.
    VINCA FIVIZZANO 24-27.08.1944
  • (1970) Ventimiglia, cimitero
    Lapide in marmo apposta sul Sacrario nel Cimitero di Ventimiglia. Inaugurazione 25 aprile 1970
    LOCALITÀ CARLETTI, VENTIMIGLIA, 03.12.1944
  • (1970) Ventimiglia
    Lapide nel sacrario del Cimitero di Ventimiglia con i nomi di Lorenzi Giovanni, Lorenzi Secondo e Sismondini Teresa (località Ciotti – Mortola superiore) – inaugurata il 25 aprile 1970.
    LOCALITÀ CIOTTI (MORTOLA), VENTIMIGLIA, 09.01.1945
  • (1970) Palazzo Mumi, Francavilla al Mare
    Lapide commemorativa sulla facciata del vecchio Comune (Palazzo Mumi), scritta dal Prof. Umberto Russo: «Francavilla al Mare / Medaglia d'argento al Valor Civile / Lembo d'Italia / che l'immane bufera della guerra / dall'ottobre 1943 al giugno 1944 / tormento devasto distrusse / risorta a nuova vita / per amore il lavoro il sacrificio paziente dei suoi figli / a perenne testimonianza che agli uomini la pace sola può rendere ciò che l'odio ha sotratto / MCMLXX», inaugurata il 22 dicembre 1970, messa in opera Ditta Liberatoscioli di Pescara. [Rimossa e conservata nelle adiacenze della torre di Ciarrapico].
    SANTA CECILIA, FRANCAVILLLA AL MARE, 30.12.1943
  • (1969) Arezzo
    Lapide posta dal Comune nel 25. anniversario della strage dove sono riportati i nomi più altri due caduti il 16 luglio.
    STAGGIANO AREZZO 11-12.07.1944
  • (1967) “Strada degli Artiglieri”, nella zona monumentale istituita dal Ministero presso Rovereto (TN).
    Lapide posta sulla “Strada degli Artiglieri”, nella zona monumentale istituita dal Ministero della difesa nel 1967, presso Rovereto (TN).
    PADOVA-ABANO, 7-10.1.1945
  • (1966) Acquasanta, Pozza, Scuola elementare
    -Scuola elementare di Pozza: “Pito, Pozza, Umito 11 marzo 1944. La violenza nazifascista si abbatté su questa valle serena portando incendio e rapina e morte a uomini e cose. Uniti negli stessi ideali morirono nativi e prigionieri inglesi, slavi cui, nono
    POZZA, PITO, UMITO, SAN MARTINO, ACQUASANTA TERME, 11.03.1944
  • (1966) Garzano
    Lapide commemorativa
    GARZANO, CASERTA, 28/09/1943
  • (1966) Località La Presa
    Nella Valle di Cogne, in località La Presa, lungo la strada regionale che porta a Cogne, vi è la lapide che ricorda la battaglia di Cogne del 2 novembre 1944 e in particolare la figura del tenente poi maggiore degli Alpini Joseph Cavagnet di Cogne. La lapide è stata affissa dal Comune di Cogne al momento della scomparsa della guida e capo partigiano, nel 1966, in occasione del 4 novembre. L’autore del testo in ricordo e omaggio di Cavagnet è Giulio Dolchi, presidente ANPI Valle d’Aosta, il partigiano Dudo.
    VIEYES DI AYMAVILLES 02.11.1944
  • (1965) San Colombano Certenoli, fraz. Pedagna
    Lapide in marmo, fraz., Pedagna, San Colombano Certenoli, Genova. Committenti: ANPI di Genova, Comune di San Colombano Certenoli, 1965.
    FRAZIONE PEDAGNA, SAN COLOMBANO CERTENOLI, 30.10.1944
  • (1965) Diano Marina, passeggiata a mare
    Lapide in marmo riferita a combattimento e deportazione (collocata su parete monumentale in memoria dei caduti di Diano Marina) con elenco dei caduti tra cui i nominativi di: Bonsignorio G., Ranoisio N., Marro G. - committente: A.N.P.I. di Diano Marina –
    DIANO MARINA 04.10.1944
  • (1965) Ventimiglia, frazione Torri, Piazza Caduti della Libertà
    Lapide in marmo riferita a rappr e fucilazione iscrizione: a ricordo delle vittme innocenti del nefasto conflitto 1940/1945 trucidati dalle truppe nazifasciste Torri 15-12.1944 e Torre Paponi 16.12.1944: vittime Maccario Antonio e Macario Mario inaugur
    TORRE PAPONI, PIETRABRUNA, 14-16.12.1944
  • (1965) Codogno, Loggia dei Mercanti in piazza XX Settembre a Codogno
    Il nome della vittima compare sulla lapide posta nel 1965 in occasione del Ventennale della Resistenza “dai compagni di lotta” sulla Loggia dei Mercanti in piazza XX Settembre a Codogno.
    LODI, 07-08.03.1945
  • (1965) Codogno, Loggia dei Mercanti in piazza XX Settembre a Codogno
    I nomi del bambino e dei partigiani caduti figurano sulla lapide posta “dai compagni di lotta” nel 1965 nella Loggia dei Mercanti in piazza XX Settembre a Codogno.
    CODOGNO, 26.04.1945
  • (1965) Gambassi Terme, Municipio
    Il Comune di Gambassi Terme in occasione del ventesimo anniversario della Liberazione ha posto sul municipio una lapide a ricordo dei caduti della seconda guerra mondiale, tra i cui nomi sono ricordati quelli di Guido Fontanelli e di Antonio Quintieri.
    CASTAGNO GAMBASSI TERME 23-24.06.1944
  • (1965) Verona, piazza Martiri Libertà
    Sulla facciata dell'edificio che ospitò il carcere dell'UPI, in Piazza Martiri della Libertà, 1, nel 1965 venne apposta una targa a ricordo dei patrioti che ivi subirono detenzione, torture e martirio.
    VERONA, 06.10.1944
  • (1965) Cadelbosco, via Nuova
    In via Nuova a Cadelbosco Sotto lapide in pietra presenta l'epigrafe e i dieci nominativi in rilievo. L'inaugurazione risale al 28 febbraio 1965, in occasione del 20° anniversario dell'eccidio.
    CADELBOSCO SOTTO, CADELBOSCO DI SOPRA, 28.02.1945
  • (1965) Via Campello, Fonteno
    C'è una lapide commemorativa, sul muro di una abitazione, in Via Campello a Fonteno posta il 12 settembre 1965.
    FONTENO, 02.09.1944
  • (1965) Medicina, palazzo comunale
    lapide che riporta la motivazione della concessione della medaglia d’oro a Licurgo Fava posta nel 1965.
    MEDICINA 30.09.1944
  • (1964) scogliera presso la spiaggia dell’Olivetta, Portofino, Ge.
    Lapide in marmo. Inaugurata nel 1964.
    SPIAGGIA DELL’OLIVETTA, PORTOFINO, 02.12.1944
  • (1964) Teramo, piazza Orsini; muro ex caserma Rossi
    Lapide commemorativa che stata apposta nel 1964 sul muro della ex caserma Rossi. Lapide commemorativa ai caduti in piazza Orsini.
    TERAMO 13.06.1944
  • (1964) San Ginesio, piazzza A. Gentili
    Il nome della vittima è presente nella lapide collocata nel 1964 in piazza Alberico Gentile, a San Ginesio
    VILLA POTENZA, MACERATA, 18.06.1944
  • (1964) Dolcedo, località Santa Brigida
    Lapide in marmo riferita alla rappresaglia del 17 agosto 1944 (dedicata in generale alle vittime senza citazione di nomi) situata in località Santa Brigida interno della cappella di Santa Brigida nel Comune di Dolcedo inaugurazione 17.08.1964 committent
    MONTE FAUDO DOLCEDO 17.08.1944
  • (1964) Dolcedo, località Santa Brigida
    Lapide in marmo riferita alla rappresaglia del 17 agosto 1944 (dedicata in generale alle vittime senza citazione di nomi) situata in località Santa Brigida interno della cappella di Santa Brigida nel Comune di Dolcedo inaugurazione 17.08.1964 committent
    BADALUCCO, 17.08.1944
  • (1964) Dolcedo, località Santa Brigida
    Lapide in marmo riferita alla rappresaglia del 17 agosto 1944 (dedicata in generale alle vittime senza citazione di nomi) situata in località Santa Brigida interno della cappella di Santa Brigida nel Comune di Dolcedo inaugurazione 17.08.1964 committent
    SANTUARIO DELL’ACQUASANTA E ALTROVE, MONTALTO LIGURE, 17.08.1944
  • (1964) Foligno
    Lapide alle vittime folignati del nazifascismo, posta lungo un corridoio interno del Municipio nel ventesimo anniversario della liberazione della città (16 giugno 1964).
    FOLIGNO 03.02.1944
  • (1964) Gorizia
    Nella ricorrenza della Festa di Liberazione del 25 aprile 1964 il Comune di Gorizia provvide a porre due lapidi rievocative, una alle carceri e l’altra sul Piazzale delle Milizie sul Castello.
    CASTELLO DI GORIZIA GORIZIA 30-3-1944
  • (1964) Gorizia
    Nella ricorrenza della Festa di Liberazione del 25 aprile 1964 il Comune di Gorizia provvide a porre due lapidi rievocative, una alle carceri e l’altra sul Piazzale delle Milizie sul Castello.
    CASTELLO DI GORIZIA GORIZIA 5-4-1944
  • (1964) Gorizia
    Nella ricorrenza della Festa di Liberazione del 25 aprile 1964 il Comune di Gorizia provvide a porre due lapidi rievocative, una alle carceri e l’altra sul Piazzale delle Milizie sul Castello.
    CASTELLO DI GORIZIA GORIZIA 13-4-1944
  • (1964) Gorizia
    Nella ricorrenza della Festa di Liberazione del 25 aprile 1964 il Comune di Gorizia provvide a porre due lapidi rievocative, una alle carceri e l’altra sul Piazzale delle Milizie sul Castello.
    CASTELLO DI GORIZIA GORIZIA 29-4-1944
  • (1964) Gorizia
    Nella ricorrenza della Festa di Liberazione del 25 aprile 1964 il Comune di Gorizia provvide a porre due lapidi rievocative, una alle carceri e l’altra sul Piazzale delle Milizie sul Castello.
    CASTELLO DI GORIZIA GORIZIA 31-7-1944
  • (1964) Gorizia
    Nella ricorrenza della Festa di Liberazione del 25 aprile 1964 il Comune di Gorizia provvide a porre due lapidi rievocative, una alle carceri e l’altra sul Piazzale delle Milizie sul Castello.
    CASTELLO DI GORIZIA GORIZIA 17-8-1944
  • (1964) Gorizia
    Nella ricorrenza della Festa di Liberazione del 25 aprile 1964 il Comune di Gorizia provvide a porre due lapidi rievocative, una alle carceri e l’altra sul Piazzale delle Milizie sul Castello.
    CASTELLO DI GORIZIA GORIZIA 8-4-1945
  • (1964) Chiusdino, piazza del Plebiscito
    Il suo nome è riportato sulla lapide affissa in piazza del Plebiscito di Chiusdino, 12/06/1964.
    CAMPOLONGO CHIUSDINO 13.06.1944
  • (1964) Sinalunga, Municipio
    Lapide sul Municipio di Sinalunga riportante i nomi degli Zappalorto, posta il 05/07/1964.
    CASTELLETTO SINALUNGA 01.07.1944
  • (1964) Chiusdino, Municipio
    Lapide posta sul municipio di Chiusdino il 12/06/1964 dove è ricordato insieme a tutte le vittime del Comune nel periodo 1940-1945.
    FROSINI CHIUSDINO 15.06.1944
  • (1964) Sinalunga, Municipio
    Lapide sul Municipio di Sinalunga posta il 05/07/1964.
    MACCHIAIE SINALUNGA 01.07.1944
  • (1964) Castelnuovo Berardenga, Palazzaccio d'Arceno
    Lapide sull’edificio che ospitava le vittime, oggi in via Martiri del Palazzaccio, posta il 4 luglio 1964.
    PALAZZACCIO D’ARCENO CASTELNUOVO BERARDENGA 04.07.1944
  • (1964) Monticiano, piazza Sant'Agostino, palestra comunale
    Lapide a Savoi e a Gentili Renato all’interno della palestra comunale in piazza Sant’Agostino a Monticiano, posta il 4 giugno 1964.
    PIAZZA SANT’AGOSTINO MONTICIANO 03-04.06.1944
  • (1964) San Quirico d'Orcia, Vignoni Alto
    Lapide a Vignoni Alto di San Quirico d’Orcia posta il 28 giugno 1964. Nella lapide è riportato erroneamente tra le vittime Sparnacci Celso.
    VIGNONI SAN QUIRICO D’ORCIA 25.06.1944
  • (1964) Chesod de Antey-Saint-André
    Valle del Cervino (anche Valle del Marmore, dal nome del torrente che, nascendo dal Cervino, la solca). Lapide marmorea appoggiata sulla roccia al Chesod de Antey-Saint-André (Valle d'Aosta), inaugurata il 6 settembre 1964, che ricorda tutti i 34 Caduti della 101esima Brigata Marmore. Ente patrocinatore : Giunta regionale della Valle d'Aosta. Autore del progetto originario: prof. Rolando Robino, già partigiano “Yanga”. Nota a latere : «La stampa dell'epoca segnala la posa di una lapide nello stesso luogo già nel 1945».
    GRESSONEY, 07.11.1944
  • (1964) Vicovaro
    Nel 1964 è stata apposta nella sala del Consiglio comunale una targa di bronzo in memoria delle vittime.
    PRATARELLE VICOVARO 07.06.1944
  • (1963) Boves
    il 29 settembre 1963 il presidente della Repubblica, Antonio Segni, consegnala Medaglia d’oro al valor militare.
    BOVES, 31.12.1943
  • (1963) Mondragone
    Lapide in memoria del col. Michele Ferraiolo (1963)
    CORSO UMBERTO I, MONDRAGONE, 09.09.1943
  • (1962) Acquasanta, Pozza, Scuola elementare
    Scuola elementare di Pozza: “Ai caduti per la libertà. Sulla terra bagnata dal sangue delle vittime dell’11 marzo 1944 si è edificata questa scuola affinché tu cittadino non possa più cadere nell’errore di perdere la libertà. Affinché tu fanciullo possa c
    POZZA, PITO, UMITO, SAN MARTINO, ACQUASANTA TERME, 11.03.1944
  • (1962) Acquasanta, Umito, scuola elementare
    Scuola elementare di Umito: “Ai caduti per la libertà. Tra i dirupi e le forre che terrorizzati accolsero i caduti dell’11 marzo 1944, il cui ricordo spaventoso e fulgido sia monito e insegnamento allo scolaro e all’adulto, sorge questa scuola nelle cui a
    POZZA, PITO, UMITO, SAN MARTINO, ACQUASANTA TERME, 11.03.1944
  • (1962) Albergo Rosapepe, Contursi Terme
    Nel 1962, su iniziativa del Comune, una lapide in ricordo delle tre vittime fu apposta nel cortile dell’albergo. La lapide è stata poi rimossa.
    BAGNI DI CONTURSI, CONTURSI TERME, 22/9/1943
  • (1962) La Spezia, Via Fontevivo
    In via Fontevivo, presso il luogo delle fucilazioni, è presente una lapide posta nel 1962 dal Consiglio Provinciale Federativo della Resistenza che ricorda le tre vittime “Figli della Lunigiana/Partigiani/qui fucilati/per aver voluto Libertà e Giustizia/q
    VIA FONTEVIVO, LA SPEZIA, 02.03.1945
  • (1961) Pralungo, municipio
    lapide casa municipale “Pralungo ai suoi caduti”, riporta la vittime nell’elenco dei civili uccisi monumento al cimitero, con elenco vittime, collocato il 4 novembre 1961
    MUNICIPIO DI PRALUNGO 29-30.06.1944
  • (1961) via Cusago 1, Milano
    Lapide distrutta e poi ricostruita nel 1961
    VIA CUSAGO MILANO 29.11.1944
  • (1961) Col de la Galice
    Al Col de la Galice, il 9 novembre 1961 venne apposta una prima targa in ricordo dalla «Resistenza canavesana», seguita il 19 agosto 2000 da una seconda apposta a cura dell’Associazione Amici del Gran Paradiso, Ceresole Reale.
    VIEYES DI AYMAVILLES 02.11.1944
  • (1960) Pieve di Teco
    Lapide in marmo riferita a Rapressaglie e fucilazione riferita alle vittime di Pieve di Teco cadute nel periodo 1943-45 tra cui i nominativi di Bruno Brunengo, Silvio Brunengo e Attilio Massa – inaugurata 25 aprile 1959- committente, F.I.V.L., situata nel
    ZONA CANDEASCO, BORGOMARO, 17.02.1945
  • (1960) La Spezia, Fossitermi
    Un monumento ai fucilati è presente a Fossitermi (via Genova incrocio via E.Bione): inaugurato nel 1960 ha come autore I.Lebedev e committente Angelo Andreetti. I
    STABILIMENTO FLAGE E QUARTIERE DELLA SCORZA, LA SPEZIA 01.11.1944
  • (1959) Torino, via Cibrario
    Lapide collocata nel 1959 sull’edificio che ha sostituito le abitazioni preesistenti.
    VIA CIBRARIO, TORINO, 12.10.1944
  • (1959) Pieve di Teco, minicipio
    Lapide in marmo riferita a rappresaglia e fucilazione – iscrizione: Volontari della Libertà caduti nel Comune di Pieve di Teco elenco dei caduti tra cui Oliva Giovanni e Lagorio Enrico – committente: F.I.V.L. di Imperia – inaugurazione: 25.04.1959 – situ
    PIEVE DI TECO, 02.03.1945
  • (1958) Sarsina (FC), loggiato del palazzo comunale
    Lapide con la motivazione dell’assegnazione della croce al valor militare a Sarsina nel 1958.
    SARSINA 26-28.09.1944
  • (1957) Rivodutri
    Domenico Colarieti è fra gli 11 civili ricordati da una lapide che a Rivodutri ricorda civili e militari morti nella Seconda guerra mondiale (scoperta il 2 novembre 1957, adiacente a quella dedicata ai Caduti della Grande guerra) è stata successivamente r
    APOLEGGIA RIVODUTRI, 20.02.1944
  • (1957) Rivodutri
    Gli otto civili caduti durante il rastrellamento, insieme a Domenico Colarieti, Giansante Felici e Adamo Onofri, sono ricordati in un'unica lapide che accomuna i morti civili e militari (anch'essi undici) durante la Seconda guerra mondiale. Scoperta il
    RIVODUTRI 31.03.1944
  • (1957) via Volta
    Una targa fu collocata sul muro dello stabilimento Lancia che aveva visto cadere oltre 20 persone, vittime della repressione nazista. Nel 1957, la targa fu poi spostata in via Volta.
    BOLZANO, 3.05.1945
  • (1955) Ventimiglia, frazione Torri, Piazza Caduti della Libertà
    Lapide in marmo ubicata in piazza Caduti della Libertà – Frazione Torri – Ventimiglia dove vengono anche ricordati i profughi di Torri uccisi all'incirca negli stessi giorni a Torre Paponi (frazione del Comune di Pietrabruna IM) – inaugurata il 16.12.195
    FRAZIONE TORRI, VENTIMIGLIA, 14.12.1944
  • (1955) Rezzoaglio
    Lapide in pietra, Rezzoaglio, 1955. Committente Comune di Rezzoaglio.
    PONTE DI BOSCHI, REZZOAGLIO, 29.08.1944
  • (1955) Campi Bisenzio, Municipio
    Lapide ai caduti della seconda guerra mondiale posta nel Municipio di Campi Bisenzio il 25 aprile 1955.
    SAN PIERO A PONTI CAMPI BISENZIO 13.08.1944
  • (1955) Lagosanto, cimitero
    Nel cimitero di Lagosanto, nel punto in cui furono fucilati, in occasione del decennale della loro uccisione vennero direttamente applicati dei caratteri sul marmo di un arcata di una cappella funeraria. Questo è il testo: «DECENNALE RESISTENZA / QUI FURONO / BARBARAMENTE / TRUCIDATI / DAL PIOMBO / NAZZI FASCISTA / BARBONI GUALTIERO / STAGNI CLAUDIO / IL 19.1.1945».
    LAGOSANTO, 19.01.1945
  • (1955) Forlì, Ronco di Forlì, via Seganti
    Ronco di Forlì, via Seganti: lapide con 21 nomi delle vittime; questa lapide fu posta nel 1955 in sostituzione di quella presente in precedenza nello stesso luogo che era stata più volte abbattuta dal vento. Rispetto alla precedente riporta gli stessi nomi, ma, in aggiunta, è sormontata da un arco con incise le parole: «Di tutte le patrie di tutte le fedi caddero tutti per la libertà». I nomi delle vittime non sono corretti.
    RONCO DI FORLÌ 05-06.09.1944
  • (1955) piazza Garibaldi, Esine
    Lapide in piazza Garibaldi ad Esine (1955): “In questa piazza, con l’umile ma eroico sacrificio della sua vita, Bortolo Bigatti (Fiamma Verde) il 5 febbraio 1945 univa il suo nome alla fulgida schiera dei martiri della libertà.”
    PIAZZA GARIBALDI, ESINE, 06.02.1945
  • (1954) Montalto Marche, luogo dell'uccisione
    Cippo marmoreo posto sul luogo dove don Delfino cadde ferito: “In memoria del canonico don Delfino Angelici economo del seminario vittima dell’occupazione tedesca 1944-1954”
    PIAZZA SISTO V, MONTALTO MARCHE, 18.03.1944
  • (1954) Moscano, Fabriano
    Esiste una lapide e un monumento situati nel centro del paese di Moscano. La lapide è stata approntata in occasione del decennale della lotta di liberazione, cioè il 1954.
    MOSCANO E ROCCHETTA, FABRIANO, 21.06.1944
  • (1954) Pesaro
    Lapide in quartiere Soria, posta dall’amministrazione comunale, nel 1954. Testo dell’epigrafe: “Balducci Leone anni 27 Barcelli Gino anni 22 Gagliardotti Sante anni 22 fucilati nella piazza d’armi dall’invasore tedesco caddero l’11 maggio 1944 vittime del
    PIAZZA D ARMI PESARO 11.05.1944
  • (1954) Terni, Marmore
    Domenico Faggetti è ricordato, insieme ad un compaesano caduto sempre durante la Resistenza (Pietro Montesi) da una lapide in frazione Marmore di Terni (scoperta nel decimo anniversario della Liberazione di questa zona, giugno 1954).
    LEONESSA 31.03-07.04.1944
  • (1954) Piazza del Comune di Inzago
    Nel decennale del sacrificio di Quintino Di Vona, l'amministrazione di Inzago ha fatto porre sulla piazza del Comune una lapide nella quale, tra l'altro, si ricorda che il docente "...cadde fucilato da giovinetti incoscienti / armati dalla prepotenza s
    INZAGO 07.09.1944
  • (1954) Ca’ Nova
    Il 17 dicembre 1954 è stata inaugurata una lapide in memoria delle torture nei confronti delle dodici vittime e della strage della località Ca’ Nova all’ingresso dell’ammasso canapa di Castelfranco Emilia; dopo l’abbattimento della struttura e la costruzione del centro commerciale “Le Magnolie”, Gildo Guerzoni ha realizzato un nuovo monumento in ricordo di quei tragici eventi nel parcheggio dell’area.
    CA' NOVA, SAN CESARIO SUL PANARO, 14-17.12.1944
  • (1954) Carpineti, Pantano
    Nei pressi della Chiesa, sul muro di un’abitazione è posta una lapide in marmo bianco con epigrafe e nominativi di nove caduti. L'inaugurazione risale al 26 settembre 1954.
    PANTANO, CARPINETI, 14.09-15.10.1944
  • (1954) Langhirano, municipio
    Una lapide in marmo posta il 4/11/1954 sulla facciata del municipio di Langhirano ricorda Tondelli e altri caduti civili e partigiani.
    PASTORELLO DI LANGHIRANO, 17.06.1944
  • (1954) Langhirano, municipio
    La lapide in marmo posta nel 1954 sulla facciata del municipio di Langhirano in memoria dei caduti partigiani e civili ricorda anche Miodini e Canali.
    LANGHIRANO, 26.10.1944
  • (1954) Galeata, Pianetto, strada Riosecco
    Pianetto di Galeata, strada Riosecco: lapide posta nel 1954 dal Comune di Galeata, che reca la seguente iscrizione: «Alla patria asservita / olocausto solenne / la vita offriste / Bovisi Domenico / Bovisi Lindo / Grigioni Francesco».
    GALEATA 07.09.1944
  • (1953) Forte di San Giuliano, Via Gobetti, Genova
    Lapide in marmo. Committente CLN, Comune di Genova, CVL.
    FORTE DI SAN GIULIANO, GENOVA, 29.07.1944
  • (1952) Montespertoli, piazza del Popolo
    Il 27 luglio 1952 nel settimo anniversario della Liberazione il Comune di Montespertoli eresse in piazza del Popolo un monumento ai caduti della prima e seconda guerra mondiale, recante i nomi delle vittime militari, partigiane e civili del comune.
    MONTALBINO MONTESPERTOLI 20.07.1944
  • (1952) Blevio, cimitero
    Lapide al Cimitero di Menaggio: “L’Aurora del 23 dicembre 1944 illuminava la nobile figura del partigiano Caronti Enrico - Romolo che per viltà fascista fra atroci sofferenze assurgeva alla gloria del martirio”. Offerta dal dott. Francesco Cervio nel 1952 e inaugurata dalla medaglia d’oro della Resistenza Giovanni Pesce. Tomba cimitero di Blevio con epigrafe di Remo Cademartori: “Caronti Enrico (Romolo) martire della 52° Brigata garibaldina in eroico silenzio agì e morì per la libertà d’Italia. Como 28 – 10- 1901 Menaggio 23 -12-1944”.
    MENAGGIO 23.12.1944
  • (1951) Pietrasanta, Valdicastello Carducci
    Lapide a Valdicastello Carducci, 1951.
    VALDICASTELLO PIETRASANTA 12.08.1944
  • (1951) via San Tomaso, Bergamo
    Lapide a Cesare Consonni in via San Tomaso a Bergamo inaugurata il 25.04.1951.
    CASERMA SERIATE BERGAMO 06.01.1944
  • (1950) Fiesole, Municipio
    Il Comune di Fiesole il 25 aprile 1950 ha posto una lapide in memoria dei tre carabinieri sulla facciata del municipio.
    PIAZZA MINO DA FIESOLE 12.08.1944
  • (1950) Castiglione della Pescaiai, caserma dei Carabinieri
    Il 10 settembre 1950 l’ANPI ha posto una lapide sulla facciata del palazzo della Caserma dei Carabinieri, sito lungo il Corso di Castiglione della Pescaia, in memoria dei caduti in combattimento (Armellini Marino, Ascolesi Vito, Castelli Augusto, Clementi Assunta, Viggiani Sirio) e in seguito a rappresaglia (Gambaccini Urbino, Gasperini Giuseppe, Nocciolini Giovanni, Salvafondi Luigi, Signori Bernardo), durante la guerra di Liberazione.
    CASTIGLIONE DELLA PESCAIA 11-12.06.1944
  • (1950) Castiglione della Pescaia, caserma dei Carabinieri
    Il 10 settembre 1950 l’ANPI ha posto una lapide sulla facciata del palazzo della Caserma dei Carabinieri, sito lungo il Corso di Castiglione della Pescaia, in memoria dei caduti in combattimento (Armellini Marino, Ascolesi Vito, Castelli Augusto, Clementi Assunta, Viggiani Sirio) e in seguito a rappresaglia (Gambaccini Urbino, Gasperini Giuseppe, Nocciolini Giovanni, Salvafondi Luigi, Signori Bernardo), durante la guerra di Liberazione.
    CASTIGLIONE DELLA PESCAIA 15.06.1944
  • (1950) Castelnovo Monti, via Roma
    A Castelnovo Monti, via Roma, facciata Banca SGSP in ricordo di Giuseppe Bussi è posta una lapide in marmo bianco con epigrafe in incavo di colore rosso. L'inaugurazione risale al 29 settembre 1950.
    RONCROFFIO, CASTELNOVO MONTI, 29.09.1944
  • (1949) San Clemente di Caserta
    Lapide commemorativa delle vittime
    SAN CLEMENTE DI CASERTA, CASERTA, 4/10/1943
  • (1949) Madama Vincenza, Teverola
    Nel luogo della strage è stata posta dall’ANPI, nel 1949, una lapide commemorativa
    MADAMA VINCENZA, FERTILIA (OGGI TEVEROLA), 13/9/1943
  • (1949) Villeneuve, cimitero
    Lapide in memoria dei Caduti nella Lotta di Liberazione, posta sul muro esterno del cimitero di Villeneuve (Valle d’Aosta). Autore: Rolando Robino. Inaugurata nell’estate del 1949, riproduce la lapide originale inaugurata il 13 giugno 1947.
    VILLENEUVE, 07.09-08.11.1944
  • (1949) Firenze, S. Gervasio
    Nel 1949, la sezione dell'ANPI di S. Gervasio “Fratelli Paini” pose una seconda lapide riportante i nomi di 21 partigiani caduti, più quelli di Franco Martelli, Rocco Caraviello e Edgardo Savoli, appartenenti alla Radio clandestina Co.Ra., i cui corpi, dopo la fucilazione avvenuta lungo il torrente Terzollina, erano stati abbandonati presso il Campo di Marte.
    CAMPO DI MARTE FIRENZE 22.03.1944
  • (1949) Massarosa, Sassaia
    Lapide alla Sassaia posta il 22/05/1949.
    MASSAROSA 11.08.1944
  • (1949) Marino, Borgo Garibaldi, piazza Garibaldi
    Nel 1949 i cristianosociali di Marino (Roma), dove la Agnoletti operò per alcune settimane nel 1943, le hanno dedicato una lapide ne giardino pubblico di Piazza Garibaldi, nel quartiere di Borgo Garibaldi.
    CERCINA SESTO FIORENTINO 12.06.1944
  • (1949) Roma, via Cesi 72
    - Il 18 febbraio 1949 i compagni di Gizzio posero una epigrafe a sua memoria in via Cesi 72.
    ANGOLO VIA FEDERICO CESI-VIA VALADIER, ROMA, 29.01.44-01.02.1944
  • (1948) Piazza Pietro Amato Perretta, Como
    All'indomani della Liberazione, una piazza di Como è stata intitolata all'eroico magistrato. Nel 1948, antifascisti ed ex partigiani comaschi hanno posto nella stessa piazza una lapide; l'epigrafe, dettata da Libero Bigiaretti, dice: "A Pier Amato Perretta/ Magistrato-Avvocato/ Garibaldino Martire della Libertà/ 24 febbraio 1885-15 novembre 1944/ Andava per le case/ a svegliare nell'uomo la coscienza dell'uomo./ Viveva braccato dai/ fascisti perché voleva/ la lotta che conduce/ alla pace, per questo/ fu ucciso a tradimento/ ed ora vive in milioni/ di uomini".
    MILANO, 13-15.11.1944
  • (1948)
    Il 28 giugno 1948, l'amministrazione comunale di Firenze aggiunse una seconda lapide riportante i nomi e le generalità dei sei partigiani fucilati a Villa Dani.
    PIANO D’EMA FIRENZE 28.06.1944
  • (1948) Piazza Grande, Modena
    La lapide dedicata all’eccidio di Piazza Grande è stata inaugurata il 10 novembre 1948, nel quarto anniversario della fucilazione, con una cerimonia ufficiale, presieduta dal sindaco Alfeo Corassori: l’epigrafe rappresenta l’atmosfera politico-culturale della prima fase della memoria della Resistenza modenese ed esalta il «martirio» di tre giovani che hanno sacrificato «la loro vita per la Pace e per la Libertà». (Dall’app “Modena 900”).
    PIAZZA GRANDE, MODENA, 10.11.1944
  • (1948) Pistoia, Fortezza Santa Barbara
    Lapide posta sul luogo dell’esecuzione nel 1948.
    FORTEZZA SANTA BARBARA PISTOIA 29-31.03.1944
  • (1947) Serra San Quirico, piazza della Libertà
    Il suo nome, insieme ad altri, è presente nella Lastra ai partigiani di Serra San Quirico, posizionata in Piazza della Libertà il 24 marzo 1947.
    SERRA SAN QUIRICO, 11.07.1944
  • (1947) Crescentino, piazza della stazione, luogo dell'uccisione
    lapide presso edificio stazione ferroviaria, collocata l’8.9.1947
    PIAZZA DELLA STAZIONE, CRESCENTINO 08.09.1944
  • (1947) Diano Marina, piazza Martiri della Libertà
    Lapide in marmo dedicata ai tre caduti: …..... il 4 ottobre 1944 la furia nazifascista stroncò l'esistenza di tre giovani ….. - committente: Comune di Diano Marina – inaugurazione: 25 aprile 1947- situata a Diano marina in piazza Martiri della Libertà.
    DIANO MARINA 04.10.1944
  • (1947) Santo Stefano Magra, via Barca
    In via Barca sono presenti lapidi nel luogo dove furono uccisi Baudone e Ferrarini Enrico e in quello dove fu ucciso Giannini
    SANTO STEFANO MAGRA, 07.09.1944
  • (1947) Santo Stefano Magra, via Cesare Battisti
    In via C. Battisti è presente una lapide per ricordare l'uccisione di Ferrarini Tristano.
    SANTO STEFANO MAGRA, 07.09.1944
  • (1947) Foligno, Piazza della Repubblica
    Lapide ai Caduti della 4. brigata Garibaldi, posta su una facciata del Municipio di Foligno, in piazza della Repubblica (risalente al 7 settembre 1947 – questa la data incisa nella lapide, cfr. “Fonti archivistiche” – restaurata il 25 aprile 2006).
    FOLIGNO 03.02.1944
  • (1947) Foligno, Colle Scandolaro
    Lapide in memoria di Augusto Bizzarri, in frazione Colle Scandolaro (voluta dal Circolo ricreativo popolare di Colle Scandolaro, 27 aprile 1947).
    FOLIGNO 03.02.1944
  • (1947) Magione, Agello
    Ad Agello (Magione), all'interno della Cappella ai Caduti per la Patria, una lapide apposita (inaugurata il 9 giugno 1947) ricorda le vittime dello scontro di Monte Buono, insieme a Renaglia e Mencarelli.
    MONTE MELINO E DIRINDELLO MAGIONE 08.06.1944
  • (1947) Foligno, Piazza della Repubblica
    Gran parte delle vittime di questo rastrellamento sono ricordate sulla lapide che in piazza della Repubblica a Foligno ricorda i Caduti nella Resistenza (scoperta il 21 settembre 1947, restaurata il 25 aprile 2006).
    NOCERA UMBRA 17-23.04.1944
  • (1947) Foligno, Municipio
    Il nome di Giovanni Tiburzi compare nella lapide sulla facciata del Municipio di Foligno (scoperta il 21 settembre 1947, restaurata il 25 aprile 2006).
    SORIFA NOCERA UMBRA 02.04.1944
  • (1947) Scheggia, Municipio
    Al centro di Scheggia, in piazza Luceoli, sulla facciata del Municipio è stata posta una lapide, voluta dalle famiglie dei Caduti, nel terzo anniversario del rastrellamento: «Perché gli italiani ricordino di quanti lutti e lacrime fu causa l’orrenda lotta fratricida. Per amorevole esortazione alla concordia degli animi a perpetuo ricordo dei martiri caduti in questo comune il 27 marzo 1944». Seguono dodici nomi, con relativa età: vi sono compresi anche nomi di persone di Scheggia ma non uccisi a Scheggia.
    SCHEGGIA E PASCELUPO 27.03.1944
  • (1947) Fiesole, Montefiano
    I nomi delle vittime sono ricordate in una lapide posta il 2 novembre 1947 dal circolo L'Amicizia di Bosconi sul tabernacolo di Montefiano, nel comune di Fiesole.
    VIA SAN CLEMENTE FIESOLE 06.08.1944
  • (1947) contrada Vallortigara
    Lapide eretta il 17/6/1947 a contrada Vallortigara in memoria di Brandellero, Piazza, Zambon, “partigiani d’Italia”; reca la scritta “Alla vita preferirono la morte / perché la fiaccola della libertà / accesa col sangue del loro sacrificio / segnasse la via della giustizia / al popolo italiano”.
    MARANO VICENTINO 26-6-1944
  • (1947) Codigoro, municipio
    Sulla facciata del comune di Codigoro è presente una lapide contenente questo testo: “IN QUESTO ALBO DI MARMO / STANNO INCISI I NOMI / DI EROI TRUCIDATI / SULLA CONTESA MARCIA DELLA LIBERTA’ / DALL’8 SETTEMBRE 1943 AL 22 APRILE 1945 / GLORIA DELLE GENERAZIONI PRESENTI / ESEMPIO DELLE FUTURE”. Segue l’elenco dei caduti: tra cui vi sono anche i nomi dei cinque patrioti fucilati. L’epigrafe riprende poi con con: ”DA QUESTA PIETRA / UN TORRENTE DI LUCE SI SPRIGIONA / AMMONISCE I TARDI / RAMPOGNA I VILI E I TRADITORI / RIVENDICA I MORTI / CHE MANTENGONO VIVA E SEMPITERNA LA PATRIA / TESTIMONI GLORIOSI / CHE PUO’ ANCHE ALL’ITALIA / MANCARE IL SENNO E LA FORTUNA / NON IL VALORE DEI SUOI FIGLI / FATE CHE NOI / PER LA PATRIA E PER LA LIBERTA’ / NON SIAMO MORTI INVANO / 14 febbraio 1947”.
    CODIGORO, 30.12.1944
  • (1947) Como, Camelata, cimitero
    “Il 5 settembre 1944 cadde per la libertà il partigiano Jeraci Rocco di Gioiosa Jonica”. “Al martire della Libertà Prof. Adolfo Vacchi qui trucidato la notte del 5-9- 1944 Como riconoscente pose”. La lapide posata dal Comune di Como venne inaugurata il 1° giugno del 1947: i discorsi di commemorazione furono pronunciati dal socialista Enrico Mariani e dal comunista Ferrari di Milano, alla presenza del prefetto, del questore, e del sindaco Giuseppe Terragni.
    CAMERLATA, COMO, 05.09.1944
  • (1947) Como, via XXVII maggio
    Lapide in via XXVII maggio a Como, inaugurata il 20 gennaio 1946, nel luogo dell’esecuzione: “La notte del 22 gennaio 1945 qui Rino Bonelli (Tenente Jorik) attestava col proprio sangue il suo credo nella libertà d’Italia/52° Brigata Garibaldina”.
    COMO 22.01.1944
  • (1947) Codigoro
    Sulla facciata del comune di Codigoro è presente una lapide contenente questo testo: “IN QUESTO ALBO DI MARMO / STANNO INCISI I NOMI / DI EROI TRUCIDATI / SULLA CONTESA MARCIA DELLA LIBERTA’ / DALL’8 SETTEMBRE 1943 AL 22 APRILE 1945 / GLORIA DELLE GENERAZIONI PRESENTI / ESEMPIO DELLE FUTURE”. Segue l’elenco dei caduti: tra cui vi è anche Renato Scalambra. L’epigrafe riprende poi con: ”DA QUESTA PIETRA / UN TORRENTE DI LUCE SI SPRIGIONA / AMMONISCE I TARDI / RAMPOGNA I VILI E I TRADITORI / RIVENDICA I MORTI / CHE MANTENGONO VIVA E SEMPITERNA LA PATRIA / TESTIMONI GLORIOSI / CHE PUO’ ANCHE ALL’ITALIA / MANCARE IL SENNO E LA FORTUNA / NON IL VALORE DEI SUOI FIGLI / FATE CHE NOI / PER LA PATRIA E PER LA LIBERTA’ / NON SIAMO MORTI INVANO / 14 febbraio 1947”.
    CODIGORO 29.11.1944
  • (1947) Codigoro
    Sulla facciata del comune di Codigoro è presente una lapide contenente questo testo: “IN QUESTO ALBO DI MARMO / STANNO INCISI I NOMI / DI EROI TRUCIDATI / SULLA CONTESA MARCIA DELLA LIBERTA’ / DALL’8 SETTEMBRE 1943 AL 22 APRILE 1945 / GLORIA DELLE GENERAZIONI PRESENTI / ESEMPIO DELLE FUTURE”. Segue l’elenco dei caduti: tra cui vi è anche Olga Fabbri. L’epigrafe riprende poi con con: ”DA QUESTA PIETRA / UN TORRENTE DI LUCE SI SPRIGIONA / AMMONISCE I TARDI / RAMPOGNA I VILI E I TRADITORI / RIVENDICA I MORTI / CHE MANTENGONO VIVA E SEMPITERNA LA PATRIA / TESTIMONI GLORIOSI / CHE PUO’ ANCHE ALL’ITALIA / MANCARE IL SENNO E LA FORTUNA / NON IL VALORE DEI SUOI FIGLI / FATE CHE NOI / PER LA PATRIA E PER LA LIBERTA’ / NON SIAMO MORTI INVANO / 14 febbraio 1947”.
    CODIGORO 22.04.1945
  • (1947) Codigoro
    Sulla facciata del comune di Codigoro quasi di fronte al luogo in cui cadderto Ludovico Ticchioni e Gino Villa è presente una lapide contenente questo testo: “IN QUESTO ALBO DI MARMO / STANNO INCISI I NOMI / DI EROI TRUCIDATI / SULLA CONTESA MARCIA DELLA LIBERTA’ / DALL’8 SETTEMBRE 1943 AL 22 APRILE 1945 / GLORIA DELLE GENERAZIONI PRESENTI / ESEMPIO DELLE FUTURE”. Segue l’elenco dei caduti: tra cui vi sono anche i nomi dei due ragazzi. L’epigrafe riprende poi con con: ”DA QUESTA PIETRA / UN TORRENTE DI LUCE SI SPRIGIONA / AMMONISCE I TARDI / RAMPOGNA I VILI E I TRADITORI / RIVENDICA I MORTI / CHE MANTENGONO VIVA E SEMPITERNA LA PATRIA / TESTIMONI GLORIOSI / CHE PUO’ ANCHE ALL’ITALIA / MANCARE IL SENNO E LA FORTUNA / NON IL VALORE DEI SUOI FIGLI / FATE CHE NOI / PER LA PATRIA E PER LA LIBERTA’ / NON SIAMO MORTI INVANO / 14 febbraio 1947”.
    CODIGORO 14.02.1945
  • (1947) Medicina (BO), chiesa di San Mamante
    lapide posta nel 1947 dai «compagni di lotta» sul luogo dell’uccisione di Licurgo Fava.
    MEDICINA 30.09.1944
  • (1946) San Benedetto del Tronto
    Il 28 novembre 1946, sulla facciata di casa Sciocchetti, fu posta una lapide commemorativa: “Sull’ara del sacrificio perché le generazioni venture traggano esempio i sambenedettesi questa lapide posero ai ricordo del maresciallo dei Carabinieri Luciano Na
    SAN BENEDETTO DEL TRONTO, 28.11.1943
  • (1946) MOlini di Triora
    Lapide in marmo – iscrizione: a ricordare il sacrificio di tutti i Caduti per la causa della Liberazione i Garibaldini della II Div. F. Cascione posero 24.06.1946. . committente: partigiani della II divisione F. Cascione. Inaugurazione 24.06.1946. situ
    MOLINI TRIORA, 11.03.1945
  • (1946) Piazza Annunziata, Giugliano
    In piazza Annunziata è presente, fin dal 1946, una lapide in ricordo dei “Tredici Martiri”.
    PIAZZA ANNUNZIATA , GIUGLIANO, 30.09.1943
  • (1946) Arnad, località La Remisa
    La lapide in ricordo dei partigiani Gobatello e Pistono, fucilati nei pressi del ponte di Échallod in Arnad (Valle d’Aosta) è posta lungo la strada statale nr 26, in località La Remisa, inaugurata il 24 marzo 1946.
    ÉCHALLOD ARNAD 01-04.12.1944
  • (1946) Sernio, municipio
    due lapidi, apposte sulla parete frontale del municipio di Sernio il 2 luglio 1946 ricordano l'incendio del 1945 e la partecipazione corale della popolazione alla Liberazione il 28 aprile 1945, in occasione della battaglia di Tirano contro gli occupanti
    SERNIO 24.04.1945
  • (1946) Splimbero, Barbeano, via Montello
    Una lapide in memoria delle due vittime della rappresaglia è stata posta in via Montello a Barbeano; l’epigrafe recita: “Sedran Sante arso vivo, Martinuzzi Carlo impiccato e i martiri dei campi di tormento tedeschi chiedono a noi giuramento di tutto sacrificare perchè la barbarie nazi-fascista non rinasca nel mondo. Il C.L.N. di Spilimbergo, 1 maggio 1946” .
    BARBEANO SPILIMBERGO 27.10.1944
  • (1946) Lanciano
    Lanciano, lapide allocata presso il Monumento dei Caduti in ricordo dei Martiri del 6 ottobre 1943, inaugurata dall’On Mario Cingolani, il 6 ottobre 1946;
    LANCIANO, 5-6.10.1943
  • (1946) Poligono di tiro del Cibeno, Fossoli, Carpi
    1946: Lapide nel luogo delle fucilazioni e della fossa comune – Poligono di Tiro di Cibeno.
    POLIGONO DEL CIBENO, FOSSOLI, CARPI, 12.07.1944
  • (1946) Villa Bressanin di Borgoricco (Padova)
    A Villa Bressanin di Borgoricco (Padova) è stata posta una lapide nel 1946 a ricordo dei caduti di questo episodio.
    BORGORICCO, 29-4-1945
  • (1946) Affi, Preon
    Una lapide è stata collocata sul luogo dell’eccidio il 27.3.1946 dagli abitanti di Cavaion.
    PREON, AFFI, 27.03.1945
  • (1946) Frazione Murelle del comune di Villanova di Camposampiero.
    Antonio Ceron è ricordato da una lapide posta nel 1946 sulla casa dove viene arrestato, in frazione Murelle del comune di Villanova di Camposampiero. Un cippo ricorda inveve il momento della fucilazione di Ceron, posto, sempre nel 1946, a Campdarsego sul luogo dell’esecuzione.
    CAMPODARSEGO, 13-14.4.1945
  • (1946) via Rogati (Padova); Municipio di Padova; cortile del palazzo del Bo' (Università di Padova)
    L’agguato subito dalla vittima è ricordato da una lapide posta in via Rogati a Padova, inaugurata nel 1946. Il nome di Otello Pighin è inoltre ricordato, insieme ad altri, su una lapide nel Municipio di Padova e su quella posta nel cortile del palazzo del Bo’ (Università di Padova).
    PADOVA-ABANO, 7-10.1.1945
  • (1946) Siena, caserma "La Marmora".
    Lapide posta il 25 aprile 1946 alla caserma “La Marmora”.
    CASERMA LA MARMORA SIENA 13.03.1944
  • (1946)
    Lapide con foto è collocata in via Preara, nel luogo dove i sicari fascisti caricarono in auto, ferito, Livio Campagnolo. Viene inaugurata un anno dopo la Liberazione, e a due anni dell’omicidio, domenica 12/5/46; alla presenza di una grande folla il discorso ufficiale è tenuto dal prof. Italo Mantiero “Albio”, uno dei comandanti della “Mazzini”
    PREARA MONTECCHIO PRECALCINO 20-04-1944
  • (1946) Municipio di Limana (Belluno).
    Il nome di Florido Lorenzi, insieme ad altri, è ricordato da una lapide posta sulla facciata del municipio di Limana (Belluno), inaugurata già nel luglio 1946.
    LIMANA, 14.10.1944
  • (1946) Niccia, strada che da Trichiana porta a S. Antonio Tortal; parete Est della Chiesa parrocchiale di Castion
    L’episodio è ricordato da una lapide posta a Niccia, sulla strada che da Trichiana porta a S. Antonio Tortal. Il nome di Pergentino Nogarè, però, è presente anche sulla lapide che ricorda i castionesi caduti per la Liberazione, posta sulla parete Est della Chiesa parrocchiale di Castion, inaugurata nel luglio 1946.
    NICCIA, 2.9.1944
  • (1946) Municipio di Limana (Belluno); Valmorel poco fuori dal paese; chiesetta all’ingresso del paese di Valmorel.
    Pietro Roccon è ricordato in tre lapidi: quella posta sulla facciata del municipio di Limana (Belluno) nel 1946; quella posta a Valmorel poco fuori dal paese; quella posta sulla parete di una chiesetta all’ingresso del paese di Valmorel.
    VALMOREL, 20.2.1945
  • (1946) Vezzano, municipio
    Nell’atrio del Municipio di Vezzano s|C. lapide: inaugurata in occasione della commemorazione del 23 giugno 1946 sulla facciata del vecchio Municipio ed oggi conservata nell'atrio del nuovo edificio, costruito nello stesso luogo occupato dalla precedente costruzione.
    LA BETTOLA, VEZZANO S/CROSTOLO, 24.06.1944
  • (1946) Vetto, Legoreccio, Corte da Palude
    A Legoreccio sul muro esterno della Corte da Palude è posta una lapide in marmo commissionata dall'Anpi e scoperta il 17 novembre 1946.
    LEGORECCIO, VETTO, 17.11.1944
  • (1946) Rabona
    A Rabona: lapide in marmo bianco con epigrafi in incavo, la lapide presenta nella parte superiore una stella a cinque punte in bronzo, in cui e? inscritta una falce e martello. Commissionata dall'Anpi e dai compagni della 144^ Brigata Garibaldi, l'inaugurazione risale al 1946.
    RAMISETO, 20-24.11.1944
  • (1946) Calestano, municipio
    I nomi dei due fucilati sono ricordati in una lapide in marmo posta sulla facciata del municipio di Calestano dall’ANPI nel 1946, in memoria dei caduti partigiani e civili e dei deportati.
    ALPICELLA, CALESTANO, 01.07.1944
  • (1946) Luogo dell'eccidio
    Un anno dopo l'eccidio, nel 1946, fu posto un cippo sul luogo dell'eccidio, tuttora esistente. Purtroppo, nel corso degli anni, il monumento è stato spesso oggetto degli atti vandalici dei gruppi neonazisti. Ugo Knoll, già implicato nell'eccidio di Merano del 30 aprile 1945 (vedi scheda relativa), nel 1966 fu condannato dalla giustizia italiana a 2 anni e 3 mesi di reclusione per aver fatto saltare con la dinamite la lapide di Lasa nell'ottobre 1963. Episodio che andava comunque inserito nelle tensioni etniche e nel terrorismo sudtirolese del periodo a cavallo degli anni cinquanta-sessanta.
    LASA, 2.5.1945
  • (1946) Bagnone
    Lapide ai caduti della Pieve, 1946.
    BAGNONE 30.06-07.07.1944
  • (1946) Bologna, via della Crocetta 2
    Lapide in memoria dei partigiani caduti del rione
    VICOLO ALEMAGNA, BOLOGNA, 05.01.1945
  • (1946) Bologna, via Caravaggio 1
    Lapide Sante Vincenzi e Giuseppe Bentivogli
    VIA EMILIA PONENTE BOLOGNA 20.04.1945
  • (1946) Bologna, via della Crocetta 2
    Lapide in memoria dei partigiani caduti del rione [1946], via della Crocetta 2 Fra i nomi citati compaiono quelli di Giordano Bergonzoni e Antonio Gentili, erroneamente riportato come Gentilini
    SAN LUCA BOLOGNA 20.10.1944
  • (1946) Roma, via Taranto
    Un’epigrafe in memoria di Luigi Selva è stata affissa il 4 aprile 1946 dal Partito d’Azione-VI zona di Roma sulla facciata del palazzo in via Taranto in cui viveva il giovane antifascista.
    OSPEDALE SAN GIOVANNI, ROMA, 17.01.1944
  • (1945) Via Martiri, Campomorone
    Lapide in marmo. Via Martiri, Campomorone , Genova; 1945 committente Comune di Campomorone e Anpi Campomorone.
    CAMPOMORONE, 07-08.08.1944
  • (1945) Bellona
    Stele commemorativa con testo redatto da Benedetto Croce (07/10/1945)
    CAVA DI BELLONA, 07.10.1943
  • (1945) Caiazzo
    Stele commemorativa con testo redatto da Benedetto Croce (dicembre 1945)
    MONTE CARMIGNANO, CAIAZZO, 13.10.1943
  • (1945) Massignano, palazzo del comune
    Una lapide è stata posta sul Palazzo comunale di Massignano: “Anche in questo comune si è abbattuta la rabbia teutonica e dodici innocenti cittadini vennero trucidati nella località Montecantino il 18 giugno 1944: Acciarri Gino, Capriotti Nazzareno, Cecer
    MONTECATINO, MASSIGNANO, 18.06.1944
  • (1945) chiesa di San Domenico
    Una lapide, posta nel 1945 sulla facciata della chiesa di San Domenico, ricorda, tra gli altri, il nome di Michele Muoio.
    VIA ROMA, SOMMA VESUVIANA, 1-10-1943
  • (1945) Bornona e Posta, cimitero di Posta
    Lapide sul luogo della fucilazione, cimitero di Posta (scoperta nel primo anniversario, 4 aprile 1945).
    BORBONA E POSTA 03-04.04.1944
  • (1945) Antrodoco
    Lapide all'interno di una nicchia sul muro della fucilazione di Angelucci e Castellani, posta dal Comune di Antrodoco nel primo anniversario (7 aprile 1945).
    CANALONE ANTRODOCO 07.04.1944
  • (1945) Montebuono, Fianello.
    Lapide a lui dedicata (la foto di cui si dispone non chiarisce bene, potrebbe anche trattarsi della lapide tombale), scoperta nel primo anniversario della morte (5 giugno 1944), a Fianello di Montebuono.
    FIANELLO MONTEBUONO 05.06.1944
  • (1945) La Spezia, stabilimento FLAGE
    Presso l'ex stabilimento FLAGE in Via Fontevivo (muro di cinta dell'attuale complesso scolastico) è presente una lapide, inaugurata nel 1945, a ricordo delle fucilazioni.
    STABILIMENTO FLAGE E QUARTIERE DELLA SCORZA, LA SPEZIA 01.11.1944
  • (1945) Cascia
    -Sulla lapide in memoria dei tredici casciani caduti per mano nazifascista il nome di Mario Magrelli è inciso in evidenza rispetto agli altri.
    CAMPO CUCCARO CASCIA 10.05.1944
  • (1945) Zelo, municipio
    Lapide posta dall'Amministrazione comunale all’ingresso dell’ex municipio di Zelo Buon Persico il 1° maggio 1945.
    VILLA POMPEIANA E MIGNETE, ZELO BUON PERSICO, 27.04.1945
  • (1945) Lodi, via 10 maggio
    Il 25 aprile 1946 il CNL e l’ANPI di Lodi posero una lapide in via 10 Maggio a Lodi.
    LODI, 03.08.1944
  • (1945) Zelo, municipio
    Il 1° maggio 1945 il Comune di Zelo Buon Persico e collocò all’ingresso del Municipio una lapide ai caduti per la libertà.
    VILLA POMPEIANA E CASCINA MONTEBELLO, ZELO BUON PERSICO, 26.07.1944
  • (1945) Cascia
    Quarto Di Curzio è incluso sulla lapide che a Cascia ricorda le sue tredici vittime del nazifascismo (lapide scoperta l'11 aprile 1945).
    CASA TERMINI CASCIA 31.10.1943
  • (1945) Cascia, centro storico
    Luigi De Pasqualis e Apollonia Marinelli sono compresi fra i tredici nomi di vittime del nazifascismo ricordate a Cascia da una lapide nel centro storico, scoperta l'11 aprile 1945.
    CASCIA 26.03.1944
  • (1945) via Monte Santo 10, Milano
    Sul muro dell’edificio al numero 10 di via Monte Santo invece, una lapide celebra l’intensa attività antifascista di Capettini: “Antesignano e pioniere/della lotta partigiana/Arturo Capettini/profetizzò in questa officina/i contrastati ideali/e le gesta
    POLIGONO DELLA CAGNOLA E PIAZZALE ACCURSIO, MILANO, 31.12.1943
  • (1945) Vallo di Nera, Piedipaterno
    Sul luogo della fucilazione esiste una stele in pietra, con all'interno una lapide in travertino, voluta da «Comune di Popolo di Vallo di Nera» nel settembre 1945; non vi sono i nomi dei Caduti. Non è più in perfette condizioni.
    PIEDIPATERNO VALLO DI NERA 03.04.1944
  • (1945) Cornegliano, Muzza
    lapide posta dal CLN il 14 ottobre 1945 sull’edificio di proprietà della famiglia Mondani a Muzza, nell’angolo tra via Garibaldi e via Roma.
    MUZZA DI CORNEGLIANO, CORNEGLIANO LAUDENSE, 26.04.1945
  • (1945) Perugia, Poligono di tiro
    Lapide ai 9 partigiani fucilati fra l'8 e il 17 marzo 1944 al Poligono di Tiro di Perugia (ingresso del Poligono, borgo XX giugno 29); inaugurata il 20 giugno 1945.
    POLIGONO DI TIRO PERUGIA 06-08.03.1944
  • (1945) Perugia, Poligono di tiro
    Lapide ai 9 partigiani fucilati fra l'8 e il 17 marzo 1944 al Poligono di Tiro di Perugia (ingresso del Poligono, borgo XX giugno 29); inaugurata il 20 giugno 1945.
    POLIGONO DI TIRO PERUGIA 06-17.03.1944
  • (1945) Città di Castello, cimitero di San Pietro a Monte
    Lapide ai partigiani fucilati il 27 marzo 1944 a villa Santinelli, cimitero di San Pietro a Monte. La lapide, voluta il 22 aprile 1945 da «I compagni di Calzolaro» [vicina frazione del comune di Umbertide] segna anche la prima sepoltura delle nove vittime, prima che i tre di Sansepolcro venissero traslati nel paese di origine e Forconi riportato a Firenze.
    VILLA SANTINELLI, SAN PIETRO A MONTE, CITTÀ DI CASTELLO, 27.03.1944
  • (1945) Rufina, Berceto
    Il 17 aprile 1945, il comune di Rufina pose a Berceto una lapide in ricordo delle vittime su di una parete del casolare dei Vangelisti teatro dell'eccidio.
    BERCETO RUFINA 17.04.1944
  • (1945) Gambassi Terme, Castagno, San Vittore
    In occasione del primo anniversario dell'eccidio la popolazione del Castagno pose in località San Vettore una lapide a ricordo dell'uccisione di Guido Fontanelli e Antonio Quintieri.
    CASTAGNO GAMBASSI TERME 23-24.06.1944
  • (1945) Prato, Figline
    In occasione del primo anniversario della strage, l'amministrazione comunale di Prato pose una lapide commemorativa a Figline di Prato.
    FIGLINE PRATO 06.09.1944
  • (1945) Firenze, S. Gervasio
    Nel 1945 la sezione dell' ANPI di S. Gervasio “Fratelli Papini” pose una lapide in loco in ricordo dei 5 fucilati.
    CAMPO DI MARTE FIRENZE 22.03.1944
  • (1945) Pelago, villa di Podernovo
    I superstiti della strage di Podernovo il 2 novembre 1945 posero nella cappellina della omonima villa una lapide riportante i nomi delle dieci vittime uccise il 25 agosto 1944.
    CONSUMA PELAGO 25-26.08.1944
  • (1945) Bagno a Ripoli, Meoste
    Il popolo di Meoste nel primo anniversario dell'eccidio pose in prossimità de luogo dell'uccisione una lapide in ricordo dei caduti.
    MEOSTE BAGNO A RIPOLI 02.07.1944
  • (1945) San Casciano in Val di Pesa, Castelbonsi cimitero di San Lorenzo
    Nel 1945 venne apposta da un comitato di cittadini una lapide commemorativa sul sepolcro del Sieni nel cimitero di San Lorenzo a Castelbonsi. Il testo della lapide affissa sul sepolcro allude al sacrificio da questi compiuto per aver «da stoico eluso la cattura e l'esecuzione dei di lui giovani congiunti ribelli agli oppressori».
    VIA PERSETO SAN CASCIANO IN VAL DI PESA 04.07.1944
  • (1945) Campi Bisenzio, San Piero a Ponti
    Lapide a San Piero a Ponti posta il 13 agosto 1945 per il primo anniversario.
    SAN PIERO A PONTI CAMPI BISENZIO 13.08.1944
  • (1945) Onna
    L’11 giugno 1945 una lapide alla Memoria è stata collocata sulla parete dell’edificio dove avvenne la strage; il parroco Don Sebastiano Cantalini si rifiutò di ossequiare la funzione religiosa e di benedire la lapide: non se ne conoscono i motivi.
    ONNA, L'AQUILA, 02-11.06.1944
  • (1945) Pratovecchio Stia, Lonanno, Chiesa
    Lapide sul muro sudoccidentale della Chiesa Vecchia ricostruita nel 1945 per iniziativa di un parente delle vittime.
    LONNANO PRATOVECCHIO STIA 10.09.1944
  • (1945) Grancona
    Nel primo anniversario dell'eccidio (8/6/1945) viene eretta una lapide commemorativa sul muro esterno del Comune di Grancona.
    ACQUE GRANCONA 8-6-1944
  • (1945) Montael, Pianaccia
    Lapide posta dal PCI di Montale nel 1945 sul muro della cannicciaia di Pianaccia.
    FELCIANA MONTALE 14.07.1944
  • (1945) Monsummano Terme,Osteria dei Pellegrini
    Lapide in ricordo dei quattro sotto l'arcata dell'Osteria dei Pellegrini a Monsummano Terme posta dall'ANPI locale l'11 agosto 1945.
    GROTTA MAONA MONTECATINI TERME 11.08.1944
  • (1945) Pistoia, piazza San Lorenzo
    Lapide sul luogo dell’esecuzione posta il 16/09/1945 da un comitato di abitanti del rione San Marco.
    PIAZZA SAN LORENZO PISTOIA 12.09.1943
  • (1945) Sarteano, Castiglioncello del Trinoro
    Lapide a Castiglioncello del Trinoro posta il 16/06/1945 in ricordo delle vittime e dell’interprete Cecchini che impedì una strage maggiore.
    CASTIGLIONCELLO DEL TRINORO SARTEANO 16.06.1944
  • (1945) Municipio di Lentiai (Belluno).
    La morte di Crivellaro è ricordata da una lapide posta già nel novembre 1945 sulla facciata della casa dove è avvenuta l’impiccagione. Ora si trova sulla facciata nord del municipio di Lentiai (Belluno).
    LENTIAI, 28-29.9.1944
  • (1945) Radda in Chianti, Selvole, piazza Gagliardi
    Sul muro frontale della chiesa di piazza Gagliardi è presente una lapide inaugurata il 28/04/1945 dove sono ricordati anche Cortigiani Leonello e Gatti Pietro insieme a Mario Gagliardi.
    RADDA IN CHIANTI 15-16.06.1944
  • (1945) Montepulciano, via Roma
    Lapide posta sul luogo dell’impiccagione in data 18/02/1945.
    VIA ROMA MONTEPULCIANO 23.06.1944
  • (1945) Pisa, Cisanello, San Biagio
    Lapide a San Biagio in Cisanello, 05/08/1945.
    SAN BIAGIO PISA 02.08.1944
  • (1945) Vicopisano. San Giovanni alla Vena
    Lapide a San Giovanni alla Vena, 10/08/1945.
    SAN GIOVANNI ALLA VENA VICOPISANO 19.08.1944
  • (1945) Gualtieri, piazza Bentivoglio
    In Piazza Bentivoglio, sotto il portico del Palazzo Comunale: lapide in marmo bianco con epigrafe e nominativi dei caduti in rosso. L'inaugurazione e? ascrivibile al giugno 1945.
    SAN GEROLAMO DI GUALTIERI, 23.04.1945
  • (1945) Pisa, via Sant'Andrea
    Lapide affissa a casa Roques in via Sant’Andrea, 01/08/1945.
    VIA SANT’ANDREA PISA 01.08.1944
  • (1945) Reggiolo
    Sul muro esterno della Rocca è posta una lapide in marmo bianco con epigrafe in incavo, che presenta nella parte superiore un ramo di alloro che s'intreccia ad un ramo di palma per simboleggiare l'eroismo nel martirio. L'autore del testo è Egisto Lui (1° sindaco Cln di Reggiolo). Commissionata dall'Amministrazione comunale, l'inaugurazione risale al 17 settembre 1945.
    REGGIOLO, 17.09.1944
  • (1945) Pescaglia, San Martino in Freddana, cimitero
    Lapide commemorativa al cimitero di San Martino, 08/09/1945.
    SAN MARTINO IN FREDDANA PESCAGLIA 08.09.1944
  • (1945) Firenze, Castello, via Reginaldo Giuliani
    Una lapide fu inaugurata ad un anno dalla strage; questo il testo: “Dolore e fede nel luogo dell'atroce supplizio incidono i nomi delle vittime del piombo tedesco 5 agosto 1944 perché ricordino che il sangue innocente segna inesorabile condanna di ogni ingiustizia e di ogni violenza rinnovamento di vita ai popoli che sanno custodirlo e fecondarlo NARDI VITTORIO di anni 17 MAZZOLA GIUSEPPE di anni 22 UVALE ATTILIO di anni 23 FIORINI SILVANO di anni 25 LEPRI MICHELE di anni 31 BARTOLI ALDO di anni 34 BIONDI GIORGIO di anni 36 GRANILI ALFREDO di anni 44 LIPPI MARIO di anni 45 TIEZZI TULLIO di anni 46 BRACCIOTTI UGO di anni 49 JACOMELLI FRANCESCO di anni 55 Le maestranze dell'Istituto Chimico Farmaceutico Militare l'anno 1945 del 5 agosto”.
    RIFREDI CASTELLO FIRENZE 05.08.1944
  • (1945) Galeata
    lapide (aprile 1945) che ricorda la fucilazione di Palareti.
    GALEATA 07.09.1944
  • (1945) Marradi, cimitero cittadino
    Nel cimitero di Marradi il 21 giugno del 1945 è stata posta una lapide commemorativa nella quale si ricordano tra altre vittime della guerra tumulate nel camposanto (i civili Giuseppe Benelli e Giuseppe Ridolfi e i partigiani Celeste Samoré e Sergio Iandelli) anche Carlo Milanesi e gli altri sei ignoti fucilati al cimitero il 22 giugno. La lapide reca inoltre l'iscrizione: “Qui fremono dieci martiri/spenti dalla tedesca rabbia/li baci in cielo il bel sole di Dio/Marradi pose la bianca lapide/perché l'oblio dei secoli futuri/non copra delitto sì nefando”.
    CIMITERO DI MARRADI, MARRADI, 22.06.1944
  • (1945) Roma, viale Giulio Cesare 79
    Il 7 ottobre 1945 fu posta un’epigrafe in ricordo di Tersa Gullace in viale Giulio Cesare al n. 79. Una nuova lapide venne poi ricollocata nello stesso luogo dal comune di Roma il 25 settembre 1979.
    VIALE GIULIO CESARE, ROMA, 03.03.1944
  • (1944) Osimo, municipio
    I nomi compaiono, insieme ad altri, nella lapide commemorativa posta presso il Loggiato del Municipio di Osimo, il 24 giugno 1944. In alto sono scolpite queste parole: “Perché la memoria di chi riscatta la libertà a prezzo di sangue rinverdisca perenne e
    CASETTE DI RINALDO, PADIGLIONE, OSIMO, 22-25.06.1944
  • (1944) Osimo, municipio
    I nomi di Lelio Castellani, Piero Graciotti, Umberto Lavagnoli e Franco Stacchiotti, compaiono insieme ad altri, nella lapide commemorativa posta presso il Loggiato del Municipio di Osimo, il 24 giugno 1944. In alto sono scolpite queste parole: “Perché la
    PONTE CHIGIANO, CORSCIANO, SAN SEVERINO, 24.03.1944
  • (1944) Sassoferrato, Piaggiasecca
    A Piaggiasecca la famiglia di Ugo Bianchetti nel 1944 pose una lapide il cui testo dice: “Per caro ricordo dell’amato figlio Ugo Bianchetti e dei suoi due compagni la famiglia con dolore. Piaggiasecca 9 giugno 1944”.
    PIAGGIASECCA SASSOFERRATO, 09.06.1944
  • (1944) Sassoferrato, cimitero
    Nel cimitero di Perticano, la lapide sulla tomba di Ugo Bianchetti, posta nel 1944 e ristrutturata nella forma attuale nel 2000, presenta la seguente epigrafe: “Ugo Bianchetti partigiano del III Battaglione “Ferruccio” fucilato dai tedeschi in Piaggiasecc
    PIAGGIASECCA SASSOFERRATO, 09.06.1944
  • (1944) Arcevia, MOntefortino
    I nomi delle vittime sono presenti, accorpati ingiustamente, nel testo della lapide posta sul luogo del noto eccidio, a Montefortino di Arcevia, del 4 maggio 1944.
    MONTEFORTINO, ARCEVIA, 17.07.1944
  • (1944) Città di Castello
    Lapide a lui dedicata sulla torre campanaria nella piazza principale della città (subito a lui intitolata), scoperta il 13 agosto 1944.
    CITTÀ DI CASTELLO 09.05.1944
  • (1944)
    Epigrafe posta sul luogo della strage il 4 giugno 1944
    SANTA MARIA VALLE CANNELLA, CERIGNOLA, 25.09.1943
  • (1944) via Roma 6, Blera
    Una targa con i nomi delle vittime è stata affissa il 29 ottobre 1944 su un muro in via Roma n.6.
    BLERA (BIEDA), 29 OTTOBRE 1943
  • (1944) Gubbio, Piazza dei Quaranta Martiri
    Domenica 13 agosto 1944 – la città era stata liberata il 24 luglio e il 30 luglio il Governo Militare Alleato aveva nominato Sindaco del Comune di Gubbio l’avv. Gaetano Salciarini – venne effettuato alle ore 11 presso la Chiesa di San Francesco il rito funebre per la solenne commemorazione dei Quaranta fucilati e delle altre vittime uccise dalle armi tedesche. Ad officiare fu il Vescovo Ubaldi con Messa Pontificale. A fianco della funzione religiosa fu prevista la cerimonia civile con lo scoprimento della lapide per intitolare la piazza di ingresso alla città, cioè la piazza del Mercato che allora era intitolata a Ettore Muti, in “Piazza dei Quaranta Martiri (22 giugno 1944)”. La Chiesa era gremita come pure un folto pubblico seguì lo scoprimento della lapide, in occasione del quale Salciarini tenne il discorso di rito alla presenza del Governatore militare alleato. Comunque il significato fu preciso: la piazza più grande e di ingresso alla città veniva intitolata alle quaranta vittime del 22 giugno 1944 per onorare degnamente la memoria dei quaranta cittadini innocenti, uccisi per la barbarie dell’esercito nazista.
    GUBBIO 20-22.06.1944
  • (1944) Sellano, giardini pubblici in viale Guglielmo Marconi
    Sul luogo della fucilazione presso i giardini pubblici di Sellano (lungo viale Guglielmo Marconi) c'è una lapide in sua memoria, scoperta il 27 novembre 1944.
    SELLANO 15.05.1944
  • (1944) Lanciano
    Lanciano, lapide commemorativa posta sul luogo del martirio dall’ On. Giuseppe Spataro il 6 ottobre 1944;
    LANCIANO, 5-6.10.1943
  • (1944) Sant'Eufemia a Majella, piazza della Vittoria 6
    Sulla facciata del municipio di S. Eufemia a Majella, in piazza della Vittoria 6, è stata apposta una lapide commemorativa nel giugno 1944.
    SANT' EUFEMIA A MAJELLA 15-2-1944
  • (1944) Casola in Lunigiana, Regnano Villa
    Lapide sul luogo della fucilazione, 11/12/1944.
    REGNANO CASTELLO CASOLA IN LUNIGIANA 23.11.1944
  • (anno imprecisato) municipio di Casalgrasso e via Saluzzo n°30 a Casalgrasso
    Lapide sul municipio di Casalgrasso ricorda Ronco Giovanni, già podestà del comune e Spertino Michele Lapide in via Saluzzo n°30 a Casalgrasso ricorda tutti e tre i caduti “ad opera delle truppe tedesche, nella tragica domenica del 12/09/1943 il municipi
    CASALGRASSO, 12.09.1943
  • (anno imprecisato) Padula, Chiesa di Santa Maria Assunta
    Lapide e tomba della vittima.
    PADULA DI CORTINO 28-09-1943
  • (anno imprecisato) Passo Mezzano
    Nicola Leone e Carlo Ponschin, fucilati a Isoverde, sono ricordati nella lapide di Passo Mezzano. Lapide in marmo Laghi del Gorzente, Campomorone, Genova. Committente ANPI Campomorone, Comune di Campomorone; 1974.
    ISOVERDE, CAMPOMORONE, 08.04.1944
  • (anno imprecisato) Montorio Al Vomano, via Duca degli Abruzzi

    SAN LORENZO MONTORIO AL VOMANO 29.05.1944
  • (anno imprecisato) piazza Enrico Mattei di Matelica.
    Il nome della vittima compare nella lapide dei caduti nella primavera del 1944, posta sulla parete esterna del palazzo Ottoni, che si affaccia sulla piazza Enrico Mattei di Matelica.
    MATELICA 25.02.1944
  • (anno imprecisato)
    I partigiani dell’ANPI sezione Turro- Milano hanno posto una lapide in memoria dei partigiani caduti, in occasione del decimo anniversario della Liberazione.
    BUGLIO IN MONTE, SONDRIO, 16.06.1944
  • (anno imprecisato) Milano
    Il Centro poliambutoriale dell’Ospedale Sacco di Milano porta il suo nome. Secondo altre fonti è catturato a Postalesio il 9 marzo 1945.
    CASTIONE ANDEVENNO 09-10.03.1945
  • (anno imprecisato) Lodi, cimitero maggiore
    Lapide posta sul monumento ai Caduti per la libertà presso il cimitero maggiore di Lodi in memoria di Bellani Ernesto - Rizzetti Luigi - Grignani Rosolino - Casorati Basilio
    STRADA PER LODIVECCHIO E S. GRATO, LODI, 27.04.1945
  • (anno imprecisato) Lodi, sottoportico del Broletto
    In memoria di Bellani Ernesto . Rizzetti Luigi - Grignani Rosolino - Casorati Basilio
    STRADA PER LODIVECCHIO E S. GRATO, LODI, 27.04.1945
  • (anno imprecisato) viale Faenza 1, Milano
    A Borella è dedicata una lapide presso la sua abitazione in viale Faenza 1.
    PIAZZA VESUVIO, MILANO, 16.11.1944
  • (anno imprecisato) via Famagosta 2, Milano
    Memoria in viale Famagosta 2, a Milano, dove abitava Gregorio Piluso
    PIAZZA VESUVIO, MILANO, 16.11.1944
  • (anno imprecisato) Cigognola, piazza
    Il nome di Giorgi è ricordato in una lapide in una sulla piazza di Cigognola
    CIGOGNOLA, 22.11.1944
  • (anno imprecisato) Mortara, palazzo comunale
    Una lapide nel palazzo comunale di Mortara ricorda Arturo Capettini insieme ai nomi degli antifascisti caduti della Seconda Guerra Mondiale
    POLIGONO DELLA CAGNOLA E PIAZZALE ACCURSIO, MILANO, 31.12.1943
  • (anno imprecisato) carcere di Rebibbia
    Una lapide è stata affissa all’interno del carcere di Rebibbia.
    PIETRALATA, 23 OTTOBRE 1943
  • (anno imprecisato) Cimitero di Arielli
    Nel territorio di Arielli non vi sono lapidi né cippi né monumenti a ricordo delle vittime, salvo una piccola lapide, in una cappella privata presso il cimitero di Arielli, con i nominativi di alcune deceduti nella strage.
    VILLA CARLONI, ARIELLI, 20.4.1944
  • (anno imprecisato) Penne, stadio comunale, contrada Ossicelli n. 18;
    Esiste una lapide presso il campo sportivo di Penne nella quale sono ricordati i due fratelli Di Michele e Carlo Bonfiglio
    COLLE STELLA LORETO APRUTINO 11-06-1944
  • (anno imprecisato) Loreto Aprutinom via Roma 1
    lapide che ricorda Carlo Bonfiglio presso edificio comunale, in via Roma 1
    COLLE STELLA LORETO APRUTINO 11-06-1944
  • (anno imprecisato) Firenze, via delle Cinque Vie
    Il Comitato Toscano di Liberazione Nazionale pose in via delle Cinque Vie una lapide in ricordo di alcuni civili e partigiani fucilati sul luogo, tra i quali anche Arturo Labardi e Attilio Maruscelli.
    VIA DELLE CINQUE VIE FIRENZE 30.06.1944
  • (anno imprecisato) Grotte del Cese, Quadri
    Lapide con i nomi degli uccisi sul luogo del massacro, con annessa targa in ottone con incisa una dedica di Antonio Di Nardo
    GROTTE DEL CESE, QUADRI, 15.11.1943
  • (anno imprecisato) L'Aquila
    Lapide nella piazza intitolata ai martiri, a L’Aquila
    L'AQUILA, 23.09.1943
  • (anno imprecisato) Caserma G. Pasquali, L'Aquila
    L’Aquila, caserma “G. Pasquali”: lapide con aiuola sul luogo della fucilazione
    L'AQUILA, 23.09.1943
  • (anno imprecisato) cimitero di Castelnuovo Rangone
    Marcello Bellei e Anselmo Menabue sono ricordati nella lapide del piccolo famedio dei partigiani e delle vittime della Seconda guerra mondiale del cimitero di Castelnuovo Rangone.
    CASTELNUOVO RANGONE, 21.12.1944
  • (anno imprecisato) Cimitero di Castelbaldo (Padova); piazza Cavallotti a Castelbaldo; monumento ai caduti di Castelbaldo.
    Il nome di Mario Guarise è ricordato da tre lapidi.
    CASTELBALDO, 16.10.1944
  • (anno imprecisato) Municipio di Padova.
    Il nome di Alessandro Reali è ricordato, insieme ad altri, sulla lapide posta nel Municipio di Padova.
    SAN GIORGIO DELLE PERTICHE, 27.4.1945
  • (anno imprecisato) Villa Bauce a Saonara (Padova); Villatora (Padova); Municipio di Padova.
    Lapide posta a ricordo di Agostino Rigato, vittima più giovane dell’eccidio a Villatora (Padova); lapide posta a Villa Bauce a Saonara (Padova), nel 40° anniversario; alcune vittime sono ricordate anche nella lapide nel cortile del Municipio di Padova.
    SAONARA-VILLATORA, 28.4.1945
  • (anno imprecisato) Chiesa di Valnogaredo (Padova); cimitero di Monselice (Padova).
    L’episodio è ricordato da una lapide posta presso la chiesa di Valnogaredo (Padova). Vandino Muraro è ricordato anche in una lapide nel cimitero di Monselice (Padova).
    VALNOGAREDO, 11.11.1944
  • (anno imprecisato) Strela, chiesa
    Lapide in pietra collocata sul campanile della chiesa di Strela. Iscrizione sulla campana della chiesa di Strela.
    STRELA, COMPIANO. 19.07.1944
  • (anno imprecisato) Campeggio, Monghidoro
    I nomi dei quattro fucilati sono ricordati nella lapide in ricordo delle vittime della guerra nella frazione di Campeggio
    CAMPEGGIO, MONGHIDORO, 27.06.1944
  • (anno imprecisato) via dei Martiri, Monghidoro
    A Monghidoro, in via dei Martiri, i nomi dei caduti sono ricordati nella lapide del monumento.
    MONGHIDORO, 11.08.1944
  • (anno imprecisato) via dei Martiri, Monghidoro
    Un'altra lapide con i nomi dei caduti è posta sul muro di una casa, sempre in via dei Martiri, luogo dove avvenne la fucilazione.
    MONGHIDORO, 11.08.1944
  • (anno imprecisato) Monzone, Pavullo nel Frignano
    Lapide a ricordo del parroco di Monzone (Pavullo nel Frignano) nel muro esterno della chiesa parrochiale
    MONZONE, PAVULLO NEL FRIGNANO, 25.08.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, via Oretti (originale) e via Faenza 4 (riproduzione)
    lapide per i partigiani caduti e dispersi del Pontevecchio; tra loro compaiono i fucilati a San Ruffillo il 01/03/1945 Dino Bedonni, Adriano Biondi, Mario Faccioli, Antonio Grandi, Corrado Pavignani, Walter Tommasini.
    STAZIONE SAN RUFFILLO BOLOGNA 01.03.1945
  • (anno imprecisato) piazza di Lizzano in Belvedere
    I nomi sono inseriti nella lapide in piazza a Lizzano in Belvedere che ricorda le vittime della strage
    CA’ BERNA, LIZZANO IN BELVEDERE, 27.09.1944
  • (anno imprecisato) via dei Martiri, Monghidoro
    Le vittime sono ricordate in una lapide del monumento di Monghidoro in via dei Martiri
    CA' DI LAVACCHIO, MONGHIDORO, 02.10.1944
  • (anno imprecisato) Castel Maggiore (BO), parco Staffette Partigiane, via Lirone
    sulla lapide con i nominativi dei partigiani caduti compare il nome di Mario Melega
    MEDICINA 10.09.1944
  • (anno imprecisato) prova
    prova
    BORGO BAROZZO DI SAN FIOR, 6.8.1944
  • (anno imprecisato) Acqui terme, Piazza San Guido, ex Scuola Bella

    SCUOLA BELLA, ACQUI TERME, 25.01.1944
  • (anno imprecisato) Camagna Monferrato, piazza Lenti
    Lapide in ricordo della fucilazione di Mario Bizzarri,
    CAMAGNA MONFERRATO 31.07.1944
  • (anno imprecisato) Faenza, cimitero
    presso le mura esterne del cimitero comunale.
    FAENZA, 11.02.1944
  • (anno imprecisato) Cittadella

    CITTADELLA, CASALE MONFERRATO, 14-15.01.1945
  • (anno imprecisato) località bosco delle Paie, Calvari, San Colombano Certenoli,
    -Lapide in marmo, località bosco delle Paie, Calvari, San Colombano Certenoli, Genova. Committente: Comandanti Partigiani. Inaugurata nel 1946 -Lapide in marmo, località bosco delle Paie, Calvari, San Colombano Certenoli, Genova. Committente: Circolo
    CALVARI, SAN COLOMBANO CERTENOLI, 02.03.1945
  • (anno imprecisato) Busca
    lapide in frazione Bosco del comune di Busca; lapide in piazza XX Settembre Busca
    VIA BUSCA, CARAGLIO, 13.09.1943
  • (anno imprecisato) Frazione Vasco, sulla chiesa di Monastero Vasco
    Lapide promossa da associazione
    FRAZIONE BALMA, FRABOSA SOTTANA, 29.12.1943
  • (anno imprecisato) Barge: municipio, piazza San Giovanni , frazione Gabiola, via Cottolengo
    lapide sul municipio di Barge promossa da comune; lapide in piazza S.Giovanni a Barge promossa da ente pubblico; lapide in frazione Gabiola (Barge) promossa da Comitato Bricco Pelata; lapide in via Cottolengo Barge (ente pubblico).
    BARGE, 21.12.1943
  • (anno imprecisato) Reggio nell'Emilia, poligono di tiro
    targa commemorativa
    POLIGONO DI TIRO, REGGIO EMILIA, 28.12.1943
  • (anno imprecisato)
    Presso il Poligono di tiro di Reggio Emilia è posta (1946) una lapide in memoria dei fucilati. Una lapide che ricorda don Pasquino Borghi è posta (1994) nei pressi del Carcere dei Servi (centro città-demolito) dove furono detenute le vittime. Una lapide
    POLIGONO DI TIRO, REGGIO EMILIA, 30.01.1944
  • (anno imprecisato) Luogo dell'eccidio e strada provinciale, bivio per Cervarolo
    Sul luogo dell’eccidio: Sulla parete dell'edificio, al n. civico 22 della piazza, e? infissa una lapide in marino bianco con epigrafe in incavo. Nell'aia, a ridosso della cappella, sono fissate due targhe: la prima, in marmo bianco con croce ed epigraf
    CERVAROLO, VILLAMINOZZO, 20.03.1944
  • (anno imprecisato) direzione passo della Forcella, loc. Squazza, Borzonasca, Genova
    Lapide in marmo (sostituita). Committente Anpi di Borzonasca, comune di Borzonasca (inaugurata nel 1946). Lapide in marmo, croce in ferro Committente Anpi di Chiavari, Comune di Borzonasca.
    SQUAZZA, BORZONASCA, 15.02.1945
  • (anno imprecisato) Nizza Monferrato e Alessandria
    Lapide apposta nel 1965 sulla facciata del municipio di Alessandria. Lapide apposta nel 2009 nella piazza di Nizza Monferrato intitolata in quella data ai “Martiri di Alessandria”
    ALESSANDRIA 11.09.1944
  • (anno imprecisato) Cimitero di Paluzza
    Le lapidi mortuarie di Basilio e Pierino Maiaron, collocate nel cimitero di S. Daniele a Casteons, ricordano che furono deportati a Dachau.
    CASTEONS, PALUZZA, 28.05.1944
  • (anno imprecisato) Luogo della strage
    Lapide sul luogo della strage a Feletto Umberto con i nomi delle vittime.
    FELETTO UMBERTO, TAVAGNACCO, 30.04.1945
  • (anno imprecisato) Strada intitolata alle vittime
    A Gemona i nomi dei sei partigiani fucilati il 18 dicembre 1944 e dei due uccisi il 31 gennaio 1945 sono trascritti su una lapide nella strada che è stata espressamente intitolata “via Caduti della Libertà”; viene ricordato che essi furono «trucidati perc
    GEMONA, 18.12.1944
  • (anno imprecisato) Gemona, strada intitolata alle vittime
    A Gemona i nomi dei sei partigiani fucilati il 18 dicembre 1944 e dei due uccisi il 31 gennaio 1945 sono trascritti su di una lapide nella strada che è stata espressamente intitolata “via Caduti della Libertà”; viene ricordato che essi furono «trucidati
    GEMONA DEL FRIULI, 31.01.1945
  • (anno imprecisato) Nimis, muro di cinta di Villa Fior, luogo dell'esecuzione
    Una targa commemorativa è stata posta nel settantesimo anniversario della strage sul muro di cinta di Villa Fior, luogo dell’esecuzione. Dopo un mese dalla sua posa, la targa è stata rimossa da ignoti. Recuperata si è deciso per il momento di non ricolloc
    VILLA FIOR, NIMIS, 28.02.1944
  • (anno imprecisato)
    una lapide dedicata a Regolo Artini è stata collocata nella località in cui si verificò lo scontro fra caucasici e partigiani; una lapide commemorativa ricorda i morti della rappresaglia nel paese di Ovaro
    MUINA, CELLA, LUINT, OVASTA, OVARO, 01-02.11.1944
  • (anno imprecisato) Atri, Piazza Francesco Martella
    Lapide in onore della vittima.
    ATRI DI TERAMO 17-11-1943
  • (anno imprecisato) Bellante, Piazza Giuseppe Mazzini
    Lapide commemorativa concessa dalla cittadinanza di Bellante.
    CAPODIMONTE DI BELLANTE 12-06-1944
  • (anno imprecisato) Castel Castagna
    Lapide commemorativa vicino al luogo dell'esecuzione, dedicata ai tre giovani, che recita così: “A ricordo di tre giovani innocenti 7-6-1944”.
    COLLINA DI CASTEL CASTAGNA 07.06.1944
  • (anno imprecisato) Carcere e cimitero di Udine
    Lapide presso il muro di cinta delle Carceri di via Spalato a Udine e nel Famedio del Cimitero cittadino.
    CARCERI DI VIA SPALATO, UDINE, 09.04.1945
  • (anno imprecisato) Duomo di Venzone
    Una lapide sull’ex battistero del duomo di Venzone ricorda l’uccisione di monsignor Luccardi: «Qui il 3 maggio 1945 colpito da piombo tedesco mons. Faustino Lucardi donò la vita per salvare i suoi figli diletti che riconoscenti piangono e pregano pace -
    VENZONE, 03.05. 1945
  • (anno imprecisato) Municipio di Paluzza
    Paluzza, Lapide presso il Municipio con i nomi delle vittime
    BOSCO DEL MOSCADO, PALUZZA, 21.07.1944
  • (anno imprecisato) Paluzza, municipio
    Paluzza, Lapide presso il Municipio con i nomi delle vittime
    MALGA PRAMOSIO, PALUZZA, 21.07.1944
  • (anno imprecisato) Paluzza, municipio
    Paluzza, Lapide presso il Municipio con i nomi delle vittime
    FRATTE, PALUZZA, 21.07.1944
  • (anno imprecisato)
    Lapide in marmo, Loc. Villa Bagnara, Masone, genova, 1975. Lapide in marmo, loc. capanne di Marcarolo, Bosio, Alessandria; Committente Anpi.
    VILLA BAGNARA, MASONE, 8 APRILE 1944
  • (anno imprecisato) Genova
    Lapide in marmo, ponte Terralba, San Fruttuoso, Genova. Committente ANPI San Fruttuoso, Comune di Genova; Lapide, Via F. Casoni civ. n. 5, San Fruttuoso, Genova alla memoria di Giovanni Meloni “Leone”, a cura del Comune di Genova. Lapide in marmo, Piaz
    GENOVA 14-16.01.1945
  • (anno imprecisato) Ascoli Piceno
    Lapide in onore dei caduti della Seconda guerra mondiale dedicata a tutti i partigiani che persero la vita durante l'accerchiamento tedesco.
    CERQUETO E TRE CACIARE DI CIVITELLA DEL TRONTO 05-10-1943
  • (anno imprecisato) Caserma Piave di Palmanova
    Nella parte esterna della Caserma è stata apposta una lapide in ricordo dei caduti riportante l’iscrizione “Qui, entro la cerchia della caserma “Piave” divenuta nel 1944 fino alla liberazione / del 1945, triste strumento di repressione e di morte al servi
    CASERMA PIAVE, PALMANOVA, 16.10.1944
  • (anno imprecisato) Penne
    nei pressi del vecchio campo sportivo lapide commemorativa per i fratelli Di Michele.
    PENNE 18-26/05/1944
  • (anno imprecisato) Pietralta
    Commemora i caduti per la libertà. La vittima è ricordata insieme ai 10 partigiani uccisi nella strage del 17/04/1944 sempre a Pietralta.
    PIETRALTA DI VALLE CASTELLANA 27-04-1944
  • (anno imprecisato) cimitero di Strassoldo
    Lapide commemorativa
    STRASSOLDO, CERVIGNANO DEL FRIULI, 05.11.1944
  • (anno imprecisato) Teramo, piazza Orsini
    Lapide dedicata a tutti i caduti della provincia di Teramo.
    SAPUTELLI CERMIGNANO 11-12.06.1944
  • (anno imprecisato) Cermignano
    Tre croci dedicate a Scipioni Gaetano, Violante Vincenzo e Violante Alberino
    BISENTI 11-13.06.1944
  • (anno imprecisato) Cortino, località Fonte Palumbo
    lapide commemorativa di fronte all’abitazione dei Liberato.
    FONTE PALUMBO CORTINO 28.09.1943
  • (anno imprecisato) Cervignano, municipio
    Presso il municipio di Cervignano una lapide riporta tutti nominativi delle vittime del 29 aprile e la scritta “Nel ventennale del sacrificio a perenne ricordo di quanti caddero, vittime di feroce rappresaglia del nemico già vinto, affinché i giovani dell
    FORNACE SARCINELLI E LOCALITÀ TRE PONTI, CERVIGNANO, 28-29.04.1945
  • (anno imprecisato)
    lapide in pietra, Località Rocca dei Corvi, Teglia, Genova. Committente Anpi di Teglia, inaugurata nel 1954 lapide in marmo, Piazza Rivara, Teglia, Genova, Committente Anpi di Teglia. lapide, via Bellia-piazza Machiavelli, Catania dedicata a Graziella e
    ROCCA DEI CORVI, GENOVA, 23-25.03.1945
  • (anno imprecisato)
    Lapide in marmo, forte di San Martino, San Martino, Genova. Committente Comune di Genova, inaugurata il 14 gennaio 1984. Lapide in marmo posta all’ingresso del forte di San Giuliano, Via Gobetti, Genova. Committente Comune di Genova, Cln, CVL. Inaugur
    FORTE SAN MARTINO, GENOVA, 14.01.1944
  • (anno imprecisato) Montorio Al Vomano, via Duca degli Abruzzi
    Vicina alla sede del Comune.
    MONTORIO AL VOMANO 09.06.1944
  • (anno imprecisato)
    lapide in frazione Villar di Bagnolo (promotore privato) in ricordo di Chiaffredo Maurino; lapide in località Olmetto di Bagnolo (promotore privato) in ricordo dei Perrone Giacomo e Giuseppe, Barale Antonio, Caputo Antonio; lapide via Moglione di Bagnol
    BAGNOLO PIEMONTE, 30.12.1943
  • (anno imprecisato) Teramo, piazza Orsini
    Lapide commemorativa ai caduti
    TERAMO 14.06.1944
  • (anno imprecisato) Bosco Martese
    Ricordo marmoreo sulla facciata della casa cantoniera.
    SELLA CIARELLI VALLE CASTELLANA 26.09.1943
  • (anno imprecisato) Bosco Martese; Teramo
    BOSCO MARTESE, strada provinciale Teramo/Ceppo, una lapide in onore delle vittime è stata posta nel luogo dell’eccidio. TERAMO, piazza Ercole Vincenzo Orsini, lapide che ricorda i partigiani teramani caduti nella lotta per la libertà.
    IMPOSTA IN BOSCO MARTESE ROCCA SANTA MARIA 25.09.1943
  • (anno imprecisato)
    lapide in piazza Statuo n° 6 Paesana, in ricordo dei 5 fucilati, promossa da ente pubblico; lapide in frazione Agliasco in ricordo di Cavallo Carlo e tre ignoti, promossa da ente pubblico; lapide in frazione Calcinere di 5 partigiani ed un civile posta
    PAESANA, 30.12.1944
  • (anno imprecisato) Valle Castellana
    Due lapidi in onore dei morti civili caduti nella guerra 1940-45.
    BOSCO MARTESE ROCCA SANTA MARIA 27.09.1943
  • (anno imprecisato) Teramo, via Vittorio Veneto, casa Catenacci
    Lapide commemorativa.
    BOSCO MARTESE ROCCA SANTA MARIA 27.09.1943
  • (anno imprecisato) Marzano Appio
    Stele commemorativa
    CAMPAGNOLA E TUOROFUNARO MARZANO APPIO 10.10.1943
  • (anno imprecisato) Cimitero di Cergneu
    Una lapide nel cimitero di Cergneu (Comune di Faedis) ricorda i nomi delle tredici persone uccise nelle due frazioni di Cergneu con la seguente epigrafe: «Sacrificati dalla barbarie della guerra».
    NONGRUELLA, CERGNEU, PECOLLE, FAEDIS, 11-17.12.1943
  • (anno imprecisato) Orta di Atella
    Lapide ai Martiri Atellani (anni ‘50).
    ORTA DI ATELLA 28-09-1943
  • (anno imprecisato) Orta di Atella
    Lapide ai Martiri Atellani (anni ‘50). Non vi è riportato il nome di Salvatore Pezzella e Cannella Vincenzo.
    ORTA DI ATELLA, 30.09.1943
  • (anno imprecisato) Premariacco
    Lapide commemorativa a Premariacco
    PREMARIACCO, SAN GIOVANNI AL NATISONE, 29.05.1944
  • (anno imprecisato) San Giovanni al Natisone
    Lapide commemorativa a San Giovanni al Natisone
    PREMARIACCO, SAN GIOVANNI AL NATISONE, 29.05.1944
  • (anno imprecisato) Contrada San Giovanni, Santa Vittoria in Matenano
    Nel corso del primo anniversario della morte l’amministrazione comunale pose una lapide sul luogo dell’uccisione.
    CONTRADA SAN GIOVANNI, SANTA VITTORIA IN MATENANO, 15.06.1944
  • (anno imprecisato) Amandola, Piazza Risorgimento
    Lapide commemorativa posta in piazza Risorgimento ad Amandola: “Qui il II ottobre MCMXLIII l’insaziata ferocia teutonica con atroce esecuzione sommaria troncava la giovane vita del fante Angelo Biondi. I patrioti consacrano questo angolo della città di Am
    PIAZZA RISORGIMENTO AMANDOLA 02.10.1943
  • (anno imprecisato) Montottone
    Lapide dedicata alla vittima nella piazza a lui intitolata
    MONTOTTONE 15.06.1944
  • (anno imprecisato) Porto San Giorgio, Via San Francesco
    Nel 2014 in via San Francesco (oltre il ponte dell’autostrada A/14, all’altezza di piazza Torino) è stata inaugurata una lapide in memoria del carabiniere ucciso dal fuoco fascista.
    VILLA PASSERINI, PORTO SAN GIORGIO, 13.06.1944
  • (anno imprecisato) Acquaviva Picena
    Lapide posta sul muro della casa natale di Vulpiano, con scritto: “Qui nacque Mariano Vulpiani, ucciso dai nazifascisti, in memoria per la memoria, perché il ricordo non è il passato, ma è fare in modo che il passato non torni. Nato il 2-2-1899, fatto pri
    ACQUAVIVA PICENA, 19.03.1944
  • (anno imprecisato)
    Sono state poste due steli commemorative, nel quartiere Ponterotto a San Benedetto, lungo via della Resistenza. Sulle due lapidi si legge: "Neutro Spinozzi (17-2-1913) Salvatore Spinozzi (7-3-1879), generosi figli d'Italia, con eroico spirito di sacrifi
    MADONNA DELLA PIETÀ, SAN BENEDETTO DEL TRONTO, 12.06.1944
  • (anno imprecisato) Fermo
    Lapide in ricordo di Enrico Bellesi nell’omonima via a Fermo.
    MONTEMONACO, 18.03.1944
  • (anno imprecisato) Montemonaco, piazza Risorgimento 5
    Due lapidi in ricordo dei morti di Montemonaco, in piazza Risorgimento 5: “Per il riscatto della patria la gloria dei partigiani fulminati dal piombo nazifascista immolarono la loro vita gridando libertà – 18 marzo 1944” (segue elenco di 15 nomi con pat
    MONTEMONACO, 18.03.1944
  • (anno imprecisato) Arquata del Tornto, Colle, luogo della fucilazione
    Sul luogo della fucilazione del carabiniere Giulio Lalli fu posta una lapide.
    COLLE, ARQUATA DEL TRONTO, 06.04.1944
  • (anno imprecisato) Acquasanta, cimitero partigiano
    Cimitero partigiano di Pozza e Umito: “Cittadino! Quando vedrai mia madre dille di non piangere, non sono solo: giacciono con me fratelli italiani, jugoslvai, inglesi, greco-ciprioti. Che nessuno ardisca gettare nel fango sul sangue sparso nella comune lo
    POZZA, PITO, UMITO, SAN MARTINO, ACQUASANTA TERME, 11.03.1944
  • (anno imprecisato) Acquasanta, Pozza
    A Pozza: “A ricordo dei patrioti Pedicelli Vittorio, Santini Loreto, Santini Filippo, Troli Nicola barbaramente trucidati per rappresaglia della ferocia nazifascista” (11 marzo 1944 – I partigiani posero).
    POZZA, PITO, UMITO, SAN MARTINO, ACQUASANTA TERME, 11.03.1944
  • (anno imprecisato) Acquasanta, Pozza
    A Pozza: “In memoria dei patrioti Cesari Serafino, Patulli Pietro, Castelli Mariano, fucilati dalla rappresaglia nazifascista” (11 marzo 1944 – I partigiani per ricordo).
    POZZA, PITO, UMITO, SAN MARTINO, ACQUASANTA TERME, 11.03.1944
  • (anno imprecisato) Acquasanta, Umito
    A Umito: “Qui cadde combattendo contro i barbari nazifascisti Gregorio Schiavi in difesa del suo paese e dei suoi” (11 marzo 1944 – I partigiani posero).
    POZZA, PITO, UMITO, SAN MARTINO, ACQUASANTA TERME, 11.03.1944
  • (anno imprecisato) Acquasanta, Umito
    A Umito: “Sparapani Anna, Donfrancesco Nicola, Sparapani Martina, uccisi dalla ferocia nazifascista l’11 marzo 1944” (I partigiani per memoria).
    POZZA, PITO, UMITO, SAN MARTINO, ACQUASANTA TERME, 11.03.1944
  • (anno imprecisato) Caldarola
    È stata posta una lapide sul luogo della fucilazione.
    CALDAROLA, 10.06.1944
  • (anno imprecisato) Macerata, Piediripa, scuola
    Nel 2002, nel corso delle celebrazioni per l’anniversario della Liberazione, fu posta presso la scuola di Piediripa una lapide dedicata a Pietro Palmieri e Fernando Palmieri.
    PIEDIRIPA, MACERATA, 18.06.1944
  • (anno imprecisato) Arcevia, via Sarocco
    In via Sarocco ad Arcevia è stata posta una lapide in ricordo di Morici Palmiro e Remo Latini, fucilati nel medesimo luogo.
    FUORI LE MURA, ARCEVIA, 17.05.1944
  • (anno imprecisato) Sacrario dello Sperone, Borgo di Sotto, Corinaldo
    Il nome della vittima è tra quello delle vittime civili decedute a Corinaldo e nel suo territorio durante il periodo del passaggio del fronte, presenti sulla lapide esposta nel Sacrario dello Sperone, nel centro storico di Corinaldo.
    BORGO DI SOTTO, CORINALDO, 31.07.1944
  • (anno imprecisato) Arcevia, via Sarocco
    In via Sarocco ad Arcevia è stata posta una lapide in ricordo di Morici Palmiro e Remo Latini, fucilati nel medesimo luogo.
    ARCEVIA, 28.05.1944
  • (anno imprecisato) Loreto, Piazza della Madonna
    In Piazza della Madonna a Loreto, sopra il portone di casa Brancondi, è stata posta una targa commemorativa.
    EX STATALE 16, CASTELFIDARDO, 29.06.1944
  • (anno imprecisato) Castelfidardo, località “Villa Poticcio
    Una stele ricorda il luogo dell'esecuzione nella campagna di Castelfidardo, in località “Villa Poticcio”, eretta dall’Anpi di Loreto nel primo anniversario: “Qui fu l’ara del nostro supremo sacrificio qui la tedesca barbarie volle la nostra tomba ignota
    EX STATALE 16, CASTELFIDARDO, 29.06.1944
  • (anno imprecisato) Convento San Giacomo Apostolo, Cingoli
    Sul muro di cinta del convento di San Giacomo Apostolo è presente una memoria lapidea nel punto in cui fu ucciso il partigiano slavo: al centro la croce e ai lati la prima lettera e l’ultima dell’alfabeto greco (l’alfa e l’omega), il principio e la fine d
    CONVENTO SAN GIACOMO APOSTOLO, CINGOLI, 06.05.1944
  • (anno imprecisato) Convento San Giacomo Apostolo, Cingoli
    Sul muro di cinta del convento di San Giacomo Apostolo è presente una memoria lapidea nel punto in cui fu ucciso il partigiano slavo: al centro la croce e ai lati la prima lettera e l’ultima dell’alfabeto greco (l’alfa e l’omega), il principio e la fine d
    CONVENTO SAN GIACOMO APOSTOLO, CINGOLI, 06.05.1944
  • (anno imprecisato) San Severino, luogo dell'uccisione
    Fino a pochi anni fa, in un terreno di proprietà di Emilia Pistoni, una piccola croce di ferro affissa ad una quercia indicava il punto preciso dove il giovane era stato ucciso, poi la quercia è stata abbattuta e anche quel segno è andato perduto.
    CASCINE DI ISOLA, SAN SEVERINO, 27.04.1944
  • (anno imprecisato) Via XX settembre, Jesi
    Sul muro delle Pupille, in via XX Settembre, a Jesi, è stata posta una targa a ricordo di Magnani e Panti: “Qui nei giorni 8 e 9 febbraio 1944 furono fucilati dai fascisti della Repubblica di Salò i partigiani Magnani Armando Panti Primo Combattenti per l
    VIA XX SETTEMBRE E VIA DELLE ORFANE, JESI, 08-09.02.1944
  • (anno imprecisato) Visso, Macerreto, Santuario
    In memoria del loro sacrificio è posta una lapide su una parete del santuario di Macereto, dove vengono ricordati anche i civili Fedele Fefè e Roberto Lupidi.
    MACERETO, VISSO, 18.03.1944
  • (anno imprecisato) piazza Enrico Mattei di Matelica.
    Il nome della vittima compare nella lapide dei caduti nella primavera 1944, posta sulla parete esterna del palazzo Ottoni, che si affaccia sulla piazza Enrico Mattei di Matelica.
    MATELICA, 26.03.1944
  • (anno imprecisato) Filottrano, Villa Spada-Lavigny
    Presso la villa dei conti Spada-Lavigny, venne onorata la memoria del conte Alessandro con una piccola targa marmorea incastonata nel muro sul luogo in cui fu ucciso. I fori dei proiettili sono conservati e protetti da un piano di cristallo.
    MONTEPOLESCO, FILOTTRANO, 01.07.1944
  • (anno imprecisato) Corinaldo, Sacrario dello Sperone
    I nomi delle vittime sono è tra quelli dei civili deceduti a Corinaldo e nel suo territorio durante il periodo del passaggio del fronte, presenti sulla lapide esposta nel Sacrario dello Sperone, nel centro storico di Corinaldo.
    VIA DI S. BARTOLO DI MONTERADO, CORINALDO, 27.07.1944
  • (anno imprecisato) Cerreto d'Esi
    In ricordo di Giuseppe Chillemi il Comune di Cerreto d’Esi, già nei primi anni del dopoguerra, gli intitolò una via, a pochi metri dal luogo dello scontro.
    MORELLO, SASSOFERRATO, 14.07.1944
  • (anno imprecisato) Cerreto d’Esi
    Nel 70° anniversario della morte di Giuseppe Chillemi , l’Anpi ha voluto dedicargli una targa commemorativa posta al centro di un murale. Così dice: “Qui cadde il 4-7-1944 sotto il piombo della mitraglia nazifascista il partigiano Giuseppe Chillemi a dife
    MORELLO, SASSOFERRATO, 14.07.1944
  • (anno imprecisato) Camerino
    I loro nomi sono presenti, insieme a quelli delle altre vittime del comune di Camerino, in una lapide realizzata per il primo decennale e posta in seguito sul monumento ai Caduti situato sulla strada provinciale 18 e inaugurato il 22/06/1974. Sulla lapide
    MORRO, CAMERINO, 22.06.1944
  • (anno imprecisato) Corinaldo, Sacrario dello Sperone
    Il nome è tra quello delle vittime civili decedute a Corinaldo e nel suo territorio durante il periodo del passaggio del fronte, presenti sulla lapide esposta nel Sacrario dello Sperone, nel centro storico di Corinaldo.
    NEVOLA, CORINALDO, 05.08.1944
  • (anno imprecisato) San Ginesio, piazzza A. Gentili
    In piazza Alberico Gentili, a San Ginesio, i nomi delle vittime sono presenti insieme ad altri caduti ginesini in una lapide.
    PASSO SANT ANGELO SAN GINESIO 05.05.1944
  • (anno imprecisato)
    Sul muro di quello che un tempo era lo spaccio Mancini, è posta una lapide che ricorda: “Qui il nazismo in fuga irosa spense col barbaro laccio le vite ardimentose dei patrioti Mogliani Mario, D’Arduin Antonio, Tardella Benedetto”.
    PIAN DI PIECA, MORICHELLA, SAN GINESIO, 17.06.1944
  • (anno imprecisato) San Ginesio, piazzza A. Gentili
    I nomi delle vittime sono presenti, insieme ad altri caduti ginesini, in una lapide posta in piazza Alberico Gentili, a San Ginesio.
    PIAN DI PIECA, MORICHELLA, SAN GINESIO, 17.06.1944
  • (anno imprecisato) San Ginesio, mura di cinta
    All’ingresso di San Ginesio, sulle mura di cinta, fra la Porta Picena e il Parco delle rimembranze, una lapide ricorda: “Primi fra i nostri patrioti, qui, combatterono e caddero confondendo il loro sangue in un unico estremo anelito verso la libertà, l’it
    SAN GINESIO, 11-12.01.1944
  • (anno imprecisato) San Ginesio, piazzza A. Gentili
    I nomi delle vittime sono presenti, insieme ad altri caduti ginesini, presso una lapide in piazza Alberico Gentili, a San Ginesio.
    SAN GINESIO, 11-12.01.1944
  • (anno imprecisato) San Ginesio, piazzza A. Gentili
    Il nome di Gerardo Forti, insieme ad altri caduti ginesini, è presente nella lapide posta in piazza Alberico Gentili, a San Ginesio.
    SAN LIBERATO, VALLATO, SAN GINESIO, 22.03.1944
  • (anno imprecisato) Osimo, municipio
    Il suo nome compare, insieme ad altri, nella lapide commemorativa posta presso il Loggiato del Municipio di Osimo, il 24 giugno 1944. In alto sono scolpite queste parole: “Perché la memoria di chi riscatta la libertà a prezzo di sangue rinverdisca perenne
    SAN PATERNIANO, OSIMO, 06.07.1944
  • (anno imprecisato) Corinaldo, Sacrario dello Sperone
    Il suo nome è tra quello delle vittime civili decedute a Corinaldo e nel suo territorio durante il periodo del passaggio del fronte, presenti sulla lapide esposta nel Sacrario dello Sperone, nel centro storico di Corinaldo.
    SANT’APOLLONIA, CORINALDO, 08.08.1944
  • (anno imprecisato)
    A Livio Cicalè è stata dedicata una lapide e, recentemente, una targa nella caserma della Finanza di Macerata, in occasione della celebrazione del 70° anniversario della morte.
    CAMPO DI CONCENTRAMENTO, SFORZACOSTA, MACERATA, 17.04.1944
  • (anno imprecisato) Sirolo, Piazza Veneto
    In piazza Veneto, a Sirolo, è posta la lapide a ricordo di Andrea Grilli: “Qui a morte colpito da vili sicari fascisti il patriota Andrea Grilli il 27-4-1944 offrì la giovane vita per la libertà della Patria”.
    SIROLO, 27.04.1944
  • (anno imprecisato) Ancona, Piazza Ugo Bassi
    Il nome di Armando Sargentoni è ricordato nella città di Ancona in una lapide in Piazza Ugo Bassi
    UVAIOLO, SAN SEVERINO, 26.04.1944
  • (anno imprecisato) San Severino, bivio per Chigiano
    Nel monumento eretto al bivio di Chigiano, in una lastra di marmo sono incisi i nomi dei caduti in territorio sanseverinate durante la tragica giornata del 26 aprile 1944.
    VALDIOLA, SAN SEVERINO, 26.04.1944
  • (anno imprecisato) San Severino, Valdiola, luogo della strage
    A ricordo delle vittime, su un muro del fienile ricostruito, che sorge accanto alla casa colonica, in faccia alla strada bianca che porta a Valdiola, fu posta una lapide che recita: “26 aprile 1944. Passeggero ricordati e ricorda ai tuoi figli che noi qui
    VALDIOLA, SAN SEVERINO, 26.04.1944
  • (anno imprecisato) Fabriano, Albacina, Borgo Tufico
    Una lapide, collocata nei pressi del passaggio a livello di Borgo Tufico (nucleo di case prima del paese di Albacina) ricorda la fucilazione dei tre agricoltori.
    ALBACINA FABRIANO 05.07.1944
  • (anno imprecisato) Lentino, Esanatoglia, Piazza Cavour
    Una lapide è stata posta in piazza Cavour, collocata sul muro di fronte alla chiesa di Santa Maria vicino alla quale sembrano visibili due fori simili a quelli dei proiettili che uccisero Amos Ubaldini e Vito Pistola.
    LENTINO ESANTOGLIA 01.04.1944
  • (anno imprecisato) Staffolo
    due lapidi in marmo, con nomi e sintesi dell’eccidio
    STAFFOLO, 29.06.1944
  • (anno imprecisato) Montalevello di Apiro
    Posta sul ciglio della strada provinciale.
    MONTALVELLO, APIRO, 29.06.1944
  • (anno imprecisato) Caldarola, Vestignano, forno Agamennoni
    Lapidi al forno Agamennoni in ricordo di Mario Ramundo, Guidobaldo Orizi e Lauro Cappellacci.
    VESTIGNANO CALDAROLA 22.03.1944
  • (anno imprecisato) Muccia, luogo della fucilazione
    Lapide e foto in ricordo di Achille Barilatti sulle mura di cinta del cimitero dove avvenne la sua fucilazione.
    MUCCIA 23.03.1944
  • (anno imprecisato) Tolentino
    Lapidi medaglia d’argento al valor civile e militare
    MONTALTO CESSAPALOMBO 22.03.1944
  • (anno imprecisato) Tolentino
    Lapidi medaglia d’argento al valor civile e militare
    MUCCIA 23.03.1944
  • (anno imprecisato) Tolentino
    Lapidi medaglia d’argento al valor civile e militare
    VESTIGNANO CALDAROLA 22.03.1944
  • (anno imprecisato) Tolentino
    Lapidi medaglia d’argento al valor civile e militare
    CAMERINO 23.03.1944
  • (anno imprecisato) Tolentino, piazza della Libertà

    CAMERINO 23.03.1944
  • (anno imprecisato) Tolentino, piazza della Libertà

    MONTALTO CESSAPALOMBO 22.03.1944
  • (anno imprecisato) Tolentino, piazza della Libertà

    MUCCIA 23.03.1944
  • (anno imprecisato) Tolentino, piazza della Libertà

    VESTIGNANO CALDAROLA 22.03.1944
  • (anno imprecisato) Ostra, luogo della fucilazione
    All’indomani della Liberazione, sulle mura dove avvenne la loro fucilazione, fu apposta una lapide in ricordo, dove ogni anno nell’anniversario si tiene una manifestazione promossa dall’Anpi provinciale.
    OSTRA, 06.02.1944
  • (anno imprecisato) ostra, cimitero
    Sulla lapide della tomba di Pietro Brutti è scritto: «Comandante di distaccamento partigiano animatore della locale lotta clandestina, si rivelava abile e audace attenne al dovere e alla rettitudine un compagno traditore rese possibile ai nemici la cattur
    OSTRA, 06.02.1944
  • (anno imprecisato) Sarnano, Piazza della Libertà

    PIOBBICO, MORELLI, PIANO, SARNANO, 29.03.1944
  • (anno imprecisato) Bergamo, via Porta Dipinta
    A Bergamo, in via Porta dipinta, è stata posta una lapide in ricordo dei giovani operai caduti a Tavullia, in occasione del secondo anniversario della morte.
    TAVULLIA 28.06.1944
  • (anno imprecisato) Corridonia, Santuario Santa Croce
    Il nome di Ricci Guido è presente, insieme ad altri, nelle Lastre commemorative nel Santuario in S. Croce di Corridonia (MC).
    VOLTEIA, CORRIDONIA, 22.06.1944
  • (anno imprecisato) Corridonia, Santuario Santa Croce
    Il nome della vittima è presente, insieme ad altri, nelle Lastre commemorative nel Santuario in S. Croce di Corridonia (MC).
    MACERATA, 24.06.1944
  • (anno imprecisato) Piobbico, cimitero
    Presso il cimitero di Piobbico è stata posta, su iniziativa dei familiari, una lapide, la cui epigrafe dice: “Aluigi Francesco N. 2.6.1874 fu ucciso da piombo fascista il 24 giugno 1944 la figlia Elia Venturi a ricordo pose”.
    PIOBBICO, 24.06.1944
  • (anno imprecisato) Cassinelle, Bandita, Chiesa San Giovanni
    Lapide sulla chiesa della Confraternita di San Giovanni a Bandita di Cassinelle
    BANDITA, CASSINELLE, 07.10.1944
  • (anno imprecisato) Alessandria, Casalbagliano
    Lapide in ricordo di Bruno Pasino, alla periferia dell'abitato di Casalbagliano
    CASALBAGLIANO ALESSANDRIA 30-31.01.1945
  • (anno imprecisato) Alessandria, Cittadella

    CITTADELLA, ALESSANDRIA, 20.02.1945
  • (anno imprecisato) Molare, Olbicella, piazza della chiesa

    OLBICELLA MOLARE 10.10.1944
  • (anno imprecisato) Ovada, via XX settembre

    OVADA 12.06.1944
  • (anno imprecisato) Lerma, Ponte sul Piota
    Lapide poco distante dal ponte sul Piota a Lerma
    PONTE SUL TORRENTE PIOTA LERMA 28.03.1944
  • (anno imprecisato) Ponzone
    Lapide in memoria di Lodovico Ravera
    PONZONE 19.09.1944
  • (anno imprecisato) Casale Monferrato
    Lapide in ricordo di don Camurati sulla facciata del palazzo vescovile di Casale Monferrato
    VILLADEATI 09.10.1944
  • (anno imprecisato) Valenza, Palazzo Pellizzari
    Palazzo Pellizzari (sede del Municipio), lapide artistica opera dello scultore Manzù, con versi di Salvatore Quasimodo, in onore dei partigiani della Banda Lenti.
    VALENZA 12.09.1944
  • (anno imprecisato) Udine, via Verdi
    A Udine in via Verdi vi è una epigrafe a ricordo: «Qui caddero per la libertà/ martiri dell’ideale/ vittime della furia nazista/ il 10. XII. 1944»
    UDINE, 10.12.1944
  • (anno imprecisato) Mombaruzzo, municipio
    Lapide dedicata a Michele Leonotti sulla facciata del Municipio di Mombaruzzo
    NIZZA MONFERRATO, 07.01.1944
  • (anno imprecisato) Rocchetta Palafea, Regione Panio, luogo della fucilazione
    Lapide in memoria di Giovanni Berruti nel luogo in cui è stato ucciso
    REGIONE PANIO, ROCCHETTA PALAFEA, 09.08.1944
  • (anno imprecisato) Baldichieri, luogo dell'esecuzione
    Lapide in memoria di Faustino Novara sul luogo in cui è stato impiccato
    BALDICHIERI, 01.10.1944
  • (anno imprecisato) Portacomaro, municipio
    Lapide in ricordo di Giuseppe Roggero sulla facciata del Municipio di Portacomaro
    PIAZZA CAVOUR, PORTACOMARO, 26.10.1944
  • (anno imprecisato) Maranzana, municipio
    Monumento ai caduti piazza del Municipio
    MARANZANA, 31.10.1944
  • (anno imprecisato) Ferrere, strada per San Damiano, cappelletta
    Lapide in ricordo di Ernesto Armosino in una cappelletta lungo la strada che collega San Damiano e Ferrere
    BRICCO GALLO, VALPEROSA, CASABIANCA, TIGLIOLE, 11.11.1944
  • (anno imprecisato) Scurzolengo, municipio
    Lapidi sulla facciata del municipio di Scurzolengo con l’elenco dei caduti e dei proprietari delle case bruciate
    CALLIANO 30.08.1944
  • (anno imprecisato) Asti, corso Alba
    Lapide per Doglio in corso Alba, nei pressi del ponte sul Borbore
    VARIGLIE E CORSO ALBA, ASTI, 23.11.1944
  • (anno imprecisato) Caldarola, piazza Vittorio Emanuele
    A Caldarola, in piazza Vittorio Emanuele II è stata posta una lapide che ricorda l’uccisione di Mazzetti: “In questa colonna il 19 febbraio 1944 fu ucciso Agostino Mazzetti reo di aver amato la libertà”.
    PIAZZA CENTRALE, CALDAROLA, 19.02.1944
  • (anno imprecisato) Fano
    A Fano è stata posta una lapide sul luogo dove caddero i due ragazzi.
    FANO, 23.09.1943
  • (anno imprecisato) San Severino, luogo dell'esecuzione
    Nello spazio dove avvenne l’esecuzione fu poi costruita nel 1950 un’abitazione da Pacifico Santanatoglia (ora casa Vissani). All’esterno vi fu apposta, a cura dell’A.N.P.I. di Sanseverino, un’epigrafe con i nomi delle vittime, pur non inserendovi quello d
    PIAZZALE DELLA STAZIONE, SAN SEVERINO, 13.06.1944
  • (anno imprecisato) Staffolo, Porta Venezia
    Il nome della vittima figura nella lapide posta a Porta Venezia, a Staffolo, insieme ai nomi dei sette detenuti del campo di Sforzacosta che il 29 giugno vennero uccisi nel contesto del cosiddetto eccidio della Val Musone. Sulla lapide è scritto: “Su ques
    STAFFOLO, 04.05.1944
  • (anno imprecisato) Macerata Feltria, Certaldo, luogo dell'esecizione
    A Certaldo è stata posta una lapide, su iniziativa dei familiari della vittima e della cittadinanza, la cui epigrafe dice: “Qui barbaramente trucidata dai fascisti il 28.6.1944 cadde la giovane esistenza di Angela Lazzareni [sic] viva la sua memoria nella
    CERTALTO, MACERATA FELTRIA, 28.06.1944
  • (anno imprecisato) Monte San Martino, Contrada San Venanzo, luogo dell'uccisione

    CONTRADA SAN VENANZO, MONTE SAN MARTINO, 30.04.1944
  • (anno imprecisato) Matelica, Piazza E. Mattei
    Il nome della vittima compare nella lapide dei caduti nella primavera del 1944, posta sulla parete esterna del palazzo Ottoni, che si affaccia sulla piazza Enrico Mattei di Matelica.
    PIAZZA E. MATTEI, MATELICA, 17.04.1944
  • (anno imprecisato) Urbania
    Sul luogo della fucilazione, all’esterno della chiesa della Torre, è stata posta una lapide la cui epigrafe dice: “Qui all’all’alba del 6 luglio 1944 violentemente strappati alle loro case in fiamme venivano immolati vittime innocenti di rappresaglia tede
    URBANIA, 06.07.1944
  • (anno imprecisato) Cantiano, cimitero
    In ricordo di Tommaso Cordelli sono state poste due lapidi, una presso il cimitero, la cui epigrafe dice: “Tommaso Cordelli, combattente per la libertà e per quella fede cui è bello anche morire umile eroe di una guerra ai più sconosciuta immolò la sua g
    VILANO, CANTIANO, 25.03.1944
  • (anno imprecisato) Cantiano, Chiaserma
    In ricordo di Tommaso Cordelli sono state poste due lapidi, una nella frazione di Chiaserna: “Al patriota Tommaso Cordelli eroe della libertà italiana”.
    VILANO, CANTIANO, 25.03.1944
  • (anno imprecisato) Fossombrone
    Il nome di Rinaldo Rinaldi è presente, insieme a quello di altri, nella Lastra ai martiri della resistenza di Fossombrone.
    LA CROCE FOSSOMBRONE 05.07.1944
  • (anno imprecisato) Fossombrone
    Il nome di Blasco Cucchi è presente, insieme ad altri, nella Lastra ai martiri della resistenza di Fossombrone.
    CONVENTO DI MONTEBELLO, ISOLA DEL PIANO, 21.06.1944
  • (anno imprecisato) Fossombrato
    Il nome della vittima, insieme a quello di altri, è presente nella Lastra ai martiri della resistenza di Fossombrone.
    ISOLA DEL PIANO 01.07.1944
  • (anno imprecisato) Monte Grimano, sala del Consiglio Comunale
    Nella sala del Consiglio comunale di Montegrimano, dove i due partigiani furono torturati atrocemente è stata posta una lapida la cui iscrizione dice: “Non questo marmo/ il segno della morte/ fu invece frusta e pietra/ orrida feroce ripetuta/ che aprì il
    FONTI MONTE GRIMANO TERME 01.09.1944
  • (anno imprecisato) Pennabili, cimitero
    Al cimitero è stata posta una lapide in ricordo di Virginia Longhi, la cui epigrafe dice: “Gina Longhi N. 9.6.1918 – M. 4.8.1944 fucilata dai nazifascisti vittima di una assurda faida in nome di niente può chiamarsi soltanto assassinio”.
    VILLA CHIAPPINI, PENNABILLI, 04.08.1944
  • (anno imprecisato) Fossombrone
    I nomi delle vittime sono ricordati anche nella Lastra ai martiri della resistenza di Fossombrone.
    PIAZZA D ARMI PESARO 11.05.1944
  • (anno imprecisato) Cantiano, cimitero
    La lapide presso il cimitero presenta la seguente epigrafe: «Augusto Fiorucci vittima del criminale odio di pochi venduti ad una idea decrepita e già vinta cadde martire ed eroe dopo indicibili tormenti perenne onta ai vili carnefici d’esempio a chi con l
    CANTIANO, 01.05.1944
  • (anno imprecisato) Cantiano, chiesa di San Nicolò
    Una lapide sulla facciata della chiesa priorale di San Nicolò, che guarda in piazza Luceoli, dice: «La popolazione sosti commossa e riverente, chi ne fu la causa chini la testa, avanti a questa lapide, che attesta il martirio e l’eroico gesto, del martire
    CANTIANO, 01.05.1944
  • (anno imprecisato) Sassocorvaro, frazione San Donato
    Nella frazione di San Donato di Sassocorvaro i familiari del caduto posero una lapide, la cui epigrafe dice: “Qui moriva ucciso dai tedeschi Gino Giannotti il 2.9.1944 nella giovane età di 19 anni. I genitori”.
    SASSOCORVARO, 02.09.1944
  • (anno imprecisato) Sassocorvaro, piazza Ottaviani
    A Mercatale, sulla facciata del palazzo Tommasoli-Fabbrini in piazza Ottaviani, è stata posta una lapide per iniziativa dei familiari, la cui epigrafe dice: “Al patriota Marchi Angelo fucilato dai fascisti il 28.6.1944”.
    MERCATALE, SASSOCORVARO, 28.06.1944
  • (anno imprecisato) Urbino, Ca' Mezzasette
    A Ca’ Mazzasette, il Comitato unitario antifascista della provincia di Pesaro e Urbino, l’Amministrazione provinciale e il Comune di Urbino posero una lapide in onore di Erivo Ferri e della popolazione di Ca’ Mazzasette. L’epigrafe dice: “A perenne ricord
    CA’ MAZZASETTE, URBINO, 01.11.1943
  • (anno imprecisato) Tavullia, cimitero
    Il suo nome, insieme ad altri, è presente nell’epigrafe del cippo eretto nel cimitero di Tavullia nel 1954 dall’Amministrazione comunale.
    FRAZIONE PIEVE DI CAGNA, URBINO, 03.07.1944
  • (anno imprecisato) Urbino, cimitero
    Presso il cimitero di Urbino è stata posta una lapide, la cui epigrafe dice: “Giuseppe Zeppi N. 22.10.1896 Enzo Zeppi N. 2.11.1922 colpiti da piombo nemico innocenti salirono a Dio il 17 giugno 1944”.
    PERLO DI SOTTO, URBINO, 17.06.1944
  • (anno imprecisato) Borgo Mercatale
    A Borgo Mercatale è presente una lapide la cui epigrafe dice: “Giuseppe Zeppi Enzo Zeppi 22.10.1896 2.11.1922 Gino Savini 26/05/1900 qui strappati a forza dal focolare domestico uccisi barbaramente da mani straniere caddero senza colpa pregando il 17 giug
    PERLO DI SOTTO, URBINO, 17.06.1944
  • (anno imprecisato) Orta
    Lapide sulla strada tra Gozzano e Orta
    CORCONIO ORTA SAN GIULIO 22.03.1945
  • (anno imprecisato) Suna, Località Tre Ponti
    A Suna in via 42 martiri, in località Tre ponti, un monumento ricorda i tre fucilati del 25 marzo del 1945
    CA BIANCA DI SUNA MERGOZZO 25.03.1945
  • (anno imprecisato) Vercelli

    CASCINA STRA, STROPPIANA. 21.04.1945
  • (anno imprecisato) Stroppiana, Municipio, piazza della Libertà 10

    CASCINA STRA, STROPPIANA. 21.04.1945
  • (anno imprecisato) Occhieppio Inferiore, cimitero
    Lapide a muro, cimitero “Occhieppo Inferiore ai Suoi caduti”
    OCCHIEPPO INFERIORE 15.04.1945
  • (anno imprecisato) Pralungo, municipio
    lapide posta su una parete della casa municipale di Pralungo con scritta “Qui la sicaria mano fascista troncava dopo inaudite sevizie la giovane vita di Dellaidotti Guerrino, nato il 14.10.1915 e trucidato il 29.6.1944
    MUNICIPIO DI PRALUNGO 29-30.06.1944
  • (anno imprecisato) Vigliano Biellese. municipio
    Lapide presso municipio I PARTIGIANI GLI INTERNATI I REDUCI E POPOLAZIONE TUTTA DI VIGLIANO BIELLESE A RICORDO DEI LORO MARTIRI CHE CADDERO VITTIME DELLA BARBARIE NAZIFASCISTA OFFRENDO LA LORO FIORENTE GIOVINEZZA PER LA LIBERTA' DI UNA NUOVA ITALIA, s
    VIA MILANO, VIGLIANO BIELLESE 18.04.1945
  • (anno imprecisato) Vercelli, municipio
    Lapide presso portico municipio di Vercelli, con elenco caduti vercellesi
    VIA MILANO, VIGLIANO BIELLESE 18.04.1945
  • (anno imprecisato) Serravalle Scrivia, frazione Vintebbio
    Presenza di lapide presso la casa in cui si svolsero i fatti in frazione Vintebbio
    FRAZIONE VINTEBBIO, SERRAVALLE SESIA, 02.07.1944
  • (anno imprecisato) Roppolo, municipio
    Lapide presso municipio di Roppolo “In memoria delle vittime del nazifascismo”, contiene nome di Giovanni Raimondo morto il 28.05.1944
    ROPPOLO 28.05.1944
  • (anno imprecisato) Cavaglià, luogo dell'uccisione
    Lapide posta sul muro della casa dove fu ucciso con scritta “Qui cadde sotto il piombo nazifascista Macchieraldo Piero 2.12.1944”
    BRIANCO, SALUSSOLA, 12.12.1943
  • (anno imprecisato) Cavaglià, via Rondolino
    Monumento ubicato in via Rondolino con la scritta: “Cogo Luciano, Negro Silvio, Prelle Mario,Toso Giovanni, Perona Oreste, Nerva Giovanni, Barbero Negro Luigi, Macchieraldo Ernesto, Monteferrario Renzo, Ramella Valet Giovanni Vittime della furia nazifas
    LOCANDA FIRMINO, CAVAGLIÀ, 29-30.04.1945
  • (anno imprecisato) Cavaglià, via Rondolino
    Monumento ubicato in via Rondolino con la scritta: “Cogo Luciano, Negro Silvio, Prelle Mario,Toso Giovanni, Perona Oreste, Nerva Giovanni, Barbero Negro Luigi, Macchieraldo Ernesto, Monteferrario Renzo, Ramella Valet Giovanni Vittime della furia nazifas
    LOCANDA FIRMINO, CAVAGLIÀ, 29-30.04.1945
  • (anno imprecisato) Roppolo, municipio
    Lapide municipio di Roppolo: IN MEMORIA DELLE VITTIME DEL NAZIFASCISMO RAIMONDO GIOVANNI * 28.5.1944 BARELLO ONORINO * 19.11.1944 OLMO MICHELE * 3.4.1944 ZUBLENA FERDINANDO * 1.5.1945
    LAGO DI BERTIGNANO, VIVERONE, 01.05.1945
  • (anno imprecisato) Zimone, ex municipio
    Lapide in ex municipio di Zimone A ESECRAZIONE DELLA IMPERANTE MALVAGITA' NAZIFASCISTA ZIMONE A PERENNE RICORDO GHISALBERTI PIETRO D' ANNI 20 + 15.12.1944; ZUPPA GUIDO D' ANNI 19 + 2.1.1945; ZANOTTI DELFO D' ANNI 23 + 16.1.1945; PISTONO MARIO D' AN
    SAN GRATO, ZIMONE, 09.02.1945
  • (anno imprecisato) Cossato
    Lapide in piazza Angiono (piazza del municipio a Cossato)
    PIAZZA ROMA, COSSATO, 22.12.1943
  • (anno imprecisato) Balmuccia, Ponte sul Sermenza
    lapide presso ponte sul torrente Sermenza a Balmuccia
    PONTE SUL SERMENZA, BALMUCCIA, 10.07.1944
  • (anno imprecisato) Biella, cimitero
    Lapide presso cimitero di Biella dedicata ad Andorlini, Canazza e Magno, ma anche a Vincenzo Variara "Turin", fucilato il 14-2-1944 e Lelio Guala "Ennio" anni 16 fucilato il 31-1-1945, con scritta PARTIGIANI UCCISI DAL PIOMBO NEMICO CADUTI PER L' ITA
    CIMITERO DI BIELLA, BIELLA, 13.03.1945
  • (anno imprecisato) Biella, via Matteotti
    lapide in via Matteotti a Biella, “A ricordo delle vittime del nazifascismo” Marin Arnaldo d'anni 74 + 23-12-1943/ Tempia Bonda Cesira d'anni 54 + 24-4-1945/ Vottero Fin Pierina in Marchetti d'anni 59 + 24-4-1945/ Ottinetti Luigi d'anni 39 + 24-4- 19
    BIELLA, 24.04.1945
  • (anno imprecisato) Cigliano, piazza Airotti
    Lapide in Cigliano, presso la torre campanaria di piazza Ariotti
    PIAZZA AIROTTI, CIGLIANO, 25.12.1944
  • (anno imprecisato) Curino, Santa Maria
    Lapide, incompleta, presso la frazione Santa Maria di Curino
    SANTA MARIA, CURINO,08.05.1944
  • (anno imprecisato) Curino, località San Maurizio
    Lapide presso il municipio, in località San Maurizio
    SANTA MARIA, CURINO,08.05.1944
  • (anno imprecisato) Livorno Ferraris, municipio
    Lapide posta sulla facciata del municipio, luogo della fucilazione
    MUNICIPIO DI LIVORNO, LIVORNO FERRARIS, 30.03.1945
  • (anno imprecisato) Mongrando, municipio
    Lapide presso municipio dedicata ai caduti di/a Mongrando
    STAZIONE FERROVIARIA, MONGRANDO, 06.05.1944
  • (anno imprecisato) Mosso, cimitero di Santa Liberata
    Lapide Mosso santa Maria, esterno cimitero, con nomi delle vittime e scritta “Mosso S.Maria ai Martiri per la Lotta di Liberazione Nazionale Cavasso (sic, recte Gavasso) Antonio di anni 18 Camerlo Palmino " 18 Lanza Corrado " 18 Crestani Frances
    CIMITERO DI SANTA LIBERATA, MOSSO, 20-21.02.1944
  • (anno imprecisato) Postua, Alpe Morcei
    lapide presso alpe Morcei di PostuaTRUCIDATI DAI NAZI FASCISTI VIGNA ELISIO ! VIGNA IDELMO NATO 27-7-1891 ! NATO 25-6-1920 MORTI 12-5-1944
    ALPE MORCEI, POSTUA, 12.05.1944
  • (anno imprecisato) Rimasco, cimitero

    FRAZIONE SANTA CROCE, RIMASCO, 20-26.04. 1944
  • (anno imprecisato) Alpe Barbero
    Lapide presso Alpe Barbero C. LADELL AIF H. BLAIN AIF E. WOOLF AIF T. NICHOLS AIF S. HARVEY AIF I. ENGLISH UCCISI DAL PIOMBO NAZIFASCISTA VIVONO IN ETERNO FRA NOI TRIVERO 5-5-1944
    PONTE DELLA BABBIERA, TRIVERO, 05.05.1944
  • (anno imprecisato) Mosso, scuola media
    Targa Comune di Mosso, Scuola media Mosso A Frank Bowes (NZ), Harry Miller (AUS) Caduti a Mosso il 21/2/1944 e a tutti i soldati dell'ANZAC (Australian and New Zealand Army Corps) caduti per la libertà nel Biellese - 1943/45 (seguono nominativi) C
    PONTE DELLA BABBIERA, TRIVERO, 05.05.1944
  • (anno imprecisato) Tollegno, municipio

    CIMITERO DI TOLLEGNO, TOLLEGNO 24.03.1944
  • (anno imprecisato) Tollegno, cimitero

    CIMITERO DI TOLLEGNO, TOLLEGNO 24.03.1944
  • (anno imprecisato) Ciarei, Tollegno
    Lapide a Tollegno Charei, A ricordo dei Martiri che qui caddero vittima della tirannide nazista Ianno Giacomo d'anni 42 Martinazzo Angelo d'anni 38 Strippoli Alfonso d'anni 15 Pastore Pietro d'anni 14 Passati per le armi il 22 dicembre 194
    CIAREI, TOLLEGNO 22.12.1943
  • (anno imprecisato) Portula, municipio

    FRAZIONE GILA, PORTULA, 25.01.1944
  • (anno imprecisato) Crevacuore, cimitero
    lapide “Vallemosso ai suoi caduti per la libertà 1943-1945”, presso cimitero comunale Crevacuore, cimitero ALLA MEMORIA DEL GARIBALDINO CURNIS GIANNI CATERINA ARDITO, GENEROSO EROICAMENTE CADDE VINTO DEL NUMERO E DALL'ARME BRUTALE NAZI-FASCISTI I
    FRAZIONE CROVELLA E PIAZZA DEL MUNICIPIO, VALLEMOSSO, 02.05.1944
  • (anno imprecisato) Valle Mosso, cimitero
    lapide “Vallemosso ai suoi caduti per la libertà 1943-1945”, presso cimitero comunale
    PIAZZA DELLA CHIESA, VALLEMOSSO, 23.12.1943
  • (anno imprecisato) Varallo, cimitero
    lapide presso il muro perimetrale del cimitero di Varallo
    CIMITERO DI VARALLO, VARALLO 03.04.1944
  • (anno imprecisato) Varallo, cimitero
    Lapide presso il muro del cimitero di Varallo
    CIMITERO DI VARALLO, VARALLO, 06.05.1944
  • (anno imprecisato) Varallo, cimitero
    Lapide sul muro perimetrale del cimitero di Varallo
    CIMITERO DI VARALLO, VARALLO, 08.08.1944
  • (anno imprecisato) Varallo, cimitero
    Lapide presso il muro del cimitero di Varallo
    CIMITERO DI VARALLO, VARALLO, 15.04.1944
  • (anno imprecisato) Zubiena, cimitero
    Targa vicino alla chiesa parrocchiale CON LA PACE DI DIO PER LA PATRIA BISATTINI EUGENIO LUSANO ALDO MARTIN ENRICO LUIGI RAPETTI EZIO SILVIO SALENGO SILVIO CADDERO GLORIOSAMENTE
    CIMITERO DI ZUBIENA, ZUBIENA, 08.05.1944
  • (anno imprecisato) Zubiena
    Lapide “Zubiena ai suoi caduti” con elenco nominativo caduti di/a Zubiena Lapide sul campanile con scritta QUESTA TORRE VETUSTA TESTIMONE E VITTIMA DEI TEMPI TRISTISSIMI RESTAURATA NELLA MEMORIA DELLE FIORENTI GIOVINEZZE CHE IMMOLATE L' 8 MAGGIO 1
    CIMITERO DI ZUBIENA, ZUBIENA, 08.05.1944
  • (anno imprecisato) Vercelli, poligono di tiro
    Lapide sul muro esterno della palazzina di pertinenza del Tiro a segno di Vercelli
    POLIGONO DI TIRO VERCELLI 27.02.1945
  • (anno imprecisato) Biella, Piazza Quintino Sella
    Lapide in piazza Quintino Sella a Biella: http://www.frammentidistoriabiellese.it/resistenza-e-guerra-civile-1943-1945/la-fucilazione-di-piazza-q-sella-4-giugno-1944/la-ventiduesima-vittima/
    BIELLA, 12.05.1944
  • (anno imprecisato) Mottalciata, cimitero
    • Muro del cimitero di San Vincenzo: 20 targhe con fotografia e note anagrafiche;
    CIMITERO DI SAN VINCENZO, MOTTALCIATA, 17.05.1944
  • (anno imprecisato) Mottalciata, cascina Caprera
    • lapide presso cascina Caprera dedicata a Morecchio, Sereno e Vettorello
    CIMITERO DI SAN VINCENZO, MOTTALCIATA, 17.05.1944
  • (anno imprecisato) Scopello, ponte sul Sesia

    PIANELLA, SCOPELLO 30.12.1944
  • (anno imprecisato)
    Lapide “Ai carabinieri caduti nel Corpo Volontari per la Libertà”
    CASCINA BALCA, SALA BIELLESE, 11.10.1944
  • (anno imprecisato) Occhieppo Inferiore, via Costa
    Lapide a Occhieppo Inferiore, via Costa “ Ugo Schiapparelli Zio nella lotta per la Libertà destino volle unirlo al padre Pietro Schiapparelli per la vita del quale cadeva combattendo 9-12-1944”
    OCCHIEPPO INFERIORE, 09-10.12.1944
  • (anno imprecisato) Occhieppio Inferiore, cimitero
    Lapide a muro, cimitero “Occhieppo Inferiore ai Suoi caduti”
    OCCHIEPPO INFERIORE, 09-10.12.1944
  • (anno imprecisato) Boves, strfa provinciale di Castellar
    Lapide presso la strada provinciale di Castellar (frazione di Boves);
    BOVES, 19.09.1943
  • (anno imprecisato) Boves, corso Trieste
    due lapidi in corso Trieste n°4 in ricordo di don Bernardi e Vassallo;
    BOVES, 19.09.1943
  • (anno imprecisato) Boves, frazione Rivoira
    una lapide in frazione Rivoira dedicato alle vittime civili 1943-1945 con l’elenco (ente pubblico).
    BOVES, 31.12.1943
  • (anno imprecisato)
    due lapidi con le motivazioni delle medaglie d’oro alla città, sia quella al valor civile che quella al valor militare;
    BOVES, 31.12.1943
  • (anno imprecisato)
    una lapide in ricordo di Ignazio Vian il capo dei “ribelli”;
    BOVES, 31.12.1943
  • (anno imprecisato)
    una lapide del comune e dell’ANPI genericamente in ricordo di tutte le vittime della guerra partigiana in Boves
    BOVES, 31.12.1943
  • (anno imprecisato) Dronero, municipio
    lapide (in forma di medaglione) in ricordo di Pietro Allemandi “sindaco e benefattore”, deportato, all’interno del municipio, promotore ente pubblico.
    DRONERO, 02.01.1944
  • (anno imprecisato) Dronero, via IV novembre
    lapide in ricordo di Arnaudo Costantino, Arnaudo Antonio,Arnaudo Paolo,Lombado Giuseppe, fucilati, posta in via IV Novembre (ala vecchio teatro) promotore “la giunta popolare
    DRONERO, 02.01.1944
  • (anno imprecisato) Dronero, via XXV aprile
    lapide in ricordo del fucilato Isaia Stefano in via XXV Aprile n°27, promotore ente pubblico;
    DRONERO, 02.01.1944
  • (anno imprecisato) Dronero, municipio
    apide in ricordo di Allemandi Pietro, Lantermino Giovanni, Coalova Cristoforo, Lugliengo Giuseppe, Marchiò Magno, deportati, sulla facciata del municipio, promotore “la giunta popolare”
    DRONERO, 02.01.1944
  • (anno imprecisato) Dronero, municipio
    lapide sulla facciata del Municipio, promotore ente pubblico
    DRONERO, 02.01.1944
  • (anno imprecisato) Dronero, piazza Allemandi
    Lapide in piazza Allemandi di Dronero, promotore ente pubblico;
    DRONERO, 02.01.1944
  • (anno imprecisato) Valdieri, cimitero
    lapide presso il cimitero di Valdieri in ricordo di Goldemberg Abram, promotore privato;
    VALDIERI, DICEMBRE 1943
  • (anno imprecisato) Valdieri, municipio
    lapide sul municipio di Valdieri, promossa da ente privato
    VALDIERI, DICEMBRE 1943
  • (anno imprecisato) Valdieri, frazione Cialombard
    lapide in frazione Cialombard di Valdieri in ricordo di Aime Angelo e Giordana Giuseppe posta da privati
    VALDIERI, DICEMBRE 1943
  • (anno imprecisato) Valdieri, via Garibaldi
    lapide in via Garibaldi a Valdieri in ricordo di Rabbia Antonio e Enrico, posta da privati
    VALDIERI, DICEMBRE 1943
  • (anno imprecisato) Borgo San DAlmazzo, corso Barale
    lapide in corso Barale n°16 a Borgo S.D. in ricordo di Forneris Pietro, Barale Luigi, Barale Massimino, promossa da associazione partigiana
    BORGO SAN DALMAZZO, DICEMBRE 1943
  • (anno imprecisato) Borgo San Dalmazzo, cimitero
    lapide nel cimitero urbano di Borgo S.D. in ricordo di Forneris Pietro e altri, posta da ente pubblico;
    BORGO SAN DALMAZZO, DICEMBRE 1943
  • (anno imprecisato) Costigliole Saluzzo, municipio
    lapide nel municipio di Costigliole promossa da ente pubblico;
    FRAZIONE CERETTO, COSTIGLIOLE SALUZZO-BUSCA, 05.01.1944
  • (anno imprecisato) Costigliole Saluzzo, frazione Ceretto
    lapide in frazione Ceretto promossa da ente pubblico;
    FRAZIONE CERETTO, COSTIGLIOLE SALUZZO-BUSCA, 05.01.1944
  • (anno imprecisato) Peveragno, municipio
    Lapide sul municipio di Peveragno, promossa da ente pubblico;
    PEVERAGNO, 10-11.01.1944
  • (anno imprecisato) Peveragno, piazza 30 martiri
    lapide in piazza 30 martiri, promossa da ente pubblico;
    PEVERAGNO, 10-11.01.1944
  • (anno imprecisato) Trinità, municipio
    Lapide sul municipio di Trinità, promossa da ente pubblico
    TRINITÀ, 09.01.1943
  • (anno imprecisato) Trinità, piazza Colombo
    lapide nella piazza Colombo di Trinità, promossa da ente pubblico.
    TRINITÀ, 09.01.1943
  • (anno imprecisato) Frabosa Sottana, Frazione Miroglio, località Pilone
    Lapide in frazione Miroglio, località Pilone, di Frabosa Sottana, promossa da privato.
    FRAZIONE MIROGLIO, FRABOSA SOTTANA, 14.01.1944
  • (anno imprecisato) Valgrana, via Galimberti
    lapide in ricordo di Borsotto Giovanni in via Galimberti n°30 a Valgrana, promossa da privato
    VALGRANA, 12-13.01.1944
  • (anno imprecisato) Valgrana, municipio
    lapide sul municipio di Valgrana, promossa da ente pubblico.
    VALGRANA, 12-13.01.1944
  • (anno imprecisato) Garessio, municipio
    Lapide sul municipio di Garessio, promossa da ente pubblico
    GARESSIO, 25-27.02.1944
  • (anno imprecisato) Garessio, via Lepetit
    lapide in ricordo del partigiano Sergio Sabatini in via Lepetit di Garesio, promossa da ente pubblico.
    GARESSIO, 25-27.02.1944
  • (anno imprecisato) Cravanzana, bivio per Feisoglio
    lapide al bivio Cravanzana-Feisoglio in ricordo dei tre fucilati, promosso da associazione;
    CRAVANZANA, 03-04.03.1944
  • (anno imprecisato) Torresina, piazza
    lapide sulla piazza comunale di Torresina in ricordo dei civili Raimondo Irma e Luigi (figlia e padre).
    TORRESINA, 03.03.1944
  • (anno imprecisato) Borgo San Dalmazzo, cimitero
    lapide in ricordo dei civili presso il cimitero urbano di Borgo S. D., promossa da ente pubblico;
    BORGO SAN DALMAZZO, 05-06.07.1944
  • (anno imprecisato) Borgo San Dalmazzo, cimitero
    2 lapidi in ricordo dei partigiani presso il cimitero urbano di Borgo S. D. promosse da ente pubblico;
    BORGO SAN DALMAZZO, 05-06.07.1944
  • (anno imprecisato) Bagnasco, municipio
    Lapide sul municipio di Bagnasco,promotore ente pubblico
    REGIONE STRETTE BAGNASCO, 22.08.1944
  • (anno imprecisato) Bagnasco cimitero
    lapide nel cimitero di Bagnasco, promossa da ente pubblico.
    REGIONE STRETTE BAGNASCO, 22.08.1944
  • (anno imprecisato) Cortemilia, piazza Savona
    lapide in piazza Savona a Cortemilia(CN) posta da ente pubblico;
    POLLENZO BRA 25.08.1944
  • (anno imprecisato) Roddi, municipio
    lapide presso il municipio di Roddi, posta da ente pubblico
    POLLENZO BRA 25.08.1944
  • (anno imprecisato) Mombarcaro
    due lapidi a Mombarcaro ricordano Darseno, in piazza della Libertà e sul municipio, poste da ente pubblico
    MOMBARCARO, 02.09.1944
  • (anno imprecisato) Baldissero d'Alba, via 25 aprile
    Lapide a Baldissero d’Alba in via 25 Aprile n°17, in ricordo di Voghera,Berbotto, posta da ente pubblico
    BALDISSERO, 25.08.1944
  • (anno imprecisato) Cardè
    Mottura Antonio è ricordato è ricordato in due lapidi a Cardè, in via Moretta n°14 e in cordo V.Emanuele II n°69, entrambe poste da ente pubblico;
    MONTEU ROERO, 31.08.1944
  • (anno imprecisato) Monteu Roero, frazione San Bernardo
    lapide in frazione S. Bernardo di Monteu Roero in ricordo di Mottura Antonio e Gallarate Guglielmo, posta da ente pubblico;
    MONTEU ROERO, 31.08.1944
  • (anno imprecisato) Cherasco, municipio
    lapide sul municipio di Cherasco, promossa da ente pubblico;
    CHERASCO, 28-29.08.1944
  • (anno imprecisato) Castellino Tanaro
    Lapide sul Municipio di Castellino Tanaro, posta da ente pubblico;
    CASTELLINO TANARO, 20-28.08.1944
  • (anno imprecisato) Castellino Tanaro, frazione Torre
    lapide in località Torre di Castellino (piazzale della chiesa), posta da associazione;
    CASTELLINO TANARO, 20-28.08.1944
  • (anno imprecisato) Igliano, piazza del comune
    lapide sulla piazza del comune di Igliano, posta da ente pubblico;
    IGLIANO, 15.03.1944
  • (anno imprecisato) Ceva, municipio
    lapide sul Municipio di Ceva, posta da ente pubblico;
    CEVA, 25-27.08.1944
  • (anno imprecisato) Monteu Roeso, frazione San Bernardo
    lapide in frazione S: Bernardo di Monteu Roero, promossa da ente pubblico.
    MONTEU ROERO , AGOSTO 1944
  • (anno imprecisato) Cardè, corso Vittorio Emanuele II
    lapide in corso V. Emanuele II n°69 a Cardè, promossa da ente pubblico
    MONTEU ROERO , AGOSTO 1944
  • (anno imprecisato) Revello, frazione Staffarda
    lapide in frazione Staffarda di Revello, promossa da ente pubblico
    REVELLO,18.08.1944
  • (anno imprecisato) Cardè, via Moretta
    Monumento in via Moretta a Cardè, promosso da ente pubblico
    REVELLO,18.08.1944
  • (anno imprecisato) Cardè, corso Vittorio Emanuele II
    lapide in corso V. Emanuele II n°69 a Cardè, promossa da ente pubblico
    REVELLO,18.08.1944
  • (anno imprecisato) Roccasparvera, piazza 4 martiri
    lapide in piazza 4 martiri a Roccasparvera in ricordo di Viale Stefano, promossa da ente pubblico
    ROCCASPARVERA, 17.08.1944
  • (anno imprecisato) Valdieri, cimitero
    lapide sulla cinta del cimitero di Valdieri in ricordo di Miraglio Giovanni, promossa da associazione
    VALDIERI, 20-21.08.1944
  • (anno imprecisato) Valdieri, cimitero
    lapide in ricordo di Bertaina Giovanni sulla cinta esterna del cimitero di Valdieri, posta da ente pubblico.
    VALDIERI, 20-21.08.1944
  • (anno imprecisato) Ceresole, via Martiri
    lapide in ricordo di Burzio, Molina, Novarino a Ceresole in via Martiri9, promossa da ente pubblico;
    CERESOLE, 22.07.1944
  • (anno imprecisato) Ceresole, via Martiri
    lapide in ricordo di Dassano,,Degno,Ferrero,Marocco,Pettinati,Trinchero a Ceresole, via Martiri 85.
    CERESOLE, 22.07.1944
  • (anno imprecisato) Revello, frazione Staffarda
    lapide in frazione Staffarda di Revello promossa da ente pubblico e associazione;
    REVELLO, 30.06.1944
  • (anno imprecisato) Barge, piazza San Giovanni
    lapide in piazza S. Giovanni a Barge promossa da ente pubblico
    BARGE, 01.07.1944
  • (anno imprecisato) Barge, Via Cottolengo
    lapide in via Cottolengo a Barge promossa da ente pubblico
    BARGE, 01.07.1944
  • (anno imprecisato) Barge, Via Gorgie
    lapide in via Gorgie a Barge promossa da ente pubblico
    BARGE, 01.07.1944
  • (anno imprecisato) Barge, Via San Martino
    lapide in via S. Martino a Barge promossa da ente pubblico.
    BARGE, 01.07.1944
  • (anno imprecisato) Monforte d'Alba, giardini
    Lapide nei giardini pubblici di Monforte (CN) in cui si ricorda Breme
    BOSIA, 24.04.1944
  • (anno imprecisato) Castelmagno, frazione Chiappi

    CASTELMAGNO, 27-28.04.1944
  • (anno imprecisato) Valdieri, municipio

    VALDIERI, 21.04-04.05.1944
  • (anno imprecisato) Valdieri, frazione Cialombard.

    VALDIERI, 21.04-04.05.1944
  • (anno imprecisato) Torino, Martinetto
    C’è una lapide che ricorda tutti i caduti in quel luogo
    POLIGONO DI TIRO DEL MARTINETTO, TORINO, 08.10.1944
  • (anno imprecisato) Villar Pellice
    Lapide sulla piazza di Villar Pellice
    VILLAR PELLICE, 05.08.1944
  • (anno imprecisato) Torino, Martinetto
    Lapide collettiva al martinetto.
    POLIGONO DI TIRO DEL MARTINETTO, TORINO, 22.09.1944
  • (anno imprecisato) Torino, corso Inghilterra,47
    Lapide individuale a Carlo Pizzorno in corso Inghilterra,47 (sua abitazione)
    POLIGONO DI TIRO DEL MARTINETTO, TORINO, 22.09.1944
  • (anno imprecisato) Alpignano, Via Val Torre
    Una lapide con i nomi di entrambi sulla casa di via val della torre, oggi n. 111
    VIA VAL DELLA TORRE, ALPIGNANO, 26.06.1944
  • (anno imprecisato) Balangero
    Lapide sul luogo della strage. Sulla Lapide risultano 10 nomi, ma uno non e' vittima della strage del 1 aprile
    BALANGERO, 01.04.1944
  • (anno imprecisato) Bricherasio, Badarotti

    BADARIOTTI, BRICHERASIO, 18.11.1944
  • (anno imprecisato) Bussoleno

    BUSSOLENO, 10.03.1945
  • (anno imprecisato) Torino, Corso Giulio Cesare

    CORSO VINZAGLIO E CORSO GIULIO CESARE, TORINO, 22.07.1944
  • (anno imprecisato)
    lapide ricorda Bravin nel luogo dove visse.
    CORSO VINZAGLIO E CORSO GIULIO CESARE, TORINO, 22.07.1944
  • (anno imprecisato) Cudine, luogo esecuzione

    CUDINE CORIO CANAVESE 17.11.1944
  • (anno imprecisato) Cumiana, frazione Verna
    lapide a Verna ai quattordici partigiani della divisione alpina autonoma Val Chisone caduti durante l’azione.
    FRAZIONE VERNA, CUMIANA, 26.11.1944
  • (anno imprecisato) Cumiana, luogo della strage

    CUMIANA, 03.04.1944
  • (anno imprecisato) Forno Canavese

    FORNO CANAVESE 09.12.1943
  • (anno imprecisato) Torino, Lungodora Firenze, luogo dell'esecuzione

    LUNGODORA FIRENZE, TORINO, 21.10.1944
  • (anno imprecisato) Torino, Martinetto
    Lapide collettiva
    POLIGONO DI TIRO DEL MARTINETTO, TORINO, 11.02.1945
  • (anno imprecisato) Torino, Martinetto
    C’è una lapide che ricorda tutti i caduti in quel luogo
    POLIGONO DI TIRO DEL MARTINETTO, TORINO, 15.12.1944
  • (anno imprecisato) Torino, Martinetto
    C’è una lapide che ricorda tutti i caduti in quel luogo
    POLIGONO DI TIRO DEL MARTINETTO, TORINO, 22.12.1944
  • (anno imprecisato) Torino, Martinetto
    C’è una lapide che ricorda tutti i caduti in quel luogo
    POLIGONO DI TIRO DEL MARTINETTO, TORINO, 23.01.1945
  • (anno imprecisato) Torino, Martinetto
    lapide collettiva al Martinetto
    POLIGONO DI TIRO DEL MARTINETTO, TORINO, 27.04.1944
  • (anno imprecisato) Torino, Martinetto
    C’è una lapide che ricorda tutti i caduti in quel luogo
    POLIGONO DI TIRO DEL MARTINETTO, TORINO, 03.03.1945
  • (anno imprecisato)
    Al Ponte Chisone; sulla parete dove furono fucilati i pinerolesi e dove oggi sorge un supermercato
    PINEROLO, 06-10.03.1945
  • (anno imprecisato)
    numerose lapidi nei comuni della Val Chisone teatro delle rappresaglie.
    SAN GERMANO CHISONE, 07.03.1945
  • (anno imprecisato)
    numerose lapidi nei comuni della Val Chisone teatro delle rappresaglie.
    VILLAR PEROSA 08.03.1945
  • (anno imprecisato) Rivoli, piazza

    PIAZZA MARTIRI, RIVOLI, 29.12.1944
  • (anno imprecisato) Rivoli, casermette

    RIVOLI, 25.02.1945
  • (anno imprecisato) San Giorgio di Susa, rifugio Geat

    RIFUGIO GEAT, SAN GIORIO DI SUSA, 10.05.1944
  • (anno imprecisato) Traves, stazione
    lapide davanti alla stazione http://sentieriresistenti.altervista.org/gallery/tappa-3/lapide-stazione-traves.jpg.html
    TRAVES, 06.01.1944
  • (anno imprecisato) Traves, municipio

    TRAVES, 06.01.1944
  • (anno imprecisato) Venaria Reale, piazza

    VENARIA, 29.04.1945
  • (anno imprecisato) Torino, Via Morghen, luogo della strage

    VIA MORGHEN, TORINO, 02.04.1944
  • (anno imprecisato) Torino, Martinetto
    Lapide collettiva
    POLIGONO DI TIRO DEL MARTINETTO, TORINO, 24.01.1944
  • (anno imprecisato) Torino, via Sacchi

    POLIGONO DI TIRO DEL MARTINETTO, TORINO, 24.01.1944
  • (anno imprecisato)

    VILLAFRANCA PIEMONTE, 05.02.1945
  • (anno imprecisato) Caselle Torinese, piazza Mensa
    lapide sulla piazza dove avvenne la fucilazione e che oggi si chiama Andrea Mensa
    CASELLE TORINESE, 01.02.1945
  • (anno imprecisato) Chieri
    Chieri: lapide che ricorda Emanuele Artom (Pavarolo, davanti all’ingresso del cimitero)
    CARCERI GIUDIZIARIE, TORINO, 07.04.1944
  • (anno imprecisato) Luserna San Giovanni, CAstelluzzo
    Lapide ricorda la fucilazione in località Castelluzzo
    CASTELLUZZO, LUSERNA SAN GIOVANNI, 28.09.1944
  • (anno imprecisato) Alpignano

    RACCONIGI, 21.04.1944
  • (anno imprecisato) Mondovì, piazza Maggiore
    lapide a Mondovì in Piazza Maggiore, promossa da ente pubblico;
    MONDOVÌ, 28.04.1945
  • (anno imprecisato) Mondovì, Porta di Vasco
    lapide a Mondovì, Porta di Vasco, promossa da privato;
    MONDOVÌ, 28.04.1945
  • (anno imprecisato) Narzole. municipio
    Lapide sul municipio di Narzole, posta da ente pubblico e da privato;
    NARZOLE, 26.04.1945
  • (anno imprecisato)
    lapide posta all’incrocio strade Lequio Tanaro-Monchiero, promossa da ente pubblico.
    NARZOLE, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Genola, via Roma
    lapide in via Roma 27 a Genola, posta da ente pubblico
    GENOLA, 29.04.1945
  • (anno imprecisato) Genola, municipio
    lapide sul municipio di Genola , posta da ente pubblico.
    GENOLA, 29.04.1945
  • (anno imprecisato) Molini di Triora, frazione Agaggio
    Lapide in marmo riferita a combattimento e fucilazione iscrizione ai gloriosi Caduti Guerra 1940-45 PAX elenco dei caduti tra cui Verrando Vincenzo - situata in fraz. Agaggio Inferiore – (comune di Molini di Triora)
    CARPENOSA, MOLINI DI TRIORA, 18.03.1945
  • (anno imprecisato) Triora, frazione Verdeggia
    Lapide in marmo riferita a fucilazione – iscrizione ai Caduti in Guerra 1940-45 elenco dei caduti tra cui Lanteri Pierino 13.07. 1922 – 18.03.1945 trucidato dai nazifascisti – situata in frazione Verdeggia (comune di Triora).
    CARPENOSA, MOLINI DI TRIORA, 18.03.1945
  • (anno imprecisato) Imperia, frazione Moltedo, via Vittorio Emanuele II
    Lapide in marmo riferita a fucilazione – iscrizione: Qui il 22.07.1944 il furore nazifascista troncò la fiorente giovinezza garibaldina di Gazzano Nino e Guarrini Elsio a perenne ricordo del loro martirio Moltedo li onora tra coloro che morendo diedero vi
    MOLTEDO – ARTALLO, IMPERIA, 22-23.07.1944
  • (anno imprecisato) Sanremo, Corso Inglesi
    Lapide in marmo dedicata alle quattordici vittime fucilate nei Giardini del Castello di Devachan il 5.0 3.1945, situata in Corso Inglesi a Sanremo ( a 200 m di distanza dal luogo dell'eccidio Castello Devachan) inaugurata dall'ANPI sez. di Sanremo il 2
    GIARDINI DEL CASTELLO DEVACHAN, SANREMO, 18.02-05.03.1945
  • (anno imprecisato) Molini di Triora, frazione Agaggio
    Lapide in marmo riferita a combattimento e fucilazione (collocata sup cippo caduti 1915-18) iscrizione:.. Ai gloriosi caduti Guerra 1943-45 PAX elenco dei caduti tra cui Verrando Quinto - Situata in frazione Agaggio inferiore in direzione di Molini d
    MOLINI TRIORA, 11.03.1945
  • (anno imprecisato) Sanremo, Villa Junia
    Edicola in laterizio: lapide in marmo riferita a fucilazione (del 24.01.45 e 12.002.45) (inseriti anche i nomi dei 4 partigiani di Baiardo) – Situata presso Villa Junia - Sanremo) – Situata presso Villa Junia - Sanremo
    VILLA JUNIA SANREMO 12.02.1945
  • (anno imprecisato) Sanremo, Corso Inglesi
    Edicola in laterizio: lapide in marmo riferita a fucilazione (del 24.01.45 e 12.002.45) (inseriti anche i nomi dei 2 partigiani e del civileEdicola in marmo: lapide in marmo riferita a rastrellamento e fucilazione (del 24.01.45 e 12.002.45) iscrizione:
    VILLA JUNIA SANREMO 12.02.1945
  • (anno imprecisato) Sanremo, Corso Inglesi
    Edicola in marmo: lapide in marmo riferita a rastrellamento e fucilazione (del 24.01.45 e 12.002.45) iscrizione:ba perenne ricordo dei Garibaldini (inseriti anche i nomi dei 2 partigiani e del civile) ... che al sacro ideale della libertà immolarono le l
    VILLA JUNIA SANREMO 12.02.1945
  • (anno imprecisato) Sanremo, Villa Junia
    Edicola in laterizio: lapide in marmo riferita a fucilazione (del 24.01.45 e 12.002.45) (inseriti anche i nomi dei 4 partigiani di Baiardo) – Situata presso Villa Junia - Sanremo
    VILLA JUNIA, SANREMO, 17-24.01.45
  • (anno imprecisato) Sanremo, Corso Inglesi
    Edicola in marmo: lapide in marmo riferita a rastrellamento e fucilazione (del 24.01.45 e 12.002.45) iscrizione:ba perenne ricordo dei Garibaldini (inseriti anche i nomi dei 4 partigiani di Baiardo) ... che al sacro ideale della libertà immolarono le lor
    VILLA JUNIA, SANREMO, 17-24.01.45
  • (anno imprecisato) Baiardo, cimitero
    Sacrario: lapide in marmo, lapidi in marmo su tombe dei caduti partigiani iscrizione: a prrenne ricordi dei Garibaldini che al sacro Ideale della Libertà immolarono le loro vite generose ….... (inseriti anche i nomi dei 4 partigiani ) …. committente: ANPI
    VILLA JUNIA, SANREMO, 17-24.01.45
  • (anno imprecisato) Imperia, cimitero Oneglia
    Lapide in marmo riferita a rastrellamento e fucilazione – iscrizione: il 9.2.1945 Carletti Dogliano (da documenti risulta fucilato il 15.02.1945), De Lauro Giuseppe, Faralla Vincenzo, Guareschi Luigi caddero in un crepuscolo di febbraio al crepitio dell'
    CIMITERO DI ONEGLIA, IMPERIA, 25.01-09.02.1945
  • (anno imprecisato) Camogli, piazza Schiaffino
    Lapide in marmo riferita a resa del presidio Tedesco – iscrizione: a perenna ricordo della resa del presidio tedesco avvenuta in questa palazzo il 25 aprile 1945 …...............a loro imperitura dei suoi figli migliori caduti per la Libertà (elenco di no
    CIMITERO DI ONEGLIA, IMPERIA, 25.01-09.02.1945
  • (anno imprecisato) Imperia, cimitero Oneglia
    Lapide in marmo riferita a rastrellamento e fucilazione del 15.02.1945, committente CLN provinciale – inaugurazione il 10 febbraio 1946. situata in via I. Pindemonte presso cimitero di Oneglia (Comune di Imperia)
    CIMITERO DI ONEGLIA, IMPERIA, 31.01-15.02.1945
  • (anno imprecisato) Chiusavecchia, strada statale 59
    Edicola in pietra: lapide in marmo riferita a fucilazione son0 presenti anche i nominativi della 4 vittime (fucilate il 4.02.1945)- situata a Chiusavecchia strada statale n° 28
    CHIUSAVECCHIA, 03-04.02.1945
  • (anno imprecisato) Isolabona, cimitero
    Lapide in marmo riferita a rappresaglia e fucilazione - iscrizione: La sera del 2.3.1945 la barbarie nazifascista inchiodò in questo luogo l'ardente giovinezza di otto Partigiani d'Italia Aimo Domenico, Pastro Attilio, Verrando Primolino, Pallanca An
    ISOLABONA 02.03.1945
  • (anno imprecisato) Diano Arentino, cimitero
    Lapide in marmo riferita a fucilazione (tomba di caduto) iscrizione: in memoria di Arancio Silvio d'anni 36 trucidato dai nazifascisti il 20.01.945 lasciando moglie e figlio nel dolore – situata nel cimitero di Diano Arentino
    ORATORIO DI SAN SEBASTIANO DIANO CASTELLO, 20.01.1945
  • (anno imprecisato) Diano Arentino, cimitero
    Lapide in marmo riferita a fucilazione (tomba di caduto) iscrizione: Cavalleri Gerardo 10.09.1927 – 20.01.1945 trucidato dai fascisti – situata nel cimitero di Diano Arentino
    ORATORIO DI SAN SEBASTIANO DIANO CASTELLO, 20.01.1945
  • (anno imprecisato) Diano Castello, fraz. San Sebastiano
    Lapide in marmo riferita a fucilazione - iscrizione : ad onore e gloria di Arancio Silvio.... D'Andrea Giuseppe …, Cavalleri Gerardo ….... che schierati con la Resistenza caddero contro i nazifascisti lottando per la Libertà S. Sebastiano Arentino 20
    ORATORIO DI SAN SEBASTIANO DIANO CASTELLO, 20.01.1945
  • (anno imprecisato) Diano San Pietro, piazza Marconi
    Lapide in marmo riferita a combattimento, rappresaglia e fucilazione – iscrizione: a ricordo dei San Pietresi trucidati dai nazifascisti durante la Lotta di Liberazione (elenco caduti tra cui Ugo Antonio, Ardissone Adelmo e Bottino Silvio) - committent
    DIANO BORGANZO, DIANO SAN PIETRO, 20.01.1945
  • (anno imprecisato) Diano San Pietro, piazza Marconi
    Lapide in marmo riferita a combattimento, rappresaglia e fucilazione – iscrizione: Comune di Diano San Pietro ai Caduti 1915-18 e 1940-45 elenco caduti tra cui Ugo Antonio - committente: Comune di Diano San Pietro – inaugurazione 4.11.1968. - situata in
    STRADA PER DIANO CASTELLO, DIANO SAN PIETRO, 20.01.1945
  • (anno imprecisato) Diano San Pietro, piazza Marconi
    Lapide in marmo riferita a combattimento, rappresaglia e fucilazione – iscrizione: a ricordo dei San Pietresi trucidati dai nazifascisti durante la Lotta di Liberazione (elenco caduti tra cui Ugo Antonio, Ardissone Adelmo e Bottino Silvio) - committent
    STRADA PER DIANO CASTELLO, DIANO SAN PIETRO, 20.01.1945
  • (anno imprecisato) Diano Castello
    Il Comune di Diano Castello ha intitolato la piazza ad ovest della chiesa patronale al partigiano Augusto Vignola in una lapide posta dall'ANPI locale.
    DIANO CASTELLO, 22.01.1945
  • (anno imprecisato) Molini di Triora, frazione Andagna
    Sacrario lapidi in marmo su tombe dei caduti (3.7.1944), committente: famiglie Allaria e Olivieri – situata nel cimitero in fraz. Andagna – Comune di Molini di Triora
    MOLINI DI TRIORA 01-05.07.1944
  • (anno imprecisato) Molini di Triora, frazione Andagna
    Sacrario lapide in marmo, iscrizione: sacre all'avvenire le nostra ossa, martiri innocenti della ferocia nazifascista 3.07.1944 – situata nel cimitero in fraz. Andagna – Comune di Molini di Triora.
    MOLINI DI TRIORA 01-05.07.1944
  • (anno imprecisato) Molini di Triora, frazione Andagna
    Lapide in marmo su tomba del caduto partigiano riferita a rastrellamento e fucilazione dedicata a Bova Giovanni (con passi della sua lettera ), committente: i familiari, situata nel Cmitero fraz. Agaggio Superiore Comune Molini di Triora
    CIMITERO DI MOLINI DI TRIORA, MOLINI DI TRIORA, 16.01.1945
  • (anno imprecisato) Molini di Triora, frazione Agaggio
    Lapide in marmo su tomba del caduto partigiano riferita a rastrellamento e fucilazione dedicata a Alberti Antonio (con passi della sua lettera ), committente: i familiari, situata nel Cmitero fraz. Agaggio Superiore Comune Molini di Triora
    MOLINI DI TRIORA 01-05.07.1944
  • (anno imprecisato) Borgomaro, Ville San Sebastiano
    Lapide in marmo – iscrizione: Ville San Sebastiano ai suoi figli guerra 1940 – 45 (nomi di soldati caduti) Tallone Francesco fu Bartolomeo nella Lotta di Liberazione in Ville San Sebastiano 29.12.1944- situata in frazione Ville San Sebastiano – Comune di
    VILLE SAN SEBASTIANO, BORGOMARO, 29.12.1944
  • (anno imprecisato) Pietrabruna, frazione di Torre Paponi
    Lapide in marmo riferita a rappresaglia e fucilazione 14-16 dicembre 1944- dedicata a Don Vittorio De Andreis (prevosto vicario foraneo di Lingueglietta) inaugurazione 16 dicembre 1964 situata nella frazione di Torre Paponi – Via G. Mameli - comune di P
    TORRE PAPONI, PIETRABRUNA, 14-16.12.1944
  • (anno imprecisato) Pietrabruna, frazione di Torre Paponi
    Lapide in marmo riferita a rappresaglia e fucilazione 14-16 dicembre 1944- dedicata all' Arciprete Pietro De Carli situata nella frazione di Torre Paponi – Via L. Papone - comune di Pietrabruna
    TORRE PAPONI, PIETRABRUNA, 14-16.12.1944
  • (anno imprecisato) Pietrabruna, frazione di Torre Paponi, Via Trieste
    Lapide in marmo riferita a rappresaglia e fucilazione 14-16 dicembre 1944- dedicata a Antonio Fossati commeittente: i familiari situata nella frazione di Torre Paponi – Via Trieste- comune di Pietrabruna
    TORRE PAPONI, PIETRABRUNA, 14-16.12.1944
  • (anno imprecisato) Castelvittorio, cimitero
    Lapide in marmo, croce in marmo riferita a rastrellamento e fucilazione del 3.12.1944 – iscrizione: ai Martiri di Castelvittorio innocenti vittime all'alba della Libertà della Patria 3.12.1944 delle barbarie più efferate (segue elenco dei nomi dei caduti
    GORDALE E PIAZZA DEL PAESE, CASTELVITTORIO, 03-05.12.1944
  • (anno imprecisato) Castelvittorio, monte Gordale
    Lapide in marmo riferita a combattimento, rastrellamento e fucilazione – iscrizione: (segno della croce) qui cadde trucidato dai nazi-fascisti il Martire Peverello Giuseppe 1902-1944 La Moglie e Figli posero – situata monte Gordale Comune di Castelvittori
    GORDALE E PIAZZA DEL PAESE, CASTELVITTORIO, 03-05.12.1944
  • (anno imprecisato) Castelvittorio, piazza IV novembre
    Lapide in marmo riferita a combattimento, rappresaglia e fucilazione (anche del 3 e del 5 dicembre 1944) – (collocata sul cippo dedicato anche ai caduti del 1915-18) – iscrizione: Ai Martiri Castellesi vittime della barbaria più efferata innocenti olocaus
    GORDALE E PIAZZA DEL PAESE, CASTELVITTORIO, 03-05.12.1944
  • (anno imprecisato) Sanremo, frazione Poggio
    Lapide in marmo - riferita a rastrellamento e fucilazione del 24.11.1944 a Poggio – iscrizione “qui la rabbia teutonica spegneva la giovinezza di undici martiri perché il loro ricordo... ..” (vengono citati 11 martiri invece di 10 perché è stato inserito
    POGGIO E SAN GIACOMO, SANREMO, 24.11.1944
  • (anno imprecisato) Sanremo, frazione San Romolo
    Lapide in marmo riferita a combattimento, rastrellamento e fucilazione del 15.11.1944 – frazione San Romolo Comune di Sanremo
    SAN ROMOLO, SANREMO, 15-17.11.1944
  • (anno imprecisato) Ventimiglia, cimitero
    Lapide in marmo sita nel Sacrario del Cimitero di Ventimiglia
    FRAZIONE SANT'ANTONIO VENTIMIGLIA 18.10.1944
  • (anno imprecisato) Ruviano
    Lapide commemorativa
    FORGIONI, RUVIANO, 29-30/09/1943
  • (anno imprecisato) Dolcedo, Monte Faudo
    Lapide in marmo riferita alla rappresaglia del 17 agosto 1944 situata all'interno della cappella al Monte Faudo comune di Dolcedo committente: Padre Raffaele Amoretti, Cappuccino
    MONTE FAUDO DOLCEDO 17.08.1944
  • (anno imprecisato) Seborga, Piazza Martiri Patrioti
    Lapide in marmo riferita a fucilazione del 9 settembre 1944 alla memoria dei cinque partigiani situata nel Comune di Seborga in Piazza Martiri Patrioti.
    SEBORGA, 09.09.1944
  • (anno imprecisato) Ventimiglia, cimitero
    Lapide in marmo nel Sacrario del Cimitero di Ventimiglia solo per vittima Sismondini Faustina
    VENTIMIGLIA 15.01.1945
  • (anno imprecisato) Ventimiglia, frazione Grimaldi, piazza Angeli custodi
    Stele di marmo sita a Ventimiglia – Frazione Grimaldi – piazza Angeli Custodi
    FRAZIONE GRIMALDI “ALBERGO VITTORIA”, VENTIMIGLIA, 07.12.1944
  • (anno imprecisato) Ventimiglia, cimitero
    Lapide sul sacrario sito nel Cimitero di Ventimiglia
    FRAZIONE GRIMALDI “ALBERGO VITTORIA”, VENTIMIGLIA, 07.12.1944
  • (anno imprecisato) Charvensod, biblioteca comunale
    la lapide ai Caduti («vecchio monumento») di un tempo, si trova affissa sul retro della Biblioteca comunale di Charvensod;
    CHARVENSOD, 28.04.1944
  • (anno imprecisato) Chiesa, Faicchio
    Sulla facciata della chiesetta di Faicchio c’è una lapide in onore delle quattro vittime e di un altro caduto (Ferdinando Meneo, di anni 67, di Faicchio), del quale non si hanno altre notizie.
    ODI, FAICCHIO, 13/10/1943
  • (anno imprecisato) Eboli
    Un istituto scolastico del Comune di Eboli è intitolato al generale Gonzaga. Nello stesso comune vi è una strada che porta lo stesso nome e, nel decennale della Resistenza (1953 o 1955), l’amministrazione ha affisso una lapide a ricordo.
    BUCCOLI DI CONFORTI , EBOLI, 8/9/1943
  • (anno imprecisato) Albenga, località Leca, cimitero

    ALBENGA, 28.11.1944
  • (anno imprecisato) Albenga, località Leca, piazza Torino

    ALBENGA, 28.11.1944
  • (anno imprecisato) Albenga, via Trieste, chiesa Sacro Cuore

    ALBENGA, 28.11.1944
  • (anno imprecisato) San Pietro Infine
    Nella piazza del paese è presente una lapide con l’indicazione dei nomi delle vittime della guerra. Tra i nomi sono presenti quelle delle vittime della strage, ma senza indicazioni specifiche.
    LA FORCELLA, SAN PIETRO INFINE, 11/11/1943
  • (anno imprecisato) San Pietro Infine
    Nella piazza del paese è presente una lapide con l’indicazione dei nomi delle vittime della guerra. Tra i nomi sono presenti quelle delle vittime della strage, ma senza indicazioni specifiche.
    CERRETO, SAN PIETRO INFINE, 9-10/11/1943
  • (anno imprecisato) San Pietro Infine
    Nella piazza del paese è presente una lapide con l’indicazione dei nomi delle vittime della guerra. Tra i nomi sono presenti quelle delle vittime della strage, ma senza indicazioni specifiche.
    STRADA PROVINCIALE DELL’ ANNUNZIATA LUNGA-PETRIERA, SAN PIETRO INFINE, 10/11/1943
  • (anno imprecisato) Latronico
    Il comune di Latronico ospita una lapide in memoria del brigadiere Egidio Lombardi.
    MADAMA VINCENZA, FERTILIA (OGGI TEVEROLA), 13/9/1943
  • (anno imprecisato) Roccabascerana
    Il comune di Roccabascerana ha dedicato una piazza al carabiniere Giuseppe Covino.
    MADAMA VINCENZA, FERTILIA (OGGI TEVEROLA), 13/9/1943
  • (anno imprecisato) Taviano
    Il comune di Taviano ha dedicato una strada e un monumento al carabiniere Martino Giovanni Manzo.
    MADAMA VINCENZA, FERTILIA (OGGI TEVEROLA), 13/9/1943
  • (anno imprecisato) Albenga, via Trieste, chiesa Sacro Cuore

    SAN FEDELE ALBENGA 31.12.1944
  • (anno imprecisato) Albenga, località Leca, cimitero
    In ricordo di Casanova Maria Giovanna e Ottonello Adelfo.
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 03.12.1944
  • (anno imprecisato) Albenga, località Leca, piazza Torino
    In ricordo di Casanova Maria Giovanna e Ottonello Adelfo.
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 03.12.1944
  • (anno imprecisato) Albenga, via Trieste, chiesa Sacro Cuore
    In ricordo di Casanova Maria Giovanna e Ottonello Adelfo e Schivo Giovanni
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 03.12.1944
  • (anno imprecisato) Albenga, foce del Centa
    Una lapide, situata ad Albenga presso la foce del Centa e collocata sul sito di un bunker, ricorda tutte le vittime qui decedute.
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 03.12.1944
  • (anno imprecisato) Cosseria, Case Lidora
    Una lapide in marmo sul luogo dell’uccisione in località Case Lidora a Cosseria (SV).
    CASE LIDORA, COSSERIA, 17.04.1945
  • (anno imprecisato) Dego
    Una lapide collocata a Dego, presso il Monumento ai Caduti, ricorda Rizzo Fortunato.
    PORRI, DEGO, 21.07.1944
  • (anno imprecisato) Albenga, località Leca, cimitero
    Una lapide collocata in località Leca di Albenga, presso il cimitero, ricorda Zunino Gino.
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 16.12.1944
  • (anno imprecisato) Albenga, via Trieste, chiesa Sacro Cuore
    Una lapide sita ad Albenga, presso la chiesa del Sacro Cuore in via Trieste, ricorda tutte e tre le vittime in questione, unitamente a numerosi altri caduti.
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 16.12.1944
  • (anno imprecisato) Albenga, foce del Centa
    Una lapide, situata ad Albenga presso la foce del Centa e collocata sul sito di un bunker, ricorda tutte le vittime qui decedute, comprese le tre in questione.
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 16.12.1944
  • (anno imprecisato) Albenga, foce del Centa
    Una lapide sita in località Leca di Albenga, presso il cimitero, ricorda Viale Giovanna.
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 27.12.1944
  • (anno imprecisato) Albenga, via Trieste, chiesa Sacro Cuore
    Una lapide sita ad Albenga, presso la chiesa del Sacro Cuore in via Trieste, ricorda Fugassa Giovanni.
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 27.12.1944
  • (anno imprecisato) Albenga, foce del Centa
    Una lapide, situata ad Albenga presso la foce del Centa e collocata sul sito di un bunker, ricorda tutte le vittime qui decedute, comprese le sette in questione.
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 27.12.1944
  • (anno imprecisato) Albenga, foce del Centa
    Una lapide, situata ad Albenga presso la foce del Centa e collocata sul sito di un bunker, ricorda tutte le vittime qui decedute
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 28.12.1944
  • (anno imprecisato) Albenga, località Leca, cimitero
    Una lapide sita in località Leca di Albenga, presso il cimitero, ricorda Pastorino Vittorio
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 28.12.1944
  • (anno imprecisato) Albenga, via Trieste, chiesa Sacro Cuore
    Una lapide sita ad Albenga, presso la chiesa del Sacro Cuore in via Trieste, ricorda Cristofori Vittorio, Ciarlo Emilio, Epolone Pio, Faroppa Pasquale, Fugassa Emilio Domenico “Gino”, Merlino Mario, Parolo Cirillo, Parolo Leonida, Pastorino Vittorio, Rove
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 28.12.1944
  • (anno imprecisato) Albenga, foce del Centa
    Una lapide, situata ad Albenga presso la foce del Centa e collocata sul sito di un bunker, ricorda tutte le vittime qui decedute, comprese le 12 in questione.
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 12.01.1945
  • (anno imprecisato) Albenga, foce del Centa
    Una lapide, situata ad Albenga presso la foce del Centa e collocata sul sito di un bunker, ricorda tutte le vittime qui decedute, comprese le 12 in questione.
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 18.02.1945
  • (anno imprecisato) Albenga, foce del Centa
    Una lapide, situata ad Albenga presso la foce del Centa e collocata sul sito di un bunker, ricorda tutte le vittime qui decedute, comprese le 12 in questione.
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 19.02.1945
  • (anno imprecisato) Albenga, foce del Centa
    Una lapide, situata ad Albenga presso la foce del Centa e collocata sul sito di un bunker, ricorda tutte le vittime qui decedute, comprese le 12 in questione.
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 12.01.1945
  • (anno imprecisato) Albenga, via Trieste, chiesa Sacro Cuore
    Una lapide sita ad Albenga, presso la chiesa del Sacro Cuore in via Trieste, ricorda Abbo Germana, Moresco Giuseppe, Rosella Leandro e Vasile Pietro.
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 12.01.1945
  • (anno imprecisato) Albenga, via Trieste, chiesa Sacro Cuore
    In ricordo di Abbo Germana, Moresco Giuseppe, Rosella Leandro e Vasile Pietro.
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 12.01.1945
  • (anno imprecisato) Albenga, località Leca, piazza Torino
    In ricordo di Abbo Germana, Moresco Giuseppe, Rosella Leandro e Vasile Pietro.
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 12.01.1945
  • (anno imprecisato) Albenga, località Leca, cimitero
    Una lapide collocata in località Leca di Albenga, presso il cimitero, ricorda esclusivamente Aschero Attilio e Mantero Agostino.
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 19.02.1945
  • (anno imprecisato) Albenga, via Trieste, chiesa Sacro Cuore
    Una lapide sita ad Albenga, presso la chiesa del Sacro Cuore in via Trieste, ricorda Aschero Attilio e Manfro Mario.
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 19.02.1945
  • (anno imprecisato) Albenga, via Trieste, chiesa Sacro Cuore
    Una lapide sita ad Albenga, presso la chiesa del Sacro Cuore in via Trieste, ricorda Calmarini Giuseppe, Vignola Luigi e Vignola Settimio.
    FOCE DEL CENTA, ALBENGA, 22.01.1945
  • (anno imprecisato) Albenga, località Leca, cimitero
    Una lapide collocata in località Leca di Albenga, presso il cimitero, ricorda esclusivamente Ghiglieri Francesco e Priolo Giuseppe.
    LECA, ALBENGA, 17.03.1945
  • (anno imprecisato) Albenga, via Trieste, chiesa Sacro Cuore
    Una lapide sita ad Albenga, presso la chiesa del Sacro Cuore in via Trieste, ricorda solamente Ghiglieri Francesco.
    LECA, ALBENGA, 17.03.1945
  • (anno imprecisato) Calizzano, Piazza Madonna delle Grazie, nei pressi del cimitero.

    ISOLAGRANDE, MURIALDO, 29.11.1944
  • (anno imprecisato) Osiglia, piazza del Borgo
    Due lapidi ad Osiglia, collocate in Pizza del Borgo.
    OSIGLIA, 10.05.1944
  • (anno imprecisato) Osiglia, piazza del Borgo
    Due lapidi
    OSIGLIA, 28.08.1944
  • (anno imprecisato) Plodio nella piazza antistante la chiesa.

    GIGLI, PLODIO, 14.09.1944
  • (anno imprecisato) Cairo Montenotte, Rocchetta, cimitero
    Due lapidi collocate presso il cimitero di Rocchetta di Cairo
    ROCCHETTA DI CAIRO, CAIRO MONTENOTTE, 10.09.1944
  • (anno imprecisato) Dego, scuola elementare
    lapide sulla facciata dell’ex scuola elementare a lei intitolata nel dopoguerra con atto del Consglio comunale
    SANTA GIULIA, DEGO, 28.08.1944
  • (anno imprecisato) Dego
    lapide sulla casa nativa posta da un gruppo di fedeli piemontesi.
    SANTA GIULIA, DEGO, 28.08.1944
  • (anno imprecisato) Stellanello, piazza del Municipio
    Lapide in ricordo delle vittime
    STELLANELLO, 19.06.1944
  • (anno imprecisato) Stellanello, frazione San Bartolomeo, presso chiesa S. Lorenzo
    Lapide in memoria del sacerdote
    STELLANELLO, 19.06.1944
  • (anno imprecisato) Cengio, Bormida, luogo della strage
    Targa commemorativa con i nomi delle vittime sul luogo dell’eccidio
    BORMIDA, CENGIO, 27.02.1945
  • (anno imprecisato) Savona, Valloria, Ospedale San Paolo
    Lapide sul luogo dell’eccidio (nel cortile interno del complesso ospedaliero del “San Paolo”)
    QUARTIERE VALLORIA SAVONA 04-05.04.1944
  • (anno imprecisato) Santa Margherita Ligure, corso Marconi
    Lapidi in marmo, Corso G.Marconi, Santa Margherita Ligure, Committenti ANPI Santa Margherita Ligure e Comune di Santa Margherita Ligure
    HOTEL MIRAMARE, SANTA MARGHERITA LIGURE, 02.03.1944
  • (anno imprecisato) Arnad, Ville
    lapide che ricorda i quattro caduti
    ARNAD 03.05.1944
  • (anno imprecisato) Saint-Vincent, via Ponte Romano, Hotel Miramonti
    Lapide in memoria di Émile Torrent, sulla facciata dell’Hôtel Miramonti, via Ponte Romano, Saint-Vincent.
    SAINT VINCENT 02.09.1944
  • (anno imprecisato) Villeneuve, piazza Cavalieri di Vittorio Veneto
    Monumento ai caduti, a Villeneuve (Valle d’Aosta), piazza Cavalieri di Vittorio Veneto;
    VILLENEUVE, 07.09-08.11.1944
  • (anno imprecisato) Villeneuve, cimitero
    Lapide in memoria del Caduto partigiano Pietro Vitali, posta sul muro esterno del cimitero di Villeneuve (Valle d’Aosta), a cura dell’Associazione Proletari Escursionisti di Lecco
    VILLENEUVE, 07.09-08.11.1944
  • (anno imprecisato) Savona, Fortezza Priamar
    Le vittime sono ricordate in due lapidi (l'una in bronzo con una scultura in acciaio, l'altra in marmo) poste presso la Fortezza del Priamar e nel sacrario del cimitero di Zinola (eccetto Cassani Pietro, la cui salma venne trasferita presso il cimitero
    FORTEZZA PRIAMAR, SAVONA, 01.11.1944
  • (anno imprecisato) Zinola, cimitero
    Le vittime sono ricordate in due lapidi (l'una in bronzo con una scultura in acciaio, l'altra in marmo) poste presso la Fortezza del Priamar e nel sacrario del cimitero di Zinola (eccetto Cassani Pietro, la cui salma venne trasferita presso il cimitero
    FORTEZZA PRIAMAR, SAVONA, 01.11.1944
  • (anno imprecisato) Savona, forte Madonna degli Angeli
    Una lapide in marmo sul luogo della fucilazione, presso il forte di Madonna degli Angeli a Savona (SV), ricorda tutte e sette le vittime.
    MADONNA DEGLI ANGELI, SAVONA, 27.12.1943
  • (anno imprecisato) Savona
    Due lapidi site a Savona, una presso il Palazzo di Giustizia e una presso il lungomare Matteotti, ricordano Astengo Cristoforo Luigi.
    MADONNA DEGLI ANGELI, SAVONA, 27.12.1943
  • (anno imprecisato) Cairo Montenotte, nella fraz. Montenotte Superiore, presso la località Miera
    Lapide in memoria delle vittime
    LOCALITÀ MIERA DI SAN BARTOLOMEO DEL BOSCO, SAVONA, 11.10.1944
  • (anno imprecisato) Allerona, piazza Attilio Lupi
    Il nome della vittima, insieme a quelli di altri otto cittadini di Allerona uccisi dai tedeschi in quei giorni, sono ricordati in una lapide, posta sulla facciata del municipio della cittadina, che si affaccia peraltro sulla piazza intitolata a uno degli
    ALLERONA 08-09.06.1944
  • (anno imprecisato) Allerona, piazza Attilio Lupi
    Il nome della vittima, insieme a quelli di altri otto cittadini di Allerona uccisi dai tedeschi, sono ricordati in una lapide, posta sulla facciata del municipio della cittadina.
    ALLERONA 07-08.06.1944
  • (anno imprecisato) Sondrio
    A Sondrio, in pieno centro, è stato intitolato un piazzale ad Alberto Pedrini, con una targa alla memoria.
    GAGGIO CASTIONE 21.12.1944
  • (anno imprecisato)
    Per iniziativa privata è stata posta una lapide sulla fossa comune, con l'immagine ricordo dei caduti .
    VAL FONTANA, TRESIVIO, 15.02.1945
  • (anno imprecisato) Sentiero Sondrio-Mossini, tra Colombera e S.Anna Sondrio sale verso Mossini, tra Colombera e S.Anna
    Sul sentiero della memoria che da Sondrio sale verso Mossini, tra Colombera e S.Anna si trova una lapide che ricorda l'uccisione di Alessi e Cometti.
    GUALZI DI SANT’ANNA, SONDRIO, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Vervio
    A Vervio una lapide ricorda i caduti del 3 febbraio 1945.
    VERVIO 03-04-02.1945
  • (anno imprecisato) Triasso, luogo dell'uccisione
    Una lapide commemorativa è stata posta sul muro di una casa che si affaccia sul piccolo piazzale di Triasso dove avvenne l'eccidio.
    TRIASSO SASSELLA SONDRIO 06.04.1945
  • (anno imprecisato) Sernio, via Roma
    Due lapidi poste in via Roma ricordano Giuseppe Panizza e Caterina Garbellini.
    SERNIO 24.04.1945
  • (anno imprecisato) Calvi dell'Umbria
    Nella piazza di Calvi, sul muro dove è stata eseguita la fucilazione, posta in alto vi è una lapide in cui si ricordano le vittime del rastrellamento del 12 e 13 aprile. Sono inseriti 16 nominativi (per due non è indicato il nominativo, ma si riporta la d
    CALVI DELL’UMBRIA 12-13.04.1944
  • (anno imprecisato) Caselle Landi, Cascina Punte Alte
    Lapide posta sul muro della cascina Punte Alte con i nomi delle 5 vittime.
    CASCINA PUNTE ALTE, CASELLE LANDI, 01.04.1945
  • (anno imprecisato) Caselle Landi, Cascina Punte Alte
    Lapide con l’intestazione di C.V.L. e A.N.P.I., sezione di Codogno, posta dai partigiani del codognese il 25 aprile 1966.
    CASCINA PUNTE ALTE, CASELLE LANDI, 01.04.1945
  • (anno imprecisato) Caselle Landi, Piazza della Chiesa
    Il nome di Campagnoli Silvano compare sulla lapide ai Caduti in guerra posta sull’omonimo monumento in Piazza della Chiesa.
    CASCINA PUNTE ALTE, CASELLE LANDI, 01.04.1945
  • (anno imprecisato) Caselle Landi, Piazza della Chiesa
    I nomi di Campagnoli Silvano e Losi Gino compaiono tra i partigiani su un’altra lapide ai Caduti in guerra posta nell’omonima cappella in Piazza della Chiesa.
    CASCINA PUNTE ALTE, CASELLE LANDI, 01.04.1945
  • (anno imprecisato) Terni, palazzo del Podestà
    I nomi di Venanzio De Angelis e Pietro Di Lorenzo sono inseriti nella lapide posta a Terni, nel palazzo del Podestà, attualmente sede della locale Biblioteca comunale, dedicata ai caduti della Brigata Gramsci e del Gruppo di Combattimento Cremona del rico
    CROCI DI ARRONE 02.04.1944
  • (anno imprecisato) Lodi Vecchio, viale Piacenza
    Lapide in viale Piacenza con i nomi di Nappi Giuseppe,Verdelli Samuele,Patrini Luciano.sul muro dell'elettrauto Albertini, al numero 35, dove avvenne l'eccidio, riprodotta a p. 126 di “Memoria di pietra”
    QUARTIERE DI SAN BERNARDO, LODI VECCHIO, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Lodi Vecchio
    Lapidi sul monumento ai Caduti per la libertà al cimitero maggiore di Lodi, e portico del Broletto
    QUARTIERE DI SAN BERNARDO, LODI VECCHIO, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Lodi Vecchio, via Basilica di S. Bassiano
    Lapide sul luogo della morte
    BASILICA DI S. BADIANO LODI 17.04.1945
  • (anno imprecisato) Lodi Vecchio, municipio
    lapide posta sulla facciata del municipio di Lodi Vecchio, tolta per lavori di ristrutturazione e mai più rimessa ricordava Codazzi insieme a Quintini Mario, ucciso nel 1921 dai fascisti e Vacchini Mario internato nei lager nazisti.
    BASILICA DI S. BADIANO LODI 17.04.1945
  • (anno imprecisato) Galgagnano, chiesa
    Lapide posta sulla fiancata della chiesa di Galgagnano
    CASCINA CAGNOLA, GALGAGNANO, 26.07.1944
  • (anno imprecisato) Galgagnano, cascina Cagnola

    CASCINA CAGNOLA, GALGAGNANO, 26.07.1944
  • (anno imprecisato) Galgagnano, cascina Cagnola
    lapidi collocate sul suolo dell’aia della cascina Cagnola nei punti dove caddero rispettivamente le quattro vittime
    CASCINA CAGNOLA, GALGAGNANO, 26.07.1944
  • (anno imprecisato) Galgagnano, cimitero
    lapide posta sulla tomba dei Massari e Vergani
    CASCINA CAGNOLA, GALGAGNANO, 26.07.1944
  • (anno imprecisato) Lodi, cimitero maggiore
    Manzi Riccardo - Lapide posta sul monumento ai Caduti per la libertà presso il cimitero maggiore di Lodi;
    VIA S. CREMONESI E PORTA CREMONA, LODI, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Terni, palazzo del Podestà
    Il nome della vittima è inserito nei 147 nominativi che figurano in una lapide posta nella facciata del Palazzo del Podestà di Terni, attualmente sede della locale Biblioteca comunale, dedicata ai caduti della brigata garibaldina Antonio Gramsci e a quell
    MONTORO NARNI 08.06.1944
  • (anno imprecisato) Orvieto
    La lapide è presente nella piazza intitolata alla data in cui avvenne la strage, il 29 marzo. Anche in questo caso, nella lapide sono riportati i nominativi dei sette fucilati preceduti da una dedica che recita: “il popolo orvietano alla memoria dei suoi
    CAMORENA ORVIETO 06-29.03.1944
  • (anno imprecisato) Roma, piazza De Cristoforis 1
    A Roma, nell’edificio dove abitava Virgilio Bianchini con la famiglia, detto “palazzo dei cervi”, in piazza De Cristoforis 1, quartiere di Casal Bertone, esiste una lapide in memoria del giovane partigiano. In essa si ricorda come Bianchini “veniva barbar
    VILLE DI VASCIANO STRONCONE 09.05.1944
  • (anno imprecisato) Allerona, piazza Attilio Lupi
    I nominativi delle cinque vittime, insieme a quelli di altri quattro cittadini di Allerona uccisi dai tedeschi in quei giorni, sono inoltre ricordati in una lapide, posta sulla facciata del municipio della cittadina, che si affaccia peraltro sulla piazza
    POMARRO ALLERONA 14.06.1944
  • (anno imprecisato) Otricoli, Poggio, Piazza Martiri della Libertà
    Su un edificio ai margini della piazza nel dopoguerra è stata posta una piccola lapide in pietra a ricordo dei due partigiani, definiti “eroi della libertà”.
    POGGIO OTRICOLI 16-17.02.1944
  • (anno imprecisato) Sarzana, via della Croce
    Sul luogo della fucilazione (via della Croce) è presente una lapide posta dall'ANPI e dal Comune di Sarzana con i nomi degli uccisi “fucilati dall'odio fascista/in foschi tempi d'oppressione” e ricordati “per la Pietà del Popolo”.
    VIA CROCE, SARZANA, 10.04.1945
  • (anno imprecisato) Zignago, Serò
    A Serò di Zignago è presente una lapide che ricorda le vittime insieme ai caduti partigiani, immolatisi per la libertà “nell'ultimo sussulto/della rabbia tedesca/impotente a domare/la Lotta partigiana”.
    SERÒ, ZIGNANO, 24.01.1945
  • (anno imprecisato)
    Lapide a Guglielmo Luti “ucciso seguito barbarica azione nazi-fascista il 12/12/1944. Col suo sacrificio salvò i compagni. Il paese pose”. Aggiunta al monumento ai caduti di tutte le guerre di Sorbolo.
    SORBOLO, FOLLO, 12-13.12.1944
  • (anno imprecisato) Vezzano Ligure, via Umberto I
    In via Umberto I è presente una lapide che ricorda il partigiano Giansoldati, morto nello scontro avvenuto il giorno prima della fucilazione.
    VEZZANO BASSO, VEZZANO LIGURE, 03.02.1945
  • (anno imprecisato) Vezzano Ligure, via Vittorio Emanuele
    In via Vittorio Emanuele sono presenti due lapidi in ricordo delle vittime Grossi e Giorgi.
    VEZZANO LIGURE, 07.12.1944
  • (anno imprecisato) Bolano. cimitero
    I nomi delle vittime sono presenti nella lapide dedicata ai caduti di Bolano nella seconda guerra mondiale presente presso il cimitero comunale.
    BOLANO, 09.07.1944
  • (anno imprecisato) Bolano. cimitero
    I nomi delle vittime sono presenti nella lapide dedicata ai caduti di Bolano nella seconda guerra mondiale presente presso il cimitero comunale.
    LOCALITÀ CASA CANESI, BOLANO, 13.02.1945
  • (anno imprecisato) Pignona, cimitero
    E' presente una lapide che ricorda la vittima “caduto in guerra” posta dall'amministrazione comunale nel cimitero di Pignona
    VIA AURELIA, CARRODANO, 24.01.1945
  • (anno imprecisato) Sesta Godano, piazza marconi
    Il nome della vittima è inoltre presente nella lapide che ricorda tutte i caduti di Sesta Godano sulla facciata del palazzo comunale in Piazza G.Marconi.
    VIA AURELIA, CARRODANO, 24.01.1945
  • (anno imprecisato) Contigliano, Collebaccaro, chiesa parrocchiale
    Una lapide sulla facciata della chiesa parrocchiale di Collebaccaro riporta fra i caduti nella Seconda guerra mondiale anche Onorina Chiani, Francesco Damasi e Angelo Laureti, distinti dagli altri e indicati come “Martiri”.
    COLLEBACCARO CONTIGLIANO 11.06.1944
  • (anno imprecisato) Montebuono, Eremo di San Benedetto.
    Lapide sul luogo della fucilazione.
    EREMO DI SAN BENEDETTO MONTEBUONO 13.04.1944
  • (anno imprecisato)
    Sul luogo della fucilazione esiste una nicchia, con lapide e foto delle due vittime.
    FOSSATELLO, COLLEGIOVE, 09.06.1944
  • (anno imprecisato) Sesta Godano, Chiusola, piazza della chiesa
    A Chiusola, in piazza della chiesa, è presente una lapide con la sigla CVL come intestazione che ricorda il comandante GL Borrotzu che “coronò con la morte/la sua breve giovinezza/eroica/offrendosi volontariamente al nemico/per salvare da strage un villag
    CHIUSOLA, SESTA GODANO, 05.04.1944
  • (anno imprecisato) Sesta Godano, Cornice
    A Cornice è presente una lapide che ricorda la “Guardia Civica” Righetti “barbaramente trucidata dai tedeschi”. La lapide è stata posta “a perenne affettuoso ricordo” dai “colleghi”.
    CORNICE, SESTA GODANO, 23.01.1945
  • (anno imprecisato) Riccò del Golfo, Falabiana
    A Falabiana è presente una lapide che ricorda le vittime, definendoli partigiani “barbaramente fucilati dai nazi-fascisti”
    FALABIANA E VALPIDINO, RICCÒ DEL GOLFO, 08.12.1944
  • (anno imprecisato) Follo
    A Follo è presente una lapide che commemora la distruzione e la ricostruzione del paese.
    FOLLO ALTO, FOLLO 28.07.1944
  • (anno imprecisato) La Spezia, complesso scolastico "2 giugno"
    Nel giardino del complesso scolastico del “2 giugno” alla Spezia, eretto dove sorgeva la caserma del XXI Reggimento, è presente una lapide che ricorda tra le altre cose che in quel luogo dopo l'8 settembre 1943 “I brigatisti della violenza / fecero di ca
    CASERMA XXI FANTERIA, LA SPEZIA, 24.10.1944
  • (anno imprecisato) La Spezia, Chiappa, luogo della fucilazione
    Sul luogo delle fucilazioni è presente una rapide che ricorda le vittime “Ufficiali della Colonna Giustizia e Libertà catturati dai tedeschi in combattimento” e “vilmente trucidati” dai fascisti e la loro completa dedizione “alla causa della Libertà” che
    CHIAPPA, LA SPEZIA, 03.02.1945
  • (anno imprecisato) La Spezia, Fossitermi, via Puccini, scuola media
    Una lapide in ricordo di Pagani è presente presso la scuola media di via Puccini, nel quartiere di Fossitermi.
    CHIAPPA, LA SPEZIA, 03.02.1945
  • (anno imprecisato) La Spezia e Brugnato
    Lapidi in ricordo di Pagani e Grandis sono presenti in piazzetta De Nobili (alla Chiappa) e nel paese di Brugnato.
    CHIAPPA, LA SPEZIA, 03.02.1945
  • (anno imprecisato) La Spezia, Felettino, ospedale
    Esistono due lapidi che ricordano l'episodio: una presso il muro di cinta dell'Ospedale del Felettino e una nell'atrio orientale dello stesso nosocomio (inaugurata nel 1989 e voluta dal Comitato provinciale unitario della Resistenza e dall'Azienda san
    FELETTINO, LA SPEZIA, 28.08.1944
  • (anno imprecisato) Follo, PIana Battolla
    Lapide sulla facciata della scuola materna di Piana Battolla, con i nomi dei caduti per la libertà (tra cui quello della vittima Ferrari), posta dai partigiani locali.
    PIAN DI FOLLO, FOLLO, 08.10.1944
  • (anno imprecisato) Santo Stefano Magra, Ponzano Superiore
    E' presente una lapide che ricorda la vittima “trucidata dai tedeschi il 26/8/1944” nel luogo della fucilazione, inoltre una scalinata a Ponzano Superiore è stata intitolata alla vittima.
    PONZANO MAGRA, SANTO STEFANO DI MAGRA, 26.08.1944
  • (anno imprecisato) Sesta Godano, piazza Marconi
    A Sesta Godano, una lapide posta sulla facciata del palazzo comunale in Piazza G.Marconi ricorda le vittime originarie di Sesta Godano.
    PIANO SARINA, NASCENTI, SESTA GODANO, 08-10.07.1944
  • (anno imprecisato) Carro, Ponte Santa Margherita
    A Ponte S.Margherita è presente una lapide che riporta i nomi delle quattro vittime che “caddero sotto il piombo nazifascista” in quella località, identificandoli come partigiani.
    PONTE SANTA MARGHERITA, SESTA GODANO E CARRO, 08-10.07.1944
  • (anno imprecisato) Poggio Bustone
    I nomi dei civili e partigiani caduti il 10 marzo sono riportati sulla lapide che a Poggio Bustone ricorda tutti i civili e militari caduti durante la Seconda guerra mondiale, compresi i civili e partigiani morti per mano nazifascista.
    POGGIO BUSTONE 10.03.1944
  • (anno imprecisato) Terni, piazza della Repubblica.
    I nomi ritornano sulla grande lapide che in piazza della Repubblica a Terni ricorda i 140 partigiani della “Gramsci” caduti durante la Resistenza e gli 8 volontari ternani caduti nel 1945 con il gruppo di combattimento “Cremona”.
    POGGIO BUSTONE 10.03.1944
  • (anno imprecisato) Poggio Bustone
    I civili e partigiani caduti durante il rastrellamento a Poggio Bustone sono ricordati su una lapide posta dall'Amministrazione comunale nel centro cittadino, dove – con uno spazio a sé stante e specifica indicazione – fanno compagnia ai tre caduti nello
    POGGIO BUSTONE 01-10.04.1944
  • (anno imprecisato) Terni, piazza della Repubblica.
    I Caduti dal 1 al 10 aprile 1944, ad eccezione di Pasquale Desideri, compaiono anche sulla grande lapide che in piazza della Repubblica a Terni ricorda i Caduti della brigata “Gramsci” e i volontari morti con il gruppo di combattimento “Cremona”.
    POGGIO BUSTONE 01-10.04.1944
  • (anno imprecisato)
    Esisteva una lapide dedicata a Emo Battisti, divelta da ignoti qualche giorno prima del 25 aprile 2011 (non risulta ancora ricollocata).
    POGGIO BUSTONE 01-10.04.1944
  • (anno imprecisato) Morro Reatino
    Pur essendo la sua uccisione avvenuta in data diversa, il nome di Raoul Angelini compare in testa alla lapide che, nel centro abitato di Morro Reatino, ricorda le 19 vittime fatte a Morro e frazioni dal «barbaro eccidio nazi-fascista» compiuto durante il
    MORRO REATINO 01.06.1944
  • (anno imprecisato) Morro Reatino
    Lapide alle «vittime innocenti del barbaro eccidio nazi fascista 31 marzo- 2 aprile 1944», lungo una via dell'abitato di Morro Reatino (inaugurata in data ignota, riporta in tutto 19 nomi, perché vi è compreso – tra l'altro in testa – anche Raoul Angeli
    MORRO REATINO 01.06.1944
  • (anno imprecisato) Terni, piazza della Repubblica.
    Stefano Di Giuli, Francesco Petrera e Costantino Rossi sono riportati anche sulla grande lapide che in piazza della Repubblica a Terni ricorda i Caduti della brigata Gramsci e i volontari morti nel 1945 con il gruppo di combattimento Cremona.
    MORRO REATINO 31.03-02.04.1944
  • (anno imprecisato) Terni, Piediluco
    Stefano Di Giuli è ricordato anche a Piediluco di Terni, dove era nato e risiedeva, da una lapide voluta (in data ignota) dalla cittadinanza della frazione. Gli fa compagnia il partigiano diciannovenne della Gramsci Orietto Bonanni, anche lui nato e resid
    MORRO REATINO 31.03-02.04.1944
  • (anno imprecisato) Milano
    Sulla casa di Milano a Porta Nuova, dove Giambattista Mancuso abitò al numero 4 di via Goito, lo ricorda una lapide con la scritta: Qui dimorò/ Giambattista Mancuso/ studente universitario/ che il fiore della giovinezza/ volle offrire in sacrificio eroico
    CORNALBA, 25.11.1944
  • (anno imprecisato) Chiesa di Erna
    Lapide posta all’esterno della chiesetta di Erna con i nomi di due caduti
    PIANI D'ERNA, LECCO, 16-20.10.1943
  • (anno imprecisato) Ospedale nuovo di Lecco
    Lapide dedicata a Aristide Valsecchi ed Emilio Pupato posta a Lecco, nei pressi dell’ospedale nuovo, luogo in cui sono stati fucilati
    PIANI D'ERNA, LECCO, 16-20.10.1943
  • (anno imprecisato) cimitero di Lovere
    Una lapide, con l’epigrafe scritta da Giovanni Brasi, posta sul muro esterno del cimitero di Lovere: “Alla memoria eroica di / Renato e Florindo Pellegrini / Qui morti per la liberta / Non ancora ventenni / Il 21.11.1944 / Loro nome di guerra / Fu il sim
    MALGA LUNGA E COVALE, SOVERE, 17-21.11.1944
  • (anno imprecisato) Petosino
    Lapide a Petosino sul luogo della fucilazione
    PETOSINO SORISOLE 25-27.09.1944
  • (anno imprecisato) Via Colombare, Ceresara
    Lapide a forma di croce in onore di Giuseppe Chizzoni sul luogo dell’uccisione
    VIA COLOMBARE, CERESARA, 25.04.1945
  • (anno imprecisato) Valletta Aldriga
    Lapide sul luogo dell’uccisione
    VALLETTA ALDRIGA, CURTATONE, 19.09.1943
  • (anno imprecisato) Argine Po, Località Golena, Felonica
    Lapide in memoria delle vittime sul luogo del decesso
    ARGINE PO LOCALITÀ GOLENA, FELONICA, 24.04.1945
  • (anno imprecisato) Via Principe Amedeo, Mantova
    Lapide nel luogo dell’uccisione
    VIA PRINCIPE AMEDEO, MANTOVA, 11.09.1943
  • (anno imprecisato) Cimitero degli Angeli, Mantova
    Lapide nel luogo dell’uccisione
    CIMITERO DEGLI ANGELI, MANTOVA, 04.03.1945
  • (anno imprecisato) Ponte Molino, Ostiglia
    Lapide in memoria delle vittime sulla facciata della casa
    PONTE MOLINO, OSTIGLIA, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Statale 12, Revere
    Cippo e lapide posti nel luogo dell’uccisione
    STATALE 12 REVERE 29.03.1945
  • (anno imprecisato)
    Lapide in memoria di Gino Cortellazzi
    CORTE PANZINA, VIRGILIO, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Leonessa, Vallunga
    Domenico Caretta, Antonio (Settimio) ed Eligio Vannozzi sono riportati sulla lapide ai Caduti di tutte le guerre sulla facciata della chiesa parrocchiale della frazione Vallunga, ma senza specifica indicazione delle circostanze di morte.
    LEONESSA 31.03-07.04.1944
  • (anno imprecisato) Leonessa, Villa Carmine.
    Le otto vittime di Villa Carmine il 2 aprile 1944 sono riportate, con specifica indicazione delle circostanze di morte, sulla lapide ai Caduti nella Seconda guerra mondiale sulla facciata della chiesa parrocchiale della frazione.
    LEONESSA 31.03-07.04.1944
  • (anno imprecisato) Leonessa, Ponte Riovalle
    Croce con lapide sul luogo della fucilazione di Domenico Caretta, Antonio (Settimio) ed Eligio Vannozzi, in frazione Ponte Riovalle (inaugurata in data ignota).
    LEONESSA 31.03-07.04.1944
  • (anno imprecisato) Terni, Piediluco
    Orietto Bonanni è ricordato, insieme a Stefano Di Giuli (cfr. scheda dedicata, comune di Morro Reatino), da una lapide in frazione Piediluco di Terni, loro paese natale (scoperta in data ignota).
    LEONESSA 31.03-07.04.1944
  • (anno imprecisato) Terni, piazza della Repubblica.
    Tranne sei (Antonucci, De Santis, Di Paoli, Giambotti, Pascolini e Tatarella), tutti i cinquantuno nomi indicati nel complesso monumentale di Leonessa, compaiono anche sulla grande lapide in piazza della Repubblica a Terni, dedicata ai Caduti della brigat
    LEONESSA 31.03-07.04.1944
  • (anno imprecisato) Città di Castello, Badia Petroia
    Edicola con lapide sul luogo dell\'uccisione delle nove vittime (s.d.).
    BADIA PETROIA CITTÀ DI CASTELLO 08.07.1944
  • (anno imprecisato) Monteleone di Spoleto
    Nicola Risoldi è incluso sulla stele che a Monteleone di Spoleto ricorda le sue sei vittime del nazifascismo.
    CAMPO FRANCESE MONTELEONE DI SPOLETO 31.10.1943
  • (anno imprecisato) Spoleto, piazza della Libertà
    Il suo nome compare, sempre con indicazione della concessione di medaglia d'oro al Valore militare sulla lapide ai Caduti nella Resistenza in piazza della Libertà a Spoleto (ignota la data di inaugurazione, restaurata e corretta nel 2013 con l'aggiunta
    CASTELLUCCIO NORCIA 25.04.1944
  • (anno imprecisato) Norcia, piazza Vittorio Veneto
    Il suo nome compare, sempre con indicazione della concessione di medaglia d'oro al Valore militare sulla lapide aggiunta (in data ignota) al monumento ai Caduti di tutte le guerre di Norcia (piazza Vittorio Veneto), che riporta i nomi dei 13 «Caduti nel
    CASTELLUCCIO NORCIA 25.04.1944
  • (anno imprecisato) Sant'Angelo Lodigiano, via San Martino
    Lapide in memoria dei coniugi Semenza posta in via S. Martino a Sant’Angelo Lodigiano.
    SANT’ANGELO LODIGIANO, 01.07.1944
  • (anno imprecisato) Zelo, frazione di Mignete, piazza Benardelli

    VILLA POMPEIANA E MIGNETE, ZELO BUON PERSICO, 27.04.1945
  • (anno imprecisato) Mulazzano, via Favini
    In via Favini è stata posta una lapide in ricordo di Amalio Favini
    VILLA POMPEIANA E CASCINA MONTEBELLO, ZELO BUON PERSICO, 26.07.1944
  • (anno imprecisato) Valfabbrica
    Il suo nome è riportato sulla lapide che di fronte al Municipio di Valfabbrica ricorda i Caduti nella Seconda guerra mondiale.
    CASACASTALDA VALFABBRICA 13.03.1944
  • (anno imprecisato) Valfabbrica, Casacastalda
    Il suo nome è riportato sulla lapide ai Caduti di tutte le guerre all'interno del Santuario della Madonna dell'Olmo a Casacastalda.
    CASACASTALDA VALFABBRICA 13.03.1944
  • (anno imprecisato) Castiglione d'Adda
    Il nome di Pizzavini compare (insieme a Paganini e Pedrazzini) sulle lapidi del Monumento ai Caduti di Castiglione d’Adda.
    CASTIGLIONE D’ADDA, 16.11.1944
  • (anno imprecisato) Borghetto Lofigiano, piazza del Volontariato
    Lapide in memoria di Aldo Quartieri posta a Borghetto Lodigiano in piazza del Volontariato.
    CASCINA MEZZANINO, BORGHETTO LODIGIANO, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Lodi, cimitero maggiore
    Lapidi sul monumento ai Caduti per la libertà
    QUARTIERE DI SAN BERNARDO, LODI VECCHIO, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Lodi, sottoportico del Broletto

    QUARTIERE DI SAN BERNARDO, LODI VECCHIO, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Lodi, viale Piacenza 35
    I nomi delle vittime sono incisi anche sulla lapide in viale Piacenza 35 che ricorda l'eccidio di altri 16 patrioti, avvenuto a poca distanza un paio d'ore dopo.
    QUARTIERE DI SAN BERNARDO, LODI VECCHIO, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Corno Giovine
    Lapide collocata di fianco al Monumento ai Caduti di Corno Giovine.
    CASCINA CASTELLETTO, CORNO GIOVINE, 23.10.1944
  • (anno imprecisato) Corno Giovine, cascina Castelletto
    Lapide posta in un campo della cascina Castelletto con la dedica “Su queste zolle il ventunenne Pietro Beltrami pagò con il proprio sangue l’amore sacro alla libertà”. Il 25 aprile 1995 (50° Anniversario della Liberazione) la Comunità di Corno Giovine
    CASCINA CASTELLETTO, CORNO GIOVINE, 23.10.1944
  • (anno imprecisato) Arena civica "Gianni Brera", Milano
    Cippo all’Arena civica sul luogo dell’esecuzione
    ARENA MILANO 20.12.1943
  • (anno imprecisato) via Spinoza 4, Milano
    Lapide in via Spinoza 4 ricorda Venerino Mantovani
    CAMPO GIURIATI, MILANO, 02.02.1945
  • (anno imprecisato) via Tadino 48, Milano
    Lapide in via Tadino 48 ricorda Vittorio Resti
    CAMPO GIURIATI, MILANO, 02.02.1945
  • (anno imprecisato) Via Porpora 161, Milano
    Lapide in via Porpora 161 ricorda Oliviero Volpones
    CAMPO GIURIATI, MILANO, 02.02.1945
  • (anno imprecisato) via Passo Buole 3, Milano
    Lapide in via Passo Buole 3 ricorda Sergio Bazzoni
    CAMPO GIURIATI, MILANO, 14.01.1945
  • (anno imprecisato) via Montenero 42, Milano
    Lapide in via Montenero 42 ricorda Renzo Botta
    CAMPO GIURIATI, MILANO, 14.01.1945
  • (anno imprecisato) via Mompiani 5, Milano
    Lapide in via Mompiani 5 ricorda Arturo Capecchi
    CAMPO GIURIATI, MILANO, 14.01.1945
  • (anno imprecisato) viale Umbria 60, Milano
    Lapide in viale Umbria 60. A Roberto Giardino
    CAMPO GIURIATI, MILANO, 14.01.1945
  • (anno imprecisato) via Calvairate 2, Milano
    Lapide, ora non più presente, ricordava in via Calvairate 2 Roberto Ricotti
    CAMPO GIURIATI, MILANO, 14.01.1945
  • (anno imprecisato) viale Umbria 60, Milano
    Lapide in viale Umbria 60 ricorda Luciano Rossi
    CAMPO GIURIATI, MILANO, 14.01.1945
  • (anno imprecisato) via Ravenna 3, Milano
    Lapide in via Ravenna 3 a Giuliano Serrani
    CAMPO GIURIATI, MILANO, 14.01.1945
  • (anno imprecisato) Lodi, poligono di tiro
    Lapide in memoria di Biancardi Pietro, D’Arco Antonio, Frigoli Giuseppe, Sigi Paolo Zaninelli Ferdinando
    POLIGONO DI TIRO DI LODI, LODI, 31.12.1944
  • (anno imprecisato) Livraga, via Dante
    Monumento ai caduti: Biancardi Pietro e Frigoli Giuseppe
    POLIGONO DI TIRO DI LODI, LODI, 31.12.1944
  • (anno imprecisato) San Martino in Strada, in piazza Italia
    Zaninelli Ferdinando - Il suo nome è riportato sulla lapide tra quelle poste sotto il Monumento a Caduti in piazza Italia a San Martino in Strada
    POLIGONO DI TIRO DI LODI, LODI, 31.12.1944
  • (anno imprecisato) Cascia
    Lapide che a Cascia ricorda tredici vittime del nazifascismo cadute in tutto il territorio comunale (in questa non è compreso Franco Spanicciati, che invece compare a Norcia sulla parte dedicata alle vittime della Resistenza del monumento ai Caduti di tut
    CASCIA 31.03-02.04.1944
  • (anno imprecisato) Scuola in via Gran Sasso, Milano
    Una lapide ricorda Salvatore Principato nell'atrio della scuola e un'altra in via Gran Sasso (presso la sua abitazione).
    PIAZZALE LORETO, MILANO, 10.08.1944
  • (anno imprecisato) via Bergognone angolo via Tortona, Milano
    Lapide sul luogo della morte via Bergognone angolo via Tortona
    VIA BERGOGNONE, MILANO, 25.04.1945
  • (anno imprecisato) Via Padova, Milano
    Lapide sul luogo dell’uccisione
    VIA PADOVA MILANO 01.01.1945
  • (anno imprecisato) Robecco sul Naviglio
    Lapide a Robecco sul Naviglio, apposta sul luogo della fucilazione
    ROBECCO SUL NAVIGLIO, 21.07.1944
  • (anno imprecisato) Stabilimento Falck Unione, Sesto San Giovanni
    Lapide non più esistente allo stabilimento Falck Unione
    SESTO SAN GIOVANNI 10.04.1945
  • (anno imprecisato) Settimo Milanese
    Lapide sul luogo dell’esecuzione
    SETTIMO MILANESE, 27.06.1944
  • (anno imprecisato) Cimitero Di Moirago, Zibido San Giacomo
    Lapide sul luogo in cui furono ritrovati i cadaveri
    CIMITERO DI MOIRAGO, ZIBIDO SAN GIACOMO, 06.10.1944
  • (anno imprecisato) Città della Pive, viale Cappannini
    Sulla facciata di una chiesetta lungo viale Cappannini, via che costeggia le mura urbiche di Città della Pieve, c'è una lapide in sua memoria.
    CITTÀ DELLA PIEVE PERAI 17.06.1944
  • (anno imprecisato) Rocca di Arsiè
    C'è una lapide a lui dedicata a Rocca di Arsiè (Biella), voluta nel 1920 dai cittadini del paese per ringraziarlo dei mesi di lavoro con la sua compagnia nel riparare le devastazioni causate dalla guerra alle abitazioni e alle infrastrutture.
    CITTÀ DI CASTELLO 09.05.1944
  • (anno imprecisato) Umbertide, Municipio
    Bartocci compare sulla lapide che all’ingresso del Municipio di Umbertide ricorda i suoi «Caduti per la libertà d’Italia contro il tedesco invasore».
    CIVITELLA RANIERI UMBERTIDE 08.05.1944
  • (anno imprecisato) Monte Castello di Vibio, Doglio
    Lapide a Pietro Mariotti in frazione Doglio (non sul luogo dell'uccisione ma all'interno del borgo).
    DOGLIO MONTE CASTELLO DI VIBIO 06-07.03.1944
  • (anno imprecisato) Monte Castello di Vibio, Doglio
    Nome di Pietro Mariotti menzionato sulla lapide che, all'ingresso di Doglio, ricorda i Caduti nelle due guerre mondiali.
    DOGLIO MONTE CASTELLO DI VIBIO 06-07.03.1944
  • (anno imprecisato) Monte Castello di Vibio
    Menzionato (con particolare evidenza perché è il primo nome inciso ed a caratteri più grandi rispetto agli altri) sulla lapide che a Monte Castello di Vibio ricorda le quindici vittime del nazifascismo nel territorio comunale.
    DOGLIO MONTE CASTELLO DI VIBIO 06-07.03.1944
  • (anno imprecisato) via Airaghi, Milano
    In via Airaghi, luogo dell’esecuzione
    VIA AIRAGHI, MILANO, 03.02.1945
  • (anno imprecisato) Via Aporti, Milano
    Lapide sul luogo della morte
    VIA APORTI MILANO 11.01.1944
  • (anno imprecisato) Via Botticelli, Milano
    Lapide sul luogo dell’esecuzione
    PIAZZA GIUSEPPE OCCHIALINI, MILANO, 06.01.1945
  • (anno imprecisato) via Cadamosto, Milano
    Lapide sul luogo dell’esecuzione in via Cadamosto.
    VIA CADAMOSTO, MILANO, 21.04.1945
  • (anno imprecisato)
    Targa posta a ricordo dall’anpi di casorate primo
    VIA CELENTANO MILANO 01.09.1944
  • (anno imprecisato) via Watt 1, Milano
    Lapide apposta sul muro del caseggiato in cui abitava Rossi (via Watt 1)
    VIA CERMENATE, MILANO, 16.11.1944
  • (anno imprecisato) via Premuda 14, Milano
    Lapide in viale Premuda 14
    VIALE TUNISIA MILANO 18.10.1944
  • (anno imprecisato) Ponte di via Mentana, Monza
    Lapide sul luogo della morte
    MONZA 17.12.1944
  • (anno imprecisato) Tuoro sul Trasimeno, Isola Maggiore
    Presso la casa che fu della famiglia Paci una lapide (non più in ottime condizioni) ricorda l'episodio.
    ISOLA MAGGIORE TUORO SUL TRASIMENO 14.06.1944
  • (anno imprecisato) Tuoro sul Trasimeno, Isola Maggiore
    Presso la casa che fu della famiglia Paci una lapide (non più in ottime condizioni) ricorda l'episodio, non citando però Italo Dal Col.
    ISOLA MAGGIORE E VERNAZZANO TUORO SUL TRASIMENO 14-15.06.1944
  • (anno imprecisato) Marsciano, piazza Marx, palazzo ex Casa del Fascio
    I nomi delle tre vittime sono anche presenti nei nomi dei “quindici civili caduti per cause della guerra 1940-45”, iscritti nella serie di lapidi poste sulla facciata di un palazzo di piazza Marx, nel centro di Marsciano, già sede della Casa del fascio.
    MARSCIANO 25-28.03.1944
  • (anno imprecisato) Marsciano, cimitero
    Lapide posta sul muro di cinta del cimitero di Marsciano, nei pressi del luogo dove avvenne la fucilazione.
    MARSCIANO 25-28.03.1944
  • (anno imprecisato) Marsciano, palazzo comunale.
    Lapide in ricordo dei tre giovani renitenti, posta sulla facciata del municipio di Marsciano, nell’edificio dove si tenne il processo, in occasione del primo anniversario della fucilazione.
    MARSCIANO 25-28.03.1944
  • (anno imprecisato) Monte Castello di Vibio, via Roma
    Nel centro di Monte Castello di Vibio, lungo via Roma, una lapide ricorda le 15 vittime del nazifascismo fatte nel territorio comunale. Fra queste ci sono anche i Falcinelli. Di uno soltanto, Giuseppe Rossini, non è stato possibile reperire alcuna inform
    MONTE CASTELLO DI VIBIO 16.06.1944
  • (anno imprecisato) Monte Castello di Vibio, via Roma
    Nel centro di Monte Castello di Vibio, lungo via Roma, una lapide ricorda le 15 vittime del nazifascismo fatte nel territorio comunale. Fra queste ci sono anche Latini, Mannaioli e Burchiella. Di uno soltanto, Giuseppe Rossini, non è stato possibile repe
    MONTE CASTELLO DI VIBIO 13.06.1944
  • (anno imprecisato) Gadesco, via Martiri della Libertà

    GADESCO PIEVE DELMONA, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Gadesco, via Martiri della Libertà

    GADESCO PIEVE DELMONA, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Crema, campo sportivo

    CAMPO SPORTIVO, CREMA, 29.11.1944
  • (anno imprecisato) Crema. Municipio

    CAMPO SPORTIVO, CREMA, 29.11.1944
  • (anno imprecisato) Cremona

    CENTRO CITTADINO, CREMONA, 09.09.1943
  • (anno imprecisato) via Lucio Cornelio Silla, Milano
    Oggi una lapide, fatta collocare dall’ANPI in via Lucio Cornelio Silla e spostata successivamente nel parco pubblico tra via Silla e via Alberto Cavaliere, ne ricorda il sacrificio. In un’altra lapide, collocata a suo tempo dai comunisti e dai socialisti
    FIGINO, MILANO, 30.09.1944
  • (anno imprecisato) via Archimede, Peschiera Borromeo (Linate), Milano
    Il nome di Gariboldi appare sulla lapide apposta a un monumento a ricordo dei Caduti per la libertà e delle due guerre mondiali, via Archimede - Peschiera Borromeo (Linate), Milano.
    LINATE, MILANO, 13.09.1943
  • (anno imprecisato) viale Romagna-angolo via Botticelli, Milano
    Lapide in viale Romagna-angolo via Botticelli
    MILANO 16.01.1945
  • (anno imprecisato) Quinto Romano, Milano
    Lapide posta dall’ANPI sul luogo della fucilazione
    QUINTO ROMANO, MILANO, 27.06.1944
  • (anno imprecisato) Lodi, cimitero

    POLIGONO DI TIRO, LODI, 21-22.08.1944
  • (anno imprecisato) Lodi, sottoportico del Broletto

    POLIGONO DI TIRO, LODI, 21-22.08.1944
  • (anno imprecisato) Lodi

    POLIGONO DI TIRO, LODI, 21-22.08.1944
  • (anno imprecisato) Spinazzola, Masseria Murgetta Rossa

    MASSERIA MURGETTA ROSSI, SPINAZZOLA, 10.09.1943
  • (anno imprecisato)
    All’esterno del cimitero di San Vito al Tagliamento è presente una lapide in ricordo dei sei fucilati.
    PIAZZALE DEL CIMITERO S. VITO AL TAGLIAMENTO 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Casiacco
    Sull’edificio che ospitò l’albergo De Ponti e che fu luogo della strage è stata apposta una targa in ricordo di Niva De Ponti, Lorenzo Artico e di altri due partigiani caduti nei pressi della struttura nel corso del 1944. La tomba di Maria Niva presso il cimitero monumentale di Udine è decorata da una scultura di Silvio Olivo.
    CASIACCO VITO D’ASIO 30.04.1945
  • (anno imprecisato) Sacile, caserma Slataper
    All’interno della Caserma “Slataper” di Sacile è stata apposta una lapide in ricordo di otto giovani partigiani fucilati il 18 settembre 1944 e il 25 settembre 1944, tra cui Camarotto, Pizzinato, Regini e Dal Fabbro.
    CASERMA SLATAPER SACILE 18.09.1944
  • (anno imprecisato) Sacile, caserma Slataper
    All’esterno della caserma è apposta una lapide in ricordo di Mario Dal Fabbro "Tosca".
    CASERMA SLATAPER SACILE 18.09.1944
  • (anno imprecisato) Sacile, caserma Slataper
    All’interno della Caserma “Slataper” di Sacile è stata apposta una lapide in ricordo di otto giovani partigiani fucilati il 18 settembre 1944 e il 25 settembre 1944, tra cui anche Bredariol, Zanin, Lazzer e Spellanzan.
    CASERMA SLATAPER SACILE 20-25.09.1944
  • (anno imprecisato) Tramonti di Sotto, cimitero
    A Tramonti di Sotto, nel cimitero, ai 10 fucilati è stata dedicata una lapide in marmo.
    CIMITERO TRAMONTI DI SOTTO 10.12.1944
  • (anno imprecisato) Budoia
    Ricorda Enrico e Pietro Zambon un lapide apposta sulla loro abitazione, ricostruita nel dopoguerra a seguito della sua distruzione ad opera dei nazisti.
    DARDAGO BUDOIA 05-06.03.1945
  • (anno imprecisato) Polcenigo, Mezzomonte
    Nella piazza del borgo è presente una lapide commemorativa dedicata a Gio Maria Alfier "Bia".
    MEZZOMONTE POLCENIGO 04.02.1945
  • (anno imprecisato) Polcenigo, Mezzomonte
    Nella piazza del borgo una lapide nella quale sono riportati i nomi di Bruno Janes "Orso", Aniceto Belgiorgio "Negus", Giacomo Zanolin "Topo", Ennio Manzon "Bortolo", Rolando Scarpa "Venezia", Raimond Lefévre "Paris", Costanzo Ascione "Libertà". Nella stessa lapide è ricordato anche il partigiano Santino Della Fiorentina "Boris".
    MEZZOMONTE POLCENIGO 04.02.1945
  • (anno imprecisato) Pordenone, Centro Studi, Aula Magna
    Al prof. Terzo Drusin è dedicata una lapide commemorativa presso l’Aula Magna del Centro Studi di Pordenone, ora sede di Cinemazero.
    PONTE DI TREMEACQUE PRATA DI PORDENONE 17.12.1944
  • (anno imprecisato) Porcia, cimitero
    Presso il cimitero di Porcia le lapidi di Moro, Truccolo, Moreal e Dell’Agnese sono accomunate dalla stessa lucerna scolpita.
    PORCIA 25.11.1944
  • (anno imprecisato) Porcia, municipio
    Sotto alla loggia del Municipio venne apposta subito dopo la fine della guerra una lapide dedicata a Remigi. Rimossa negli anni Ottanta per consentire il restauro della loggia, la lapide è stata ricollocata nel 2007.
    PORCIA 25.11.1944
  • (anno imprecisato) Spilimbergo, torre
    Una lapide nei pressi della torre di Spilimbergo ricorda l’impiccagione di Primo Zanetti.
    SPILIMBERGO 13.07.1944
  • (anno imprecisato) Brugnera, municipio
    Una lapide collocata poco dopo la guerra sulla facciata del Municipio di Brugnera ricordava i nomi delle vittime nella lotta di Resistenza; la lapide scomparve durante i lavori di restauro dell’edificio per motivi non chiariti.
    VICOLO SLONDRONA BRUGNERA 31.07.1944
  • (anno imprecisato) Barletta, Palazzo delle poste

    PIAZZA CADUTI IN GUERRA, BARLETTA, 12.09.1943
  • (anno imprecisato) Matera, palazzo del Governo

    MATERA, 21.09.1943
  • (anno imprecisato) Matera, via Lucana

    MATERA, 21.09.1943
  • (anno imprecisato) Matera, facciata dell’ex sede della Guardia di Finanza

    MATERA, 21.09.1943
  • (anno imprecisato) Grontardo, frazione Levata
    Lapide in frazione Levata coi nominativi
    FRAZIONE LEVATA, GRONTARDO, 27.04.1945
  • (anno imprecisato) Roveredo, chiesa
    Sul muro di cinta nei pressi della chiesa di Roveredo in Piano, nel luogo della fucilazione, è stata apposta una piccola lapide in marmo che ricorda i nomi dei due partigiani.
    ROVEREDO IN PIANO 07.09.1944
  • (anno imprecisato) Piazza Vittoria, Cordenons
    A Giuseppe Nannavecchia è stata dedicata una lapide presso la loggia del Municipio in Piazza Vittoria a Cordenons.
    LOGGE MUNICIPALI CORDENONS 24-9-1944
  • (anno imprecisato) Isola Dovarese, ponte su Oglio, luogo fucilazione

    PONTE SU OGLIO CASCINA CÀ BELLA, ISOLA DOVARESE, 28-29.04.1945
  • (anno imprecisato)

    IZANO, 17.03.1945
  • (anno imprecisato) Pandino, piazza Vittorio Emanuele III

    PANDINO, 26.04.1945
  • (anno imprecisato)
    A Fontanafredda è stata intitolata ad Anto Zilli la scuola materna mentre a Pordenone una targa lo ricorda all’interno dell’ospedale.
    GIAIS AVIANO 23-12-1944
  • (anno imprecisato) Pieve d'Olmi, cimitero

    BOSCO CORNA, PIEVE D’OLMI, 22.01.1945
  • (anno imprecisato) Piadena, municipio

    PIADENA, 11.07.1944
  • (anno imprecisato) Giais
    Del Cont Angelo è seppellito presso il cimitero di Giais, dove i compagni del Battaglione “Nino Bixio” gli hanno dedicato una lapide.
    ROVEREDO IN PIANO 28-4-1945
  • (anno imprecisato) Prata di Pordenone
    A Prata, nei pressi del luogo dove venne colpito dalla raffica di mitra, è stata eretta una lapide in memoria di Dino De Carli. Sempre nello stesso comune, al partigiano è stata inoltre intitolata una via.
    PRATA DI PORDENONE 20-1-1945
  • (anno imprecisato) Vigonovo
    A Vigonovo alla memoria di Trevisan Olimpio Alvise “Uro” è stata dedicata una lapide.
    ROVEREDO IN PIANO 22-11-1944
  • (anno imprecisato) Pozzaglio, luogo fucilazione

    POZZAGLIO, 24.09.1944
  • (anno imprecisato) Rivolta d'Adda, località Villa Pompeiana

    FIUME ADDA, RIVOLTA D’ADDA, 31.07.1944
  • (anno imprecisato) Crema, municipio
    Il nome compare tra i Caduti partigiani lapide municipio Crema
    FIUME ADDA, RIVOLTA D’ADDA, 31.07.1944
  • (anno imprecisato) Soresina, via Crema
    Lapide per Cantarini
    SORESINA,26.04.1945
  • (anno imprecisato) Soresina, via Farinello
    Lapide per Paladini
    SORESINA,26.04.1945
  • (anno imprecisato) Soresina
    Lapide in memoria di Bruno Pasini sul luogo dell'uccisione
    SORESINA, 27.04.1945
  • (anno imprecisato) Drizzona, piazza 25 aprile
    Lapide nella piazza principale (XXV Aprile) apposta al monumento ai Caduti. Scritta incisa: “Il 27 aprile 1945 si abbattè su Spino d'Adda la rabbia nazifascista di una colonna tedesca in fuga. Nel saccheggio e nel sangue volle punire il fremito di libertà di questo lembo di terra italiana consacrando alla gloria dei secoli il sacrificio dei martiri... (seguono i dieci nominativi sopra elencati).”
    SPINO D'ADDA 27.04.1945
  • (anno imprecisato) Drizzona, scuola media

    SPINO D'ADDA 27.04.1945
  • (anno imprecisato) Ontagnano
    A Ontagnano una lapide ricorda la morte di Arveno Marcuzzi, Pietro Palavicini e Benito Cavedale
    ONTAGNANO GONARS 28-4-1945
  • (anno imprecisato) Varzi
    Il nome del caduto è ricordato nella lapide posta alla scuola materna di Varzi
    REPUBBLICA DI VARZI, 02-03.10.1944
  • (anno imprecisato) Montebello

    MONTEBELLO 03.01.1945
  • (anno imprecisato) Montù Beccaria, piazzale Europa
    Una lapide dedicata al caduto è posta a Montù Beccaria in piazzale Europa.
    MONTÙ BECCARIA, 03.10.1944
  • (anno imprecisato) Pavia, Università
    Il nome di Fascina è nella lapide posta sulla facciata dell’Università di Pavia.
    CERVESINA, 05.11.1943
  • (anno imprecisato) Santa Giuletta, Pizolo
    Una stele ricorda i fucilati nel luogo dell’uccisione.
    PIZZOLO, SANTA GIULETTA, 06.02.1945
  • (anno imprecisato) Montù Beccaria, Roncole
    Una lapide a Roncole di Montù ricorda tutti i fucilati.
    RONCOLE, MONTÙ BECCARIA, 31.01.1945
  • (anno imprecisato) Montù Beccaria, Tassarole
    Una lapide con foto a Tassarole di Montù ricorda i due fratelli
    TASSAROLE, MONTÙ BECCARIA, 31.01.1945
  • (anno imprecisato) Vigevano, castello, luogo fucilazione

    CASTELLO DI VIGEVANO, VIGEVANO, 06.10.1944
  • (anno imprecisato) Varzi, scuola materna
    Una lapide ricorda i nomi delle vittime alla scuola materna statale di Varzi.
    NIVIONE, VARZI, 08.08.1944
  • (anno imprecisato) Broni, Fontanile
    Cippo a Broni, località Fontanile di Vescovera, nel luogo dell’uccisione dei 4 detenuti
    FONTANILE, BRONI, 09.08.1944
  • (anno imprecisato) Voghera, luogo ferimento

    VOGHERA, 09.09.1943
  • (anno imprecisato) Vigevano, cimitero
    Una lapide ricorda la vittima nel monumento ai caduti della Liberazione nel cimitero di Vigevano
    VIGEVANO 09.09.1943
  • (anno imprecisato) Pavia, Università
    I nomi delle vittime sono ricordati nella lapide apposta sulla facciata dell’università di Pavia.
    PAVIA, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Santa Maria della Versa, Begoglio
    Una lapide, posta sulla casa in cui fu uccisa la vittima, lo ricorda.
    BEGOGLIO, SANTA MARIA DELLA VERSA,10.08.1944
  • (anno imprecisato) Zavattarello, Crociglia
    Lapide sul luogo della fucilazione di Giovanni Ballerini di Camillo a Zavattarello.
    CROCIGLIA, ZAVATTARELLO, 09.07.1944
  • (anno imprecisato) Groppo, scuola
    Una lapide con i sei nomi è affissa sulla scuola di Groppo.
    POZZOL GROPPO, 31.01.1945
  • (anno imprecisato) Zeme, municipio
    Una lapide nel municipio di ricorda le vittime
    ZEME, 27.04.1945
  • (anno imprecisato) Mpntebello, cimitero
    Una lapide ricorda i fucilati sulla facciata del cimitero di Montebello.
    MONTEBELLO DELLA BATTAGLIA, 10.08.1944
  • (anno imprecisato) Forte Bravetta, Roma
    Lapide ai caduti di Forte Bravetta esposta all’ingresso del forte stesso
    FORTE BRAVETTA ROMA 03.04.1944
  • (anno imprecisato) Forte Bravetta, Roma
    Lapide ai caduti di Forte Bravetta esposta all’ingresso del forte stesso
    FORTE BRAVETTA ROMA 03.06.1944
  • (anno imprecisato) Forte Bravetta, Roma
    Lapide ai caduti di Forte Bravetta esposta all’ingresso del Forte stesso
    FORTE BRAVETTA ROMA 03.04.1944
  • (anno imprecisato) Forte Bravetta, Roma
    Lapide ai caduti di Forte Bravetta esposta all’ingresso del Forte stesso
    FORTE BRAVETTA ROMA 04.03.1944
  • (anno imprecisato) Forte Bravetta, Roma
    Lapide ai caduti di Forte Bravetta esposta all’ingresso del forte stesso
    FORTE BRAVETTA ROMA 08.05.1944
  • (anno imprecisato) Forte Bravetta, Roma
    Lapide ai caduti di Forte Bravetta esposta all’ingresso del forte stesso
    FORTE BRAVETTA ROMA 20.01.1944
  • (anno imprecisato) Forte Bravetta, Roma
    Lapide alle vittime di Forte Bravetta all’ingresso del forte stesso
    FORTE BRAVETTA ROMA 02.02.1944
  • (anno imprecisato) piazza del Risorgimento, Roma
    Lapide in ricordo di Ettore Arena in piazza del Risorgimento a Roma.
    FORTE BRAVETTA ROMA 02.02.1944
  • (anno imprecisato) Forte Bravetta, Roma
    Lapide ai caduti di Forte Bravetta esposta all’ingresso del forte stesso
    FORTE BRAVETTA ROMA 07.03.1944
  • (anno imprecisato) vicolo Orbetelli, Roma
    Una lapide in memoria di Guido Rattoppatore è affissa su un muro di vicolo Orbetelli.
    FORTE BRAVETTA ROMA 07.03.1944
  • (anno imprecisato) Forte Bravetta, Roma
    Lapide ai caduti di Forte Bravetta esposta all’ingresso del Forte stesso.
    FORTE BRAVETTA ROMA 11.10.1943
  • (anno imprecisato) Forte Bravetta, Roma
    Lapide ai caduti di Forte Bravetta
    FORTE BRAVETTA ROMA 20.10.1943
  • (anno imprecisato) Forte Bravetta, Roma
    Lapide ai caduti di Forte Bravetta esposta all’ingresso del Forte stesso.
    FORTE BRAVETTA ROMA 22.12.1943
  • (anno imprecisato) Forte Bravetta, Roma
    Lapide a Forte Bravetta
    FORTE BRAVETTA ROMA 23.10.1943
  • (anno imprecisato) Forte Bravetta, Roma
    Lapide ai caduti di Forte Bravetta esposta all’ingresso del forte stesso
    FORTE BRAVETTA ROMA 24.05.1944
  • (anno imprecisato) Forte Bravetta, Roma
    Lapide ai caduti di Forte Bravetta esposta all’ingresso del Forte stesso.
    FORTE BRAVETTA ROMA 26.11.1943
  • (anno imprecisato) Forte Bravetta, Roma
    Lapide ai caduti di Forte Bravetta esposta all’ingresso del Forte stesso.
    FORTE BRAVETTA ROMA 30.12.943
  • (anno imprecisato) Forte Bravetta, Roma
    Lapide alle vittime di Forte Bravetta all’ingresso del forte stesso.
    FORTE BRAVETTA ROMA 31.12.1943
  • (anno imprecisato) Forte Bravetta, Roma
    Lapide ai caduti di Forte Bravetta esposta all’ingresso del forte stesso.
    FORTE BRAVETTA 31.01.1944
  • (anno imprecisato) via del Collegio Capranica n.33, Roma
    Una lapide è esposta in via del Collegio Capranica n.33 in memoria di Augusto Latini
    FORTE BRAVETTA 31.01.1944
  • (anno imprecisato) Bornasco
    Lapide con i nomi nel luogo in cui morirono, con questa scritta: “Cospiratori genovesi qui trucidati e pietosamente raccolti dalla popolazione di Bornasco 24 aprile 1945 (i nomi) Il comune di Genova pose”
    BORNASCO, 24.04.1945
  • (anno imprecisato) Pavia, Università
    I nomi di Busoni e Capitelli sono ricordati sulla lapide dei caduti partigiani posta sulla facciata dell’Università di Pavia.
    BRONI, 25.03.1945
  • (anno imprecisato) San Damiano al Colle
    Lapide in ricordo della vittima
    SAN DAMIANO AL COLLE, 27.03.1945
  • (anno imprecisato) Monte Castello di Vibio, via Roma
    Nel centro di Monte Castello di Vibio, lungo via Roma, una lapide ricorda le 15 vittime del nazifascismo fatte nel territorio comunale. Fra queste c'è anche Magarini. Di uno soltanto, Giuseppe Rossini, non è stato possibile reperire alcuna informazione.
    PIANICOLI MONTE CASTELLO DI VIBIO 13.06.1944
  • (anno imprecisato) Monte Castello di Vibio, via Roma
    Nel centro di Monte Castello di Vibio, lungo via Roma, una lapide ricorda le 15 vittime del nazifascismo nel territorio comunale. Fra queste anche le sette fatte in questo episodio. Di uno soltanto, Giuseppe Rossini, non è stato possibile reperire alcuna informazione.
    PIANICOLI MONTE CASTELLO DI VIBIO 16.06.1944
  • (anno imprecisato) Monticelli Pavese
    Una lapide ricorda i due partigiani fucilati nel luogo dell’uccisione.
    CASCINA MONTALBANO, MONTICELLI PAVESE, 19.03.1945
  • (anno imprecisato) Pavia, Università
    Il nome della vittima è ricordato sulla lapide posta sulla facciata dell’Università di Pavia.
    MEZZANINO, 18.03.1945
  • (anno imprecisato) Cigognola, piazza
    Lapide in memoria della vittima
    CIGOGNOLA, 15.03.1945
  • (anno imprecisato) Cigognola, piazza
    Il nome della vittima è ricordato nella lapide posta nella piazza di Cigognola
    CIGOGNOLA, 13.03.1945
  • (anno imprecisato) Cigagnola

    CIGOGNOLA, 13.03.1945
  • (anno imprecisato) Vigevano
    Il nome della vittima è ricordato in una lapide in una via di Vigevano
    VIGEVANO, 27.12.1944
  • (anno imprecisato) Milano
    Il nome della vittima nome figura in una lapide sulle colonne di Porta Romana a Milano
    SAN DAMIANO AL COLLE, 06.04.1945
  • (anno imprecisato) Milano
    IL nome della vittima è presente in una delle lapidi al Palazzo della Ragione
    SAN DAMIANO AL COLLE, 06.04.1945
  • (anno imprecisato) Varzi, scuola materna
    Una lapide coi nomi dei caduti è posta sulla facciata della scuola materna di Varzi.
    VARZI 25.07.1944
  • (anno imprecisato) Milano
    Angelo Aliotta è ricordato in una delle lapidi nella Loggia dei Mercanti a Milano
    MENCONICO, 26-28.08.1944
  • (anno imprecisato) Castel San Giovanni, municipio
    è ricordato in una lapide posta sulla facciata del municipio di Castel S. Giovanni.
    MOLINO, ROVESCALA, 27.12.1944
  • (anno imprecisato) Montebello, cimitero
    Il nome del caduto è ricordato sulla lapide del cimitero
    GENESTRELLO, MONTEBELLO, 23.12.1944
  • (anno imprecisato) Cigognola
    Il nome di Giorgi è ricordato in una lapide nel luogo dell’uccisione
    CIGOGNOLA, 22.11.1944
  • (anno imprecisato) Cigognola, piazza
    il nome di Maggi è sulla lapide in piazza
    CIAREI, TOLLEGNO 22.12.1943
  • (anno imprecisato) Casteggio, cimitero
    Una lapide nel cimitero di Casteggio lo ricorda
    CASTEGGIO, 19.11.1944
  • (anno imprecisato) Pavia, Cascina Bellaria
    Lapide sul luogo della fucilazione
    CASCINA BELLARIA, PAVIA, 15.08.1944
  • (anno imprecisato) Cigognola, piazza
    Il nome della vittima è ricordato sulla lapide
    CIGOGNOLA, 13.03.1945
  • (anno imprecisato) Montù Beccaria, Casa Bianca
    Lapide sul luogo dell'uccisione
    CASA BIANCA, MONTÙ BECCARIA, 17.12.1944
  • (anno imprecisato) Cigognola, piazza
    Il nome della Giorgi è ricordato nella lapide posta nella piazza di Cigognola
    VICOMUNE, CIGOGNOLA, 19.07.1944
  • (anno imprecisato) Vigevano
    Una lapide ricorda la vittima nel cortile del castello nel luogo in cui fu ucciso.
    VIGEVANO, 21.10.1943
  • (anno imprecisato) Vigevano, caserma vigili del fuoco

    VIGEVANO, 21.10.1943
  • (anno imprecisato) Tormello
    Il suo nome compare in una lapide che ricorda i caduti delle ultime due guerre a Tromello
    TROMELLO, 10-11.09.1943
  • (anno imprecisato) Cigognola, piazza

    CIGOGNOLA, 19.12.1944
  • (anno imprecisato) Cigognola, luogo dell'uccisione

    CIGOGNOLA, 13.03.1945
  • (anno imprecisato) via D'Azeglio, Trieste
    Via d’Azeglio si trova nei pressi dell’Ospedale Maggiore di Trieste. E’ stata posta in memoria della rappresaglia una lapide con i nomi delle 4 vittime al numero civico 13, sulla facciata di un’autorimessa.
    VIA MASSIMO D’AZEGLIO TRIESTE 28-3-1945
  • (anno imprecisato) Varzi, scuola materna
    I caduti di Varzi sono ricordati in una lapide posta sulla facciata della scuola materna
    VARZI, 19-23.09.1944
  • (anno imprecisato) Vigevano, stazione
    Una lapide posta alla stazione ricorda i caduti
    VIGEVANO 27.04.1945
  • (anno imprecisato) Lardirago

    S. ALESSIO CON VIALONE, 17.07.1944
  • (anno imprecisato) Barbianello, palazzo comunale

    BARBIANELLO 18.11.1944
  • (anno imprecisato) Cigognola, castello
    Ferlini è ricordato nella lapide posta presso il “pozzo della morte” nel castello di Cigognola.
    BARBIANELLO 18.11.1944
  • (anno imprecisato) Varzi, scuola materna
    I nomi sono ricordati su una lapide posta sulla scuola materna di Varzi.
    VARZI, 18-21.09.1944
  • (anno imprecisato) Varzi
    Un lapide ricorda la Romagnese anche sul luogo dell’uccisione.
    VARZI, 18-21.09.1944
  • (anno imprecisato) Cassolnovo, ponte Gambolò

    CASSOLNOVO, 13-14.12.1944
  • (anno imprecisato) San Damiano al Colle
    Un lapide ricorda sul luogo dell’uccisione Dante Brandolini, Maggiore Fugazza
    SAN DAMIANO AL COLLE, 16.07.1944
  • (anno imprecisato) San Damiano al Colle
    Una lapide ricorda Mario Fugazza nel luogo della fucilazione
    SAN DAMIANO AL COLLE, 16.07.1944
  • (anno imprecisato) Lungotevere del Tempio, Roma
    Una lapide in memoria delle vittime ebree è affissa sul muro esterno del Tempio Maggiore ebraico (Lungotevere del Tempio, Roma).
    FOSSE ARDEATINE ROMA 24.03.1944
  • (anno imprecisato) Città di Castello
    Non risulta esservi nulla di specifico, dedicato a Bacinelli, sul luogo dell'uccisione. Il suo nome compare tuttavia in lapidi e monumenti a Città di Castello.
    PERRUBBIO PIETRALUNGA 08.07.1944
  • (anno imprecisato) Umbertide, Municipio
    I nomi dei Martiri di Penetola sono riportati sulla lapide che all’ingresso del Municipio di Umbertide ricorda i suoi «Caduti per la libertà d’Italia contro il tedesco invasore».
    PENETOLA DI NICCONE, UMBERTIDE, 28.06.1944
  • (anno imprecisato) Preci, Abeto
    Lapide ad Abeto (Preci) sulla facciata dell'edificio dove abitualmente soggiornava durante la Resistenza (posta in data ignota, ma presumibilmente precedente al 1954 dato che fa riferimento «alla sua e nostra Trieste»; evidentemente ha avuto un recente restauro, dato che è in perfette condizioni).
    PAGANELLI NORCIA 14.06.1944
  • (anno imprecisato) Spoleto, piazza della Libertà
    Il nome di Forti compare, sempre con indicazione della concessione di medaglia d'oro al Valore militare, sulla lapide ai Caduti nella Resistenza in piazza della Libertà a Spoleto (ignota la data di inaugurazione, restaurata e corretta nel 2013 con l'aggiunta di altri nomi agli originari 43).
    PAGANELLI NORCIA 14.06.1944
  • (anno imprecisato) Norcia, piazza Vittorio Veneto
    Il nome di Forti compare sulla lapide aggiunta (in data ignota) al monumento ai Caduti di tutte le guerre di Norcia (piazza Vittorio Veneto), che riporta i nomi dei 13 «Caduti nel comune di Norcia per la rinascita della Libertà».
    PAGANELLI NORCIA 14.06.1944
  • (anno imprecisato) Vallo di Nera, Chiesa di Santa Maria
    All'interno della chiesa di Santa Maria a Vallo di Nera una lapide ricorda la scampata fucilazione dei numerosi ostaggi lì rinchiusi il 31 marzo 1944.
    PIEDIPATERNO VALLO DI NERA 03.04.1944
  • (anno imprecisato) Norcia, piazza Vittorio Veneto
    Lapide ai «Caduti nel comune di Norcia per la rinascita della Libertà 8 settembre 1943-17 giugno 1944», aggiunta (in data ignota) al monumento ai Caduti di tutte le guerre in piazza Vittorio Veneto, Norcia (monumento inaugurato il 28 settembre 1924).
    NORCIA 31.03-02.04.1944
  • (anno imprecisato) Cremona, Bagnara
    Lapide sul luogo della fucilazione
    BAGNARA, CREMONA, 27.04.1945
  • (anno imprecisato) Bastia Umbra, Ospedalicchio
    Il suo nome è incluso nella lapide che in frazione Ospedalicchio ricorda le vittime civili nella Seconda guerra mondiale (senza riferimento alle cause di morte).
    OSPEDALICCHIO BASTIA UMBRA 13.06.1944
  • (anno imprecisato) Cremona, poligono di tiro
    Lapide in memoria di Bruno Pasini sul luogo
    POLIGONO DI TIRO, CREMONA, 16.02.1945
  • (anno imprecisato) Drizzona, Castelfranco Oglio, piazza

    FRAZIONE CASTELFRANCO OGLIO, DRIZZONA, 24.04.1945
  • (anno imprecisato) Conegliano Laudense, Municipio
    Lapide ai Caduti posta all’ingresso del Municipio di Muzza di Cornegliano Laudense. I tre nomi figurano come civili
    MUZZA DI CORNEGLIANO, CORNEGLIANO LAUDENSE, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Conegliano, piazza ai Caduti
    targa posta di fianco al monumento ai Caduti in piazza Caduti;
    MUZZA DI CORNEGLIANO, CORNEGLIANO LAUDENSE, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Poggiodomo, Mucciafora
    In frazione Mucciafora c'è una lapide alla strage, con i nomi delle vittime.
    MUCCIAFORA POGGIODOMO 30.11.1943
  • (anno imprecisato) Ponte dell'Industria, Roma
    Una lapide con i nomi delle vittime è esposta all’ingresso del ponte
    PONTE DELL’INDUSTRIA, ROMA, 7 APRILE 1944
  • (anno imprecisato) Deruta
    Uno dei fucilati l'8 marzo 1944, Renato Marinacci, compare anche sulle lapidi ai Caduti di Casalina (Deruta) e Collazzone.
    POLIGONO DI TIRO PERUGIA 06-08.03.1944
  • (anno imprecisato) Perugia, via dell'Aquilone
    Lapide a lui dedicata sulla facciata dell'edificio in centro storico a Perugia (via dell'Aquilone) dove risiedeva la famiglia, che riporta la motivazione della concessione di Movm alla memoria (s.d.).
    POLIGONO DI TIRO PERUGIA 06-17.03.1944
  • (anno imprecisato) Perugia, policlinico
    Lapide a lui dedicata all'ingresso principale del Policlinico di Perugia (ricollocata il 25 aprile 2013, la lapide esisteva da decenni nella vecchia sede del Policlinico, ora demolita, all'interno del padiglione che lo vide ricoverato la notte prima dell'esecuzione).
    POLIGONO DI TIRO PERUGIA 06-17.03.1944
  • (anno imprecisato) Valfabbrica, Municipio
    Il suo nome è riportato sulla lapide di fronte al Municipio di Valfabbrica che ricorda i Caduti nella Seconda guerra mondiale.
    PONTE DELLA BIONDA VALFABBRICA 19.06.1944
  • (anno imprecisato) Todi, Pontecuti
    Sul luogo dell'uccisione di A. e V. Ruggeri ed E. Baglioni c'è una lapide, posta sul muro di contenimento della strada, che ricorda la loro uccisione e il tentativo di violenza su L. Ruggeri.
    PONTECUTI TODI 14.06.1944
  • (anno imprecisato) Todi, Pian di San Martino
    All'ingresso della frazione Pian di San Martino, all'interno della grande Cappella ai Caduti di guerra c'è anche una lapide che ricorda le cinque vittime di questo episodio (vi si ricorda anche Maria Ruggeri, non è dato sapere se parente delle vittime, morta il 21 aprile precedente sotto un bombardamento al vicino mulino e pastificio Cappelletti).
    PONTECUTI TODI 14.06.1944
  • (anno imprecisato) Comune di Vignanello
    All’interno del Comune di Vignanello è posta una targa a ricordo delle vittime
    VIGNANELLO, 6/8 GIUGNO 1944
  • (anno imprecisato) Gubbio, cimitero civico
    Girelli è riportato inoltre sulla lapide ai Caduti nella lotta di Liberazione presente all'ingresso del cimitero civico di Gubbio (ben visibile e in ottime condizioni).
    SAN BENEDETTO VECCHIO GUBBIO 11-12.05.1944
  • (anno imprecisato) Umbertide, Municipio
    Sonaglia compare sulla lapide che all’ingresso del Municipio di Umbertide ricorda i suoi «Caduti per la libertà d’Italia contro il tedesco invasore».
    SANTA GIULIANA UMBERTIDE 28.06.1944
  • (anno imprecisato) Città di Castello, San Paterniano
    Edicola con lapide sul luogo dell'uccisione (s.d.). L'edificio oggi ospita un ristorante, la lapide è comunque ben visibile e ben conservata.
    SAN PATERNIANO CITTÀ DI CASTELLO 12.07.1944
  • (anno imprecisato) Norcia, piazza Vittorio Veneto
    Lapide aggiunta (in data ignota) al monumento ai Caduti di tutte le guerre di Norcia (piazza Vittorio Veneto), che riporta i nomi dei tredici «Caduti nel comune di Norcia per la rinascita della Libertà».
    SAN PELLEGRINO NORCIA 20.03.1944
  • (anno imprecisato) Spoleto, piazza della Libertà
    Lapide ai Caduti nella Resistenza in piazza della Libertà a Spoleto (posta in data ignota, è stata restaurata – con l'aggiunta di alcuni nomi agli originari 43, nel 2013).
    SAN PELLEGRINO NORCIA 20.03.1944
  • (anno imprecisato) Marsciano, Sant'Elena
    Di fronte all'ingresso del vecchio borgo di Sant'Elena, sulla facciata di una chiesetta abbandonata, c'è una lapide in memoria di Federici (a fianco di quella che ricorda un compaesano morto militare in Grecia nel 1941 e i Caduti del paese nella Grande guerra).
    SANT'ELENA MARSCIANO 15.06.1944
  • (anno imprecisato) Perugia, sede delle Poste centrali
    Il suo nome, con la qualifica di partigiano, è compreso sulla lapide che all'ingresso delle Poste centrali di Perugia ricorda i postelegrafonici caduti durante la Seconda guerra mondiale.
    SECCHIANO CAGLI 07.05.1944
  • (anno imprecisato) Umbertide, Municipio
    I loro nomi sono riportati sulla lapide che all’ingresso del Municipio di Umbertide ricorda i suoi «Caduti per la libertà d’Italia contro il tedesco invasore».
    SERRA PARTUCCI DI UMBERTIDE 24.06.1944
  • (anno imprecisato) Norcia, piazza Vittorio Veneto
    Lapide aggiunta (in data ignota) al monumento ai Caduti di tutte le guerre di Norcia (piazza Vittorio Veneto), che riporta i nomi dei tredici «Caduti nel comune di Norcia per la rinascita della Libertà».
    SERRAVALLE, NORCIA, 05.05.1944
  • (anno imprecisato) Spoleto, piazza della Libertà
    Lapide ai Caduti nella Resistenza in piazza della Libertà a Spoleto (posta in data ignota, è stata restaurata – con l'aggiunta di alcuni nomi agli originari 43, nel 2013).
    SERRAVALLE, NORCIA, 05.05.1944
  • (anno imprecisato) Nocera Umbra, Sorifa
    Il luogo dell'uccisione di Tiburzi è segnato, sul margine della strada, da una piccola edicola presumibilmente restaurata in tempi recenti, con riposizionamento della piccola lapide originaria e della sua foto. Testimonianze raccolte in loco ricordano che originariamente la lapide posta dalla famiglia riportava espressioni di particolare rabbia (anche maledizioni) verso gli autori dell'uccisione, che la madre di Tiburzi, in punto di morte, ha preteso fossero eliminate.
    SORIFA NOCERA UMBRA 02.04.1944
  • (anno imprecisato) Coazze

    VALGIOIE, 26.05.1944
  • (anno imprecisato) Coazze

    GIAVENO, 26.05.1944
  • (anno imprecisato) Gubbio, cimitero civico
    All’ingresso del cimitero di Gubbio c’è una lapide dedicata ai caduti della lotta di liberazione, che reca anche il nome di Tolmino Anemone e Giovanni Carfora. Vi è scritto: «In questo cimitero sono sepolti / i caduti nella lotta di liberazione nazionale / in Gubbio 1943 – 1944 / Tommaso Fiorucci / Aurelio Bartolini / G. Battista Mazzacrelli / Palma Smacchi / Florindo Girelli / Sergio Angeloni / Nello Camelia / Antonio Bei / Adelmo Radicchi / Fernando Menichetti / Domenico Turziani / Ciro Tarini / Tolmino Anemone / Giovanni Carfora / Umberto Paruccini / Luigi Bellucci / Dalte Balducci // onore a chi sacrificò la vita /all’eterno ideale della liberta’».
    FASSIA GUBBIO 28-30.06.1944
  • (anno imprecisato) Gubbio, cimitero civico
    All’ingresso del cimitero di Gubbio c’è una lapide dedicata ai caduti della lotta di liberazione, che reca anche il nome di Aurelio Bartolini. Vi è scritto: «In questo cimitero sono sepolti / i caduti nella lotta di liberazione nazionale / in Gubbio 1943 – 1944 / Tommaso Fiorucci / Aurelio Bartolini / G. Battista Mazzacrelli / Palma Smacchi / Florindo Girelli / Sergio Angeloni / Nello Camelia / Antonio Bei / Adelmo Radicchi / Fernando Menichetti / Domenico Turziani / Ciro Tarini / Tolmino Anemone / Giovanni Carfora / Umberto Paruccini / Luigi Bellucci / Dalte Balducci // onore a chi sacrificò la vita /all’eterno ideale della libertà».
    GUBBIO 07-09.05.1944
  • (anno imprecisato) Gubbio, cimitero civico
    All’ingresso del cimitero di Gubbio c’è una lapide dedicata ai caduti della lotta di liberazione, che reca anche il nome di Domenico Turziani. Vi è scritto: «In questo cimitero sono sepolti / i caduti nella lotta di liberazione nazionale / in Gubbio 1943 – 1944 / Tommaso Fiorucci / Aurelio Bartolini / G. Battista Mazzacrelli / Palma Smacchi / Florindo Girelli / Sergio Angeloni / Nello Camelia / Antonio Bei / Adelmo Radicchi / Fernando Menichetti / Domenico Turziani / Ciro Tarini / Tolmino Anemone / Giovanni Carfora / Umberto Paruccini / Luigi Bellucci / Dalte Balducci // onore a chi sacrificò la vita /all’eterno ideale della libertà ».
    VIA GIOIA GUBBIO 08-09.06.1944
  • (anno imprecisato) Gubbio, cimitero di Villamagna.
    Presso il cimitero di Villamagna (comune di Gubbio), dove sono sepolti i Pascolini padre e figlia, in uno spazio ben conservato c’è una piccola stele in pietra con le foto loro e di altri congiunti e sopra v’è una lapide che così recita: «Qui nell’abbraccio della morte – riposano insieme Salvatore Pascolini di anni 46 e la figlia Fernanada Pascolini di anni 19 che intenti al lavoro dei campi – il 27 marzo 1944 furono trucidati dalla belva tedesca chiamata e guidata dall’odio fascista al terrore delle popolazioni – allo scempio delle famiglie alla devastazione – al saccheggio – alla strage i cittadini e i posteri – non dimenticheranno».
    SCHEGGIA E PASCELUPO 27.03.1944
  • (anno imprecisato) Sorano, San Giovanni delle Contee, Fonte del Ricciano
    Sul luogo dell’uccisione, in località Fonte del Ricciano presso San Giovanni delle Contee, è stata posta una lapide in ricordo di Severino Orienti. Vi si legge: «Passeggieri una preghiera innalzate per Severino Orienti nel fiore della giovinezza cadeva mitragliato vittima innocente della guerra lasciando nella famiglia e in chi lo conobbe inconsolabile rimpianto».
    SAN GIOVANNI DELLE CONTEE SORANO 11.06.1944
  • (anno imprecisato) Grosseto, Marina di Grosseto, pattinodromo
    Una lapide coi nomi delle vittime della strage si ritrova presso il pattinodromo di Marina di Grosseto.
    SAN LEOPOLDO E MARINA DI GROSSETO 12.06.1944
  • (anno imprecisato) via Forze Armate 179, Milano
    Il nome di Sorani compare insieme ai nomi di altri appartenenti alla 112ª brigata Garibaldi Sap su una lapide in via Forze Armate 179.
    ASSAGO, 29 SETTEMBRE1944
  • (anno imprecisato) Calvignasco
    Lapide sul muro esterno dell’edificio in cui era ubicata l’osteria di Calvignasco
    CALVIGNASCO, 24.07.1944
  • (anno imprecisato) Carmignano, piazza Matteotti
    Il nome del partigiano Mauro Chiti, fucilato a Berceto, è ricordato su di una lapide posta sul Municipio di Carmignano in piazza Matteotti dall'amministrazione comunale in ricordo dei cittadini caduti.
    BERCETO RUFINA 17.04.1944
  • (anno imprecisato) via Ruggero Bonghi 12, Milano
    Lapide in suo ricordo, apposta in via Ruggero Bonghi 12 a Milano
    MILANO 02.02.1945
  • (anno imprecisato) Piazza Wagner 4, Milano
    Lapide in Piazza Wagner 4, dove abitava Augusto Monari
    MILANO 13.02.1945
  • (anno imprecisato) via Risorgimento 71, Milano
    Lapide a Sesto San Giovanni, via Risorgimento 71, dove i nomi dei Mantovani sono ricordati insieme a quelli di altri caduti partigiani. Rottiglio (qui indicato come Rutilio) viene erroneamente dato per fucilato al campo sportivo Mario Giuriati il 2 febbraio 1945, confondendolo con il gappista Venerino Mantovani.
    IDROSCALO, MILANO, 30.07.1944
  • (anno imprecisato) via Giuseppe Dezza 22, Milano
    In via Giuseppe Dezza 22 dove Gregorio Piluso sarebbe stato fucilato il 15 novembre 1944, quest’ultima lapide fu apposta a cura de “i compagni del nucleo Piluso” nel 1948.
    PIAZZA VESUVIO, MILANO, 16.11.1944
  • (anno imprecisato) Piazza Villapizzone, Milano
    Lapide sul luogo dell’uccisione, in piazza Villapizzone, a Milano
    PIAZZA VILLAPIZZONE MILANO 08.02,1945
  • (anno imprecisato) via San Michele del Carso 5, Milano
    Lapide a Milano in via San Michele del Carso, al numero civico 5
    VIALE SAN MICHELE MILANO, 21-23.08.1944
  • (anno imprecisato) viale Ungheria, Milano
    Lapide in viale Ungheria.
    VIA ZAMA, MILANO, 12.09.1943
  • (anno imprecisato) via Molise 5, Milano
    Lapide in Viale Molise 5, luogo della strage
    VIA MOLISE, MILANO, 27-28.09.1944
  • (anno imprecisato) viale Tibaldi 26, Milano
    Lapide sul luogo della fucilazione
    VIALE TIBALDI, MILANO, 28.08.1944
  • (anno imprecisato) Merlate
    Lapide sul luogo della fucilazione
    MERLATE, VERNATE, 16.12.1944
  • (anno imprecisato) Vicchio del Mugello, Gattaia
    Nel territorio comunale di Vicchio del Mugello è presente in località Gattaia, una lapide posta a memoria dell'azione partigiana su Vicchio e in ricordo di Ottorino Quiti e Adriano Santoni originari del popolo di Gattaia, s.d.
    CAMPO DI MARTE FIRENZE 22.03.1944
  • (anno imprecisato) Chiesa dell’Assunta, via Dante, Sesto San Giovanni
    il nome di Omati è ricordato, unitamente a quello di altri caduti, in una lapide posta a Sesto San Giovanni in via Dante, all’interno della Chiesa dell’Assunta, in fondo alla navata sul lato sinistro rispetto all’altare.
    MILANO 04.10.1944
  • (anno imprecisato) palazzo comunale di Mortara
    Una lapide con i nomi degli antifascisti caduti della Seconda Guerra Mondiale lo ricorda nel palazzo comunale di Mortara
    POLIGONO DELLA CAGNOLA E PIAZZALE ACCURSIO, MILANO, 31.12.1943
  • (anno imprecisato) via Gian Giacomo Mora 14, Rho
    Il nome di Ettore Doneda compare in una lapide apposta ia milano in via Gian Giacomo Mora 14, in ricorrdo – si legge – “dei martiri di via G. G. Mora”.
    RHO 27.04.1944
  • (anno imprecisato) Figline e Incisa Valdarno, Pian d'Albero Sant'Andrea
    Lapide del casolare di Pian d'Albero Sant'Andrea in Campiglia, Figline ed Incisa Valdarno.
    PIAN D’ALBERO FIGLINE E INCISA VALDARNO 20-21.06.1944
  • (anno imprecisato) Figline e Incisa Valdarno, Castagneto
    Lapide della chiesa di San Cerbone - Castagneto, Figline ed Incisa Valdarno.
    PIAN D’ALBERO FIGLINE E INCISA VALDARNO 20-21.06.1944
  • (anno imprecisato) Greve in Chianti, Poggio alla Croce
    Lapide di Poggio alla Croce - Poggio alla Croce, Greve in Chianti (Firenze).
    PIAN D’ALBERO FIGLINE E INCISA VALDARNO 20-21.06.1944
  • (anno imprecisato) Bagno a Ripoli
    Lapide per Pian d'Albero - Ponte a Ema, Bagno a Ripoli (Firenze).
    PIAN D’ALBERO FIGLINE E INCISA VALDARNO 20-21.06.1944
  • (anno imprecisato) Firenze, Villa Dani, via delle Cinque vie n. 4
    Il Comitato Toscano di Liberazione, subito dopo la liberazione di Firenze pose in prossimità di Villa Dani (via delle Cinque Vie n. 4) una lapide che ricordava i sei partigiani – allora ancora non identificati – lì fucilati il 28 giugno 1944
    PIANO D’EMA FIRENZE 28.06.1944
  • (anno imprecisato) Arona, piazza De Filippi
    lapide in Piazza De Filippi di fronte al Municipio
    ARONA, 15-16.09.1943
  • (anno imprecisato) Tavarnelle Val di Pesa, Passignano, abbazia di S. Michele
    Sul muro perimetrale della Abbazia di S. Michele a Passignano si trova una lapide in marmo riportante i nomi della vittime.
    PRATALE TAVARNELLE VAL DI PESA 23.07.1944
  • (anno imprecisato) Greve in Chianti, Querce di Buonasera
    Il Comitato di Liberazione Nazionale della Pieve di Cintoia Alta nel primo anniversario dell'eccidio pose una lapide con i nomi dei cinque fucilati in località La Panca
    QUERCE DI BUONASERA, PIÈ VECCHIA, LA PANCA, MONTE MOGGIO, GREVE IN CHIANTI 21.07.1944
  • (anno imprecisato) Mergozzo, via Gravellona
    lapide in via Gravellona ricorda l'uccisione di tre vittime
    MERGOZZO 15.09.1943
  • (anno imprecisato) Meina, parco della Fratellanza
    lapide nel Parco della Fratellanza, in riva al lago, in memoria delle vittime della strage.
    MEINA, 22-23.09.1943
  • (anno imprecisato) Meina
    Posate 16 pietre d’inciampo (semplici pietre d’ottone, delle dimensioni di un sampietrino, con incisi i nomi e le date )dell’artista tedesco Gunter Demnig dove c’era l’hotel.
    MEINA, 22-23.09.1943
  • (anno imprecisato) Orta San Giulio, via Olina
    in via Olina una lapide ricorda il luogo in cui abitavano due vittime
    ORTA SAN GIULIO, 15.09.1943
  • (anno imprecisato) Tavarnelle Val di Pesa, San Donato
    A San Donato in Poggio sono state affisse da parte dell'amministrazione comunale di Tavarnelle Val di Pesa una lapide in ricordo di Egidio Gimignani, in data incerta.
    SAN DONATO IN POGGIO DI TAVARNELLE VAL DI PESA 20.06.1944
  • (anno imprecisato) Moscufo, Piazza Umberto I
    lapide in memoria delle vittime della II Guerra Mondiale, sulla quale è riportato il nome di Navelli.
    CONTRADA SALVAIELLI MOSCUFO 4-06-1944
  • (anno imprecisato) Bussi sul Trino, via Regina Margherita
    Bussi sul Tirino, lapide commemorativa in via Regina Margherita
    PARATA BUSSI SUL TIRINO 14-12-1943
  • (anno imprecisato) Chieti
    Chieti, lapide commemorativa in corso Marrucino
    PARATA BUSSI SUL TIRINO 14-12-1943
  • (anno imprecisato) piazza Pietro Benedetti, Atessa
    Lapide commemorativa dei caduti militari e civili della Seconda guerra mondiale, in piazza Pietro Benedetti. Tale lapide, unitamente a quella dei dispersi tra il 1935 ed il 1944, trovò posto nell’immediato dopoguerra accanto a quella originaria dedicata ai caduti militari della Prima guerra mondiale, inaugurata l’11 novembre 1923, scultore Gildo Ricci, autore del testo Domenico Ciampoli.
    ATESSA, 17.10.1943
  • (anno imprecisato) Loreto Aprutino, via V. Veneto 24
    lapide intitolata ai militari caduti, tra i quali c’è il nome di Carlo Bonfiglio, presso la Scuola Primaria Centro Urbano plesso “Tito Acerbo”, in via V. Veneto, 24.
    COLLE STELLA LORETO APRUTINO 11-06-1944
  • (anno imprecisato) San Casciano in Val di Pesa, Tondo del Le Corti
    Lapide posta al Tondo de Le Corti nell'immediato dopoguerra ricorda i nomi dei fucilati.
    TONDO DE LE CORTI SAN CASCIANO IN VAL DI PESA 25.07.1944
  • (anno imprecisato) Sacrario Militare di Chieti
    Chieti, lapide situata nel Sacrario Militare di Chieti, sito all’interno del cimitero comunale di Sant’Anna in cui sono incisi i nomi delle vittime, tra cui lo stesso Ciammaichella: “Il popolo di Chieti/ con rinsaldato ardente amore/ per i suoi eroi immortali/ immolatisi per un supremo ideale/ di patria e di libertà/ incide in questo ricordo/ i nomi gloriosi/ fulgida consacrazione di italiche/ partigiane virtù. 1943-1944”
    BRECCIAROLA, CHIETI, 07.05.1944
  • (anno imprecisato) Chieti
    Chieti, una lapide con tutti i caduti nella città per mano nazifascista.
    CHIETI 03.12.1943
  • (anno imprecisato) Sacrario Militare di Chieti
    Chieti, lapide nel Sacrario Militare di Chieti, sito all’interno del cimitero comunale di Sant’Anna in cui sono incisi i nomi delle vittime, tra le quali figurano Aceto, Carlone e Sciucchi: “Il popolo di Chieti/ con rinsaldato ardente amore/ per i suoi eroi immortali/ immolatisi per un supremo ideale/ di patria e di libertà/ incide in questo ricordo/ i nomi gloriosi/ fulgida consacrazione di italiche/ partigiane virtù. 1943-1944”
    S. BARBARA, CHIETI, 8-9.11.1943
  • (anno imprecisato) Caserma Spinucci, Chieti
    Chieti, lapide ubicata all’interno della Caserma Spinucci, dedicatagli dal Comando del presidio militare di Chieti che reca la seguente iscrizione: “Alla memoria del Ten. Art. Ubaldo Nicolucci Medaglia d’Argento al V.M. che il 27-10-1943, fra i cittadini rastrellati dalla ferocia teutonica, si cagliava, armato solo dello sdegno per la nostra calpestata dignitá, contro uno degli oppressori, spinto ad agire dalla italica virtú mai spenta, neppure in tempi di ignominia e di miseria. La memoria di lui, che in questo luogo sparse il suo sangue giovanile, sia sacra a quanti è cara ogni azione generosa.”
    SANTA BARBARA CHIETI 27.10.1943
  • (anno imprecisato) Sacrario Militare di Chieti
    Chieti, lapide situata all’interno del Sacrario Militare di Chieti, sito all’interno del cimitero comunale di Sant’Anna in cui sono incisi i nomi delle vittime, tra le quali figura lo stesso Nicolucci: “Il popolo di Chieti/ con rinsaldato ardente amore/ per i suoi eroi immortali/ immolatisi per un supremo ideale/ di patria e di libertà/ incide in questo ricordo/ i nomi gloriosi/ fulgida consacrazione di italiche/ partigiane virtù. 1943-1944”
    SANTA BARBARA CHIETI 27.10.1943
  • (anno imprecisato) Moasca
    Lapide in ricordo dei partigiani caduti collocata sulla facciata dell’ex osteria
    REGIONE ANNUNZIATA, MOASCA, 22.02.1945
  • (anno imprecisato) Fiesole, Parco della Rimembranza
    I nomi della vittime sono ricordate anche sulla lapide in memoria dei caduti di Fiesole presente nel Parco della Rimembranza cittadino.
    VIA SAN CLEMENTE FIESOLE 06.08.1944
  • (anno imprecisato) Pastinovecchio
    É stato eretto nel 1999 una lapide nella località di Pastinovecchio, davanti alla quale si svolge annualmente una commemorazione
    PASTINOVECCHIO VALLEMAIO 9-5-1944
  • (anno imprecisato) Castiglione di Sicilia
    Una lapide posta nel luogo riporta la seguente scritta: “Pacifici e inermi cittadini senza colpa, barbaramante trucidati, ad uno ad uno, dalla furia irragionevole della belva tedesca, perivano il 12 agosto 1943. Nicola Camardi, Francesco Cannavò, Francesco Carcipolo, Nicola Celano, Nunzio Costanzo, Giovanni Crifò, Giovanni Damico, Francesco Difrancesco, Salvatore Difrancesco, Giuseppe Ferlito, Vincenzo Nastasi, Salvatore Portale, Santo Purrello, Giuseppe Rinaudo, Carmelo Rosano, Giuseppe Seminara”.
    CASTIGLIONE DI SICILIA 12.08.1943
  • (anno imprecisato) Comune di Francavilla al Mare
    Comune di Francavilla, Lapide posta sul muro esterno. Il nome di Palazzo Giacomo appare nella lista dei “Trucidati dai tedeschi”.
    FRANCAVILLA AL MARE, 02.01.1944
  • (anno imprecisato) Comune di Francavilla al Mare
    Comune di Francavilla, Lapide posta sul muro esterno. I loro nomi compaiono nella lista dei “Trucidati dai tedeschi”.
    FRANCAVILLA, 3-4.01.1944
  • (anno imprecisato) Comune di Francavilla al Mare
    Comune di Francavilla, Lapide posta sul muro esterno. Il nome di Giuseppe Consalvi compare nella lista dei “Trucidati dai tedeschi”.
    CONTRADA CESE, FRANCAVILLA AL MARE, 04.01.1944
  • (anno imprecisato) Comune di Francavilla al Mare
    Comune di Francavilla, Lapide posta sul muro esterno. I nomi degli studenti compaiono nella lista dei “Trucidati dai tedeschi”.
    FRANCAVILLA AL MARE, 24.12.1943
  • (anno imprecisato) Comune di Francavilla al Mare
    Comune di Francavilla, Lapide posta sul muro esterno. Il nome di Vincenzo Matricardi appare nella lista dei “Trucidati dai tedeschi”.
    FRANCAVILLA AL MARE, 26.10.1943
  • (anno imprecisato) Comune di Francavilla al Mare
    Comune di Francavilla, Lapide posta sul muro esterno. Il nome di Michele Ciamarone appare nella lista dei “Trucidati dai tedeschi”.
    CONTRADA CAPRINI, FRANCAVILLA AL MARE, 14.01.1944
  • (anno imprecisato) Comune di Francavilla al Mare
    Comune di Francavilla, Lapide posta sul muro esterno. Il nome di Marchegiani Guido compare nella lista dei “Trucidati dai tedeschi”.
    CONTRADA FONTECHIARO FRANCAVILLA AL MARE 08.01.1944
  • (anno imprecisato) Comune di Francavilla al Mare
    Comune di Francavilla: lapide commemorativa per i “trucidati dai tedeschi”.
    SANTA CECILIA, FRANCAVILLLA AL MARE, 30.12.1943
  • (anno imprecisato) Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    GAMBERALE, 04.02.1944
  • (anno imprecisato) Rampa SS. Salvatore, Belmonte del Sannio
    Esiste una lapide in Belmonte del Sannio, luogo natio di Palferro, sito nella Rampa SS. Salvatore, con la seguente dicitura: PALFERRO GIUSEPPE N. IL 16-12-124 TRUCIDATO DAI NAZISTI IL 18-10-1943
    LUPARA, MONTAZZOLI, 18.10.1943
  • (anno imprecisato) Borgo Ticino
    I nomi delle vittime sono incisi sulla lapide che ricorda, nel punto della fucilazione in piazza Martiri, quest'eccidio.
    BORGO TICINO, 13.08.1944
  • (anno imprecisato) corso Marrucino, Chieti
    Chieti, lapide commemorativa in corso Marrucino.
    CASTELFERRATO, TORREVECCHIA TEATINA, 09.01.1944
  • (anno imprecisato)
    A ricordo dei caduti del 6 settembre 1943, il 6 settembre 1976 l'amministrazione comunale di Rizziconi ha fatto erigere una stele marmorea posta in piazza Calvario, realizzata dallo scultore di Avenza (Massa Carrara), Alberto Sparapani (1911-2004)
    RIZZICONI 6-9-1943
  • (anno imprecisato) Borgo San Dalmazzo, cimitero

    BORGO SAN DALMAZZO, 27.04.1945
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    PIZZOFERRATO, 02.12.1943
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    PIZZOFERRATO, 04.12.1943
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    PIZZOFERRATO, 03.12.1943
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    PIZZOFERRATO, 05.03.1944
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    PIZZOFERRATO, 06.12.1943
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    PIZZOFERRATO, 09.12.1943
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    PIZZOFERRATO, 10.12.1943
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    PIZZOFERRATO, 11.01.1944
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    PIZZOFERRATO, 12.12.1943
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    PIZZOFERRATO, 15.11.1943
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    PIZZOFERRATO, 17.12.1943
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    PIZZOFERRATO, 18.11.1943
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    PIZZOFERRATO, 19.11.1943
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    PIZZOFERRATO, 23.01.1944
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    PIZZOFERRATO, 24.11.1943
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    PIZZOFERRATO, 26.11.1943
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    PIZZOFERRATO, 27.11.1943
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    PIZZOFERRATO, 28.11.1943
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    AIA VERDE, PIZZOFERRATO, 04.12.1943
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    CASTIGLIONE, PIZZOFERRATO, 06.12.1943
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    CASALE VIGNE, CONTRADA CASTIGLIONE, PIZZOFERRATO, 10.12.1943
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    CASTIGLIONE, PIZZOFERRATO, 27.11.1943
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    COSTE, CONTRADA TURCHI, PIZZOFERRATO, 10.12.1943
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    FIUME SANGRO, PIZZOFERRATO, 07.12.1943
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    TURCHI, PIZZOFERRATO, 25.12.1943
  • (anno imprecisato) piazza San Rocco, Pizzoferrato
    Pizzoferrato: lapide commemorativa per i caduti civili della Seconda guerra mondiale, in piazza San Rocco (Municipio)
    TURCHI, PIZZOFERRATO, 28.11.1943
  • (anno imprecisato) Borgomale, piazza della Chiesa
    lapide in ricordo di Giovanni Fornaro in piazza Chiesa a Borgomale, promossa da privato;
    CRAVANZANA, 20.11.1944
  • (anno imprecisato) Bosia, piazza san Nazario
    Due lapidi in Piazza San Nazario a Bosia, poste da ente pubblico
    CRAVANZANA, 20.11.1944
  • (anno imprecisato) via Roma, Quadri
    Monumento ai caduti, data non disponibile (comunque tra 1950 ed il 1970), Quadri, via Roma. Dietro il monumento, affisse ad un muretto, sono ubicate tre lapidi con iscrizioni a caratteri bronzei: una commemora i caduti della Grande Guerra, un’altra i caduti della seconda guerra mondiale e la terza ricorda le vittime della Resistenza. Questi i nominativi riportati relativamente alla seconda guerra mondiale: Bianchi Adele, Busiello Salvatore, Coccia Sebastiano, D’Amico Amerigo, D’Amico Luigi, D’Amico Francesco, D’Amico Damiano, D’Amico Domenica, D’Amico Francesco, D’Amico Tommaso, D’Amico Domenico, D’Amico Vincenzo, D’Arcangelo Giordano, D’Arcangelo Nicoletta, Desideri Giulio, Di Biase Maria, Di Nardo Corinto, Di Nunzio Luigi, Di Nicolantonio Errica, Di Pietro Basilica, Di Pietro Mariano, Di Pietro Raffaele, Montefalcone Pasquale, Magistretti dott. Giulio, Pacella Antonio, Pacella Francesco, Pacella Maria, Pacella Antonio, Pagnanelli Antonio, Preuss Rudi, Santucci Rocco, Schieda Domenica, Spinelli Fulvia, Spinelli Maria, Tido Giovanna, Toto Ivo
    COLLEPERNO, QUADRI, 28.02.1944
  • (anno imprecisato) via Roma, Quadri
    Monumento ai caduti, data non disponibile (comunque tra 1950 ed il 1970), Quadri, via Roma. Dietro il monumento, affisse ad un muretto, sono ubicate tre lapidi con iscrizioni a caratteri bronzei: una commemora i caduti della Grande Guerra, un’altra i caduti della seconda guerra mondiale e la terza ricorda le vittime della Resistenza. Questi i nominativi riportati relativamente alla seconda guerra mondiale: Bianchi Adele, Busiello Salvatore, Coccia Sebastiano, D’Amico Amerigo, D’Amico Luigi, D’Amico Francesco, D’Amico Damiano, D’Amico Domenica, D’Amico Francesco, D’Amico Tommaso, D’Amico Domenico, D’Amico Vincenzo, D’Arcangelo Giordano, D’Arcangelo Nicoletta, Desideri Giulio, Di Biase Maria, Di Nardo Corinto, Di Nunzio Luigi, Di Nicolantonio Errica, Di Pietro Basilica, Di Pietro Mariano, Di Pietro Raffaele, Montefalcone Pasquale, Magistretti dott. Giulio, Pacella Antonio, Pacella Francesco, Pacella Maria, Pacella Antonio, Pagnanelli Antonio, Preuss Rudi, Santucci Rocco, Schieda Domenica, Spinelli Fulvia, Spinelli Maria, Tido Giovanna, Toto Ivo
    STAZIONE DI QUADRI, QUADRI, 27.11.1943
  • (anno imprecisato) via Roma, Quadri
    Monumento ai caduti, data non disponibile (comunque tra 1950 ed il 1970), Quadri, via Roma. Dietro il monumento, affisse ad un muretto, sono ubicate tre lapidi con iscrizioni a caratteri bronzei: una commemora i caduti della Grande Guerra, un’altra i caduti della seconda guerra mondiale e la terza ricorda le vittime della Resistenza. Questi i nominativi riportati relativamente alla seconda guerra mondiale: Bianchi Adele, Busiello Salvatore, Coccia Sebastiano, D’Amico Amerigo, D’Amico Luigi, D’Amico Francesco, D’Amico Damiano, D’Amico Domenica, D’Amico Francesco, D’Amico Tommaso, D’Amico Domenico, D’Amico Vincenzo, D’Arcangelo Giordano, D’Arcangelo Nicoletta, Desideri Giulio, Di Biase Maria, Di Nardo Corinto, Di Nunzio Luigi, Di Nicolantonio Errica, Di Pietro Basilica, Di Pietro Mariano, Di Pietro Raffaele, Montefalcone Pasquale, Magistretti dott. Giulio, Pacella Antonio, Pacella Francesco, Pacella Maria, Pacella Antonio, Pagnanelli Antonio, Preuss Rudi, Santucci Rocco, Schieda Domenica, Spinelli Fulvia, Spinelli Maria, Tido Giovanna, Toto Ivo
    BISSINA, QUADRI, 10.12.1943
  • (anno imprecisato) via Roma, Quadri
    Monumento ai caduti, data non disponibile (comunque tra 1950 ed il 1970), Quadri, via Roma. Dietro il monumento, affisse ad un muretto, sono ubicate tre lapidi con iscrizioni a caratteri bronzei: una commemora i caduti della Grande Guerra, un’altra i caduti della seconda guerra mondiale e la terza ricorda le vittime della Resistenza. Questi i nominativi riportati relativamente alla seconda guerra mondiale: Bianchi Adele, Busiello Salvatore, Coccia Sebastiano, D’Amico Amerigo, D’Amico Luigi, D’Amico Francesco, D’Amico Damiano, D’Amico Domenica, D’Amico Francesco, D’Amico Tommaso, D’Amico Domenico, D’Amico Vincenzo, D’Arcangelo Giordano, D’Arcangelo Nicoletta, Desideri Giulio, Di Biase Maria, Di Nardo Corinto, Di Nunzio Luigi, Di Nicolantonio Errica, Di Pietro Basilica, Di Pietro Mariano, Di Pietro Raffaele, Montefalcone Pasquale, Magistretti dott. Giulio, Pacella Antonio, Pacella Francesco, Pacella Maria, Pacella Antonio, Pagnanelli Antonio, Preuss Rudi, Santucci Rocco, Schieda Domenica, Spinelli Fulvia, Spinelli Maria, Tido Giovanna, Toto Ivo
    FONTE DI GIANDARME, QUADRI, 12.12.1943
  • (anno imprecisato) via Roma, Quadri
    Monumento ai caduti, data non disponibile (comunque tra 1950 ed il 1970), Quadri, via Roma. Dietro il monumento, affisse ad un muretto, sono ubicate tre lapidi con iscrizioni a caratteri bronzei: una commemora i caduti della Grande Guerra, un’altra i caduti della seconda guerra mondiale e la terza ricorda le vittime della Resistenza. Questi i nominativi riportati relativamente alla seconda guerra mondiale: Bianchi Adele, Busiello Salvatore, Coccia Sebastiano, D’Amico Amerigo, D’Amico Luigi, D’Amico Francesco, D’Amico Damiano, D’Amico Domenica, D’Amico Francesco, D’Amico Tommaso, D’Amico Domenico, D’Amico Vincenzo, D’Arcangelo Giordano, D’Arcangelo Nicoletta, Desideri Giulio, Di Biase Maria, Di Nardo Corinto, Di Nunzio Luigi, Di Nicolantonio Errica, Di Pietro Basilica, Di Pietro Mariano, Di Pietro Raffaele, Montefalcone Pasquale, Magistretti dott. Giulio, Pacella Antonio, Pacella Francesco, Pacella Maria, Pacella Antonio, Pagnanelli Antonio, Preuss Rudi, Santucci Rocco, Schieda Domenica, Spinelli Fulvia, Spinelli Maria, Tido Giovanna, Toto Ivo
    LUOGO MARTINO, QUADRI, 13.12.1943
  • (anno imprecisato) via Roma, Quadri
    Monumento ai caduti, data non disponibile (comunque tra 1950 ed il 1970), Quadri, via Roma. Dietro il monumento, affisse ad un muretto, sono ubicate tre lapidi con iscrizioni a caratteri bronzei: una commemora i caduti della Grande Guerra, un’altra i caduti della seconda guerra mondiale e la terza ricorda le vittime della Resistenza. Questi i nominativi riportati relativamente alla seconda guerra mondiale: Bianchi Adele, Busiello Salvatore, Coccia Sebastiano, D’Amico Amerigo, D’Amico Luigi, D’Amico Francesco, D’Amico Damiano, D’Amico Domenica, D’Amico Francesco, D’Amico Tommaso, D’Amico Domenico, D’Amico Vincenzo, D’Arcangelo Giordano, D’Arcangelo Nicoletta, Desideri Giulio, Di Biase Maria, Di Nardo Corinto, Di Nunzio Luigi, Di Nicolantonio Errica, Di Pietro Basilica, Di Pietro Mariano, Di Pietro Raffaele, Montefalcone Pasquale, Magistretti dott. Giulio, Pacella Antonio, Pacella Francesco, Pacella Maria, Pacella Antonio, Pagnanelli Antonio, Preuss Rudi, Santucci Rocco, Schieda Domenica, Spinelli Fulvia, Spinelli Maria, Tido Giovanna, Toto Ivo
    CAPOLEVIGNE, QUADRI, 14.12.1943
  • (anno imprecisato) via Roma, Quadri
    Monumento ai caduti, data non disponibile (comunque tra 1950 ed il 1970) a Quadri. Dietro il monumento, affisse ad un muretto, sono ubicate tre lapidi con iscrizioni a caratteri bronzei: una commemora i caduti della Grande Guerra, un’altra i caduti della seconda guerra mondiale e la terza ricorda le vittime della Resistenza. Questi i nominativi riportati relativamente alla seconda guerra mondiale: Bianchi Adele, Busiello Salvatore, Coccia Sebastiano, D’Amico Amerigo, D’Amico Luigi, D’Amico Francesco, D’Amico Damiano, D’Amico Domenica, D’Amico Francesco, D’Amico Tommaso, D’Amico Domenico, D’Amico Vincenzo, D’Arcangelo Giordano, D’Arcangelo Nicoletta, Desideri Giulio, Di Biase Maria, Di Nardo Corinto, Di Nunzio Luigi, Di Nicolantonio Errica, Di Pietro Basilica, Di Pietro Mariano, Di Pietro Raffaele, Montefalcone Pasquale, Magistretti dott. Giulio, Pacella Antonio, Pacella Francesco, Pacella Maria, Pacella Antonio, Pagnanelli Antonio, Preuss Rudi, Santucci Rocco, Schieda Domenica, Spinelli Fulvia, Spinelli Maria, Tido Giovanna, Toto Ivo
    GROTTE DEL CESE, QUADRI, 15.11.1943
  • (anno imprecisato) località “Fircielluccie”, Civitaluparella
    CIVITALUPARELLA: lapide con incisi i nomi dei caduti e targa a loro dedicata, località “Fircielluccie”, Comune di Civitaluparella
    GROTTE DEL CESE, QUADRI, 15.11.1943
  • (anno imprecisato) via Roma, Quadri
    Monumento ai caduti, data non disponibile (comunque tra 1950 ed il 1970), Quadri, via Roma. Dietro il monumento, affisse ad un muretto, sono ubicate tre lapidi con iscrizioni a caratteri bronzei: una commemora i caduti della Grande Guerra, un’altra i caduti della seconda guerra mondiale e la terza ricorda le vittime della Resistenza. Questi i nominativi riportati relativamente alla seconda guerra mondiale: Bianchi Adele, Busiello Salvatore, Coccia Sebastiano, D’Amico Amerigo, D’Amico Luigi, D’Amico Francesco, D’Amico Damiano, D’Amico Domenica, D’Amico Francesco, D’Amico Tommaso, D’Amico Domenico, D’Amico Vincenzo, D’Arcangelo Giordano, D’Arcangelo Nicoletta, Desideri Giulio, Di Biase Maria, Di Nardo Corinto, Di Nunzio Luigi, Di Nicolantonio Errica, Di Pietro Basilica, Di Pietro Mariano, Di Pietro Raffaele, Montefalcone Pasquale, Magistretti dott. Giulio, Pacella Antonio, Pacella Francesco, Pacella Maria, Pacella Antonio, Pagnanelli Antonio, Preuss Rudi, Santucci Rocco, Schieda Domenica, Spinelli Fulvia, Spinelli Maria, Tido Giovanna, Toto Ivo
    QUADRI, 20.12.1943
  • (anno imprecisato) via Roma, Quadri
    Monumento ai caduti, data non disponibile (comunque tra 1950 ed il 1970), Quadri, via Roma. Dietro il monumento, affisse ad un muretto, sono ubicate tre lapidi con iscrizioni a caratteri bronzei: una commemora i caduti della Grande Guerra, un’altra i caduti della seconda guerra mondiale e la terza ricorda le vittime della Resistenza. Questi i nominativi riportati relativamente alla seconda guerra mondiale: Bianchi Adele, Busiello Salvatore, Coccia Sebastiano, D’Amico Amerigo, D’Amico Luigi, D’Amico Francesco, D’Amico Damiano, D’Amico Domenica, D’Amico Francesco, D’Amico Tommaso, D’Amico Domenico, D’Amico Vincenzo, D’Arcangelo Giordano, D’Arcangelo Nicoletta, Desideri Giulio, Di Biase Maria, Di Nardo Corinto, Di Nunzio Luigi, Di Nicolantonio Errica, Di Pietro Basilica, Di Pietro Mariano, Di Pietro Raffaele, Montefalcone Pasquale, Magistretti dott. Giulio, Pacella Antonio, Pacella Francesco, Pacella Maria, Pacella Antonio, Pagnanelli Antonio, Preuss Rudi, Santucci Rocco, Schieda Domenica, Spinelli Fulvia, Spinelli Maria, Tidò Giovanna, Toto Ivo
    STAZIONE FERROVIARIA, VIA DEL FOSSATO, QUADRI, 25.11.1943
  • (anno imprecisato) via Roma, Quadri
    Monumento ai caduti, data non disponibile (comunque tra 1950 ed il 1970), Quadri, via Roma. Dietro il monumento, affisse ad un muretto, sono ubicate tre lapidi con iscrizioni a caratteri bronzei: una commemora i caduti della Grande Guerra, un’altra i caduti della seconda guerra mondiale e la terza ricorda le vittime della Resistenza. Questi i nominativi riportati relativamente alla seconda guerra mondiale: Bianchi Adele, Busiello Salvatore, Coccia Sebastiano, D’Amico Amerigo, D’Amico Luigi, D’Amico Francesco, D’Amico Damiano, D’Amico Domenica, D’Amico Francesco, D’Amico Tommaso, D’Amico Domenico, D’Amico Vincenzo, D’Arcangelo Giordano, D’Arcangelo Nicoletta, Desideri Giulio, Di Biase Maria, Di Nardo Corinto, Di Nunzio Luigi, Di Nicolantonio Errica, Di Pietro Basilica, Di Pietro Mariano, Di Pietro Raffaele, Montefalcone Pasquale, Magistretti dott. Giulio, Pacella Antonio, Pacella Francesco, Pacella Maria, Pacella Antonio, Pagnanelli Antonio, Preuss Rudi, Santucci Rocco, Schieda Domenica, Spinelli Fulvia, Spinelli Maria, Tido Giovanna, Toto Ivo
    VIA DELLA STAZIONE, QUADRI, 27.11.1943
  • (anno imprecisato) via Roma, Quadri
    Monumento ai caduti, data non disponibile (comunque tra 1950 ed il 1970), Quadri, via Roma. Dietro il monumento, affisse ad un muretto, sono ubicate tre lapidi con iscrizioni a caratteri bronzei: una commemora i caduti della Grande Guerra, un’altra i caduti della seconda guerra mondiale e la terza ricorda le vittime della Resistenza. Questi i nominativi riportati relativamente alla seconda guerra mondiale: Bianchi Adele, Busiello Salvatore, Coccia Sebastiano, D’Amico Amerigo, D’Amico Luigi, D’Amico Francesco, D’Amico Damiano, D’Amico Domenica, D’Amico Francesco, D’Amico Tommaso, D’Amico Domenico, D’Amico Vincenzo, D’Arcangelo Giordano, D’Arcangelo Nicoletta, Desideri Giulio, Di Biase Maria, Di Nardo Corinto, Di Nunzio Luigi, Di Nicolantonio Errica, Di Pietro Basilica, Di Pietro Mariano, Di Pietro Raffaele, Montefalcone Pasquale, Magistretti dott. Giulio, Pacella Antonio, Pacella Francesco, Pacella Maria, Pacella Antonio, Pagnanelli Antonio, Preuss Rudi, Santucci Rocco, Schieda Domenica, Spinelli Fulvia, Spinelli Maria, Tido Giovanna, Toto Ivo
    STAZIONE DI QUADRI, QUADRI, 1943
  • (anno imprecisato) Caramanico terme, municipio
    All’interno del municipio, in uno degli uffici, si trova la vecchia lapide che commemora i morti per mano dei tedeschi: questa lapide fu affissa subito dopo la fine dell’occupazione (18 giugno 1944) e, secondo la bibliografia (Colacito) si trovava sulla facciata del municipio. Nello stesso locale, insieme alla lapide, si conserva la sedia usata per le fucilazioni. La lapide fu spostata in epoca imprecisata.
    CIMITERO DI CARAMANICO 16-2-1944
  • (anno imprecisato) Caramanico Terme, municipio
    All’interno del municipio di Caramanico, in uno degli uffici, si trova la vecchia lapide che commemora i morti per mano dei tedeschi: questa lapide fu affissa subito dopo la fine dell’occupazione (18 giugno 1944) e, secondo la bibliografia (Colacito) si trovava sulla facciata del municipio. Nello stesso locale, insieme alla lapide, si conserva la sedia usata per le fucilazioni. La lapide fu spostata in epoca imprecisata.
    VIA DEL CARMINE CARAMANICO 20-11-1943
  • (anno imprecisato) Caramanico Terme, via Roma, municipio
    Una lapide commemorativa è stata apposta nel 2009 dal comune di Caramanico Terme in via Roma, sulla facciata del municipio.
    VIA DEL CARMINE CARAMANICO 20-11-1943
  • (anno imprecisato) Caramanico terme, municipio
    All’interno del municipio, in uno degli uffici, si trova la vecchia lapide che commemora i morti per mano dei tedeschi: questa lapide fu affissa subito dopo la fine dell’occupazione (18 giugno 1944) e, secondo la bibliografia (Colacito) si trovava sulla facciata del municipio. Nello stesso locale, insieme alla lapide, si conserva la sedia usata per le fucilazioni. La lapide fu spostata in epoca imprecisata.
    FONTE CIALONE CARAMANICO 7-6-1944
  • (anno imprecisato) Caramanico Terme, municipio
    All’interno del municipio, in uno degli uffici, si trova la vecchia lapide che commemora i morti per mano dei tedeschi: questa lapide fu affissa subito dopo la fine dell’occupazione (18 giugno 1944) e, secondo la bibliografia (Colacito) si trovava sulla facciata del municipio. Nello stesso locale, insieme alla lapide, si conserva la sedia usata per le fucilazioni. La lapide fu spostata in epoca imprecisata.
    SAN VITTORINO CARAMANICO 1-11-1943
  • (anno imprecisato) Caramanico Terme, municipio
    All’interno del municipio, in uno degli uffici, si trova la vecchia lapide che commemora i morti per mano dei tedeschi: questa lapide fu affissa subito dopo la fine dell’occupazione (18 giugno 1944) e, secondo la bibliografia (Colacito) si trovava sulla facciata del municipio. Nello stesso locale, insieme alla lapide, si conserva la sedia usata per le fucilazioni. La lapide fu spostata in epoca imprecisata.
    SCAGNANO CARAMANICO 20-4-1944
  • (anno imprecisato) Arischia, L'Aquila
    Arischia, comune L’Aquila: lapide sul luogo dell’esecuzione
    ARISCHIA, L'AQUILA, 10-11.06.1944
  • (anno imprecisato) Cimitero di Filetto, L'Aquila
    Filetto, cimitero: lapide
    FILETTO 07-08.06.1944
  • (anno imprecisato) via caduti 7 giugno 1944, Filetto, L'Aquila
    Filetto: via caduti 7 giugno 1944, con lapide presso i resti di casa Massari
    FILETTO 07-08.06.1944
  • (anno imprecisato) Dronero, via Lombardi 149
    Lapide in ricordo di Marongiu, Pulzelli, Bresciano, Teobaldo a Dronero
    DRONERO, 24-26.08.1944
  • (anno imprecisato) San Damiano Macra, 5
    Due lapidi poste da ente pubblico
    SAN DAMIANO MACRA, 26.08.1944
  • (anno imprecisato) Melle, piazza marconi
    Due lapidi poste da enti pubblici
    MELLE, 21-24.08.1944
  • (anno imprecisato) Dronero, frazione La Margherita
    Lapide in frazione La Margherita di Dronero, posta da associazione
    DRONERO, 24-26.08.1944
  • (anno imprecisato) Acceglio, giardini pubblici
    Monumento nei giardini pubblici di Acceglio, promosso da ente pubblico;
    DRONERO, 24-26.08.1944
  • (anno imprecisato) Melle, piazza don Franco
    Lapide in piazza don Franco di Melle, promossa da privato
    MELLE, 21-24.08.1944
  • (anno imprecisato) Brossasco, chiesa parrocchiale
    Lapide sulla chiesa parrocchiale di Brossasco, promossa da associazione
    BROSSASCO, 20-22.08.1944
  • (anno imprecisato) Brossasco, frazione Gilba superiore
    Lapide in ricordo di Giulio Testa, in frazione Gilba Superiore di Brossasco, promossa da ente pubblico.
    BROSSASCO, 20-22.08.1944
  • (anno imprecisato) Barge, frazione Gabiola
    Carle Pietro è ricordato in una lapide posta in frazione Gabiola di Barge, promossa da privato;
    BARGE, 17-19.09.1944
  • (anno imprecisato) Mombarcaro
    Due lapidi a Mombarcaro ricordano Darseno, in piazza della Libertà e sul municipio, poste da ente pubblico;
    MONESIGLIO, 22.08-09.09.1944
  • (anno imprecisato) Monforte d'Alba, giardini pubblici
    Lapide nei giardini pubblici di Monforte d’Alba, ricorda anche Pastorino, posta da associazione;
    MONESIGLIO, 22.08-09.09.1944
  • (anno imprecisato) Bagnolo, chiesa Villar
    lapide sulla chiesa del Villar, posta dai frazionisti.
    BAGNOLO, 21.09.1944
  • (anno imprecisato) Fossano, via San Michele
    Lapide in ricordo di Perrone Vittorio, in via S. Michele a Fossano, posta da ente pubblico;
    FOSSANO, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Fossano, stazione ferroviaria
    Lapide presso la stazione ferroviaria per i 4 partigiani-ferrovieri , posta da ente pubblico;
    FOSSANO, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Fossano, via Mellano
    Lapide in ricordo di Folco Carlo in viale Mellano di Fossano, posta da ente pubblico
    FOSSANO, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Castellino Tanaro
    Lapide sul poggiolo del municipio di Castellino Tanaro, posta da ente pubblico;
    IGLIANO, 15.11.1944
  • (anno imprecisato) Castellino Tanaro, località Torre
    Lapide in località Torre di Castellino Tanaro, promossa da associazione;
    IGLIANO, 15.11.1944
  • (anno imprecisato) Paroldo, piazza municipio
    Lapide sulla piazza del municipio di Paroldo, promossa da ente pubblico.
    IGLIANO, 15.11.1944
  • (anno imprecisato) Castellino Tanaro, municipio
    Lapide sul poggiolo del Municipio di Castellino Tanaro, posta da ente pubblico;
    CASTELLINO TANARO, 15.11.1944
  • (anno imprecisato) Castellino Tanaro, località Torre
    Lapide sul piazzale della chiesa in località Torre di Castellino Tanaro, posta da associazione.
    CASTELLINO TANARO, 15.11.1944
  • (anno imprecisato) Borgomalo, piazza della chiesa
    Lapide sulla piazza della chiesa a Borgomale, promossa da ente pubblico;
    MANGO, 19.11.1944
  • (anno imprecisato) Mango, pilone Chiarle
    Lapide al pilone Chiarle di Mango, promossa da privato;
    MANGO, 19.11.1944
  • (anno imprecisato) San Donato di Mango, regione Frave
    Lapide in Regione Frave di San Donato di Mango, posta da privato.
    MANGO, 19.11.1944
  • (anno imprecisato) Alba, municipio
    Lapide nell’atrio del municipio di Alba, posta da ente pubblico.
    ALBA, 02.11.1944
  • (anno imprecisato) Benevagienna, piazza Martiri
    Lapide in piazza Martiri di Benevagienna, ricorda Sarzotti, posta da ente pubblico
    MADONNA DELLA NEVE, SAN MICHELE MONDOVÌ, 13.11.1944
  • (anno imprecisato) Bastia di Mondovì, piazza 4 novembre
    Lapide in piazza IV Novembre a Bastia Mondovì, ricorda Chionetti e Sarzotti, posta da ente pubblico.
    MADONNA DELLA NEVE, SAN MICHELE MONDOVÌ, 13.11.1944
  • (anno imprecisato) Roccasparvera, piazza Castello
    Lapide in Piazza Castello a Roccasparvera, posta da ente pubblico.
    ROCCASPARVERA, 17.03.1945
  • (anno imprecisato) Cuneo, Madonna dal'Olmo, cimitero
    Lapide in ricordo di Cerva nel cimitero di Madonna dell’Olmo (frazione di Cuneo), posta da ente pubblico;
    SAN DAMIANO MACRA, 26.08.1944
  • (anno imprecisato) Dronero, frazione La Margherita
    Lapidi in frazione La Margherita di Dronero, poste da ente pubblico e associazione;
    SAN DAMIANO MACRA, 26.08.1944
  • (anno imprecisato) San Damiano Macra, corso Roma 5
    Lapide in via Roma n°5 a San Damiano Macra, posta da ente pubblico
    SAN DAMIANO MACRA, 26.08.1944
  • (anno imprecisato) Cuneo, via del Passatore
    Lapide sulla chiesa della frazione Passatore di Cuneo, promossa da privato
    CUNEO, 26-27.11.1944
  • (anno imprecisato) Cuneo, frazione Passatore, cimitero
    Cippo nel cimitero della frazione Passatore di Cuneo, posta da ente pubblico
    CUNEO, 26-27.11.1944
  • (anno imprecisato) Cuneo, frazione Passatore, cimitero
    Lapide in ricordo di Renaudo Carlo nel cimitero della frazione Passatore di Cuneo, posta da privato.
    CUNEO, 26-27.11.1944
  • (anno imprecisato) Priocca, viale Umberto I
    Lapide in via Umberto I n° 126 a Priocca, posta da ente pubblico.
    PRIOCCA, 20.12.1944
  • (anno imprecisato) Caraglio, statale 22
    Lapide sulla strada statale 22 per Dronero, promossa da ente pubblico.
    CARAGLIO, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Cuneo, frazione San Benigno
    Lapide ricorda le vittime dell’eccidio sulla piazza della frazione S. Benigno di Cuneo, promossa da privati.
    SAN BENIGNO, CUNEO, 02.02.1945
  • (anno imprecisato) Castagnito, via Cesare Battisti
    Lapide in ricordo di questi 4 “martiri” in piazza Cesare Battisti a Castagnito, posta da ente pubblico;
    CASTAGNITO, 23.02.1945
  • (anno imprecisato) Guarene, municipio
    Lapide sul municipio di Guarene in ricordo di Patrizi e molti altri, posta da ente pubblico.
    CASTAGNITO, 23.02.1945
  • (anno imprecisato) Cuneo, stazione ferroviaria
    Due lapidi ai ferrovieri caduti, presso la pensilina arrivi della Stazione FFSS e presso il deposito locomotive F.S
    CUNEO, 24-30.04.1945
  • (anno imprecisato) Cuneo, piazza Galimberti
    Lapide in ricordo di Giovanni Rubatto in Piazza Galimberti n° 14 di Cuneo, promossa da associazione;
    CUNEO, 24-30.04.1945
  • (anno imprecisato) Cuneo, piazza Galimberti
    Lapide in ricordo di Fiorino Raballo,in Piazza Galimberti n° 2 di Cuneo, posta da associazione;
    CUNEO, 24-30.04.1945
  • (anno imprecisato) Cuneo, Piazza Boves
    Lapide in ricordo di Barberis Giovanni, in piazza Boves n°43, Cuneo, posta da associazione;
    CUNEO, 24-30.04.1945
  • (anno imprecisato) Cuneo, vicolo 4 martiri
    Lapide in ricordo di Azzalin Dario in vicolo 4 martiri, promosso da associazione;
    CUNEO, 24-30.04.1945
  • (anno imprecisato) Cuneo, via Roma
    Lapide in ricordo di Dolce Teresio in via Roma angolo via Fratelli Ramorino, posta da associazione; Lapide in ricordo di Giordano Bartolomeo in via Roma 28, posta da associazione; Lapide in ricordo di Dario Azzalin, Raca Francesco e altri in via Roma angolo vicolo 4 martiri, posta da ente pubblico.
    CUNEO, 24-30.04.1945
  • (anno imprecisato) Cuneo, corso Giovanni XXIII
    Lapide in ricordo di Serra Giuseppe e Mario, in corso Giovanni XXIII n°14, posta da associazione;
    CUNEO, 24-30.04.1945
  • (anno imprecisato) Cuneo, corso Nizza
    Lapide in ricordo di Azzalin Dario, Papini Mario e altri in corso Nizza n°20, posta da ente pubblico
    CUNEO, 24-30.04.1945
  • (anno imprecisato) Cuneo, via Roncata
    Cippo in ricordo di Filippo Ponza di S. Martino in via Roncata n°95, posta da privato;
    CUNEO, 24-30.04.1945
  • (anno imprecisato) Cuneo, frazione San Pietro del Gallo
    Lapide in ricordo di Ambrosino Giuseppe e altro posta in frazione S. Pietro del Gallo da privato
    CUNEO, 24-30.04.1945
  • (anno imprecisato) Cuneo, frazione Conferia
    Lapide in ricordo di Carlo Barbero in frazione Confreria posta da ente pubblico
    CUNEO, 24-30.04.1945
  • (anno imprecisato) Schigno, cimitero
    Nel cimitero di Schigno è stata apposta una targa che ricorda sia la morte del Marcelli sia quella di Biagio Fracassi.
    LAMONE, CASTELDELCI, 02.07.1944
  • (anno imprecisato) Rimini
    Lapide nel luogo dell'impiccagione
    RIMINI, 14-16.08.1944
  • (anno imprecisato) Rimini
    Lapide nel luogo dell'arresto delle vittime
    REVELLO,18.08.1944
  • (anno imprecisato) Molino di Bascio
    I nomi dei cinque caduti sono nella lista dei caduti della II Guerra Mondiale
    GATTARA, CASTELDELCI, 25.07.1944
  • (anno imprecisato) Badia Tedalda, Santa Sofia, cimitero

    GATTARA, CASTELDELCI, 25.07.1944
  • (anno imprecisato) Casteldelci, Molino di Schigno, cimitero
    Nel cimitero di Schigno è stata apposta una targa che ricorda sia la morte del Marcelli sia quella di Biagio Fracassi.
    MOLINO DI SCHIGNO, CASTELDELCI, 19.07.1944
  • (anno imprecisato) Correggio
    Curzio Arletti, Irmo Fontana e Leonello Vellani sono commemorati da una lapide collocata nel luogo della loro uccisione
    CORREGGIO, 03.03.1945
  • (anno imprecisato) via XVIII marzo, Palagano
    La fucilazione di Aurelio Aravecchia e Dante Schiavone è ricordata da una lapide con annessa scultura nel Comune di Palagano, in via XVIII marzo.
    PALAGANO, 8-9.03.1944
  • (anno imprecisato) Municipio di Ravarino
    Le tre vittime dell’eccidio sono ricordate in una lapide collocata presso il Municipio di Ravarino.
    STUFFIONE, RAVARINO, 09.08.1944
  • (anno imprecisato) Costacciaro, cimitero.
    Nel cimitero di Costacciaro, una lapide in travertino è dedicata alle persone di Costacciaro uccise nel rastrellamento del 27 marzo 1944. Recita: «Ai martiri Lupini Nazzareno, Fiorucci Tommaso, Bugliosi Benedetto, Lupini Antonio uccisi da rabbia tedesca nel rastrellamento della serra il 27 marzo 1944 – a perenne ricordo dei posteri». Delle quattro persone indicate nella lapide, due (Nazzareno Lupini e Bugliosi) furono uccisi nelle azioni del rastrellamento nel Comune di Scheggia, il terzo (Tommaso Fiorucci) fu colpito in località Collalto di Costacciaro sempre il 27 marzo e morì il 28 marzo, mentre il quarto (Antonio Lupini) venne ucciso dai militari tedeschi l’8 luglio 1944.
    COLLALTO COSTACCIARO 27.03.1944
  • (anno imprecisato) Gubbio, cimitero civico
    Il nome di Tommaso Fiorucci è scritto nella lapide posta all’ingresso del cimitero di Gubbio, dedicata ai caduti della lotta di liberazione. Vi è scritto: «In questo cimitero sono sepolti / i caduti nella lotta di liberazione nazionale / in Gubbio 1943 – 1944 / Tommaso Fiorucci / Aurelio Bartolini / G. Battista Mazzacrelli / Palma Smacchi / Florindo Girelli / Sergio Angeloni / Nello Camelia / Antonio Bei / Adelmo Radicchi / Fernando Menichetti / Domenico Turziani / Ciro Tarini / Tolmino Anemone / Giovanni Carfora / Umberto Paruccini / Luigi Bellucci / Dalte Balducci // onore a chi sacrificò la vita /all’eterno ideale della libertà».
    COLLALTO COSTACCIARO 27.03.1944
  • (anno imprecisato) cimitero di Carpi
    I tre uccisi sono ricordati nella lapide che commemora i morti della Resistenza di Carpi nel cimitero comunale.
    CARPI, 09.09.1943
  • (anno imprecisato) Gualdo Tadino, Piazza Martiri della Libertà,
    ? Sulla facciata della Chiesa di S. Francesco, in una piazza che da sempre è il centro della vita di Gualdo Tadino, è stata posta un lapide a ricordo dei Martiri del 1 luglio 1944. L’Amministrazione civica e la cittadinanza hanno poi voluto racchiudere in questa lapide il ricordo di tutti i caduti di Gualdo per opera del nazifascismo. La lapide è dedicata «Ai martiri della barbarie nazifascista». Vi è scritto: «1 Luglio 1944 / Allorché in ogni paese d’Italia / La tedesca rabbia recideva innumerevoli vite / e le Contrade di Gualdo / rosseggiavano per la strage dei suopi figli / Su questa Piazza / al cospetto di congiunti e cittadini / testimoni forzati de lo martirio / versavano il loro sangue generoso / i Patrioti / Anastasi Corrado / Busetto Alessandrino / Jacopetti Giuseppe / Travaglia Riccardo / cadendo / sotto il piombo nemico / al grido fatidico / di / Viva l’Italia». La lapide ai lati, sotto le intestazioni «Patria» e «Libertà», conteneva gli altri nomi dei caduti: «Alimenti Trento 1° Martire antifascista // Anderlini Luigi / Baglioni Fernando / Bellucci Federico / Bori Antonio / Castellani Fernando / Filoni Gusmano / Leani Alessandro // Mosca Oreste / Rosarivo Vladimiro / Santinelli Alfredo / Sordi Otello / Sorgo Giulio / Tomassini Nicola / Troiani Giovanni // Farabi Gino dei 40 Martiri di Gubbio // Filippetti Tommaso / Filippetti Mariano // Sac. Don David Berrettini fuc.to a S. Donato Marche // Passeri Natale / Viventi Andrea».
    PIAZZA MARTIRI DELLA LIBERTÀ GUALDO TADINO 01.07.1944
  • (anno imprecisato) Gualdo Tadino, Piazza Martiri della Libertà
    Sotto la prima lapide è stato di recente posta anche un’altra lapide ad opera del Comune di Gualdo Tadino: «Il Comune di / Gualdo Tadino / nel cinquantenario della / resistenza al nazifascismo // Gualdo non dimentica i suoi caduti per la libertà / 3 luglio 1994».
    PIAZZA MARTIRI DELLA LIBERTÀ GUALDO TADINO 01.07.1944
  • (anno imprecisato) Confluenza dei torrenti Cervaro e Rossenna
    Il combattimento di Ponte Cervaro e l’uccisione di Adele Ranuzzini sono ricordati in una piccola lapide che si trova sulla parete di una cappellina nei pressi della confluenza dei torrenti Cervaro e Rossenna.
    PONTE CERVARO POLINAGO 10.05.1944
  • (anno imprecisato) Mulino di Mezzo, Concordia
    Le otto vittime del 10 marzo 1945 sono ricordate da una lapide collocata nel luogo della fucilazione e da un’epigrafe posta sul muro esterno del municipio di Concordia, che commemora i caduti partigiani del Comune.
    MULINO DI MEZZO, CONCORDIA SULLA SECCHIA, 10.03.1945
  • (anno imprecisato) Madonnina, Modena
    Emilio Bigi e Alfio Ronchetti sono ricordati, rispettivamente, da un cippo e da una lapide nei luoghi in cui sono stati uccisi l’11 aprile 1945.
    MADONNINA, MODENA, 11.04.1945
  • (anno imprecisato) Chiesa Santa Maria della Pace, Torre De Nolfi
    Una targa con i nomi dei caduti di Guerra, tra cui quello di Lo Stracco, si trova su una delle pareti esterne della Chiesa di Santa Maria di Pietraluna (attuale S. Maria della Pace, nella frazione di Torre De Nolfi).
    PACUCCI BUGNARA 7-6-1944
  • (anno imprecisato) Genova
    Lapide ai caduti della città di Genova – vengono inseriti i nomi delle vittime di Cibeno.
    POLIGONO DEL CIBENO, FOSSOLI, CARPI, 12.07.1944
  • (anno imprecisato) Piazza dei Tre Martiri, Rimini
    Lapide nella Piazza dei Tre Martiri di Rimini – vengono inseriti i nomi delle vittime di Cibeno.
    POLIGONO DEL CIBENO, FOSSOLI, CARPI, 12.07.1944
  • (anno imprecisato) Università di Parma
    Lapide dell’Università di Parma – vengono inseriti i nomi delle vittime di Cibeno.
    POLIGONO DEL CIBENO, FOSSOLI, CARPI, 12.07.1944
  • (anno imprecisato) Loggia dei Mercanti, Milano
    Loggia dei Mercanti di Milano – vengono inseriti i nomi delle vittime di Cibeno.
    POLIGONO DEL CIBENO, FOSSOLI, CARPI, 12.07.1944
  • (anno imprecisato) San Martino Spino
    Mario Borghi, Cesarino Calanca e Oles Pecorari sono ricordati da una lapide posta nel luogo della loro fucilazione, a San Martino Spino.
    SAN MARTINO SPINO, MIRANDOLA, 13.12.1944
  • (anno imprecisato) Massa Marittima, Municipio
    All’interno del palazzo comunale di Massa Marittima si trovano una lapide relativa al conferimento della medaglia d’argento.
    POGGIO TOSOLI, MASSA MARITTIMA, 21.11.1943
  • (anno imprecisato) Massa Marittima, Municipio
    All’interno del palazzo comunale di Massa Marittima si trova una lapide che riporta i nominativi di tutti i caduti nella guerra di Liberazione. Questa l’iscrizione: «Onorando i supremi valori del sacrificio/Massa Marittima/ricorda i suoi Caduti/nella lotta di Liberazione/monito perenne/a vivere in vincolo fraterno/per la difesa della libertà/e l’ascesa dello spirito/contro le fazioni e le oppressioni/d’ogni tempo».
    POGGIO TOSOLI, MASSA MARITTIMA, 21.11.1943
  • (anno imprecisato) Casale California
    Una lapide si trova sul muro della vecchia cascina della famiglia Artioli.
    CASALE CALIFORNIA, SAN CESARIO SUL PANARO, 14.06.1944
  • (anno imprecisato) Massa Marittima, podere Coste Botrelli
    Al podere Coste Botrelli di Massa Marittima, dove furono uccisi Norma Parenti e Giovanni Moschini, si trova una lapide in memoria delle vittime civili della guerra di Liberazione. Oltre ai loro nomi, sono riportati quelli di Giovanni Fabbri, Bruno Felci, Astutillo Fratti, Quintilio Funaioli, Damiano, Dante e Giovanni Molendi e Oriano Tonini.
    POGGIO TOSOLI, MASSA MARITTIMA, 21.11.1943
  • (anno imprecisato) Municipio di Fiorano Modenese
    Sul muro esterno del municipio di Fiorano si trova una lapide che ricorda l’eccidio del 15 febbraio 1945.
    FIORANO MODENESE, 15.02.1945
  • (anno imprecisato) Piazza dei Martiri, Carpi
    La città di Carpi ricorda le sedici vittime della strage del 16 agosto 1944 con una lapide che si trova nel punto in cui è avvenuta la fucilazione.
    PIAZZA DEI MARTIRI, CARPI, 15-16.08.1944
  • (anno imprecisato) Comune di Ravarino
    I cinque fucilati del 16 agosto 1944 sono ricordati nella lapide posta sulla facciata del Comune e in un’altra epigrafe collocata sul muro della Scuola Elementare.
    RAVARINO, 16.08.1944
  • (anno imprecisato) Cimitero di Sassuolo
    Una lapide affissa al muro del cimitero ricorda la fucilazione di Ezio Consolini e Giuseppe Rebottini.
    SASSUOLO, 17.01.1945
  • (anno imprecisato) Sulmona, Abbazia Santo Spirito
    Una targa di marmo è stata posta all'interno del complesso monumentale dell'Abbazia di Santo Spirito a Sulmona (località Badia) nel luogo in cui, presumibilmente , fu eseguita la sentenza di morte.
    ABBAZIA DI SANTO SPIRITO, BADIA DI SULMONA, SULMONA 22-12-1943
  • (anno imprecisato) Vicenza
    A Vicenza gli è stata dedicata una strada e nel Liceo Pigafetta, da lui frequentato in qualità di studente, il suo nome è inciso nella lapide che ricorda gli alunni caduti nella II guerra mondiale.
    CASTEL DI SANGRO 23-11-1943
  • (anno imprecisato) Parco Novi Sad, Modena
    Una lapide collocata su uno dei cancelli d’accesso al Parco Novi Sad ricorda la fine dei tre partigiani condannati a morte il 19 marzo 1945, mentre un’altra commemora Floriano Zambelli. Prima del 1985 le epigrafi si trovavano sui tratti del muro nei quali avvennero la fucilazione e il ritrovamento del corpo di Zambelli, poi sono state spostate nel corso dei lavori di recupero della vecchia Piazza d’Armi.
    MODENA, 19.03.1945
  • (anno imprecisato) Tempio Monumentale, Modena
    Lapide individuale che ricordano Francesco Spaggiari – su un lato del Tempio Monumentale
    MODENA, 19.03.1945
  • (anno imprecisato) Modena
    Lapide che ricorda Arturo Monzani
    MODENA, 19.03.1945
  • (anno imprecisato) Sante Marie, Corso della Resistenza
    Sante Marie, Corso della Resistenza (in precedenza denominato Vico della Fonte) è stata posta una lapide che commemora gli eccidi del giugno 1944.
    SANTE MARIE 01.06.1944
  • (anno imprecisato) Trasacco
    Lapide del CNL nella facciata del palazzo municipale con incisi nomi dei quattro morti e di Ilari Luigi.
    TRE PORTONI TRASACCO 31-5-1944
  • (anno imprecisato) Celano
    Lapide commemorativa al partigiano Antonio Milone e al maresciallo cecoslovacco Ignaz sulla facciata principale del municipio
    AIELLI, 03.06.1944
  • (anno imprecisato) Cà Casellino di Sassoguidano
    Le otto vittime della strage sono ricordate nella lapide collocata a Cà Casellino di Sassoguidano
    VERICA E SASSOGUIDANO, PAVULLO, 21.09.1944
  • (anno imprecisato) Gualdo Tadino, Eremo del Beato Angelo
    A Gualdo Tadino, presso l’Eremo del Beato Angelo, sul luogo dove furono uccisi Antonio Bori e Fernando Baglioni, è stata posta una lapide: «Qui / cadevano / il 17.6.1944 / vittime della / barbarie teutonica / i patrioti / Baglioni Fernando / e Bori Antonio / martire della / patria / e della libertà».
    EREMO DEL BEATO ANGELO GUALDO TADINO 17.06.1944
  • (anno imprecisato) Modena
    Anderlini e Paltrinieri non sono considerati partigiani poiché non hanno partecipato all’organizzazione della lotta armata: il cattolico Paltrinieri ha agito a titolo personale e per carità cristiana, mentre l’azionista Anderlini – ricordato sul monumento anche da una piccola croce personale – è stato uno dei perni della rete di soccorso ai prigionieri alleati. Nell’immediato dopoguerra la lapide è collocata sul muro della fucilazione, ma alla fine degli anni Ottanta l’Amministrazione comunale e l’ANPI decidono di spostarla all’ingresso del parco che divide le vie Benedetto Croce e Giovanni Boccaccio per darle maggiore visibilità.
    POLIGONO DI TIRO, MODENA, 21-22.02. 1944
  • (anno imprecisato) Sotto al monte, Capracotta
    Lapide in ricordo dell’uccisione dei fratelli Fiadino
    SOTTO AL MONTE CAPRACOTTA 4-11-1943
  • (anno imprecisato) Castello, Fornelli
    Monumento ai Martiri di Fornelli (località Castello)
    CASTELLO, FORNELLI, 04.10.1943
  • (anno imprecisato) Fornelli, facciata palazzo Laurelli
    Lapide commemorativa all’avv. Giuseppe Laurelli
    CASTELLO, FORNELLI, 04.10.1943
  • (anno imprecisato) Monterotondo Marittimo, piazza Cheli
    A Monterotondo Marittimo, in piazza Cheli, si trova il monumento ai Caduti delle due guerre mondiali. Nella lapide si trovano varie iscrizioni coi nomi delle vittime, compresa quella dedicata a Ottorino Campagnini che recita così: «Dai tedeschi in ritirata veniva ucciso il 27.6.44 Campagnini Ottorino».
    CAMPANINI MONTEROTONDO MARITTIMO 28.06.1944
  • (anno imprecisato) Massa Marittima, Municipio
    All’interno del palazzo comunale di Massa Marittima si trovano una lapide relativa al conferimento della medaglia d’argento.
    COLOMBAIA MASSA MARITTIMA 24.06.1944
  • (anno imprecisato) Massa Marittima, podere Coste Botrelli
    Al podere Coste Botrelli di Massa Marittima, dove furono uccisi Norma Parenti e Giovanni Moschini, si trova una lapide in memoria delle vittime civili della guerra di Liberazione. Oltre ai loro nomi, sono riportati quelli di Giovanni Fabbri, Bruno Felci, Astutillo Fratti, Quintilio Funaioli, Damiano, Dante e Giovanni Molendi e Oriano Tonini.
    COLOMBAIA MASSA MARITTIMA 24.06.1944
  • (anno imprecisato) Massa Marittima, Municipio
    All’interno del palazzo comunale di Massa Marittima si trovano una lapide relativa al conferimento della medaglia d’argento.
    COLOMBAIA MASSA MARITTIMA 24.06.1944
  • (anno imprecisato) Massa Marittima, Municipio
    All’interno del palazzo comunale di Massa Marittima si trovano una lapide relativa al conferimento della medaglia d’argento.
    COSTE BOTRELLI MASSA MARITTIMA 23.06.1944
  • (anno imprecisato) Massa Marittima, Municipio
    All’interno del palazzo comunale di Massa Marittima si trova una lapide che riporta i nominativi di tutti i caduti nella guerra di Liberazione. Questa l’iscrizione: «Onorando i supremi valori del sacrificio/Massa Marittima/ricorda i suoi Caduti/nella lotta di Liberazione/monito perenne/a vivere in vincolo fraterno/per la difesa della libertà/e l’ascesa dello spirito/contro le fazioni e le oppressioni/d’ogni tempo».
    COSTE BOTRELLI MASSA MARITTIMA 23.06.1944
  • (anno imprecisato) Massa Marittima, podere Coste Botrelli
    Al podere Coste Botrelli di Massa Marittima, dove furono uccisi Norma Parenti e Giovanni Moschini, si trova una lapide in memoria delle vittime civili della guerra di Liberazione. Oltre ai loro nomi, sono riportati quelli di Giovanni Fabbri, Bruno Felci, Astutillo Fratti, Quintilio Funaioli, Damiano, Dante e Giovanni Molendi e Oriano Tonini.
    COSTE BOTRELLI MASSA MARITTIMA 23.06.1944
  • (anno imprecisato) Sorano, San Giovanni delle Contee, Fonte del Ricciano
    Sul luogo dell’uccisione di Severino Orienti, in località Fonte del Ricciano presso San Giovanni delle Contee, è stata posta una lapide in ricordo di Severino Orienti. Vi si legge: «Passeggieri una preghiera innalzate per Severino Orienti nel fiore della giovinezza cadeva mitragliato vittima innocente della guerra lasciando nella famiglia e in chi lo conobbe inconsolabile rimpianto».
    FONTE DEL RICCIANO SORANO 11.06.1944
  • (anno imprecisato) Municipio di Concordia sulla Secchia
    I tre ostaggi fucilati il 25 febbraio 1945 sono ricordati nella lapide del municipio di Concordia
    CONCORDIA SULLA SECCHIA, 25.02.1945
  • (anno imprecisato) Cimitero di Concordia sulla Secchia
    I tre ostaggi fucilati il 25 febbraio 1945 sono ricordati nella cappella votiva dei partigiani del cimitero del paese.
    CONCORDIA SULLA SECCHIA, 25.02.1945
  • (anno imprecisato) via Serrasina, Soliera
    Triestino Franciosi e Ivo Vecchi sono ricordati da una lapide che è stata affissa al muro esterno della casa di via Serrasina che il 25 ottobre 1944 ha ospitato il patibolo dell’esecuzione capitale.
    SECCHIA, SOLIERA, 25.10.1944
  • (anno imprecisato) Massa Marittima, Municipio
    All’interno del palazzo comunale di Massa Marittima si trovano una lapide relativa al conferimento della medaglia d’argento.
    MASSA MARITTIMA 17.06.1944
  • (anno imprecisato) via dei Martiri, Pavullo nel Frignano
    I quattro partigiani fucilati il 26 novembre 1944 sono ricordati da una lapide affissa sul luogo dell’esecuzione, lungo il Viale dei Martiri di Pavullo.
    PAVULLO NEL FRIGNANO, 26.11.1944
  • (anno imprecisato) Massa Marittima, podere Coste Botrelli
    Al podere Coste Botrelli di Massa Marittima, dove furono uccisi Norma Parenti e Giovanni Moschini, si trova una lapide in memoria delle vittime civili della guerra di Liberazione. Oltre ai loro nomi, sono riportati quelli di Giovanni Fabbri, Bruno Felci, Astutillo Fratti, Quintilio Funaioli, Damiano, Dante e Giovanni Molendi e Oriano Tonini.
    MOSCHINI MASSA MARITTIMA 24.06.1944
  • (anno imprecisato) Massa Marittima, Municipio
    All’interno del palazzo comunale di Massa Marittima si trova una lapide che riporta i nominativi di tutti i caduti nella guerra di Liberazione. Questa l’iscrizione: «Onorando i supremi valori del sacrificio/Massa Marittima/ricorda i suoi Caduti/nella lotta di Liberazione/monito perenne/a vivere in vincolo fraterno/per la difesa della libertà/e l’ascesa dello spirito/contro le fazioni e le oppressioni/d’ogni tempo».
    MOSCHINI MASSA MARITTIMA 24.06.1944
  • (anno imprecisato) Massa Marittima, Municipio
    All’interno del palazzo comunale di Massa Marittima si trovano una lapide relativa al conferimento della medaglia d’argento.
    PRATA, MASSA MARITTIMA, 20.06.1944
  • (anno imprecisato) Massa Marittima, podere Coste Botrelli
    Al podere Coste Botrelli di Massa Marittima, dove furono uccisi Norma Parenti e Giovanni Moschini, si trova una lapide in memoria delle vittime civili della guerra di Liberazione. Oltre ai loro nomi, sono riportati quelli di Giovanni Fabbri, Bruno Felci, Astutillo Fratti, Quintilio Funaioli, Damiano, Dante e Giovanni Molendi e Oriano Tonini.
    PRATA, MASSA MARITTIMA, 20.06.1944
  • (anno imprecisato) Massa Marittima, Municipio
    All’interno del palazzo comunale di Massa Marittima si trovano una lapide relativa al conferimento della medaglia d’argento.
    PRATO A BALDO MASSA MARITTIMA 24.06.1944
  • (anno imprecisato) Roccalbegna, Municipio
    Nella facciata del Palazzo Comunale di Roccalbegna fu posta una prima lapide in ricordo delle sei vittime civili nel 1946. In occasione del 50. anniversario della strage (11 giugno 1994) è stata posta una nuova lapide per volere dell’amministrazione comunale. Nell’iscrizione si legge: «A perenne ricordo e monito Roccalbegna volle scolpiti in questo marmo i nomi dei suoi figli uccisi l’11 giugno 1944 dalla rabbia tedesca. Bindi Imolo, Bizzarri Roberto, Lazzerini Santi, Margiacchi Ariberto, Pierini Pio, Polemi Livio. 11 giugno 1944 11 giugno 1994. 50 anni. Un popolo senza memoria non ha futuro. Per ricordare».
    ROCCALBEGNA 11.06.1944
  • (anno imprecisato) Roccalbegna, piazza IV Novembre
    In piazza IV Novembre a Roccalbegna, dove fu ucciso Imolo Bindi, è stata posta una lapide in suo ricordo. Nell’iscrizione si legge: «Qui l’11 giugno 1944 l’invasore tedesco fucilò il patriota Imolo Bindi reo d’amare la libertà ed odiare la schiavitù nazifascista».
    ROCCALBEGNA 11.06.1944
  • (anno imprecisato) Roccalbegna, via Roma n. 23
    In via Roma n. 23 a Roccalbegna una lapide ricorda che lì morì Livio Polemi, il 12 giugno 1944.
    ROCCALBEGNA 11.06.1944
  • (anno imprecisato) Roccalbegna, Sasso Pinzuto
    In località Sasso Pinzuto, nello spazio naturale tra le rocce posto poco al di sopra del punto in cui morì Ariberto Margiacchi (dove in seguito alla sua morte fu piantato un oleandro che ancora fiorisce), nei primi anni Duemila è stato ricostruito un vecchio muro in pietra, che reca una lapide in ricordo del suo sacrificio.
    ROCCALBEGNA 11.06.1944
  • (anno imprecisato) Massa Marittima, podere Coste Botrelli
    Al podere Coste Botrelli di Massa Marittima, dove furono uccisi Norma Parenti e Giovanni Moschini, si trova una lapide in memoria delle vittime civili della guerra di Liberazione. Oltre ai loro nomi, sono riportati quelli di Giovanni Fabbri, Bruno Felci, Astutillo Fratti, Quintilio Funaioli, Damiano, Dante e Giovanni Molendi e Oriano Tonini.
    SANTA COSTANZA MASSA MARITTIMA 12.06.1944
  • (anno imprecisato) Massa Marittima, Municipio
    All’interno del palazzo comunale di Massa Marittima si trova una lapide che riporta i nominativi di tutti i caduti nella guerra di Liberazione.
    SANTA COSTANZA MASSA MARITTIMA 12.06.1944
  • (anno imprecisato) Massa Marittima, Municipio
    All’interno del palazzo comunale di Massa Marittima si trovano due lapidi: una con l’iscrizione relativa al conferimento della medaglia d’argento, e un’altra che riporta i nominativi di tutti i caduti nella guerra di Liberazione.
    SANTA COSTANZA MASSA MARITTIMA 12.06.1944
  • (anno imprecisato) Semproniano,Oratorio di San Rocco
    Nel monumento ai caduti di Semproniano, realizzato nel 1930 all’interno dell’Oratorio di San Rocco, si trova una lastra dedicata ai morti della Seconda guerra mondiale, dove tra i caduti civili compaiono anche i nomi di Azelio Papini e Mario Zannoni.
    SEMPRONIANO PAPINI 15.06.1944
  • (anno imprecisato) Bucine, Ambra, piazza Garibaldi.
    Lapide nella località di Ambra, piazza Garibaldi.
    AMBRA BUCINE 02.06.1944
  • (anno imprecisato) Poppi, Badia Prataglia
    Lapide su monumento.
    BADIA PRATAGLIA POPPI 13.04.1944
  • (anno imprecisato) Bucine
    Lapide commemorativa di tutti gli uccisi nel 1944.
    BUCINE 07-11.07.1944
  • (anno imprecisato) Civitella della Chiana, via Madonna di Mercatale
    Lapide di Civitella della Chiana – via Madonna di Mercatale (relativa a Nistri Gino).
    BUCINE 23.06.1944
  • (anno imprecisato) Cavriglia, Castelnuovo dei Sabbioni, Chiesa
    Lapide a Don Bagiardi sulla facciata della Chiesa di Castelnuovo dei Sabbioni.
    CAVRIGLIA 04.07.1944
  • (anno imprecisato) Cavriglia, Meleto
    Lapide a don Giovanni Fondelli a Meleto.
    CAVRIGLIA 04.07.1944
  • (anno imprecisato) Chiusi della Verna
    Lapide in ricordo dei caduti.
    CHIUSI DELLA VERNA 14-15.06.1944
  • (anno imprecisato) Montevarchi, piazza Varchi, Loggiato del Comune
    Comune di Montevarchi – lapide in memoria delle vittime per eventi bellici e rappresaglia - Loggiato del Comune – Piazza Varchi.
    CIMITERO TERRANUOVA BRACCIOLINI 24.07.1944
  • (anno imprecisato) via Roma, Agna
    Gasparotto è ricordato da una lapide posta in via Roma, ad Agna (Padova).
    AGNA 19.12.1944
  • (anno imprecisato) Civitella in Val di Chiana, Chiesa
    Lapide con nomi dei caduti a Civitella e Cornia nella Chiesa di Civitella.
    CIVITELLA IN VAL DI CHIANA 29.06.1944
  • (anno imprecisato) Cimitero di Conselve (Padova).
    I fratelli Bellanzon sono ricordati da una lapide nel cimitero di Conselve (Padova).
    ARRE, 26-27-4-1945
  • (anno imprecisato) Castiglion Fibocchi, La Fontaccia
    Lapide sul luogo della strage dove manca il nome di Boschi Umberto.
    LA FONTACCIA CASTIGLION FIBOCCHI 10-11.07.1944
  • (anno imprecisato) La lapide si trova all'esterno del Collegio vescovile di Este (Padova).
    Lapide in memoria di Sartori Borotto, posta all’esterno del Collegio vescovile di Este (Padova).
    BATTAGLIA TERME, 11-10-1944
  • (anno imprecisato) Cimitero di Cadoneghe (Padova).
    Angelo Lotto è ricordato da una lapide nell’ossario dei caduti partigiani del cimitero di Cadoneghe (Padova).
    CADONEGHE 06.10.1944
  • (anno imprecisato) Municipio di Pavullo nel Frignano
    Oreste Mezzacqui è commemorato nella lapide affissa all’esterno del municipio.
    MICENO E FRASSINETI, PAVULLO NEL FRIGNANO, 27.06.1944
  • (anno imprecisato) Affi, Cavaion
    Un lapide commemorativa con i ritratti in bronzo dei quattro fucilati si trova anche a Cavaion in via Belvedere.
    PREON, AFFI, 27.03.1945
  • (anno imprecisato) Riva di Solto
    Una lapide ricorda, a Riva di Solto, la fucilazione di Giacomo Zanardini, cui è dedicato il parco verde attrezzato.
    PREON, AFFI, 27.03.1945
  • (anno imprecisato) Municipio di Pavullo nel Frignano
    Evangelisti e Magnani sono ricordati in una Lapide all’esterno del Municipio di Pavullo che ricorda i Caduti di tutte le guerre.
    PIANDELAGOTTI, FRASSINORO, 28.06.1944
  • (anno imprecisato) Bucine
    Lapide commemorativa del Comune di Bucine.
    BUCINE 14-18.06.1944
  • (anno imprecisato) Piana di Trignano
    La strage del 28 settembre 1944 è ricordata da una lapide collocata alla Piana di Trignano, nel luogo della fucilazione dei sette rastrellati.
    PIANA DI TRIGNANO, FANANO, 28.09.1944
  • (anno imprecisato) palazzo del Vescovado, Modena
    Sul muro del palazzo del Vescovado si trova una lapide che ricorda la “rappresaglia esecranda” che “immolava venti cittadini incolpevoli”.
    PIAZZA GRANDE, MODENA, 30.07.1944
  • (anno imprecisato) Chiesa plebana
    I giovani di Renno sono ricordati in una lapide collocata all’esterno della chiesa plebana della frazione.
    FORTE URBANO DI CASTELFRANCO EMILIA, 30.03.1944
  • (anno imprecisato) Cimitero di Concordia sulla Secchia
    I due fucilati del 31 marzo sono commemorati nella lapide collocata sul muro del cimitero di Concordia.
    CONCORDIA SULLA SECCHIA, 31.03.1945-03.04.1945
  • (anno imprecisato) Vicenza
    Le lastre in pietra ospitate nel giardino antistante il Museo del Risorgimento e della Resistenza di Vicenza ricordano Lazzaris Alessandro tra i caduti della lotta di Liberazione.
    CALDOGNO 29-04-1945
  • (anno imprecisato) Casa del Popolo di Camin (Padova); Municipio di Padova; cimitero di Camin (Padova).
    Pastore e Sorgato erano ricordati da una lapide nella Casa del Popolo di Camin (Padova), oltre che da una lapide nel Municipio di Padova e i loro nomi compaiono anche nel monumento ai caduti del cimitero di Camin (Padova).
    CAMIN-LUVIGLIANO, 24-6-1944
  • (anno imprecisato) Provinciale Riviera Berica
    Sulla Provinciale Riviera Berica una lapide commemora i fratelli Boesso;
    CAMPEDELLO VICENZA 28-4-1945
  • (anno imprecisato)
    Il 28 aprile 2013 il locale gruppo alpini ha inaugurato una lapide a ricordo dei caduti di Ca’ Tosate.
    CAMPEDELLO VICENZA 28-4-1945
  • (anno imprecisato) Comune di Candiana: muro estero del cimitero; facciata del palazzo municipale. Cimitero di Conselve (Padova).
    L’episodio è ricordato da 2 lapidi nel Comune di Candiana: una sul luogo dell’esecuzione, sul muro estero del cimitero; l’altra sulla facciata del palazzo municipale. I nomi di Giuseppe Manfrotto, Arturo Polonio, Vittorio Polonio e Giulio Puozzo sono ricordati da una lapide presso il cimitero di Conselve (Padova).
    CANDIANA-CONSELVE, 21-23.09.1944
  • (anno imprecisato) Montemignaio
    Lapide sul luogo dell’esecuzione.
    MONTEMIGNAIO 20.06.1944
  • (anno imprecisato) via Quattro Martiri a Casale di Scodosia (Padova)

    CASALE DI SCODOSIA, 14.9.1944
  • (anno imprecisato) Cerea
    La morte del giovane fece naturalmente grande scalpore nel piccolo paese di Cerea. Gli amici di Ongaro collocarono fin da subito una piccola croce nel punto in cui il giovane venne ucciso, vicino al vecchio passaggio a livello del cimitero, che si trovava più a nord dell’attuale. Per molti anni la piccola croce è rimasta nascosta tra i cespugli, vicino all’orto della casa in cui un tempo abitava il custode del cimitero, Erminio Errico lo zio di Ottenio. Soltanto nel 2002, su iniziativa della locale sezione dell’Associazione nazionale combattenti, gli fu dedicata una lapide che venne collocata nel piazzale antistante il cimitero. Nella lapide appare la seguente scritta: «13 settembre 1943. In questo luogo il ragazzo Ottenio Ongaro di anni 17 venne barbaramente ucciso da una fucilata tedesca mentre tentava di raccogliere alcuni biglietti che dalla tradotta di carri bestiame ermeticamente chiusi i nostri soldati gettavano per avvertire i familiari della propria tragica sorte».
    CIMITERO COMUNALE, CEREA, 13.09.1943
  • (anno imprecisato) via Chiesa Vecchia, 24 a Casale di Scodosia (Padova)

    CASALE DI SCODOSIA, 25.9.1944
  • (anno imprecisato)
    In via San Zeno una targa ricorda l’episodio. Sulla lapide fu incisa la seguente scritta: «O pellegrino che passando vai prega per coloro che qui hanno baciato la morte e questa italica terra: innocenti ostaggi colpiti dall’ultima rabbia tedesca ­ 25 aprile 1945 ­ Cerea concittadina questa pietra pose affinché il ricordo si tramandi nei secoli ­ 25 aprile 1946»
    SAN ZENO, CEREA, 25.04.1945
  • (anno imprecisato) San Martino Buon Albergo, via 26 aprile
    A San Martino Buon Albergo in ricordo dell’episodio vi è una via “XXVI aprile” e una targa commemorativa.
    FERRAZZE, SAN MARTINO BUON ALBERGO, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Cimitero di Castelbaldo (Padova); monumento ai caduti di Castelbaldo.
    Il nome di Dario Alberti è ricordato da una lapide nel cimitero di Castelbaldo (Padova), oltre che sul monumento ai caduti di Castelbaldo.
    CASTELBALDO, 25.4.1945
  • (anno imprecisato) Cazzano di Tramigna
    A Cazzano di Tramigna vi è una lapide in memoria di Onilda Spiazzi che recita: «il 29 luglio 1944 nel pieno di una guerra odiata dal popolo la sbirraglia fascista asservita al tedesco qui fucilava un’innocente madre».
    CAZZANO DI TRAMIGNA,28-29.07.1944
  • (anno imprecisato) Legnago, via Marconi
    A Legnago, in via Marconi, una piccola lapide ricorda l’episodio.
    LEGNAGO, 31.10-01.11.1944
  • (anno imprecisato) via Griduzza, Carpi
    I caduti della battaglia e del rastrellamento di Cortile di Carpi sono ricordati da una lapide collocata in via Griduzza
    CORTILE, CARPI, 1-2.12.1944
  • (anno imprecisato) Montecchia di Crosara
    Presso il comune di Montecchia di Crosara vi è una targa commemorativa che elenca i nomi delle vittime di questa strage.
    SAN GIOVANNI ILARIONE E MONTECCHIA DI CROSARA. 01-03.09.1944
  • (anno imprecisato)
    Lapide col nome dei caduti
    PALAZZO DEL PERO AREZZO 24.06.1944
  • (anno imprecisato) Verona, via Lanificio
    In via Lanificio in prossimità del punto di morte di Sabaini Arturo (di fronte al civico 18) è presente una lapide a ricordo dell'episodio
    MONTORIO VERONESE, VERONA, 06.04.1945
  • (anno imprecisato) Verona, via Oleandri
    In via Oleandri era presente fino a pochi anni fa, nel punto in cui cadde, un cippo in pietra a ricordo dell'uccisione di Bruno Spagnolo
    MONTORIO VERONESE, VERONA, 06.04.1945
  • (anno imprecisato) Verona, piazza Buccari
    In Piazza Buccari sulla lapide del fianco sinistro del monumento ai Caduti sono riportati i nomi dei Caduti civili montoriesi del secondo conflitto, fra i quali compaiono i nominativi di coloro che hanno perso la vita nella strage del 26 Aprile 1945
    MONTORIO VERONESE, VERONA, 06.04.1945
  • (anno imprecisato) Partina
    Lapide con nomi a Partina
    PARTINA E MOSCAIO BIBBIENA 13.04.1944
  • (anno imprecisato) Bibbiena, Moscaio
    Lapide con nomi a Moscaio
    PARTINA E MOSCAIO BIBBIENA 13.04.1944
  • (anno imprecisato) Cimitero di Castelaldo (Padova).
    La lapide ricorda le vittime.
    CASTELBALDO, 26.7.1944
  • (anno imprecisato) Soave
    Nel luogo dell’uccisione (attualmente è un cavalcavia pertanto poco vedibile) è stata posta una lapide tipo cimiteriale con le foto dei due ragazzi. Sotto le foto sono indicati i loro nomi con gli anni che avevano al momento dell’uccisione. «In questo luogo dopo immani torture vennero assassinati a tradimento la notte del 29 novembre 1944 dai fascisti della R.S.I. servi dei nazisti. Hanno dato la loro vita per la nostra libertà. Tutto può essere perdonato, ma giammai dovrà essere dimenticato perché non abbia a ripetersi. Posto dopo il 1945 dalle famiglie e dai compagni di classe. Restaurato nel 1993 dalle sezioni A.N.P.I. di Soave e Monteforte d’Alpone con il patrocinio delle due comunità e della Società Autostrade BS-VR-VI-PD Spa»
    SOAVE, 29.11.1944
  • (anno imprecisato) Soave. Porta Verona
    Nei pressi di Porta Verona, l’ingresso principale di Soave, nelle mura scaligere ai cui piedi vennero fucilati i due giovani è stata collocata una lapide. «A ricordo di Benetton Matteo e Ceoloni Ardineo. Quasi uragano l’ira fascista qui li travolse l’8-12-1944 ma essi vivono nella gloria della Patria liberata. C.L.N. e Soavesi memori».
    SOAVE, 08.12.1944
  • (anno imprecisato) Verona
    Qui/la sera del 17 luglio 1944/sei giovani partigiani/forzate le porte degli Scalzi/ trassero alla luce della lotta/dal carcere fascista/un compagno di fede e di ardimenti/Nella eroica impresa/colpiti dal piombo dei tiranni/LORENZO FAVA e DANILO PRETTO (sic)/caddero per risorgere/araldi di libertà e di pace/nel cielo della speranza.
    VERONA, 17.07.1944
  • (anno imprecisato) Salerno
    A Salerno è presente il suo nome in una lapide che commemora i caduti della provincia salernitana in occasione della seconda guerra mondiale
    VERONA, 23.08.1944
  • (anno imprecisato) Lendinara
    A Lendinara (Rovigo), località dove trascorse l’infanzia con la famiglia, vi è una lapide posta nella casa in cui dimorò.
    VERONA, 23.08.1944
  • (anno imprecisato) Caserma di Chiesanuova (Padova); Municipio di Padova.
    Le vittime di questo episodio sono ricordate da una lapide nella caserma di Chiesanuova (Padova); inoltre i loro nomi si trovano sulla lapide nel Municipio di Padova. Lazzaretto è ricordato anche nel monumento ai caduti di Albignasego (Padova).
    CHIESANUOVA, 15.4.1945
  • (anno imprecisato) Caserma di Chiesanuova (Padova); Municipio di Padova.
    Il nome di Bruno Pellizzari è riportato sia sulla lapide nella caserma di Chiesanuova (Padova), sia su quella nel Municipio di Padova.
    CHIESANUOVA, 20.1.1945
  • (anno imprecisato) caserma Cella, Schio
    Lapide marmorea affissa su via Rovereto, alla destra del portone d’entrata alla caserma Cella. Recita: “Qui caduti durante / l’occupazione tedesca di Schio 1943-1945 / Militari / 10 settembre 1943 / Bernardo [sic]Vincenzo n. 1916 / Marchi Masiero n. 1924 / Moretto Giuseppe Aviere / Zavarise Bruno n. 1924 / Partigiani / Manea Ismene 1908 / Penazzato Giovanni 1922 / A ricordo 2 giugno 1979”
    CASERMA CELLA SCHIO 10-09-1943
  • (anno imprecisato) Monte di Malo
    A Monte di Malo, targa recante la seguente iscrizione: “XXXI Brigata d’assalto Garibaldi ISMENE div. Val Leogra / Partigiani d’Italia / caddero da valorosi / battendosi contro il nazi-fascismo / per la Giustizia l’Ugualianza [sic] la Libertà / Manea Ismene “Bruno” med. D’argento v. m. / Pamato Luigi “Bill” / Guzzon Mario “Cesare” / De Vicari Domenico “Vass” / Nel 31° anniversario del sacrificio 1975 / “Ciò che è giusto / si sviluppa sempre nella lotta / contro ciò che è sbagliato”
    SCHIO 12-7-1944
  • (anno imprecisato) Verona, piazza Cittadella
    Presso Piazza Cittadella (Verona), luogo dove è avvenuto l’omicidio, è affissa una lapide la quale recita così: IN QUESTA PIAZZA IL 22 GIUGNO 1944 NEREO TOFFALETTI FERROVIERE TRASCINATO CON ALTRI EROI DELLA RESISTENZA VERSO CAMPI DI STERMINIO VOLTOSI AD ABBRACCIARE LA MADRE VENIVA BARBARAMENTE UCCISO DAI NAZIFASCISTI A RICORDO DEL SUPREMO SACRIFICIO GLI ANTIFASCISTI VERONESI CONSACRANO QUESTO MARMO AUSPICANDO NUOVA ERA DI PACE E FRATELLANZA UNIVERSALE VERONA 22 GIUGNO 1952
    VERONA, 22.06.1944
  • (anno imprecisato) Cimitero di Cittadella (Padova)
    Giuseppe Castellan è ricordato da una lapide nel cimitero di Cittadella (Padova).
    CITTADELLA, 28.4.1945
  • (anno imprecisato) Verona, piazza Martiri Libertà
    In Piazza Martiri della libertà 1, sulla facciata dell'edificio che ospitava la caserma della Gnr nella quale Carcereri venne torturato, è presente una lapide che ricorda i numerosi patrioti ivi detenuti e sottoposti a sevizie.
    VERONA, 29.09.1943
  • (anno imprecisato) Monte San Savino, piazza del Legname
    Lapide in Piazza Legname a Monte San Savino.
    PIAZZA DEL LEGNAME MONTE SAN SAVINO 23-30.06.1944
  • (anno imprecisato) Cortile del palazzo del Bo’, sede dell’università degli studi di Padova.
    Il nome di Brunello Rutoli è ricordato anche, insieme ad altri, in una lapide ai caduti della Resistenza nel cortile del palazzo del Bo’, sede dell’università degli studi di Padova.
    CODEVIGO, 10.12.1944
  • (anno imprecisato) Vestenanova
    Ad Alessandro Faccio è dedicata una lapide presso il luogo in cui fu ucciso.
    VESTENANOVA, 08-14.07.1944
  • (anno imprecisato) Bucine
    Lapide commemorativa del Comune di Bucine.
    PIETRAVIVA BUCINE 18.06.1944
  • (anno imprecisato)
    Le lastre in pietra ospitate nel giardino antistante il Museo del Risorgimento e della Resistenza di Vicenza ricordano Girardi Raffaello tra i caduti della lotta di Liberazione.
    CREAZZO 21-04-1945
  • (anno imprecisato) Enna, Torrebelvicino
    Lapide dedicata ai due partigiani apposta in contrà Benere di Enna dove trovò la morte Benvenuto Frizzo.
    ENNA TORREBELVICINO 19-4-1945
  • (anno imprecisato) Castelfranco Piandiscò, Casatufa
    Lapide posta in prossimità della loro abitazione in località Casatufa
    PODERE CHIUSI CASTELFRANCO PIANDISCÒ 24.07.1944
  • (anno imprecisato) Castelfranco Piandiscò, Matassino
    Lapide presso il circolo ricreativo Arci di Matassino.
    PODERE CHIUSI CASTELFRANCO PIANDISCÒ 24.07.1944
  • (anno imprecisato)
    il nome di Mondelfi Romildo è scritto sulla lapide commemorativa di tutti i caduti di Monte di Malo – Faedo morti durante la seconda guerra mondiale.
    FAEDO MONTE DI MALO 21-3-1944
  • (anno imprecisato) Ruara
    Lapide eretta in località Ruara, recante la seguente iscrizione: “BRIGATA STELLA / BOVO LUCATO RICCARDO / FACCIN GAUDENZIO GUERRINO / FACCIN DANILO FERRO / RONCARI SILVANO DRAGO / POVOLO AGOSTINO ORTICA / I VOSTRI COMPAGNI D’ARMI VI RICORDANO / QUARGNENTA 20. 2. 1945”
    CONTRÀ GRILLI QUARGENTA DI BROGLIANO 20-2-1945
  • (anno imprecisato) viale Europa, Marano Vicentino
    Lapide eretta in viale Europa a Marano Vicentina recante la seguente scritta: “A RICORDO DEL PATRIOTA / BAUCE PIETRO / DI ANNI 24 / DA CAMPODALBERO / DI CRESPADORO / QUI FUCILATO DAI TEDESCHI / IL GIORNO 24-6-1944 / LA FAMIGLIA / POSE”
    VIALE EUROPA MARANO VICENTINO 24-6-1944
  • (anno imprecisato) Lusiana
    Cimitero civile di Lusiana (VI), lapide recante la seguente iscrizione: “Figura Eroica / Impavido Della Morte / Il 16 Agosto 1944 / In Marano Vicentino / Moriva / Per La Patria Immortale / Corradin Matteo / Dopo di Aver Sopportato / Con Animo Sereno / Torture E Sevizie / Dell’Ira Nazifascista / N. 11. 10. 1922 / M. 16.8.1944”
    MARANO VICENTINO 16-8-1944
  • (anno imprecisato) Valli del Pasubio
    Tutti i morti del 17 giugno 1944, compreso Brandellero che quel giorno venne catturato, sono nominati sulla lapide posta all’interno del cimitero di Valli del Pasubio.
    MARANO VICENTINO 26-6-1944
  • (anno imprecisato)
    Una lapide murata in strada vicinale del Monte Crocetta, ex chiesetta della Trinità: commemora i partigiani caduti sull’omonimo colle.
    MONTE CROCETTA VICENZA 28-04-1945
  • (anno imprecisato) Montecchio Maggiore
    Lapide murata sul luogo della fucilazione, recante i nomi dei quattro operai uccisi.
    MONTECCHIO MAGGIORE 30-3-1944
  • (anno imprecisato)
    Una lapide collocata nel centro di Poiana ricorda tra le vittime civili della guerra 1940-45 Antonio Pastorello
    POIANA MAGGIORE 15-10-1944
  • (anno imprecisato)
    Lapide eretta sul luogo dell’uccisione recante i nomi dei partigiani uccisi, corredati di foto, sotto la scritta “Brigata Stella / qui furono fucilati per / rappresaglia nazi fascista / il 1 – 12 – 1944”; è firmata “i compagni”.
    PRIABONA MONTE DI MALO 1-12-1944
  • (anno imprecisato) Bucine
    Lapide del comune di Bucine dedicata alle vittime delle rappresaglie nazifasciste.
    SAN PANCRAZIO BUCINE 29.06.1944
  • (anno imprecisato) Municipio di Padova.
    Il nome di Girolamo Orlandini è riportato, insieme ad altri, su una lapide nel Municipio di Padova.
    GALZIGNANO, 30.10.1944
  • (anno imprecisato) via Regina Elena a Grantorto (Padova)
    Manfredo Canaia è ricordato da una lapide posta in via Regina Elena a Grantorto (Padova).
    GRANTORTO, 26.4.1945
  • (anno imprecisato) Municipio di Padova.
    I nomi di Benedetto De Besi e Guido Pucchetti sono ricordati, insieme ad altri, da una lapide posta nel Municipio di Padova.
    GROMPA, 6.9.1944
  • (anno imprecisato) Cortile del Municipio di Padova
    Il nome di Andrea Sorgato è riportato sulla lapide posta nel cortile del Municipio di Padova.
    LUVIGLIANO, 16.11.1944
  • (anno imprecisato) Capitelbello di Campo San Martino (Padova)

    MARSANGO-ARSEGO, 27.4.1945
  • (anno imprecisato) Capitelbello di Campo San Martino (Padova).
    Il nome di Bernardello è ricordato in una lapide a Capitelbello di Campo San Martino (Padova).
    MARSANGO, 4/9/1944
  • (anno imprecisato) Cimitero di Masi

    MASI, 26/4/1945
  • (anno imprecisato) Zeminiana (Padova)

    NOALE, 11.10.1944
  • (anno imprecisato) via Emanuele Filiberto di Savoia (Padova); cortile del palazzo del Bo' (Università di Padova); piazza Toselli; piazza Cavour (Padova); ponte di Gagnola (Cartura); Municipio di Padova.
    Il nome di Mario Todesco è ricordato da una lapide in via Emanuele Filiberto di Savoia, a Padova, oltre che nella lapide nel cortile del palazzo del Bo’ (Università di Padova). Alfio Marangoni è ricordati da due lapidi, una in piazza Toselli e una in piazza Cavour, sempre a Padova. Cavalli e Luisari sono celebrati da due lapidi sul ponte di Cagnola (Cartura). Infine tutte le vittime di questo episodio sono riportate, insieme ad altre, nella lapide posta nel Municipio di Padova.
    PADOVA-CAGNOLA, 28-29.6.1944
  • (anno imprecisato) Municipio di Padova.
    Il nome di Antonio Bortoletto si trova, insieme ad altri, su una lapide posta nel Municipio di Padova.
    PADOVA, 3.4.1945
  • (anno imprecisato) Riviera dei Mugnai (Padova); Municipio di Padova
    Attilio Galvani è ricordato da una lapide posta all’inizio di Riviera dei Mugnai, a Padova, sul luogo della morte; inoltre il suo nome è presente anche sulla lapide posta in Municipio, sempre a Padova.
    PADOVA, 10.8.1944
  • (anno imprecisato) via Santa Lucia (Padova); caserma di Chiesanuova (Padova)

    PADOVA, 17.8.1944
  • (anno imprecisato) Nuoro
    Flavio Busonera è ricordato da una lapide a Nuoro, anche se lui era nato ad Oristano.
    PADOVA, 17.8.1944
  • (anno imprecisato) Municipio di Padova.
    Saturno Bandini, Ettore Calderoni, Antonio Franzolin, Pasquale Muolo, Clemente Lampioni e Cataldo Pressici sono ricordati, insieme ad altri, da una lapide presso il Municipio di Padova.
    PADOVA, 17.8.1944
  • (anno imprecisato) Cortile del Bo' (Università di Padova); cimitero Cittadella; Municipio di Padova.
    Luigi Pierobon oltre a figurare sulla lapide nel Municipio di Padova e su quella nel cortile del Bo’ (Università di Padova), è ricordato anche da una lapide nel cimitero Cittadella.
    PADOVA, 17.8.1944
  • (anno imprecisato) Quarto d'Altino, via Roma
    Una targa alla memoria di Paolo Lo Monaco è posta a Quarto d’Altino in via Roma di fronte alla vecchia sede del Municipio.
    SAN MICHELE DEL QUARTO, 18.04.1945
  • (anno imprecisato) via Moretto da Brescia (Padova); Municipio di Padova.
    L’episodio è ricordato da una lapide in via Moretto da Brescia, a Padova, sul luogo dell’eccidio. Le due vittime sono inoltre ricordate, insieme ad altri, su una lapide posta nel Municipio di Padova.
    PADOVA, 21.3.1945
  • (anno imprecisato) Venezia, Fondamenta de la Vesta
    Sul luogo dell’omicidio, Fondamenta de la Veste, è stata apposta una targa commemorativa in data sconosciuta.
    VENEZIA, 26.11.1944
  • (anno imprecisato) Mirano, municipio
    Una lapide posta sulla facciata del municipio ricorda i caduti della guerra di Liberazione
    MIRANO 27.04.1945
  • (anno imprecisato) Anghiari, Valico della Scheggia
    Lapide con foto delle cinque vittime adulte.
    VALICO DELLA SCHEGGIA ANGHIARI 26.06.1944
  • (anno imprecisato) Mirano, cimitero
    Il muro del cimitero porta ancora i fori provocati dai proiettili del plotone di esecuzione, una targa ricorda i nomi dei fucilati il 17 gennaio 1945. Nel 40° della Liberazione è stata posta una lastra di marmo che riproduce le sagome dei sette partigiani uccisi.
    MIRANO 27.04.1945
  • (anno imprecisato) Bucine
    Lapide del Comune di Bucine dedicata alle vittime delle rappresaglie nazifasciste.
    VALLE DI SOPRA BUCINE 29.06.1944
  • (anno imprecisato) Venezia, Favaro Veneto
    Luigi Sbrogiò viene ricordato in una lapide commemorativa dei “Caduti per la libertà” posta nell’atrio della sede della Municipalità di Favaro Veneto.
    FAVARO VENETO, VENEZIA, 13.04.1945
  • (anno imprecisato) Venezia, riva dell'Impero
    Sul luogo della fucilazione è stata apposta una targa commemorativa (probabilmente nel 1954).
    RIVA DELL’IMPERO, VENEZIA, 03.08.1944
  • (anno imprecisato)
    Una lapide ad Angelo Zanettin si trova sotto il porticato della piazza di Quarto d’Altino.
    SAN MICHELE DEL QUARTO, 18-21.04.1945
  • (anno imprecisato) via Donatello (Padova); Municipio di Padova.
    L’episodio è ricordato da una lapide sul luogo dell’uccisione, in via Donatello a Padova. Inoltre il nome di Corrado Lubian si trova, insieme ad altri, sulla lapide posta nel Municipio di Padova.
    PADOVA, 22.3.1945
  • (anno imprecisato) Piteglio, Calamecca
    Lapide posta nell’abitato di Calamecca con riportati i nomi delle vittime, esclusa Luisa Luciani, oltre a quelle cadute alla vicina Macchia dell’Antonini.
    CALAMECCA PITEGLIO 19-22.09.1944
  • (anno imprecisato) Scorzè, Rio San Martino
    Una targa posta sul muro dell’asilo di Rio San Martino ricorda l’uccisione di Cappelletto.
    RIO SAN MARTINO, SCORZÈ, 13.03.1945
  • (anno imprecisato) Quarto d'Altino, via Marconi
    Una targa commemorativa è apposta a Quarto d’Altino in Via Marconi, luogo della fucilazione di Guido Volpato.
    SAN MICHELE DEL QUARTO, 14.02.1945
  • (anno imprecisato) Mestre, municipio
    Lapide commemorativa dei Martiri della Libertà posta sulla facciata della sede del municipio di Mestre.
    DESE, VENEZIA, 31.12.1944
  • (anno imprecisato) Pramaggiore, Blessaglia
    Monumento a Blessaglia di Pramaggiore vicino al luogo dell’eccidio di Blessaglia
    BLESSAGLIA, PRAMAGGIORE, 05.06.08.1944
  • (anno imprecisato) Cimitero di Ponso
    L’episodio è ricordato da una lapide, collocata per iniziativa del CLN, all’ingresso del cimitero, nel punto della fucilazione.
    PONSO, 27.4.1945
  • (anno imprecisato) Ponte di Brenta (Padova); Municipio di Padova; cortile del palazzo del Bo’, sede dell’università degli studi di Padova.
    L’episodio è ricordato da una lapide sul ponte di Ponte di Brenta (Padova). Inoltre il nome di Antonio Fiorazzo è riportato, insieme ad altri, su una lapide posta nel Municipio di Padova e su quella ai caduti della Resistenza nel cortile del palazzo del Bo’, sede dell’università degli studi di Padova.
    PONTE DI BRENTA, 28.4.1945
  • (anno imprecisato) Pozzonovo (Padova)
    L’episodio è ricordato da una lapide sul cancello delle scuole di Pozzonovo (Padova), sul luogo dell’uccisione.
    POZZONOVO, 5-6.10.1944
  • (anno imprecisato) Chiesa di San Benedetto alle Selve (Padova); Municipio di Padova
    L’episodio è ricordato da una lapide posta sul muro della chiesa di San Benedetto alle Selve (Padova). Inoltre Antonio Carraro e Mario Gallo sono ricordati anche, insieme ad altri, in una lapide posta nel Municipio di Padova.
    PRAGLIA, 28.4.1945
  • (anno imprecisato) Collegio vescovile di Este (Padova).
    L’episodio è ricordato da una lapide posta presso il collegio vescovile di Este (Padova).
    PRAGLIA, 28.4.1945
  • (anno imprecisato) Municipio di Padova
    Sulla lapide presso il Municipio di Padova è riportato il nome di un Pedini Beniamino. È possibile che il nome sia errato e che si tratti invece di Saverio Pedini.
    RUBANO, 30.4.1944
  • (anno imprecisato) Casa del Popolo di Baggiovara, Modena
    Athos Iori è ricordato nella lapide affissa al muro esterno della Casa del Popolo di Baggiovara.
    BAGGIOVARA, MODENA, 01.09.1944
  • (anno imprecisato) Municipio di Padova.
    Attilio Tosetto è ricordato anche dalla lapide posta nel Municipio di Padova.
    SALBORO, 30.9.1944
  • (anno imprecisato) Portogruaro, caserma
    Targa nell’atrio della caserma intitolata ad Ampelio Iberati a Portogruaro con la motivazione della medaglia d’argento.
    PORTOGRUARO, 18.12.1944
  • (anno imprecisato) Portogruaro
    Targhe sui lampioni della piazza di Portogruaro dove furono impiccati i tre partigiani.
    PORTOGRUARO, 18.12.1944
  • (anno imprecisato) Valdobbiadone, cimitero
    Lapide commemorativa con fotografia di Bernardino Vidori nel cimitero di Valdobbiadene insieme agli altri caduti nella guerra.
    PORTOGRUARO, 18.12.1944
  • (anno imprecisato) Portogruaro, villa comunale
    Nomi apposti sulla lapide che ricorda i caduti per la libertà in Villa comunale a Portogruaro.
    CIMITERO DI PORTOGRUARO, 29.03.1945
  • (anno imprecisato) Palazzo del Bo’, sede dell’università degli studi di Padova.
    Il nome di Domenico D’Alvise è ricordato anche, insieme ad altri, in una lapide ai caduti della Resistenza nel cortile del palazzo del Bo’, sede dell’università degli studi di Padova.
    SAN GIORGIO IN BRENTA, 29.4.1945
  • (anno imprecisato) San Martino di Lupari (Padova).
    Il nome di Tullio Pegorin è riportato sulla lapide-ossario per i caduti della guerra a San Martino di Lupari (Padova).
    SAN MARTINO DI LUPARI, 19.6.1944
  • (anno imprecisato) Meolo
    Una targa posta nel piazzale della stazione negli anni Settanta fu successivamente rimossa da ignoti.
    MEOLO, 23.09.1944
  • (anno imprecisato) San Stino di Livenza, La Salute, ex azienda agricola Romiati
    Lapide con fotografia murata nell’edificio dell’ex azienda agricola Romiati, sede del Comando tedesco (nel libro I luoghi della libertà è erroneamente indicata come azienda De Castello). Il testo della lapide recita: «Qui alla vigilia della liberazione atrocemente torturati dalla barbara ira nazista caddero i giovani partigiani Buoso Isetto e Salvadori Bruno. I compagni di fede con fraterno amore in memoria posero».
    LA SALUTE DI LIVENZA, SAN STINO DI LIVENZA, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Mirano, municipio
    Una lapide posta sulla facciata del municipio ricorda i caduti della guerra di Liberazione.
    MIRANO, 17.01.1945
  • (anno imprecisato) Cimitero di Abbazia Pisani (Padova); officina Fiat di Abbazia Pisani (Padova); Villa del Conte; località Maglio di San Martino di Lupari (Padova); Maglio di San Martino di Lupari (Padova); località Cacciatora di Castello di Godego (Treviso).
    Sono molte le lapidi a ricordo di questo episodio o parti di esso: - Nel cimitero di Abbazia Pisani (Padova) una stele ricorda i caduti di questo eccidio; - All’officina Fiat di Abbazia Pisani (Padova) una lapide ricorda i 6 dipendenti uccisi; - A Villa del Conte in una lapide che ricorda alcune vittime della guerra di Liberazione sono riportati, tra gli altri, i nomi di Italo Xamin e Rino Miotti; - Nel cimitero di Villa del Conte (Padova) si trova una lapide commemorativa; - In località Maglio di San Martino di Lupari (Padova) una lapide ricorda i caduti di questa frazione; - A Maglio di San Martino di Lupari (Padova) una stele con i nomi dei morti; - Località Cacciatora di Castello di Godego (Treviso), stele posta nel 1959 in onore degli ostaggi lì trucidati.
    SAN MARTINO DI LUPARI, 29.4.1945
  • (anno imprecisato)
    Lapide sul luogo dell’assassinio, lungo la parete esterna destra della chiesa di S. Caterina di Tretto. Reca il nome e le date di nascita e morte dell’ucciso, insieme ad una foto dello stesso.
    SANTA CATERINA SCHIO (TRETTO) 30-4-1944
  • (anno imprecisato)
    Presso la parrocchiale di Spiazzo (VI) è stata eretta, l’11 ottobre 1987, un’erma a don Pietro Franchetti. Sono incise le seguenti parole: “La verità / lo fece libero / per la verità / diede la vita”.
    SAN ROCCO DI TRETTO SCHIO 27-6-1944
  • (anno imprecisato)
    In piazza Aldo Moro a Santorso, sul luogo dell’esecuzione, una lapide ricorda Marco Santacaterina. È stato conservato, all’interno della lapide, l’intonaco originale ancora crivellato di colpi.
    SANTORSO 24-04-1944
  • (anno imprecisato)
    Lapide apposta sul luogo dell’uccisione che ricorda i tre partigiani garibaldini assassinati.
    SCHIO 17-1-1945
  • (anno imprecisato) Pescia, Collodi, cartiera
    Lapide commemorativa di Pizza e Bini alla cartiera.
    COLLODI PESCIA 26.07.1944
  • (anno imprecisato) Montale, Felciana
    Lapide posta dai genitori di Marcello Danesi vicino al luogo dell’esecuzione.
    FELCIANA MONTALE 14.07.1944
  • (anno imprecisato) Gruaro, municipio
    Lapide dedicata alla vittima e agli altri quattro gruaresi caduti nella lotta di liberazione, apposta sulla facciata del municipio di Gruaro nel 45º anniversario della morte. In precedenza un’altra lapide era stata infissa dai compagni di battaglione, a guerra finita, sul muro di un edificio a fianco del municipio.
    GRUARO, 09.12.1944
  • (anno imprecisato)
    A Tonezza, il 4 settembre 2010, è stata inaugurata una stele commemorativa in memoria di “Freccia”.
    TONEZZA 8-3-1945
  • (anno imprecisato) Piteglio, Calamecca
    Lapide posta nell’abitato di Calamecca dove vengono riportati i loro nomi insieme a quelli di altri paesani uccisi nei dintorni.
    MACCHIA DELL’ACQUERINO PITEGLIO 25.09.1944
  • (anno imprecisato) Roma, via del Banco dello Spirito Santo
    Una lapide commemorativa è posta in via del Banco del Santo Spirito a Roma
    LE CRETE, SAN MICHELE DEL QUARTO, 30.11-01.12.1944
  • (anno imprecisato) Venezia, Sestiere di Cannareggio
    Ad ogni vittima, e al sopravvissuto dell’eccidio, è stata dedicata una targa commemorativa marmorea apposta sul luogo dell’uccisione
    SESTIERE DI CANNAREGIO, VENEZIA, 07-08.07.1944
  • (anno imprecisato) Venezia, stazione Santa Lucia
    A Piero Favretti è stata dedicata una lapide commemorativa dentro la stazione ferroviaria S. Lucia di Venezia (data di collocazione sconosciuta),
    SESTIERE DI CANNAREGIO, VENEZIA, 07-08.07.1944
  • (anno imprecisato) Pescia, Medicina
    Lapide apposta nella piazza centrale di Medicina dove vengono ricordati anche altri caduti tra cui alcuni partigiani morti in combattimento durante la guerra.
    MEDICINA PESCIA 08.09.1944
  • (anno imprecisato) Quarrata, Castel Gironi
    Lapide nel luogo dove persero la vita Cappellini e Innocenti.
    MONTEMAGNO E CASTEL GIRONI QUARRATA 09.08.1944
  • (anno imprecisato) via Migliarina, Budrione, Carpi
    Maria Guandalini è ricordata da una lapide affissa al muro della casa di via Migliarina, a Budrione di Carpi.
    BUDRIONE, CARPI, 12.02.1945
  • (anno imprecisato) Montecatini Terme, Piazza del Popolo
    Lapide in piazza del Popolo a Montecatini sul luogo della morte.
    PIAZZA DEL POPOLO MONTECATINI TERME 23-24.07.1944
  • (anno imprecisato) Pescia, San Lorenzo
    Lapide sulla facciata della chiesetta di San Lorenzo in ricordo delle due giovani ragazze.
    PIETRABUONA PESCIA 06.09.1944
  • (anno imprecisato) via Poletti, Modena
    Abele Miselli è ricordato da una lapide posta sul muro della casa di via Poletti presso la quale è stato fucilato.
    VIA POLETTI, MODENA, 13.09.1944
  • (anno imprecisato) Casa Bogoni e di casa Costantini.
    L’episodio è ricordato da due lapidi con lo stesso testo, poste all’entrata di casa Bogoni e di casa Costantini.
    SANTA MARGHERITA D’ADIGE, 27.4.1945
  • (anno imprecisato) Muro della Chiesa; Villa del Conte (Padova).
    Nel ventennale della strage, sul muro della Chiesa è stata posta un’altra lapide in ricordo dei due sacerdoti uccisi; Angelo Pegoraro è ricordato in una lapide a Villa del Conte (Padova).
    SANTA GIUSTINA IN COLLE, 27.4.1945
  • (anno imprecisato) Biblioteca scolastica del Liceo “Pico” di Mirandola
    Silvano Marelli è ricordato da una lapide che attesta l’intitolazione al suo nome della Biblioteca scolastica del Liceo “Pico” di Mirandola.
    CIMITERO DI CONCORDIA SULLA SECCHIA, 15.03.1945
  • (anno imprecisato) Piazza principale di Stanghella (Padova).
    L’episodio è ricordato da una lapide nella piazza principale di Stanghella (Padova).
    STANGHELLA, 16.9.1944
  • (anno imprecisato) Ponte di Brenta (Padova); Municipio di Padova; Vigonza (Padova).
    Il nome di Silvio Barbato è presente su una lapide nella piazza di Ponte di Brenta (Padova) e anche sulla lapide posta nel Municipio di Padova. Enrico Zanella è ricordato da una lapide in piazza a Vigonza (Padova).
    VIGONZA-PONTE DI BRENTA, 10-11.6.1944
  • (anno imprecisato) Municipio di Padova.
    Giuseppe Smania è ricordato, insieme ad altri, sulla lapide posta nel Municipio di Padova.
    VIGONZA-PONTE DI BRENTA, 28.4.1945
  • (anno imprecisato) Villa del Conte; cimitero di Villa del Conte.
    I nomi di Ettore Zara, Angelo Piantella e Bruno Morosinotto sono ricordati in due distinte lapidi a Villa del Conte. I nomi delle vittime di questo episodio, escluso Ettore Zara, sono riportati sulla lapide ai caduti della Resistenza nel cimitero di Villa del Conte (Padova).
    VILLA DEL CONTE, 27.4.1945
  • (anno imprecisato) Cimitero di Villa del Conte (Padova)
    Le vittime di questo episodio, insieme ad altre, sono ricordate da una lapide nel cimitero di Villa del Conte (Padova).
    VILLA DEL CONTE, 29.4.1945
  • (anno imprecisato) Mortizzuolo, Mirandola
    Sperindio Barbi è ricordato da una lapide affissa sul muro della sua casa colonica.
    MORTIZZUOLO, MIRANDOLA, 19.03.1945
  • (anno imprecisato) Soliera
    Giuseppe Mariani è ricordato nella lapide che commemora i caduti partigiani di Sozzigalli di Soliera, nella via lungo la quale è stato ucciso.
    SOLIERA, 19.11.1944
  • (anno imprecisato) Torre Civica di Spilamberto
    Oreste Morselli è ricordato nella lapide affissa alla Torre Civica di Spilamberto che commemora i partigiani caduti nella Resistenza.
    CITTADELLA DI MODENA 20.04.1945
  • (anno imprecisato) Via Panoramica Bassa, Montese
    Rinaldo Santi è commemorato da una lapide posta sulla parete rocciosa che sovrasta il luogo della fucilazione.
    VIA PANORAMICA BASSA, MONTESE, 20.03.1944
  • (anno imprecisato) Pescia, Sorana
    Lapide posta nella piazza di Sorana.
    SORANA PESCIA 08.09.1944
  • (anno imprecisato) Pescia, Sorana
    Lapide posta nella piazza di Sorana, località di origine delle due vittime.
    VELLANO PESCIA 08.09.1944
  • (anno imprecisato) Pescia, Vellano
    Lapide presente sul luogo dei fucilati dove vengono riportati tutti i caduti della zona sotto l’occupazione tedesca.
    VELLANO PESCIA 22.07.1944
  • (anno imprecisato) Montale, via Roma
    Lapide posta sul muretto nel posto dove vennero impiccati.
    VIA ROMA MONTALE 04.09.1944
  • (anno imprecisato) Facciata del Municipio di Alano di Piave; mausoleo ai caduti in guerra di Alano di Piave; piazza centrale di Alano di Piave; cimitero di Alano.
    Ci sono diverse lapidi che ricordano l’episodio: una è stata posta subito dopo la guerra sulla facciata del municipio di Alano di Piave; un’altra è stata apposta sul mausoleo ai caduti in guerra di Alano di Piave; un piccolo monumento è stato posto più di recente nella piazza centrale di Alano di Piave; nel cimitero di Alano una lapide ricorda i caduti della Resistenza.
    ALANO DI PIAVE, 11-12.11.1944
  • (anno imprecisato) Località Alconis di San Gregorio nelle Alpi (Belluno)
    L’episodio è ricordato da una lapide posta subito dopo la guerra in località Alconis di San Gregorio nelle Alpi (Belluno), sul luogo dell’uccisione.
    ALCONIS, 16.12.1944
  • (anno imprecisato)
    L’unica vittima di questo episodio celebrata in una lapide è Edoardo De Bortoli.
    ARSIÈ, 1.5.1945
  • (anno imprecisato) Strada da Feltre ad Arsiè (Belluno), nei pressi del ponte sul Cismon.
    Le due vittime sono ricordate da una lapide posta sulla strada da Feltre ad Arsiè (Belluno), nei pressi del ponte sul Cismon.
    ARSIÈ, 24.9.1944
  • (anno imprecisato) San Quirico d'Orcia, piazza 4 Novembre
    Lapide ai caduti civili nella seconda guerra mondiale posta in piazza 4 Novembre a San Quirico d’Orcia, riportante anche il nome di Censini.
    BROZZI SAN QUIRICO D’ORCIA 23.06.1944
  • (anno imprecisato) Cortile del palazzo del Bo’, sede dell’università degli studi di Padova.
    I nomi di Antonio Boschieri e Bortolo Camonico sono ricordati anche, insieme ad altri, in una lapide ai caduti della Resistenza nel cortile del palazzo del Bo’, sede dell’università degli studi di Padova.
    ARTEN, 25.9.1944
  • (anno imprecisato) Piazzetta del paese; muro esterno delle scuole elementari di Aune.
    La distruzione di Aune è ricordata da una lapide posta nella piazzetta del paese, scoperta l’11.8.1969. Un’altra lapide è stata posta sul muro esterno delle scuole elementari di Aune, inaugurata l’11.8.1994.
    AUNE, 9-11.8.1944
  • (anno imprecisato) Municipio di Pavullo nel Frignano
    Carlo Ruggeri è ricordato nella lapide affissa al municipio di Pavullo che commemora i caduti partigiani del paese.
    SELVA DI MONFESTINO, SERRAMAZZONI, 26.08.1944
  • (anno imprecisato)
    Lapide posta lungo la strada Gisbenti-Malunga recante la seguente iscrizione: “Il 26 ottobre 1944 / Giuseppe Filippi / di Giovanni / fu strappato di casa / ed ucciso barbaramente / vittima innocente / della bestiale atrocità / della nefanda legione / Tagliamento / brutalmente seviziato / e martirizzato / cadeva in questo luogo / viandante alza una prece / per l’anima del caduto / e pel ritorno della vera civiltà / nel mondo”.
    SAVENA VALLI DEL PASUBIO 26-10-1944
  • (anno imprecisato)
    Nel cimitero di Valli del Pasubio, nella lapide che nomina i partigiani caduti “perché la radiosa aurora della pace non conoscesse il tramonto” sono iscritti i nomi dei quattro uccisi il 26 ottobre 1944.
    SAVENA VALLI DEL PASUBIO 26-10-1944
  • (anno imprecisato)
    Lapide murata sulla facciata del capitello di contrada Vallortigara dedicata alla Madonna, reca la seguente scritta: “La popolazione di Vallortigara / salva per Maria S.S. / riconoscente / questa immagine / pose / 17 giugno 1947”.
    VAL LEOGRA VALLI DEL PASUBIO 17-6-1944
  • (anno imprecisato)
    Tutti i morti del 17 giugno 1944, compreso Brandellero che quel giorno venne catturato, sono nominati sulla lapide posta all’interno del cimitero di Valli del Pasubio.
    VAL LEOGRA VALLI DEL PASUBIO 17-6-1944
  • (anno imprecisato)
    Targa su erma in marmo eretta il 6 ottobre 2012 dal comune di Valli del Pasubio, la locale sezione dell’Associazione nazionale Carabinieri e dall’ANPI, sul luogo dell’uccisione di Renzo Ghisi. Reca la seguente scritta: “Al carabiniere / Renzo Ghisi / detto “Scapaccino” / caduto nelle fila partigiane / In questo luogo / nella notte del 17 giugno 1944 / Renzo Ghisi / a soli 24 anni, per mano nazifascista, / veniva barbaramente trucidato, / mettendo fine al suo lungo martirio. / L’amore per la patria e gli ideali di libertà / lo spinsero fino all’estremo sacrificio. / Il suo fulgido esempio / sia da monito alle nuove generazione”
    VAL LEOGRA VALLI DEL PASUBIO 17-6-1944
  • (anno imprecisato) Parete dell'ex ospedale civile di Belluno, in via Loreto.
    Il nome delle due vittime è ricordato da una lapide posta sulla parete dell’ex ospedale civile di Belluno, in via Loreto.
    BELLUNO,13.9.1944
  • (anno imprecisato)
    Vicino alla chiesa di Velo d’Astico è murata una lapide, corredata di due fotografie degli uomini assassinati, recante la seguente iscrizione: “Fratelli nella vita buona / fratelli nella morte / Mario e Davide Righele / di S. Ulderico di Tretto / qui / il 3.9.1944 / innocenti martiri della libertà / immolarono sotto piombo fascista la loro giovinezza / per dio e per la patria / monito alle genti / i velesi ricordano / pax et gloria”.
    VELO D’ASTICO 3-9-1944
  • (anno imprecisato) Muro esterno della caserma Tasso, a Belluno.
    Il nome di Corrado Costa è riportato su una lapide posta sul muro esterno della caserma Tasso, a Belluno.
    BELLUNO, 14-15.7.1944
  • (anno imprecisato)
    una lapide lo commemora nel muro presso cui fu ucciso
    VICENZA 12-01-1945
  • (anno imprecisato)
    Lastre in pietra ospitate nel giardino antistante il Museo del Risorgimento e della Resistenza di Vicenza ricordano tutti i caduti della lotta di Liberazione. Dalle vittime elencate in questa scheda vi sono solo Rossato Giuseppe, Scarso Federico, Zemin Guido, Zocca Mario.
    VICENZA 28-04-1945
  • (anno imprecisato)
    Busto marmoreo e targa, apposti sulla facciata del civico 21 di borgo Santa Lucia a Vicenza. La targa reca la seguente iscrizione: “Per infame rappresaglia / un plotone di rinnegati / ha fulminato / il cuore italianissimo / del giovinetto / Silvio Apolloni / il martirio esalti nel tempo / la gloriosa vittima / della tirannide / 12-9-24 22-4-44”
    VICENZA 22-04-1944
  • (anno imprecisato) Velo d'Astico
    Nel cimitero di Velo d’Astico il nome di Pietro Canale compare nella lista dei caduti della Seconda guerra mondiale. Viene specificato il grado di caporal maggiore.
    VICENZA 29-11-1944 (1)
  • (anno imprecisato) Chianciano Terme, Municipio
    Lapide ai caduti al Municipio di Chianciano.
    CARBONAIA CHIANCIANO TERME 27.06.1944
  • (anno imprecisato) Gaiole in Chianti, Municipio
    Lapide del Municipio di Gaiole in Chianti riportante i caduti durante la guerra.
    CASA NUOVA GAIOLE IN CHIANTI 13.07.1944
  • (anno imprecisato) Viale G. Mazzini, Vignola
    Alcide Martinelli è ricordato da una lapide affissa sotto il portico della vecchia Cassa di Risparmio di Vignola, vicinissima al luogo del patibolo.
    VIALE G. MAZZINI, VIGNOLA, 28.11.1944
  • (anno imprecisato) Piazzale (oggi via) San Giacomo e Corso Canalchiaro, Modena
    Gino Ferrari è ricordato da una piccola lapide collocata nel luogo esatto in cui una raffica della Brigata Nera lo ha fatto stramazzare al suolo, all’angolo fra Piazzale (oggi via) San Giacomo e Corso Canalchiaro, nel novembre del 1944. Lo stile dell’epigrafe suggerisce che sia stata realizzata negli anni dell’immediato dopoguerra, ma il monumento non racconta dettagli significativi sulla dinamica dei fatti. Le fonti non sono neppure concordi sulla data dell’omicidio di Ferrari: alcune lo collocano nel tardo pomeriggio del 28 novembre 1944, altre il 30. Si cita la “Cronaca Pedrazzi”: «Nuovo fatto di sangue in città e questa volta mortale. Sull’imbrunire – ore 17,30 – in piena città, piazzale San Giacomo, un tale che risponde al nome di Gino Ferrari di anni 27, veniva colpito da vari colpi di arma da fuoco. Sorretto dai passanti e consegnato alla Croce Rossa, questa si dirigeva all’Ospedale, ma il Ferrari decedeva durante il tragitto. Ignoti gli sparatori, all’oscuro sulle causali del delitto: si indaga pertanto. Indubbiamente v’è lo spunto politico, e non staremo molto tempo prima di averne notizia». (Adamo Pedrazzi, Cronaca dell’occupazione nazi-fascista di Modena, Vol. IV, pag. 1877).
    PIAZZALE SAN GIACOMO, MODENA, 28.11.1944
  • (anno imprecisato) Casa Macera, Fossoli, Carpi
    Edmondo Giglioli è ricordato da una lapide collocata nei pressi di Casa Macera, nel luogo della sua uccisione.
    FOSSOLI, CARPI, 29.10.1944
  • (anno imprecisato) Chiusdino, Municipio
    Lapide ai caduti apposta sul frontale del Comune di Chiusdino.
    CASINO CHIUSDINO 17.05.1944
  • (anno imprecisato) Chiusdino, Castelletto, cimitero
    Nel cimitero di Castelletto, dove è sepolto, è presente una lapide commemorativa collocata dalla sezione del PCI di Frassini.
    CASINO CHIUSDINO 17.05.1944
  • (anno imprecisato) Monteriggioni, Castellina Scalo
    Lapide a Castellina Scalo con riportati i nomi delle tre vittime più quello di Guerranti Luigi morto a Dachau e Berrettini Emilio.
    CASTELLINA SCALO MONTERIGGIONI 28.04.1944
  • (anno imprecisato) San Gimignano, piazza Duomo
    Lapide in piazza Duomo a San Gimignano riportante i nomi dei caduti del Comune.
    CITERNA SAN GIMIGNANO 08.07.1944
  • (anno imprecisato) San Quirico d'Orcia, piazza 4 Novembre
    Il nome di Fè è riportato nella lapide dei caduti civili del Comune di San Quirico d’Orcia posta in piazza 4 Novembre sul vecchio asilo monumentale.
    COLLIMBUTI SAN QUIRICO D’ORCIA 18.06.1944
  • (anno imprecisato)
    Per i 4 partigiani fucilati una lapide nel piazzale interno al Castello inferiore di Marostica
    MAROSTICA 14-1-1944
  • (anno imprecisato) San Quirico d'Orcia, piazza 4 Novembre
    Lapide ai caduti civili posta in piazza 4 novembre, al vecchio asilo comunale, a San Quirico d’Orcia.
    FOSSO DELLE BANDITE SAN QUIRICO D’ORCIA 11.06.1944
  • (anno imprecisato) bosco delle Castagne; Chiesetta di S. Sebastiano.
    Una lapide ricorda le vittime alla sommità del bosco delle Castagne, luogo dell’eccidio, circa 2km a nord-ovest di Belluno. Posta subito dopo la Liberazione è stata recentemente rinnovata. Un’altra lapide è posta sulla facciata ovest della Chiesetta di S. Sebastiano, subito all’inizio del sentiero che porta alla cime del colle detto “Bosco delle Castagne”.
    BOLZANO BELLUNESE, 10.3.1945
  • (anno imprecisato) Bolzano Bellunese (Belluno)
    L’episodio è ricordato da una lapide posta a Bolzano Bellunese (Belluno), sul muro esterno della casa del caduto, a pochi metri dalle scuole elementari del paese.
    BOLZANO BELLUNESE, 22.8.1944
  • (anno imprecisato)
    Targa murale con foto sulla strada per l’Istituto di Mezzaselva di Roana.
    MEZZASELVA DI ROANA 07-04-1944
  • (anno imprecisato) Ingresso del borgo, subito dopo il ponte sul torrente Ardo.
    Il nome di Pierluigi Pasini è ricodato, insieme agli altri caduti di Borgo Pra’, all’ingresso del borgo, subito dopo il ponte sul torrente Ardo.
    BORGO PRA’, 13.4.1945
  • (anno imprecisato)
    Precedentemente una lapide ricordava l’episodio più o meno nello stesso punto ma è stata rimossa con la demolizione del fabbircato su cui era posta.
    BRIBANO, 14.10.1944
  • (anno imprecisato)
    Lapide murale presso il cimitero di Asiago
    CIMITERO DI ASIAGO 31-05-1944
  • (anno imprecisato) Cima Isidoro
    A Cima Isidoro, 1912 m (zona Castelloni di S. Marco), doppia lastra di marmo con testo ed elenco cadutiCima
    ALTOPIANO SETTE COMUNI ASIAGO 20-06-1944
  • (anno imprecisato) Ingresso del Municipio di Tambre d’Alpago (Belluno); costone nord dell’anfiteatro di Palantina, a Sant’Anna (Tambre d’Alpago).
    Il nome di Duilio Costa è presente su due lapidi: una è quella che si trova a lato dell’ingresso del Municipio di Tambre d’Alpago (Belluno); l’altra è posta invece sul costone nord dell’anfiteatro di Palantina, a Sant’Anna (Tambre d’Alpago).
    BROZ, 8.9.1944
  • (anno imprecisato)
    Lapide marmorea lungo il tracciato della vecchia ferrovia.
    CANOVE DI ROANA 11-07-1944
  • (anno imprecisato) Cimitero civile, Asiago
    Lapide murale presso il Cimitero civile di Asiago.
    CONTRÀ CODA ASIAGO 27-07-1944
  • (anno imprecisato)
    Nel luogo del suo assassinio è collocata a ricordo una lapide a muro.
    MARSAN DI MAROSTICA 17-09-1944
  • (anno imprecisato)
    “Van” è sepolto al Cimitero di Marostica nella tomba ai “Caduti della Resistenza”, dove figurano le foto di 20 patrioti, tra cui quelli di Nonis, Possamai, Vivian e Zaira Meneghin Maina
    MARSAN DI MAROSTICA 17-09-1944
  • (anno imprecisato) Salita che da Borgo Piave porta a Castion (Belluno).
    L’episodio è ricordato da una lapide posta lungo la salita che da Borgo Piave porta a Castion (Belluno).
    CASTION, 19.12.1944
  • (anno imprecisato) Chiesa parrocchiale di Castion (Belluno)
    Il nome del partigiano caduto in combattimento, Mariano Deon, insieme ad altri, è ricordato da una lapide posta sulla parete esterna della chiesa parrocchiale di Castion (Belluno).
    CASTION, 30.4.1945
  • (anno imprecisato)
    Lapide murale nel luogo della fucilazione, a lato del municipio di Mason.
    MASON 31-10-1944
  • (anno imprecisato) Comune di Cesiomaggiore (Belluno)
    Il nome di Giovanni Zanella è tra quelli presenti su una lapide posta nell’atrio del Comune di Cesiomaggiore (Belluno). Inaugurata l’8 ottobre 1989, nel 1991 è stata spostata all’esterno, sulla parete ovest dell’edificio, sotto una scala in muratura.
    CESIOMAGGIORE, 7.7.1944
  • (anno imprecisato) S. Martino di Chies d’Alpago (Belluno)
    L’episodio è ricordato da una lapide posta sopra l’abitato di S. Martino di Chies d’Alpago (Belluno), sul muro di una cascina.
    CHIES D’ALPAGO, 20.2.1945
  • (anno imprecisato) Largo Castaldi a Feltre (Belluno).
    L’episodio è ricordato da una lapide posta sul muro esterno della porta Imperiale in Largo Castaldi a Feltre (Belluno).
    FELTRE, 5.10.1944
  • (anno imprecisato)
    La Lapide ai “3 Martiri” è collocata nel luogo della strage, fuori S. Michele, in una piazzola lungo la strada che porta in Altopiano dei “7 Comuni”.
    SAN MICHELE DI BASSANO DEL GRAPPA 05-01-1945
  • (anno imprecisato) Muro della piazza principale di Fonzaso (Belluno)
    L’episodio è ricordato da una lapide posta su un muro della piazza principale di Fonzaso (Belluno), a destra del Municipio, dove avvenne la fucilazione.
    FONZASO, 10.8.1944
  • (anno imprecisato) Gaiole in Chianti, Municipio
    Lapide sul Municipio di Gaiole in Chianti riportante i nomi di tutti i caduti del Comune.
    MASSETO GAIOLE IN CHIANTI 05.07.1944
  • (anno imprecisato) Gaiole in Chianti, Municipio
    Lapide sul Municipio di Gaiole in Chianti riportante i nomi di tutti i caduti del Comune.
    MASSETO GAIOLE IN CHIANTI 05.07.1944
  • (anno imprecisato) Facciata del palazzo municipale di Fonzaso
    Il nome di Giuseppe Sebben è inserito nella lapide, posta sulla facciata del palazzo municipale di Fonzaso, che ricorda le 10 vittime della rappresaglia attuata tra il 25 e il 26 aprile 1945 ad Arten (Fonzaso).
    FONZASO, 22.9.1944
  • (anno imprecisato) Palazzo municipale di Fonzaso (Belluno).
    I nomi delle vittime sono ricordati su una lapide posta sulla facciata del palazzo municipale di Fonzaso (Belluno).
    FASSENÈ-CIMA LORETO, 25-26.4.1945
  • (anno imprecisato) Chiesetta di S. Remedio a Gena Bassa (Belluno); cimitero di Sospirolo (Belluno).
    Le vittime di questo episodio sono ricordate da due lapidi. Una si trova apposta alla chiesetta di S. Remedio a Gena Bassa (Belluno), l’altra nel cimitero di Sospirolo (Belluno).
    GENA DI SOSPIROLO, 18.11.1944
  • (anno imprecisato)
    Lapide a “Casa Giubilei” di Giovanni Galli.
    MONTEMAGGIO MONTERIGGIONI 28.03.1944
  • (anno imprecisato) Ingresso di Borgo Prà, a Belluno.
    Il nome di Mario Guglielmo è ricordato da una lapide posta all’ingresso di Borgo Prà, a Belluno, subito dopo il ponte sul torrente Ardo.
    GIAMOSA, 21.4.1945
  • (anno imprecisato) Borgo di Gioz, vicino Bolzano Bellunese (Belluno).
    Il nome di Galliano Fiabane è ricordato, insieme ad altri, su una lapide posta nel borgo di Gioz, vicino Bolzano Bellunese (Belluno).
    GIOZ, 10.9.1944
  • (anno imprecisato) Radicofani, piazza Tassi
    Lapide a Tassi in piazza Tassi a Radicofani.
    PIAN DEL RE RADICOFANI 15-17.06.1944
  • (anno imprecisato) Gaiole in Chianti, Municipio
    Lapide sul Municipio di Gaiole in Chianti riportante i nomi di tutti i caduti del Comune.
    PIAN DI BRIOLO GAIOLE IN CHIANTI 05.07.1944
  • (anno imprecisato) San Gimignano, piazza Duomo
    Lapide in piazza del Duomo a San Gimignano.
    PIANO SAN GIMIGNANO 25.06.1944
  • (anno imprecisato) Istituto per ragionieri e geometri “A. Colotti” di Feltre.
    Il nome di Alvaro Bari è ricordato da una lapide posta nell’atrio dell’ex istituto per ragionieri e geometri “A. Colotti” di Feltre.
    LENTIAI, 5.8.1944
  • (anno imprecisato) Municipio di Lentiai (Belluno)
    L’episodio è ricordato da una lapide posta sulla parete nord del Municipio di Lentiai (Belluno).
    LENTIAI, 18.5.1944
  • (anno imprecisato) Cetona, piazza Garibaldi
    Lapide ai caduti in piazza Garibaldi a Cetona dove è riportato anche il nome di Argentina Fiordi.
    POLLAIOLO CETONA 17.06.1944
  • (anno imprecisato) Cetona, piazza Garibaldi
    Lapide riportante i nomi dei caduti civili e militari nella guerra 1940-1945 posta in piazza Garibaldi a Cetona.
    POLTRICIANO CETONA 18.06.1944
  • (anno imprecisato) Piazza Martiri della Libertà a Longarone (Belluno); cortile del palazzo del Bo’, sede dell’università degli studi di Padova.
    Il nome di Ettore Losego, insieme ad altri, è ricordato da una lapide posta in piazza Martiri della Libertà a Longarone (Belluno). Inoltre si trova, insieme ad altri, in una lapide ai caduti della Resistenza nel cortile del palazzo del Bo’, sede dell’università degli studi di Padova.
    LONGARONE, 14.10.1944
  • (anno imprecisato) Siena, Asilo monumentale
    Asilo Monumento di Siena, Lapide ai cittadini senesi caduti nella lotta contro il fascismo.
    RIGOSECCO MONTALCINO 15.01.1944
  • (anno imprecisato) Radda in Chianti, Municipio
    Lapide sul Municipio di Radda in Chianti in ricordo di tutti i caduti civili, partigiani e militari.
    SAN FEDELE RADDA IN CHIANTI 29.06.1944
  • (anno imprecisato) Radda in Chianti, San Fedele, Chiesa
    Lapide conservata sul frontale della chiesa di San Fedele in Radda in Chianti.
    SAN FEDELE RADDA IN CHIANTI 29.06.1944
  • (anno imprecisato) Tisoi (Belluno
    Il nome di Vittorio Fratta è ricordato da una lapide posta sopra Tisoi (Belluno). Precedentemente era stata posta nel bosco dove era avvenuta la morte.
    MONTE TALVENA, 22.4.1945
  • (anno imprecisato) Siena, Asilo monumentale
    Asilo Monumento di Siena, Lapide ai cittadini senesi caduti nella lotta contro il fascismo.
    SCALVAIA MONTICIANO 11.03.1944
  • (anno imprecisato) Siena, Asilo monumentale
    Asilo Monumento di Siena. Lapide ai cittadini senesi caduti nella lotta contro il fascismo
    SOVICILLE 24.06.1944
  • (anno imprecisato) Costone nord dell’anfiteatro di Palantina
    Giulio Mometti è ricordato da una lapide posta sul costone nord dell’anfiteatro di Palantina, lungo un sentiero che porta al rifugio “Semenza”, sotto il Monte Cavallo.
    PALANTINA, 5.6.1944
  • (anno imprecisato) Pelos (Vigo di Cadore); cimitero di Domegge di Cadore (Belluno).
    Bianchi e Zandanel sono ricordati da una lapide posta dopo l’abitato di Pelos (Vigo di Cadore) in direzione di Lorenzago di Cadore (Belluno), pochi metri prima del Ponte sul torrente Piova. Il nome di Papazzoni, invece, è ricordato, insieme ad altri, in una lapide nel cimitero di Domegge di Cadore (Belluno), dedicata a tutti i caduti del paese nella lotte di Liberazione.
    PASSO DELLA MAURIA, 13-14.6.1944
  • (anno imprecisato) località Peron (Sedico); Peron; ponte sul torrente Cordevole, a Sedico (Belluno).
    Ci sono 3 lapidi che ricordano questo episodio: una si trova in località Peron (Sedico) e ricorda Francesco Da Gioz; la seconda, sempre a Peron, ricorda Igino D’Incà; la terza posta all’imbocco del ponte sul torrente Cordevole, sempre a Sedico (Belluno), ricorda le due vittime più un partigiano sudafricano caduto in combattimento.
    PERON, 17.2.1945
  • (anno imprecisato) Muro della casera centrale del Pian Caiada
    Le tre vittime sono ricordate da una lapide posta sul muro della casera centrale del Pian Caiada.
    PIAN CAIADA, 25.6.1944
  • (anno imprecisato) Destra del Piave, appena dopo il ponte.
    Il nome di Vittorino Fenti è ricordato insieme a quelli dei 10 partigiani morti sul ponte di S. Felice in una grande lapide posta sulla riva destra del Piave, appena dopo il ponte.
    PONTE S. FELICE, 15-16.7.1944
  • (anno imprecisato) Cetona, piazza Garibaldi
    Lapide ai caduti civili, militari e partigiani in piazza Garibaldi a Cetona.
    VALLEPRICCIOLE CETONA 22.06.1944
  • (anno imprecisato) Cetona, piazza Garibaldi
    Lapide riportante i nomi dei caduti civili e militari nella guerra 1940-1945 posta in piazza Garibaldi a Cetona.
    VECCIARELLA CETONA 19.06.1944
  • (anno imprecisato) Cortile del palazzo del Bo’, sede dell’università degli studi di Padova.
    Il nome di Giulio Bonvino è ricordato anche, insieme ad altri, in una lapide ai caduti della Resistenza nel cortile del palazzo del Bo’, sede dell’università degli studi di Padova.
    QUERO, 24.9.1944
  • (anno imprecisato) Cimitero di Aune (Sovramonte).
    Il nome di Albino De Bortoli è ricordato da una lapide posta nel cimitero di Aune (Sovramonte).
    RASAI, 13.2.1945
  • (anno imprecisato) Cappella sulla riva del Duron, tra Antole (Belluno) e Mas (Sedico).
    I quattro nomi sono riportati, insieme ad altri, su una lapide in una cappella sulla riva del Duron, tra Antole (Belluno) e Mas (Sedico).
    RIVA DEL DURON, 10.9.1944
  • (anno imprecisato) Cappella posta sulla riva del Duron, tra Antole (Belluno) e Mas (Sedico).
    Il nome di Guerrino Zanon, insieme ad altri, è ricordato su una lapide in una cappella posta sulla riva del Duron, tra Antole (Belluno) e Mas (Sedico).
    RIVA DEL DURON, 23.10.1944
  • (anno imprecisato) Discesa che da Antole (Belluno) porta a Mas (Sedico).
    Le due vittime sono ricordate, insieme ad altri partigiani fucilati nello stesso luogo, da una cappella con una lapide posta lungo la discesa che da Antole (Belluno) porta a Mas (Sedico).
    RIVA DEL DURON, 26.8.1944
  • (anno imprecisato) San Quirico d'Orcia, piazza 4 Novembre
    Lapide ai caduti civili in piazza 4 Novembre a San Quirico d’Orcia.
    VIGNONI SAN QUIRICO D’ORCIA 25.06.1944
  • (anno imprecisato) Sant’Antonio Tortal di Trichiana (Belluno)
    I nomi delle 6 vittime di questo episodio sono ricordati da una lapide a Sant’Antonio Tortal di Trichiana (Belluno) all’interno di un’opera monumentaria lungo la strada che porta al passo S. Boldo.
    SANT’ANTONIO TORTAL, 10.3.1945
  • (anno imprecisato) S. Antonio Tortal (Trichiana); chiesa di Castion.
    I nomi delle quattro vittime, insieme agli altri caduti del paese nella lotta di Liberazione, sono ricordati in una lapide a S. Antonio Tortal (Trichiana) inserita in un’opera monumentaria ai margini dell’abitato. Mondin è ricordato anche in una lapide sulla parete della chiesa di Castion che celebra i caduti di quel paese (anche se lui non è originario di lì).
    S. ANTONIO TORTAL, 14.3.1945
  • (anno imprecisato) Salce (Belluno)
    L’episodio è ricordato da una lapide posta a Salce (Belluno).
    SALCE, 21.4.1945
  • (anno imprecisato) Schievenin (Quero Vas)
    Le cinque vittime sono ricordate da una lapide posta appena fuori l’abitato di Schievenin (Quero Vas), vicino ad un ponticello sul torrente Tegorzo.
    SCHIEVENIN, 25.9.1944
  • (anno imprecisato) via Nigazza a Sedico (Belluno)
    Il nome di Celeste Pierobon è ricordato da una lapide posta vicino alla sua casa, in via Nigazza a Sedico (Belluno).
    SEDICO, 30.6.1944
  • (anno imprecisato) Muro esterno del Municipio a Val di Seren del Grappa (Belluno); cimitero di Chies d’Alpago (Belluno).
    L’episodio è ricordato da una lapide posta sul muro esterno del Municipio a Val di Seren del Grappa (Belluno). Un’altra lapide ricorda i 3 Romor e Salvador nel cimitero di Chies d’Alpago (Belluno).
    SEREN DEL GRAPPA, 21.9.1944
  • (anno imprecisato) Località Al Cristo (Seren del Grappa);
    Il nome di Toigo è ricordato, insieme ad altri, da una lapide in località Al Cristo (Seren del Grappa). Questa lapide fa riferimento ad un altro episodio (cfr. scheda “Valle di Seren, 23.7.1944”) nel quale Toigo è probabilmente inserito per errore dovuto all’identica località delle uccisioni.
    SEREN DEL GRAPPA, 22.9.1944
  • (anno imprecisato) Località “Al Cristo”, presso Seren del Grappa (Belluno).
    I due partigiani sono ricordati da una lapide proprio in località “Al Cristo”, presso Seren del Grappa (Belluno). La lapide ricorda anche altri due partigiani, Salvatore De Boni e Augusto Toigo, che però sono morti in altri momenti della guerra, seppur probabilmente nello stesso luogo.
    SEREN DEL GRAPPA, 23.7.1944
  • (anno imprecisato)
    Nel luogo dove è stato assassinato Giordano Bruno Azzolin, in piazza, sulla parete esterna a fianco del Caffè Commercio, è collocata la lapide commemorativa.
    SANDRIGO 27.04.1945
  • (anno imprecisato)
    lapide in marmo dei caduti di Dueville nella II^ Guerra Mondiale all’interno della Chiesa, entrando, nella prima apside a destra;
    DUEVILLE 27-29-04-1945
  • (anno imprecisato)
    una lapide in bronzo posta sulla parete nord dell’ex Osteria “alla Berica” in via Garibaldi a Dueville e inaugurata nel 2007.
    DUEVILLE 27-29-04-1945
  • (anno imprecisato) Località Brustolada, in comune di Sospirolo (Belluno)
    Le due vittime sono ricordate da una lapide posta in località Brustolada, in comune di Sospirolo (Belluno).
    SOSPIROLO, 17.2.1945
  • (anno imprecisato) Trichiana (Belluno); cimitero di Trichiana.
    L’episodio è ricordato da due lapidi: una si trova subito dopo l’abitato di Trichiana (Belluno), sulla strada verso Sant’Antonio Tortal; l’altra nel cimitero di Trichiana.
    TRICHIANA, 31.8.1944
  • (anno imprecisato) Sentiero in Val dei Frassini che da Valle di Seren (Belluno);
    Una lapide posta sul vecchio sentiero in Val dei Frassini che da Valle di Seren (Belluno) porta verso il Grappa ricorda i nomi di 5 delle 7 vittime, esclusi Antonio Scariot ed Eugenio Scopel.
    VAL DEI FRASSINI, 24.9.1944
  • (anno imprecisato) Val Salatis (Chies d’Alpago)
    Il nome di Luigi Dal Borgo è ricordato da una lapide posta in Val Salatis (Chies d’Alpago).
    VAL SALATIS, 8.9.1944
  • (anno imprecisato) Piazza principale di Caviola;
    Esistono diverse lapidi a ricordo dell’episodio: una è stata posta nella piazza principale di Caviola nei primi anni della ricostruzione; un’altra, recante i nomi degli 8 ostaggi fucilati sul greto del torrente Biois, è situata poco fuori l’abitato di Falcade in un parco giochi, sul luogo della fucilazione.
    VALLE DEL BIOIS, 20-21.8.1944
  • (anno imprecisato) Seren del Grappa (Belluno)
    Le tre vittime di questo episodio sono ricordate nel monumento ai caduti di tutte le guerre di Seren del Grappa (Belluno).
    VALLE DI SEREN, 21.9.1944
  • (anno imprecisato) Cappella in Val di Seren, poco distante dal luogo dell’eccidio
    I cinque caduti sono ricordati da una lapide posto all’interno di una piccola cappella in Val di Seren, poco distante dal luogo dell’eccidio.
    VALLE DI SEREN, 25.9.1944
  • (anno imprecisato) Località Vanie di Mel (Belluno); cappelletta a Villa di Villa (Mel).
    L’episodio è ricordato da diverse lapidi: una è posta in località Vanie di Mel (Belluno), sul muro della casa dove è avvenuta l’impiccagione e riporta solo il nome di Francesco Casagrande; un’altra, sempre a Vanie, ricorda la morte di Aldo Cuzziol; infine i due nomi sono riportati, insieme ad altri, anche in una lapide posta sulla fronte di una cappelletta a Villa di Villa (Mel).
    VANIE, 1.9.1944
  • (anno imprecisato) Tra Vignole e Roe di Sedico (Belluno)
    L’episodio è ricordato da una lapide posta sulla strada tra Vignole e Roe di Sedico (Belluno).
    VIGNOLE, 18.3.1945
  • (anno imprecisato) Luogo dell’uccisione, lungo la strada tra Visome e Tassei (Belluno).
    Il nome di Pietro Mosena è ricordato da una lapide posta sul luogo dell’uccisione, lungo la strada tra Visome e Tassei (Belluno).
    VISOME-TASSEI, 6.7.1944
  • (anno imprecisato) Parete esterna dell’edificio dell’osteria Trevisiol
    Una lapide a memoria dei tre martiri è infissa sulla parete esterna dell’edificio dell’osteria Trevisiol.
    SANTI ANGELI DI GIAVERA DEL MONTELLO, 31.8.1944
  • (anno imprecisato) San Lorenzo, corso Matteotti, Faenza
    Lapide posta a Faenza sulla volta di San Lorenzo in corso Matteotti.
    FAENZA 04.11.1943
  • (anno imprecisato) via Canala, Ravenna
    Lapide posta a Ravenna, in via Canala, in prossimità della centrale Enel.
    RAVENNA, 12.12.1943
  • (anno imprecisato) piazza del Popolo, Ravenna
    Lapide posta sul muro in piazza del Popolo, a Ravenna, in ricordo dei caduti per la libertà negli anni 1943-45.
    RAVENNA, 05.01.1944
  • (anno imprecisato) via Gardini, Ravenna
    Lapide posta a Ravenna in ex via Romolo Ricci, ora via Gardini.
    RAVENNA, 03.05.1944
  • (anno imprecisato) via Rossetta, Rossetta, Bagnacavallo
    Lapide in memoria dei 46 caduti, militari e civili della seconda guerra mondiale, posta a Rossetta in via Rossetta.
    ROSSETTA BAGNOCAVALLO 05.05.1944
  • (anno imprecisato) via Giovecca, Giovecca, Lugo di Romagna
    Lapide posta a Giovecca, via Giovecca.
    GIOVECCA, LUGO DI ROMAGNA, 06.05.1944
  • (anno imprecisato) loggiato del Municipio, piazza del Popolo, Bagnacavallo
    Lapide posta nel loggiato del Municipio di Bagnacavallo in memoria di 34 antifascisti e partigiani bagnacavallesi uccisi dai fascisti e dai tedeschi, in piazza del Popolo.
    BAGNACAVALLO, 07.05.1944
  • (anno imprecisato) Casa del Popolo, via Fiumazzo, Voltana, Lugo di Romagna
    Lapide in memoria degli antifascisti di Voltana uccisi dai nazifascisti nel corso della guerra di liberazione, posta a Voltana, sul muro della Casa del Popolo in via Fiumazzo.
    VOLTANA LUGO DI ROMAGNA 02.06.1944
  • (anno imprecisato) piazza del Popolo, Faenza
    Lapide in memoria di tutti i caduti per mano fascista dal 1922 al 1944 posta a Faenza in piazza del Popolo.
    MONTERICCI FAENZA 27.06.1944
  • (anno imprecisato) San Bartolo di Ravenna
    Lapide posta a San Bartolo di Ravenna presso l'argine destro canale Molino.
    S. BARTOLO, RAVENNA, 11.07.1944
  • (anno imprecisato) Nogarè di Crocetta del Montello
    Zannini Alessandro è ricordato con una lapide a Nogarè di Crocetta del Montello.
    CORNUDA, 30.4.1945
  • (anno imprecisato) Via Covolo
    In Via Covolo c’è una lapide alla memoria di Antonio Colombana.
    CRESPANO DEL GRAPPA, 16.8.1944
  • (anno imprecisato) via Pavalese 18, San Zaccaria, Ravenna
    Lapide posta a San Zaccaria in via Pavalese 18.
    SAN ZACCARIA RAVENNA 02.09.1944
  • (anno imprecisato) Tebano
    Lapide posta a Tebano, presso la chiesa, sull'incrocio tra le Statali 306 e 302.
    TEBANO FAENZA 06.10.1944
  • (anno imprecisato)
    Una lapide in pietra posta nel passaggio ad archi sotto Palazzo Pisani, nel centro storico di Lonigo ricorda i nomi dei 22 partigiani e i civili caduti nella liberazione di Lonigo il 26 e 27 aprile 1945,tra questi le cinque vittime di Almisano.
    ALMISANO LONIGO 26-04-1945
  • (anno imprecisato)
    La lapide ai partigiani e ai civili caduti nella liberazione di Lonigo il 26 e 27 aprile 1945, ricorda i nomi, fra gli altri, di quattro dei cinque giovani fucilati in via Marona con esclusione di Motta.
    VIA MARONA LONIGO 26-04-1945
  • (anno imprecisato)
    Lapide in pietra posta nel passaggio ad archi sotto Palazzo Pisani, nel centro storico di Lonigo che ricorda i nomi dei 22 partigiani e i civili caduti nella liberazione di Lonigo il 26 e 27 aprile 1945,
    SANTA MARINA LONIGO 26-04-1945
  • (anno imprecisato)
    Una stele in pietra grigia, resa quasi illeggibile dal tempo e dall'incuria, ai bordi di Via Rotonda, una strada a traffico intenso, ricorda i partigiani Giuseppe Baglieri, Giuseppe Fattori e Angelo Fortuna nel luogo dove presumibilmente caddero.
    SANTA MARINA LONIGO 26-04-1945
  • (anno imprecisato)
    Nel cimitero comunale di Mossano, nella Cappella dei Caduti per la Patria, sono ricordati oltre al tenente Luigi De Rosso “Mario”, Giuseppe Marin, Vito Moro e Guido Quadri, anche Silvio Gallo, Valentino Merlin e Mario Morecchiato, “morti per rappresaglia” nei giorni 27 e 28 aprile 1945.
    BASTIA DI ROVOLON 27-04-1945
  • (anno imprecisato)
    lapide mozza con croce in rilievo sulla strada per Tortima.
    RUBBIO DI CONCO 6-9-1944
  • (anno imprecisato)
    Brusaterra è ricordato con lapide con croce, epigrafe e foto in località Bosco nero;
    BOSCO NERO DI GRANEZZA 06-08.09.1944
  • (anno imprecisato)
    Bagnara, con una lapide con croce, epigrafe e foto nella piana di Granezza lungo la strada per Monte Corno;
    BOSCO NERO DI GRANEZZA 06-08.09.1944
  • (anno imprecisato) Tebano
    Lapide posta a Tebano, presso la chiesa, sull'incrocio tra le Statali 306 e 302.
    VILLA ROTONDA FAENZA 14.10.1944
  • (anno imprecisato) via S. Mama 104, Ravenna
    Lapide posta a Ravenna in via S. Mama 104.
    VIA SAN MAMA RAVENNA 20.10.1944
  • (anno imprecisato) Asiago
    La tomba monumentale degli autisti della Speer si trova al cimitero di Asiago.
    BOCCHETTA GRANEZZA LUGO DI VICENZA 07-09-1944
  • (anno imprecisato) Asiago
    Antonio Gnata è ricordato con una lapide con croce e foto in zona di rispetto ad Asiago, nella centrale Piazza Giovanni Carli, luogo dove avvenne la sua fucilazione.
    ASIAGO 07.09.1944
  • (anno imprecisato) Crespina, Tripalle, via La Marca
    Lapide a Tripalle in via La Marca.
    BOTTEGHINO CRESPINA LORENZANA 02.07.1944
  • (anno imprecisato) Vestanova
    A Guerrino Pellizzari, Luigi e Fulvio Rancan e Antonio Santolin, originari di San Pietro di Mussolino (Vi), è dedicata in paese una lapide in cui si ricordano tutti i caduti della guerra 1939-1945.
    VESTENANOVA 12-14.9.1944
  • (anno imprecisato)
    lapide che ricorda le vittime delle rappresaglie del luglio e del settembre 1944.
    VESTENANOVA 12-14.9.1944
  • (anno imprecisato)
    Il Pigaiani è ricordato, insieme ad altri caduti, nella lapide commemorativa apposta al municipio di Badia Polesine.
    VILLA D’ADIGE BADIA POLESINE 19-8-1944
  • (anno imprecisato) Bellombra, Adria
    Lapide commemorativa nella frazione di Bellombra
    BELLOMBRA ADRIA 6-11-1944
  • (anno imprecisato) Rovigo
    Lapide apposta sotto il portico del Teatro Sociale di Rovigo.
    ROVIGO 3-1-1945
  • (anno imprecisato) Ponsacco, Municipio
    Lastra sulla facciata del Comune di Ponsacco che oltre a Vanni ricorda Luigi Biasci.
    PONSACCO 07.07.1944
  • (anno imprecisato) Correggio
    Per Giovanni Beltrami: tra via Agrato e via Dinazzano, una lastra di marmo su basamento in pietra collocata nell'immediato dopoguerra. La gran parte dei monumenti dedicati alla memoria dei patrioti correggesi caduti nel corso della lotta di liberazione risalgono al periodo gennaio-aprile del 1946. Essi sono stati collocati per volonta? delle famiglie dei caduti in collaborazione con i compagni di lotta dell'Anpi e dell'Amministrazione comunale (Cln). Artefici di queste opere furono due artigiani marmisti di Correggio, Casarini, Bizzarri e la scultrice Carmela Adani.
    CORREGGIO, 23.04.1945
  • (anno imprecisato) Cascina, via Tosco-Romagnola 924
    In via Tosco-Romagnola 924, sull’edificio di fronte al quale avvenne la strage, è presente una lapide che ricorda la strage.
    SAN BENEDETTO CASCINA 13-14.07.1944
  • (anno imprecisato) Reggio nell'Emilia, Villa Bagno, cimitero
    Nel Cimitero di Villa Bagno: Lapide in marmo bianco che ricorda le due vittime.
    VILLA BAGNO, REGGIO EMILIA, 05.03.1945
  • (anno imprecisato) cimitero di Villadose
    Lapide commemorativa all'interno del cimitero di Villadose e sepoltura presso quello di Ceregnano. Il percorso compiuto dalle vittime tra Ceregnano e Villadose è segnalato da cartelli.
    VILLADOSE 25-4-1945
  • (anno imprecisato) Giovecca
    Lapide in via Giovecca a Giovecca per Crescimano, Filippi e Pratesi.
    CONSELICE, 10.06.1944
  • (anno imprecisato) via Marabina, Ravenna
    Lapide posta a Ravenna, in via Marabina, 100 metri prima della via Candianazzo
    PONTE DEI FIUMI UNITI RAVENNA 12.07.1944
  • (anno imprecisato) via Casola, Casola Valsenio
    Lapide posta a Casola Valsenio, presso l'ingresso del ristorante “Al Parco”, in via Casola.
    CASOLA VALSENIO 13.07.1944
  • (anno imprecisato)
    Una targa posta sulla piazza del santuario dell'Addolorata e nel vicino largo ricorda il sacrifico di Morandini.
    LUGHEZZANO BOSCO CHIESANUOVA 01.05.1944
  • (anno imprecisato)
    Ad Armando Barbieri è dedicata una lapide, posta in Piazza San Marco a Peschiera del Garda, ed una via nel medesimo comune.
    PORTA VERONA PESCHIERA DEL GARDA 24-4-1944
  • (anno imprecisato) Castelnovo Monti, Roncroffio
    Sul lato esterno della chiesa di Roncroffio sono poste due lapidi marmoree con epigrafe in rilievo. La lapide di destra oltre all'epigrafe presenta i nominativi dei caduti divisi tra «PRIMA GUERRA MONDIALE//», «SECONDA GUERRA MONDIALE//», «VITTIME CIVILI DI CASE DI SOPRA//». La lapide di sinistra venne commissionata dall'Istituto per la Storia della Resistenza di Reggio Emilia e dall'Amministrazione comunale di Castelnuovo ne? Monti. L'inaugurazione della lapide di sinistra risale al settembre 1967, mentre quella di destra e? avvenuta il 29 settembre 1994.
    RONCROFFIO, CASTELNOVO MONTI, 29.09.1944
  • (anno imprecisato) Campagnola Emilia, palazzo comunale
    Entrambi i caduti sono ricordati nella lapide commemorativa collettiva posta sotto il portico del Palazzo Comunale.
    CAMPAGNOLA, 07.10.1944
  • (anno imprecisato) San Martino in Rio, scuole
    Sul muro esterno della scuola elementare lapide in marmo bianca con fermi metallici dorati e fotografia smaltata di Morellini Goltiero.
    SAN MARTINO IN RIO, 17.11.1944
  • (anno imprecisato) Trevignano, nel luogo dov’è avvenuta la fucilazione, a ridosso del muro di cinta dello stadio.
    A Trevignano, nel luogo dov’è avvenuta la fucilazione, a ridosso del muro di cinta dello stadio, è stato eretto un monumento a colonne con Madonnina dedicato ai dieci civili fucilati. Nello stesso luogo c’è una lapide che ne riporta i nomi.
    MONTEBELLUNA, 22.3.1945
  • (anno imprecisato) piazza San Marco, Peschiera del Garda
    Il comune di Peschiera del Garda ha dedicato una lapide, posta in piazza San Marco, a Lino Gasparini ed altri civili scomparsi durante la seconda guerra mondiale. Al Gasparini, il comune di Peschiera ha dedicato anche una via.
    PESCHIERA DEL GARDA 27-7-1944
  • (anno imprecisato)
    Nel paese di Pressana è stata esposta una lapide a ricordo dell’episodio anche se la data riportata, 26 aprile, è sbagliata.
    PRESSANA 25-4-1945
  • (anno imprecisato)
    Il nome di Brazzarola Nereo è inciso sulla lapide dedicata ai caduti nel cimitero di Arcole, fra le vittime civili.
    SAN BONIFACIO 30-31.10.1943
  • (anno imprecisato)
    Il nome di Felice Beltramini è riportato nella lapide che ricorda le vittime di guerra a Salizzole.
    FORTE PROCOLO VERONA 11-4-1944
  • (anno imprecisato)
    Una lapide intitolata a Paolo Pignatti e a Augusto Dal Cero è stata posta all’inizio di viale dei Partigiani a Verona nel marzo del 2004.
    VERONA 27-1-1945
  • (anno imprecisato) via Belvedere, Ravenna
    Lapide posta a Ravenna in via Belvedere
    VIA BELVEDERE, RAVENNA, 31.07.1944
  • (anno imprecisato)
    Il nome di Massignan Luigi è inciso sulla lapide dedicata ai caduti nella piazza di S. Gregorio di Veronella fra le vittime civili.
    VERONELLA 1-1-1945
  • (anno imprecisato)
    Sulla facciata della casera dei Cavasi c’è una lapide con i nomi di: Bonali, Callegari, Guadagnini e Simonetto (erroneamente, perché lì cadde Gonzo mentre Simonetto fu fucilato a Cason di Meda = cfr. annotazione più sotto).
    CASERA DEI CAVASI CRESPANO DEL GRAPPA 22-9-1944
  • (anno imprecisato)
    Sempre a Cavaso, in Piazza XIII martiri ci sono una lapide che ricorda appunto i 13 martiri e delle targhe con i nomi di Carlesso, Dissegna, Zilio e lo sconosciuto (con i pantaloni da marinaio)
    CAVASO DEL TOMBA 23-25.9.1944
  • (anno imprecisato) Campanile, Santa Maria in Fabriago, Lugo
    Lapide posta a Ca’ di Lugo, in località Campanile presso le mura del cimitero.
    CAMPANILE DI SANTA MARIA IN FABRIAGO, LUGO DI ROMAGNA, 11.08.1944
  • (anno imprecisato)
    due lapidi in Piazza Marconi (Camazzola e Fondrini)
    CORNUDA 25-9-1944
  • (anno imprecisato)
    targa davanti alla stazione ferroviaria dedicata al partigiano sconosciuto.
    CORNUDA 25-9-1944
  • (anno imprecisato) Cimitero di Rivalta, Faenza
    Lapide posta a Rivalta sulle mura esterne del cimitero.
    RIVALTA, FAENZA, 12.08.1944
  • (anno imprecisato)
    Una lapide in piazza San Marco ricorda il martirio di Giarnieri;
    CRESPANO DEL GRAPPA 24-9-1944
  • (anno imprecisato) via Gobbi, Voltana
    Lapide posta a Voltana in via Gobbi
    VOLTANA, LUGO DI ROMAGNA, 13.08.1944
  • (anno imprecisato) via Savarna Vecchia, Conventello, Savarna
    Lapide posta a Conventello in via Savarna Vecchia.
    SAVARNA E CAMERLONA, RAVENNA, 26.08.1944
  • (anno imprecisato) Filetto, Ravenna
    Lapide posta a Filetto, lungo la strada provinciale, nei pressi dell’incrocio con via Rampina.
    FILETTO, 26.08.1944
  • (anno imprecisato) via Minarda, San Pietro in Trento, Ravenna
    Lapide posta a San Pietro in Trento in via Minarda.
    SAN PIETRO IN TRENTO, RAVENNA, 30.08.1944
  • (anno imprecisato) via delle Ceramiche, Faenza
    lapide posta in via delle Ceramiche a Faenza.
    PONTE FELISIO, SOLAROLO, 02.09.1944
  • (anno imprecisato)
    In Via Molinetto, in contrada ‘Gherla’, c’è una stele che ricorda i fucilati del 22 settembre, assieme agli internati a Dachau.
    GHERLA CRESPANO DEL GRAPPA 23-9-1944
  • (anno imprecisato)
    Alla memoria di Ceccato c’è una lapide in Via Asolana al civico 70.
    ONÈ FONTE 23-9-1944
  • (anno imprecisato)
    Alla memoria di Silvio Vial c’è una lapide in Piazza Martiri del Grappa a Paderno;
    PADERNO DEL GRAPPA 24-27.9.1944
  • (anno imprecisato) via Faentina, Godo
    Lapide dedicata a Casadio Menotti, posta sulla facciata del circolo repubblicano, in via Faentina a Godo.
    RUSSI, 05.09.1944
  • (anno imprecisato) Levada di Pederobba, via D'Annunzio
    lapide in memori di Pietro Lenorose
    PEDEROBBA 19-25.9.1944
  • (anno imprecisato) Onigo di Pederobba, Piazza Monte Grappa
    lapide in memoria di Arcisio Simioni
    PEDEROBBA 19-25.9.1944
  • (anno imprecisato)
    Pederobba, nei pressi dell’ex portineria dell’ospedale, due lapidi, in memoria rispettivamente di Natale Zancanaro e di un ignoto;
    PEDEROBBA 19-25.9.1944
  • (anno imprecisato)
    Alla sua memoria è dedicata una lapide collocata all’angolo tra la strada provinciale 142 e Via Leo Menegozzo (intestata al martire)
    POSSAGNO 23-9-1944
  • (anno imprecisato)
    Cippo con lapide e fotografia sulla strada per le casere del Termine dedicato a Angelo Andriollo
    CASERE DEL TERMINE CRESPANO DEL GRAPPA 23-9-1944
  • (anno imprecisato) via Palazzone, Scaldino, Faenza
    Lapide posta presso il cimitero in via Palazzone a Scaldino, frazione di Faenza
    MORONICO, BRISIGHELLA, 10.09.1944
  • (anno imprecisato) via Palazzone, Scaldino, Faenza
    Lapide posta presso il cimitero in via Palazzone a Scaldino, frazione di Faenza
    SCALDINO, FAENZA, 19.09.1944
  • (anno imprecisato)
    All'ingresso della frazione di Fadalto vi è una lapide che riporta i nominativi dei caduti fucilati nel corso del Rstrellamento del 24 Luglio 1944.
    FADALTO VITTORIO VENETO 24-7-1944
  • (anno imprecisato) cimitero di S. Stefano in Zerfognano
    Lapide posta sulla facciata della chiesa del cimitero di S. Stefano in Zerfognano.
    SANTO STEFANO, FAENZA, 25.09.1944
  • (anno imprecisato)
    A Montaner, sulla facciata dell'Osteria “Da Moro” vi è una lapide a ricordo del tragico episodio. Essa riporta, erroneamente, la data del 6 Gennaio invece del 7.
    MONTANER, SARMEDE, 7-1-1945
  • (anno imprecisato)
    A Pinidello, in prossimità del fiume Meschio, nel luogo ove furono uccisi i tre, vi è una lapide a ricordo del tragico episodio.
    PINIDELLO CORDIGNANO 8-9-1944
  • (anno imprecisato)
    A Silvella,a ridosso della casa della famiglia Dei Tos dove avvenne la fucilazione, venne apposta nell'immediato dopoguerra una lapide a ricordo con i nomi dei caduti.
    SILVELLA CORDIGNANO 14-2-1945
  • (anno imprecisato) via Martello 1, Massa Lombarda
    Lapide in memoria della famiglia Baffé posta dai famigliari sul muro di casa in via Martello 1 a Massa Lombarda.
    MASSA LOMBARDA, 17.10.1944
  • (anno imprecisato) via Martello 2, Massa Lombarda
    Lapide in memoria della famiglia Foletti posta dai famigliari sul muro di casa in via Martello 2 a Massa Lombarda.
    MASSA LOMBARDA, 17.10.1944
  • (anno imprecisato) Municipio di Cervia
    Lapide commemorativa dei caduti militari, partigiani e civili della seconda guerra mondiale posta nell'atrio del Municipio di Cervia.
    CERVIA, 22.10.1944
  • (anno imprecisato) Camaiore, ex palazzo Littorio
    Lapide sulla facciata di Palazzo Littorio dove si riporta i nomi di tutte le vittime.
    PALAZZO LITTORIO CAMAIORE 18.08.1944
  • (anno imprecisato) Camaiore, ex palazzo Littorio
    Lapide sulla facciata di Palazzo Littorio dove si riporta i nomi di tutte le vittime.
    PALAZZO LITTORIO CAMAIORE 18.08.1944
  • (anno imprecisato) Camaiore, ex palazzo Littorio
    Lapide sulla facciata di Palazzo Littorio dove si riporta i nomi di tutte le vittime.
    PALAZZO LITTORIO CAMAIORE 25.08.1944
  • (anno imprecisato) Camaiore
    Lapide posta dal Comune di Camaiore.
    PIOPPETTI CAMAIORE 04.09.1944
  • (anno imprecisato) Pietrasanta, Capezzano, Seballa
    Lapide sul luogo dell’esecuzione nel paese di Capezzano Monte.
    CAPEZZANO MONTE PIETRASANTA 12.08.1944
  • (anno imprecisato) via Sottofiume, Masiera, Bagnacavallo
    Lapide in via Sottofiume a Masiera
    MASIERA, BAGNACAVALLO, 23.12.1944
  • (anno imprecisato) piazza Garibaldi, Solarolo
    Lapide posta sui resti della torre manfrediana in piazza Garibaldi a Solarolo.
    SOLAROLO, TORRE MANFREDIANA, 10.04.1945
  • (anno imprecisato) Pietrasanta, Valdicastello
    Lapide sul luogo dell’esecuzione.
    VALDICASTELLO PIETRASANTA 12.08.1944
  • (anno imprecisato) Ferrara, Castello Estense
    Presso il muretto del Castello estense, dove, divisi in due gruppi, furono uccisi otto ferraresi
    CASTELLO ESTENSE, FERRARA, 15.11.1943
  • (anno imprecisato) Ferrara
    Nelle vicinanza di san Giorgio, dove furono uccisi Savonuzzi e Torboli
    CASTELLO ESTENSE, FERRARA, 15.11.1943
  • (anno imprecisato) Ferrara, via Boldini
    Posta nel luogo dove venne ucciso Cinzio Belletti.
    CASTELLO ESTENSE, FERRARA, 15.11.1943
  • (anno imprecisato) Berra, cimitero
    Una lapide, all'interno del sacrario dei cauti al cimitero di Berra ricorda gli altri caduti: «QUI LA SPIETATA FEROCIA NAZISTA TRUCIDAVA ALL’ALBA / DEL 3 DICEMBRE 1944 GLI EROICI FIGLI DEL POPOLO / CHE PER UN ALTISSIMO IDEALE HANNO VOLUTO LIBERARE / IL SACRO SUOLO ITALICO DALLA TIRANNIDE FASCISTA / Galli Noradino Finotti Iaures / Mingozzi Emilio, Tagliatti Severino». Seguono poi nomi di altri caduti berresi al di fuori del territorio comunale.
    BERRA, 03.12.1944
  • (anno imprecisato) Argenta, Filo, piazza Cavalli
    A Filo, in piazza Agida Cavalli, è stato collocato un monumento a lei dedicato con queste parole: “NELLA SUA CASA A POCHI PASSI DA QUESTA / PIETRA, IL 29 FEBBRAIO 1944 / AGIDA CAVALLI / CADDE COLPITA A MORTE DALLE BRIGATE NERE / RIFULSE IN QUELLA NOTTE ASSASSINA IL GESTO / DISPERATO DI UNA DONNA, PRONTA A DIFENDERE, / AD OGNI COSTO, IL FIGLIO PARTIGIANO DA UN / AGGUATO VILE E SPIETATO / A PERENNE RICORDO DI / QUESTA NOSTRA / “MADRE DELLA RESISTENZA” / IL MUNICIPIO POSE, IL 25 APRILE 2008”.
    FILO, ARGENTA, 28.02.1944
  • (anno imprecisato) Massa, Forno, via 13 giugno
    Lapide ai certosini uccisi a Forno, Via 13 giugno Forno – Massa.
    MASSA 10.09.1944
  • (anno imprecisato) Tecchia
    Lapide sacrario di Tecchia.
    ANTONA MASSA 11.11.1944
  • (anno imprecisato) Tecchia
    Lapide presso il Sacrario di Tecchia.
    ANTONA E ALTAGNANA MASSA 18.09.1944
  • (anno imprecisato) Carrara, Avenza
    Cippo sul ponte del torrente Carrione con i nomi della vittime.
    AVENZA CARRARA 10.11.1944
  • (anno imprecisato) Pontremoli, Baselica di Guinadi, chiesa
    Sulla chiesa della frazione pontremolese di Baselica di Guinadi l’uomo è ricordato come vittima civile assieme ai due compaesani uccisi in località Fontana Gilente il 24 agosto 1944.
    BASELICA DI GUINADI PONTREMOLI 21.01.1945
  • (anno imprecisato) Carrara, Bergiola Foscalina
    Lapide sulla scuola incendiata collocate nell’immediato dopoguerra.
    BERGIOLA FOSCALINA CARRARA 16.09.1944
  • (anno imprecisato) Pontremoli, Casalina
    Sul luogo dell’uccisione, lungo la strada vecchia che dal paese scende al cimitero, c’è una piccola lapide collocata sul muro di sostegno della strada stessa.
    CASALINA PONTREMOLI 06.02.1945
  • (anno imprecisato) Pontremoli, Cervara, Chiesa
    I nomi dei due uomini uccisi sono riportati sulla lapide posta sulla facciata della chiesa parrocchiale che ricorda i Caduti del paese nella seconda guerra mondiale. Solo il Travaglini nella lapide viene qualificato “partigiano”.
    CERVARA PONTREMOLI 16.04.1944
  • (anno imprecisato) Pontremoli, Baselica di Guinadi, chiesa
    Sulla chiesa della frazione pontremolese di Baselica di Guinadi i due uomini sono ricordati in una lapide che ricorda i caduti civili di quella comunità.
    FONTANA GILENTE DI GUINADI PONTREMOLI 25.08.1944
  • (anno imprecisato) Massa, Forno, via dei Campi, scuola
    Lapide a Marcello Garosi “Tito” presso la scuola di Forno, Via dei Campi, Forno. La scuola gli è intitolata. La lapide riproduce la motivazione della MO al VM.
    FORNO MASSA 13.06.1944
  • (anno imprecisato) Valmozzola, stazione
    Lapide in marmo sulla facciata della stazione di Valmozzola.
    VALMOZZOLA, 17.03.1944
  • (anno imprecisato) Montechiarugolo, Monticelli Terme
    Una lapide applicata sul monumento ai caduti partigiani posto in piazza Afro Fornia ricorda anche i 3 caduti del 19 aprile 1944
    MONTICELLI TERME, MONTECHIARUGOLO, 19.04.1944
  • (anno imprecisato) Montechiarugolo, Monticelli Terme
    Lapide in marmo in ricordo dei 3 caduti
    MONTICELLI TERME, MONTECHIARUGOLO, 19.04.1944
  • (anno imprecisato) Filattiera, Ponticello, chiesa
    Ponticello di Filattiera: lapide sulla facciata della chiesa.
    PONTICELLO FILATTIERA 02-03.07.1944
  • (anno imprecisato) Pontremoli, Vignola, chiesa
    Lapide sulla facciata della chiesa di Vignola.
    PONTREMOLI 13.03.1944
  • (anno imprecisato) Pontremoli, Vignola, cimitero
    Lapide nel cimitero di Vignola.
    PONTREMOLI 13.03.1944
  • (anno imprecisato) Camporovere
    La ricostruzione del paese è ricordata da una lapide apposta al muro di sostegno del sagrato della Chiesa di Camporovere.
    VAL D’ASSA ROANA 08-08-1944
  • (anno imprecisato) Parma, chiesa di San Giovanni Evangelista
    Lapide in marmo posta nel 1954 a cura dei partigiani cristiani sul muro della chiesa di San Giovanni evangelista a Parma.
    PARMA, 24.05.1944
  • (anno imprecisato) Bardi, Ponte Corsenna
    Dopo la guerra fu posta una lapide in marmo a ricordo dei cinque fucilati sul luogo dell’eccidio, in località Ponte Corsenna. La lapide fu distrutta da neofascisti; le associazioni partigiane fecero costruire un nuovo monumento nel 1966.
    PONTE CORSENNA, BARDI, 04.05.1944
  • (anno imprecisato)
    Il nome della vittima è sul Sacello di Granezza e nell’elenco dei partigiani della Brigata “Fiamme Verdi” del Gruppo Brigate “7 Comuni”;
    PASSO VEZZENA LEVICO TERME 20-8-1944
  • (anno imprecisato) Varsi, municipio
    Il nome di Ernesto Raboni è ricordato nella lapide in marmo che ricorda partigiani e civili uccisi dai nazifascisti sulla facciata del palazzo municipale di Varsi.
    VARSI, 06.06.1944
  • (anno imprecisato) Salsomaggiore, Sivizzano
    Cippo in marmo in località Sivizzano ricorda i due fucilati.
    SIVIZZANO, SALSOMAGGIORE, 11.06.1944
  • (anno imprecisato) Salsomaggiore, municipio
    Una lapide in marmo sul palazzo municipale di Salsomaggiore ricorda tra i caduti civili Antonino Bonassera.
    PIETRASPACCATA, PELLEGRINO PARMENSE, 25.06.1944
  • (anno imprecisato) Salsomaggiore, cimitero
    Una lapide in marmo nel cimitero di Salsomaggiore ricorda tra i caduti civili Antonino Bonassera.
    PIETRASPACCATA, PELLEGRINO PARMENSE, 25.06.1944
  • (anno imprecisato) Massa, San Leonardo al Frigido, chiesa
    Lapidi a ricordo della strage in località San Leonardo al Frigido, presso chiesette romanica.
    SAN LEONARDO AL FRIGIDO MASSA 16.09.1944
  • (anno imprecisato) Borgotaro, giardini 4 novembre
    Le vittime sono ricordate nelle lapidi in marmo poste ai piedi del monumento ai caduti collocato nei giardini IV Novembre a Borgotaro.
    GROPPO SAN GIOVANNI, BERCETO, 30.06.1944
  • (anno imprecisato)
    Una lapide ricorda l’uccisione di Betta, Corradini e Seber, lì dove furono uccisi.
    CASTELLO DI FIEMME, 2.5.1945
  • (anno imprecisato) Piazza Teatro a Merano
    Nel dopoguerra, fu posta in piazza Teatro a Merano una lapide dedicata ai civili caduti il 30 aprile 1945 per mano dei soldati tedeschi.
    MERANO, 30.4.1945
  • (anno imprecisato) Scurelle
    A Scurelle, una lapide ricorda l’uccisione del giovane.
    SCURELLE, 15.3.1945
  • (anno imprecisato) Cimitero di Marco
    Nel cimitero di Marco, una lapide ricorda i morti della seconda guerra mondiale, tra cui Attilio Setti, «vittima della barbarie nazista».
    ROVERETO, 3.5.1945
  • (anno imprecisato)
    Accanto ai caduti nei due conflitti mondiali, è stata posta, nel cinquantesimo della Liberazione una lapide commemorativa in onore delle partigiane Clorinda Menguzzato e Ancilla Marighetto.
    PIEVE TESINO, 10-11.10.1944
  • (anno imprecisato) Località di Costabrunella
    In anni recenti, l’ANPI, unitamente ai rappresentanti delle amministrazioni comunali e il patrocinio della Provincia di Trento, ha posto una targa presso la località di Costabrunella, prima sede del Battaglione Gherlenda, e un cippo dedicato a Clorinda Menguzzato.
    PIEVE TESINO, 10-11.10.1944
  • (anno imprecisato) Lucca, Nozzano
    Lapidi alla scuola di Nozzano.
    RIPAFRATTA SAN GIULIANO TERME 11.08.1944
  • (anno imprecisato) Lucca, Nozzano
    Lapidi alla scuola di Nozzano.
    VECCHIANO 11.08.1944
  • (anno imprecisato) Lucca, Nozzano
    Lapidi alla scuola di Nozzano.
    BALBANO LUCCA 11.08.1944
  • (anno imprecisato) Lucca, Nozzano
    Lapidi alla scuola di Nozzano.
    MASSAROSA 11.08.1944
  • (anno imprecisato) Chiesa di Rimagna
    Lapide e affresco posti all’interno della chiesa di Rimagna.
    MONCHIO DELLE CORTI, 02.07.1944
  • (anno imprecisato) Castellaro
    Lapide posizionata ai piedi di una maestà nei pressi del Castellaro.
    MONCHIO DELLE CORTI, 02.07.1944
  • (anno imprecisato) Passo della Cisa
    Cippo in marmo posto al Passo della Cisa ricorda Biolzi, Bonotti e Del Freo.
    PASSO DELLA CISA PONTREMOLI 02.07.1944
  • (anno imprecisato) Berceto, Duomo
    Beniamino e Giacomo Ianelli sono ricordati nella lapide in marmo posta nei pressi del duomo di Berceto dedicata ai caduti civili.
    PASSO DELLA CISA PONTREMOLI 02.07.1944
  • (anno imprecisato)
    Una piccola targa sopra la porta della sua abitazione ricorda la morte di Fortunata Inama.
    TAIO, 3.5.1945
  • (anno imprecisato)
    Nel dopoguerra, è stata posta una targa a ricordo delle vittime del 27 aprile lungo il viale che da piazza 4 novembre porta alla biblioteca comunale.
    STRIGNO, 27.4.1945
  • (anno imprecisato)
    A ricordo dei sette caduti partigiani, è stata posta una lapide a fianco dei caduti di Vigolo Vattaro nella seconda guerra mondiale.
    VIGOLO VATTARO, 4.5.1945
  • (anno imprecisato) Varano Melegari, Vianino
    Una lapide in marmo posta a Vianino ricorda l’eccidio.
    VIANINO, VARANO MELEGARI, 09.07.1944
  • (anno imprecisato) Palanzano, municipio
    La lapide in marmo posta sulla facciata del municipio di Palanzano dedicata ai caduti riporta anche il nome di Gino Orlandi.
    PALANZANO, 03.07.1944
  • (anno imprecisato) Varsi, municipio
    La lapide in marmo posta sulla facciata del municipio di Varsi dedicata ai caduti ricorda anche il nome di Pietro Ravati.
    VARSI, 18.07.1944
  • (anno imprecisato) Strela, cimitero
    Lapide in marmo posta sul muro di cinta del cimitero di Strela.
    STRELA, COMPIANO. 19.07.1944
  • (anno imprecisato) Calestano, municipio
    Il nome di Battilocchi è ricordato nella lapide in marmo posta sul municipio di Calestano in memoria dei caduti.
    MARZOLARA, CALESTANO, 13.07.1944
  • (anno imprecisato) Calestano, Marzolara
    A Marzolara una lapide ricorda l’uccisone di Battilocchi.
    MARZOLARA, CALESTANO, 13.07.1944
  • (anno imprecisato) Bardi, Sidolo, chiesa
    Nella chiesa di Sidolo una lapide in marmo e legno ricorda Don Beotti.
    SIDOLO, BARDI, 20.07.1944
  • (anno imprecisato) Bardi, Sidolo, cimitero
    Sul muro del cimitero di Sidolo una lapide in pietra ricorda gli otto uomini fucilati.
    SIDOLO, BARDI, 20.07.1944
  • (anno imprecisato) Parma, piazzale San Francesco
    Lapide in marmo posta in piazzale San Francesco
    PARMA, 19.08.1944
  • (anno imprecisato) Compiano
    La lapide in marmo dedicata ai caduti posta a Compiano ricorda anche le vittime dell’eccidio di Cereseto.
    CERESETO, COMPIANO, 20.07.1944
  • (anno imprecisato) Salsomaggiore, Case Passeri
    Cippo in marmo posto in località Case Passeri.
    CASE PASSERI, SALSOMAGGIORE, 15.08.1944
  • (anno imprecisato) Parma, piazza Garibaldi
    Lapide in marmo posta in piazza Garibaldi a Parma.
    PARMA, 01.09.1944
  • (anno imprecisato) Parma, via Abbeveratoia
    Lapide in marmo posta a Parma in via Abbeveratoia dalle associazioni partigiane e dall’amministrazione comunale.
    PARMA, 31.08.1944
  • (anno imprecisato) Cassio
    La lapide in marmo posta alla base del monumento ai caduti di Cassio ricorda anche i nomi di Angelo e Pietro Ilari.
    FAGIANO, TERENZO, 16.09.1944
  • (anno imprecisato) Salsomaggiore, cimitero
    La lapide in marmo posta nel cimitero di Salsomaggiore dedicata ai caduti civili ricorda anche Giacobbi e Bazzini.
    SALSOMAGGIORE, 18.10.1944
  • (anno imprecisato) Langhirano, cimitero
    La lapide in marmo posta sulla facciata del municipio di Langhirano dedicata ai caduti civili e partigiani ricorda anche Maria Teresa Sparascio.
    LANGHIRANO, 07.10.1944
  • (anno imprecisato) Varano Melegari, castello
    Monumento in mattoni posto nei pressi del castello di Varano Melegari.
    VARANO MELEGARI, 10.11.1944
  • (anno imprecisato) Tizzano Val Parma, Musiana Inferiore
    La lapide in marmo posta sul monumento dedicato ai caduti partigiani e civili situato nella piazza di Musiara Superiore ricorda anche Giuseppe Romanini.
    MUSIARA INFERIORE, TIZZANO VAL PARMA, 21.11.1944
  • (anno imprecisato) Solignano, municipio
    La lapide in marmo posta sulla facciata del palazzo municipale di Solignano dedicata a caduti e dispersi della seconda guerra mondiale ricorda anche Artemio Sartori.
    PRELERNA, SOLIGNANO, 29.12.1944
  • (anno imprecisato) Medesano, Varano marchesi, cimitero
    Cippo posto nei pressi del cimitero di Varano Marchesi
    VARANO MARCHESI, MEDESANO, 14-15.01.1945
  • (anno imprecisato) Varano, località Dordia
    Lapide monumentale in pietra posta in località Dordia.
    DORDIA, VARANO MELEGARI, 10.01.1945
  • (anno imprecisato) Fivizzano, Caniparola
    Lapide presente nel parco della Resistenza a Caniparola, dedicata a don Bonomi.
    FIVIZZANO 14-18.09.1944
  • (anno imprecisato) Solignano, municipio
    La lapide in marmo posta sulla facciata del palazzo municipale di Solignano dedicata a caduti e dispersi della seconda guerra mondiale ricorda anche Quiro Effraini.
    TRAMONTO, SOLIGNANO, 17.12.1944
  • (anno imprecisato) Terenzo, Cassio parmense
    Lapide in marmo posta a Cassio Parmense
    CASSIO PARMENSE, TERENZO, 07.12.1944
  • (anno imprecisato) Comano, Camporaghena, piazza della chiesa
    Lapide a don Baldini nella piazza della Chiesa di Camporaghena.
    COMANO 03-04.07.1944
  • (anno imprecisato) Massa, Guadine, via Alta Tambura
    Lapide in marmo con i nomi delle vittime di prossima installazione da parte dell’Amministrazione Comunale di Massa e delle associazioni Partigiane e delle Vittime civili di Guerra, in Via Alta Tambura, nell’abitato di Guadine.
    GUADINE MASSA 24.08-02.09.1944
  • (anno imprecisato) Licciana Nardi, Municipio
    Lapide in piazza del Municipio.
    LICCIANA NARDI 07.04.1945
  • (anno imprecisato) Fosdinovo, piazza dell'Oratorio
    Lapide in piazza dell’Oratorio a Fosdinovo.
    MARCIASO FOSDINOVO 03.08.1944
  • (anno imprecisato) Fivizzano, Tenerano, piazza della Chiesa
    Lapide in piazza della Chiesa a Tenerano.
    TENERANO FIVIZZANO 13.09.1944
  • (anno imprecisato) Zeri, Municipio
    Lapide sul Municipio di Zeri.
    ZERI 03-04.08.1944
  • (anno imprecisato) La Spezia, Municipio
    Lapide ai caduti della Colonna “Giustizia e Libertà” sul Municipio di La Spezia.
    ZERI 20-22.01.1945
  • (anno imprecisato) Collecchio, municipio
    La lapide in marmo posta sul palazzo municipale dedicata ai caduti civili ricorda anche Nello Uccelli.
    COLLECCHIO, 25.04.1945
  • (anno imprecisato) Soragna, municipio
    La lapide in marmo e pietra posta sulla facciata del municipio di Soragna dedicata ai caduti del CVL ricorda anche Nello Uccelli.
    SORAGNA, 25.04.1945
  • (anno imprecisato) Collecchio, Gaiano, loc. Bettola
    Due lapidi in località Bettola di Gaiano.
    GAIANO, COLLECCHIO, 27-28.04.1945
  • (anno imprecisato) Roccabianca, Fontanelle
    Lapide in marmo posta davanti all’edificio che ospitava le scuole elementari a Fontanelle.
    FONTANELLE, ROCCABIANCA, 25.04.1945
  • (anno imprecisato) Parma, Pizzolese
    Monumento in marmo e pietra posto in località Pizzolese.
    PIZZOLESE, PARMA, 25.04.1945
  • (anno imprecisato) Roccabianca, municipio
    La lapide in marmo posta sul palazzo municipale dedicata ai caduti ricorda anche Eugenio Venturini.
    PILONE, ROCCABIANCA, 24.04.1945
  • (anno imprecisato) Sissa Trecasali, frazione Gramignazzo
    La lapide in marmo posta sul monumento ai caduti in guerra nella frazione di Gramignazzo ricorda anche Enzo Talignani.
    RONCO CAMPO CANNETO, SISSA TRECASALI, 25.04.1945
  • (anno imprecisato) Sissa Trecasali, piazzale della Rocca
    Le lapidi in marmo collocate ai piedi del monumento ai caduti di tutte le guerre posto nel piazzale della Rocca di Sissa ricorda anche Enzo Talignani.
    RONCO CAMPO CANNETO, SISSA TRECASALI, 25.04.1945
  • (anno imprecisato) Salsomaggiore, municipio
    La lapide in marmo posta all’ingresso del palazzo municipale di Salsomaggiore dedicata ai caduti per la Libertà ricorda anche Luigi Censi.
    SAN NICOMEDE, SALSOMAGGIORE, 25.04.1945
  • (anno imprecisato) Salsomaggiore, cimitero
    La lapide in marmo posta nel cimiter di Salsomaggiore dedicata ai caduti civili ricorda anche Luigi Censi.
    SAN MARTINO DI LUPARI, 29.4.1945
  • (anno imprecisato) Roccabianca, Ragazzola, cimitero
    La lapide in marmo in memoria dei caduti posta all’ingresso del cimitero di Ragazzola ricorda anche Corina Spotti
    CROCILETTO DI RAGAZZOLA, ROCCABIANCA, 25.04.1945
  • (anno imprecisato) Sissa Trecasali, piazzale della Rocca
    Le lapidi in marmo collocate ai piedi del monumento ai caduti di tutte le guerre posto nel piazzale della Rocca di Sissa ricorda anche Giovanni Verbena.
    CASALFOSCHINO, SISSA TRECASALI, 25.04.1945
  • (anno imprecisato) Villa Medioli
    Lapide in marmo posta nei pressi di Villa Medioli
    GIAROLA, COLLECCHIO, 23.04.1945
  • (anno imprecisato) Salsomaggiore, ponte Scipione
    Cippo in marmo posto in località Ponte Scipione
    SCIPIONE, SALSOMAGGIORE, 24.04.1945
  • (anno imprecisato) Rubbiano, municipio
    La lapide in marmo posta sulla facciata del palazzo municipale di Solignano in memoria dei caduti partigiani e civili ricorda anche Igino Savi
    RUBBIANO, SOLIGNANO, 04.04.1945
  • (anno imprecisato) Noceto, municipio
    La lapide in marmo in memoria dei caduti partigiani di Noceto posta sulla facciata dell’ex palazzo municipale ricorda anche Roberto Barani
    COSTA DI NOCETO, NOCETO, 23.03.1945
  • (anno imprecisato) Langhirano, municipio
    La lapide in marmo posta sulla facciata del municipio di Langhirano dedicata ai caduti partigiani e civili ricorda anche Lucia Ponzi.
    LANGHIRANO, 15.03.1945
  • (anno imprecisato) Vizzola, cimitero
    Lapide in marmo posta all’ingresso del cimitero di Riccò-Vizzola.
    VIZZOLA, FORNOVO TARO, 21.03.1945
  • (anno imprecisato) Albareto, ospedale
    La lapide in marmo posta all’ingresso del vecchio ospedale dedicata ai caduti delle due guerre mondiali ricorda il nome di Pietro Gatti.
    ALBARETO, 15.07.1944
  • (anno imprecisato) Riva del Garda
    Una lapide presso il Municipio (loggia pretoria) di Riva del Garda ricorda gli antifascisti e i partigiani caduti tra il 1943 e il 1945 nel Basso Sarca.
    BOLZANO 29-8-1944
  • (anno imprecisato) Grez
    Nel cimitero di Grez, è stata posta un’ara dedicata a caduti nella seconda guerra mondiale, tra cui Meroni, Impera e Franchetti;
    BOLZANO 29-8-1944
  • (anno imprecisato) Riva del Garda
    accanto alle scuole medie di Riva, il Parco della libertà ospita una stele dedicata alle vittime del 28 giugno 1944.
    BOLZANO 29-8-1944
  • (anno imprecisato)
    Una lapide presso il Municipio (loggia pretoria) di Riva del Garda ricorda gli antifascisti e i partigiani caduti tra il 1943 e il 1945 nel Basso Sarca.
    BOLZANO 6-7-1944
  • (anno imprecisato)
    Nel cimitero di Grez, è stata posta un’ara dedicata a caduti nella seconda guerra mondiale, tra cui Meroni, Impera e Franchetti;
    BOLZANO 6-7-1944
  • (anno imprecisato)
    accanto alle scuole medie di Riva, il Parco della libertà ospita una stele dedicata alle vittime del 28 giugno 1944.
    BOLZANO 6-7-1944
  • (anno imprecisato)
    Una lapide presso il Municipio (loggia pretoria) di Riva del Garda ricorda gli antifascisti e i partigiani caduti tra il 1943 e il 1945 nel Basso Sarca.
    FONZASO 10-8-1944
  • (anno imprecisato)
    accanto alle scuole medie di Riva, il Parco della libertà ospita una stele dedicata alle vittime del 28 giugno 1944.
    FONZASO 10-8-1944
  • (anno imprecisato)
    Una lapide presso il Municipio (loggia pretoria) di Riva del Garda ricorda gli antifascisti e i partigiani caduti tra il 1943 e il 1945 nel Basso Sarca.
    LIMONE SUL GARDA 28.06.1944
  • (anno imprecisato)
    accanto alle scuole medie di Riva, il Parco della libertà ospita una stele dedicata alle vittime del 28 giugno 1944.
    LIMONE SUL GARDA 28.06.1944
  • (anno imprecisato)
    Una lapide presso il Municipio (loggia pretoria) di Riva del Garda ricorda gli antifascisti e i partigiani caduti tra il 1943 e il 1945 nel Basso Sarca.
    NAGO 28-6-1944
  • (anno imprecisato)
    accanto alle scuole medie di Riva, il Parco della libertà ospita una stele dedicata alle vittime del 28 giugno 1944.
    NAGO 28-6-1944
  • (anno imprecisato) Hône, cimitero
    Lapide Ai Caduti per la Libertà, Cimitero comunale di Hône.
    HÔNE, 01.09.1944
  • (anno imprecisato) Hône, cimitero
    Lapide Ai Caduti per la Libertà, Cimitero comunale di Hône.
    HÔNE, 29.05.1944
  • (anno imprecisato)
    Una lapide presso il Municipio (loggia pretoria) di Riva del Garda ricorda gli antifascisti e i partigiani caduti tra il 1943 e il 1945 nel Basso Sarca.
    RIVA DEL GARDA 28-6-1944
  • (anno imprecisato)
    Nel cimitero di Grez, è stata posta un’ara dedicata a caduti nella seconda guerra mondiale, tra cui Meroni, Impera e Franchetti;
    RIVA DEL GARDA 28-6-1944
  • (anno imprecisato)
    accanto alle scuole medie di Riva, il Parco della libertà ospita una stele dedicata alle vittime del 28 giugno 1944.
    RIVA DEL GARDA 28-6-1944
  • (anno imprecisato)
    Una lapide presso il Municipio (loggia pretoria) di Riva del Garda ricorda gli antifascisti e i partigiani caduti tra il 1943 e il 1945 nel Basso Sarca.
    ROVERETO 28-6-1944
  • (anno imprecisato)
    accanto alle scuole medie di Riva, il Parco della libertà ospita una stele dedicata alle vittime del 28 giugno 1944.
    ROVERETO 28-6-1944
  • (anno imprecisato)
    Nel cimitero di Stramentizzo nuova, una lapide ricorda le vittime civili della strage: i nominativi partigiani trovarono per lo più spazio sui monumenti ai caduti nei due conflitti mondiali situati nei rispettivi paesi di provenienza.
    STRAMENTIZZO MOLINA DI FIEMME 3-4.5.1945
  • (anno imprecisato)
    Una lapide, con i nomi delle 23 vittime, fu collocata presso il Cimitero militare di San Giacomo al momento della traslazione delle salme dal Cimitero comunale.
    OLTRISARCO BOLZANO 12-9-1944
  • (anno imprecisato)
    Nel 2004, il Comune di Bolzano ha posto una lapide a ricordo dell'eccidio su uno dei muri ancora esistenti dell'ex caserma Mignone, abbattuta nel 1999.
    OLTRISARCO BOLZANO 12-9-1944
  • (anno imprecisato) Nus
    Jean-Antoine Pellissier è rimemorato con il compagno Foudon, a Nus sulla lapide in memoria dei Caduti partigiani e civili posta davanti al cimitero a lato della Chiesa parrocchiale il 4 novembre 1947 a cura dell'Amministrazione comunale.
    NUS, 29.11.1944
  • (anno imprecisato) Chambave
    Alessandro Déanaz è ricordato nella lapide dei Caduti della 183ª Brigata Garibaldi Émile Lexert posta attualmente lungo la strada statale rettilineo di Chambave (Valle d'Aosta), inaugurata il 25 aprile 1951 originalmente alla grande curva
    NUS, 06.02.1945
  • (anno imprecisato) Nus
    è ricordato a Nus sulla lapide in memoria dei Caduti partigiani e civili posta davanti al cimitero a lato della Chiesa parrocchiale il 4 novembre 1947 a cura dell'Amministrazione comunale.
    NUS, 06.02.1945
  • (anno imprecisato) Aosta
    Aosta. Lapide in memoria dei Caduti della 101ª Marmore Oscar Carmine Levi e Emilio Pietragrua, affissa nel cortile della Caserma Chiarle (Battisti) il 25 aprile 1947. I due partigiani vi furono fucilati dai fascisti in data 12 novembre 1944. La sistemazione della lapide e dell'attinente allora giardinetto venne curata dal prof. Rolando Robino, già partigiano “Yanga”.
    GRESSONEY, 07.11.1944
  • (anno imprecisato)
    Gli uccisi della 101ª Marmore caduti al Chesod, originari o residenti a Antey-Saint-André (Osvaldo Bich; Camille Clément Désayeux; Roger Désiré Désayeux) sono ricordati anche sulla Lapide dei Caduti del Comune, affissa al Capoluogo, nelle vicinanze della Chiesa parrocchiale, inaugurata il 4 novembre del 1960. Altri Caduti per la Libertà della 101ª Marmore, sono ricordati anche nei rispettivi paesi di nascita o di residenza sulla Lapide dei Caduti (Bich e Orsières a Saint-Denis; Cavorsin e Meynet a Verrayes; Vuillermoz a Châtillon, lapide marmorea inaugurata il 29 giugno 1947, successivamente rinnovata, e lapide antistante il cimitero e Parco della Rimembranza già esistente e rinnovata il 7 novembre 1972; Collé a Nus sulla lapide marmorea inaugurata il 4 novembre 1947— Valle d'Aosta).
    GRESSONEY, 07.11.1944
  • (anno imprecisato) Morfasso, Rocchetta
    Nell’abitato di Rocchetta sorge una piccola cappelletta con lapide recante l’iscrizione “Ai gloriosi patrioti caduti in Rocchetta il 7-1-45” seguita da 30 nominativi (e due ignoti). Va segnalato che tra i nominativi vengono riportati non soltanto i caduti dell’eccidio di Rocchetta ma anche partigiani caduti in luoghi e situazioni diverse: come Pietro Inzani, Antonino Di Giovanni, Raoul Boeri e altri. Inoltre i nominativi di diversi partigiani caduti nell’eccidio di Rocchetta (Assetti, Castagnetti, Ferri, Filipazzi, Pinna, Simeoni) non vengono riportati sul monumento. Si segnala dunque una totale discrepanza tra i nominativi dei caduti nell’eccidio del 7 gennaio 1945 e quelli riportati sul monumento.
    ROCCHETTA, MORFASSO, 07.01.1945
  • (anno imprecisato) Caorso, Roncarolo
    Presso la Cascina Baracca è stata apposta, all’indomani della Liberazione, una lapide commemorativa, in seguito rimossa e apposta a Roncarolo, presso la Chiesa, a causa di un’alluvione. Va segnalato comunque che la lapide non riporta i nomi di tutti i caduti nell’eccidio, riporta invece i nomi di persone note del CLN locale come Cerlesi, Pavesi, Sichel, Verzè o di personaggi importanti della Resistenza passati per la Baracca, come Mario Jachia “Rossini”
    RONCAROLO, CAORSO, 26.09-01-10.1944
  • (anno imprecisato) Marradi, Crespino sul Lamone
    Ossario di Crespino del Lamone dove riposano i resti delle vittime dell’eccidio. Ecco i tre testi delle lapidi presenti: “Quando l'amore si spegne nel cuore degli uomini e l'odio trionfa più degni di pianto e di lode sono gli innocenti caduti in tanta rovina - Crespino del Lamone ai suoi 44 figli sacrificati il 17 luglio 1944 nella dura stagione della guerra - Il comune di Marradi il 17 luglio 1967.” “Nella quiete solenne di questa cripta, riposano le salme di 40 vittime, che l'odio ed il cieco prepotere degli uomini immolò il 17 luglio 1944. Anche il pastore buono, Don FORTUNATO TRIOSCHI, da oltre 40 anni priore di Crespino, irrorò di lagrime di sangue e di sudore questa terra, che i barbari gli federo scavare per i votati con lui alla morte. Oh anime elette! Per così straziante olocausto, vi doni il Signore il premio dei Martiri e degli Eroi - A noi, doloranti congiunti, conceda la rassegnazione dei forti; ai carnefici, il pentimento che redime; a tutti gli uomini, il fuoco sublime dell'amore.” “Il 29 maggio 1955 dal Cimitero di Trespiano di Firenze ove era stata sepolta fu qui pietosamente composta la salma del fu TRONCONI MARIO di anni 66 morto a Carreggi il 6-11-1944 in seguito a ferita di guerra - ora riposa accanto al fratello ABRAMO ucciso il 17-7-1944 nel barbaro eccidio di Crespino per entrambi vittime innocenti della nequizia degli uomini - fu sposo amoroso e padre esemplare di numerosi figli la moglie e i figli addolorati invocano un prece.”
    CRESPINO SUL LAMONE MARRADI 17-18.07.1944
  • (anno imprecisato) Cesena, piazza del popolo, loggia del palazzo comunale
    Cesena, piazza del Popolo, loggia del palazzo comunale: lapidario dedicato ai partigiani caduti dove compaiono i nomi di Benini, Sasselli e Solfrini.
    BAGNILE CESENA 19.10.1944
  • (anno imprecisato) Cesena, piazza del popolo, loggia del palazzo comunale
    Cesena, piazza del Popolo, loggia del palazzo comunale: lapidario dedicato ai partigiani caduti dove compare il nome di Tonino Cecchini.
    BAGNILE CESENA 26.07.1944
  • (anno imprecisato) Forlì, piazza Saffi, portico San Mecuriale
    Forlì, piazza Saffi, portico di San Mercuriale: sacrario dei caduti partigiani; vi compaiono Morigi e Bartolini oltre a Urbini, Fusconi e Barbanti uccisi a Martorano (Forlì Cesena) nella stessa operazione.
    BAGNILE CESENA 29.04.1944
  • (anno imprecisato) San Giorgio di Cesena, Casa del Popolo
    San Giorgio di Cesena (Forlì Cesena), Casa del popolo: lapide sulla facciata in cui sono ricordati quattro partigiani di San Giorgio, tra cui Valentino Morigi (dovrebbe trattarsi di Urbano Valentino Morigi).
    BAGNILE CESENA 29.04.1944
  • (anno imprecisato) Cesena, piazza del popolo, loggia del palazzo comunale
    Cesena, piazza del Popolo, loggia del palazzo comunale: lapidario dedicato ai partigiani; vi compaiono i nominativi di Bartolini e Morigi (che compare come Urbano Valentino), oltre a quelli di Barbanti, Fusconi e Urbini uccisi a Martorano (Forlì Cesena) nel corso della stessa operazione.
    BAGNILE CESENA 29.04.1944
  • (anno imprecisato) Argelato. Funo, via Larghe 71
    Funo di Argelato (BO), via Larghe 71, lapide con la seguente iscrizione, dettata da Francesco Flora nel dopoguerra: «Il 9 agosto del 1944 / una brigata nera / per selvaggia vendetta / verso il popolo di questa contrada / fiero di resistere al regime fascista / irruppe nella borgata Larghe di Funo / sparse il terrore tra gli abitanti / bruciò a sterminio tutte le case / uccise partigiani ed inermi / cittadini / a memoria di quel giorno / Argelato / pose questo ricordo / auspicando per le generazioni future / la fine degli odii tirannici».
    ARGELATO, 09.08.1944
  • (anno imprecisato) Argelato, piazza Caduti per la Libertà:
    Argelato, piazza Caduti per la Libertà: monumento ricordo dei caduti di tutte le guerre originari di o residenti ad Argelato.
    ARGELATO, 09.08.1944
  • (anno imprecisato) Cesena, piazza del popolo, loggia del palazzo comunale
    Cesena, piazza del Popolo, loggia del palazzo comunale: lapidario dei caduti partigiani; vi compare Foschi.
    BRILLE DI PIEVESISTINA CESENA 01.07.1944
  • (anno imprecisato) Cesena, piazza del popolo, loggia del palazzo comunale
    Cesena, piazza del Popolo, loggiato del palazzo comunale: lapidario dedicato ai martiri della Resistenza; vi compare il nome di Bernabini.
    CASE MISSIROLI CESENA 11.05.1944
  • (anno imprecisato) Cesena, piazza del popolo, loggia del palazzo comunale
    Cesena, piazza del Popolo, loggiato del palazzo comunale: lapidario dedicato ai martiri della Resistenza; vi compare il nome di Ricchi.
    CESENA 04.04.1944
  • (anno imprecisato) Cesena, piazza del popolo, loggia del palazzo comunale
    Cesena, piazza del Popolo, loggiato del palazzo comunale: lapidario dedicato ai martiri della Resistenza; vi compare il nome di Ricchi.
    CESENA 04.04.1944
  • (anno imprecisato) Cesena, piazza del popolo, loggia del palazzo comunale
    Cesena, piazza del Popolo, loggia del palazzo comunale: lapidario dei caduti partigiani; vi compare il nome di Renato Montalti.
    CESENA 16.10.1943
  • (anno imprecisato) Cesena, via Cavour 157
    Cesena, via Cavour 157: lapide dedicata a Mario Guidazzi.
    CESENA 22.01.1944
  • (anno imprecisato) Cesena, piazza del popolo, loggia del palazzo comunale
    Cesena, piazza del Popolo, loggia del palazzo comunale: lapidario dei caduti partigiani; vi compare il nome di Mario Guidazzi.
    CESENA 22.01.1944
  • (anno imprecisato) Cesena, piazza del popolo, loggia del palazzo comunale
    Cesena, piazza del Popolo, loggia del palazzo comunale: lapidario dei partigiani; vi compare il nominativo di Magnani.
    CESENA 25.12.1943
  • (anno imprecisato) Civitella di Romagna
    Civitella di Romagna, mura del castello sotto la torre dell’orologio: lapidario con i nomi dei partigiani caduti; vi compaiono Silvano Rossi e Alvaro Monti.
    CIGNO CIVITELLA DI ROMAGNA 17.07.1944
  • (anno imprecisato)
    Presso il comune di Montecchia di Crosara vi è una targa commemorativa che elenca i nomi delle vittime di questa strage.
    MONTECCHIA DI CROSARA
  • (anno imprecisato) Budrio, municipio
    Budrio (BO), Palazzo comunale: lapide che ricorda i caduti partigiani e le vittime per cause politiche, belliche e per rappresaglia; vi compaiono i nomi di Armando Sartoni e Sostegno Falzoni
    MEZZOLARA DI BUDRIO, 07.11.1943
  • (anno imprecisato) Budrio, municipio
    Budrio (BO), Palazzo comunale: lapide che ricorda i caduti partigiani e le vittime per cause politiche, belliche e per rappresaglia; vi compare il nome di Maria Pia Bovoli.
    BUDRIO, 09.04.1945
  • (anno imprecisato) Imola, Rocca
    Imola, Rocca: lapide che ricorda i morti per torture o per uccisione all’interno del carcere: Celso Silimbani, Luciano Gardelli, Goisuè Bombardini, Guido Bianconcini, Alfredo Stignani.
    IMOLA, 26.12.1944
  • (anno imprecisato)
    Nella frazione di Mortisa di Lugo Vicentino, Monumento con lapide e foto nel luogo dell’impiccagione di “Silva”.
    CALVENE, 28.03.1945
  • (anno imprecisato) Massa e Cozzile, località Traversagna, via Ugo Foscolo
    Lapide sul luogo dello scontro armato a ridosso dell’autostrada.
    SEGROMIGNO ALTO CAPANNORI 05-16.06.1944
  • (anno imprecisato) Cesena, piazza del popolo, loggia del palazzo comunale
    Cesena, piazza del Popolo, loggia del palazzo comunale: lapidario dedicato ai partigiani; vi compaiono i nominativi di Barbanti, Fusconi e Urbini oltre che di Bartolini e Morigi (che compare come Urbano Valentino) uccisi a Bagnile (Forlì Cesena) nel corso della stessa operazione.
    MARTORANO CESENA 29.04.1944
  • (anno imprecisato) Cesena, Martorano
    Martorano (Forlì Cesena), ciglio della strada: lapide dedicata a Urbini, Fusconi e ai due slavi con la seguente iscrizione: «Ai quattro martiri / barbaramente / trucidati / dalle orde fasciste / il 29.4.1944».
    MARTORANO CESENA 29.04.1944
  • (anno imprecisato) Ronta, Casa del popolo
    Ronta (Forlì Cesena), Casa del popolo: lapide che ricorda i caduti di Ronta nel 1943-1944; vi compare Otello (Gino) Fusconi.
    MARTORANO CESENA 29.04.1944
  • (anno imprecisato) San Giorgio di Cesena, Casa del Popolo
    San Giorgio di Cesena (Forlì Cesena), Casa del popolo: lapide sulla facciata in cui sono ricordati quattro partigiani di San Giorgio, tra cui Valentino Morigi (dovrebbe trattarsi di Urbano Valentino Morigi).
    MARTORANO CESENA 29.04.1944
  • (anno imprecisato) Cesena, piazza del popolo, loggia del palazzo comunale
    Cesena, piazza del Popolo, loggia del palazzo comunale: lapidario dedicato ai caduti partigiani; vi compare Boschi.
    ROVERSANO CESENA 05.05.1944
  • (anno imprecisato) piazza di Castel d'Aiano
    I nomi delle tre vittime sono inseriti nella lapide che ricorda le vittime delle rappresaglie, posta nella piazza di Castel d'Aiano, sopra il muro dove vennero fucilati.
    CASTEL D'AIANO, 23.04.1944
  • (anno imprecisato) Pian di Venola, Marzabotto
    A Pian di Venola è presente una lapide a ricordo della vittime
    PIAN DI VENOLA, MARZABOTTO, 23-25.06.1944
  • (anno imprecisato) Como, Camelata, cimitero
    Lapide all’esterno del cimitero di Camerlata: “Caddero per la Libertà il 5 luglio 1944 i partigiani della S.A.P. di Rovello Borghi Giuseppe di anni 21, da Gerenzano, Premoli Martino di anni 20, da Rovello, Emilio Quarti di anni 25, da Gerenzano”.
    CAMERLATA, COMO, 05.07.1944
  • (anno imprecisato) Porlezza, Cima
    Lapide che ricorda il tragitto percorso prima della fucilazione: “Qui a Dio dissero i loro peccati e ai loro cari ed alla Patria l’ultimo saluto sicuri che il loro martirio avrebbe dato la libertà. 21 gennaio 1945”.
    CIMA DI PORLEZZA, 21.01.1945
  • (anno imprecisato) Cucciago, piazza Martiri
    Lapide in Piazza Martiri della Libertà: “A Giuseppe Meroni Maria Borghi e Giovanni Battocchio martiri dell’eterna libertà, qui trucidati dai fascisti il 18 luglio del 1944, il ricordo di tutti gli uomini che in Italia e nel mondo cercano la giustizia, la libertà, la pace. Cucciago, 25 aprile 2009”.
    CUCCIAGO 18.07.1944
  • (anno imprecisato) Barzio, cimitero
    Lapide in ricordo dei fucilati di Barzio presso il cimitero locale
    BAITONE DELLA PIANCA, BARZIO E MAGGIO, 30-31.12.1944
  • (anno imprecisato) Maggio, cimitero
    Lapide in ricordo della fucilazione di Beltramelli Felice, Lombardo Rocco e Ronchetti Augusto presso il cimitero di Maggio di Cremeno
    BAITONE DELLA PIANCA, BARZIO E MAGGIO, 30-31.12.1944
  • (anno imprecisato) Garzeno, rifugio

    PORNACCHINO GARZENO 24-25.04.1945
  • (anno imprecisato) Como, viale Innocenzo XI
    Lapide in Viale Innocenzo IX a Como: “Il 24 gennaio 1945 Ballerini Luigi di anni 19, Cantaluppi Enrico di anni 21 uniti nella lotta degli stessi ideali caddero per la libertà”.
    COMO 24.01.1945
  • (anno imprecisato) Miogni, carcere
    Lapide a Carletto Ferrari posta sul muro esterno del carcere dei Miogni.
    BRUNELLA VARESE 11.01.1945
  • (anno imprecisato) Varese, frazione Loreto
    Cippo a Walter Marcobi a Loreto, frazione di Varese, in via dei Boderi. Ricorda il luogo dove venne trovato senza vita il comandante “Remo” della 121° Brigata Garibaldi “Gastone Sozzi"
    CAPOLAGO 05.10.1944
  • (anno imprecisato) Valsassina, grotta
    Grotta dei Fratelli Guerino e Caro Besana sulla strada per Biandino, Valsassina: targa posta dove i due giovani trascorsero la notte dopo il rastrellamento del 10 ottobre 1944. la ttobre 1944.
    INTROBIO 10-15.10.1944
  • (anno imprecisato)
    Lapide a Luigi Ghiringhelli, Elvio Copelli e Evaristo Trentini in largo “Martiri della Libertà” all’Ippodromo delle Bettole dove il 7 ottobre 1944 furono fucilati i tre partigiani della formazione autonoma “Lazzarini”.
    LUINO BRISSAGO VARESE 07.10.1944
  • (anno imprecisato) Firenze, Municipio
    Lapide ai partigiani del Comune di Firenze dove è riportato anche il nome di Fanciullacci, Piazza della Signoria, interno di Palazzo Vecchio.
    FIRENZE 14-17.07.1944
  • (anno imprecisato) Firenze, Municipio
    Lapide ai partigiani del Comune di Firenze, Piazza della Signoria, interno di Palazzo Vecchio.
    CERCINA SESTO FIORENTINO 18.06.1944
  • (anno imprecisato) Firenze, Municipio
    Lapide ai partigiani del Comune di Firenze, Piazza della Signoria, interno di Palazzo Vecchio.
    CERCINA SESTO FIORENTINO 12.06.1944
  • (anno imprecisato) Imola, viale Galvani 10
    Imola, viale Galvani 10: lapide che ricorda anno di nascita e anno di morte di Giulio Calamosca «caduto per la libertà».
    BETTOLA DI SESTO IMOLESE IMOLA 01-02.09.1944
  • (anno imprecisato) Chiavica
    Chiavica (Bologna): lapide posta sulla vecchia casa dei Savini; asportata quando è stata demolita l’abitazione.
    BUBANO MORDANO 19.08.1944
  • (anno imprecisato) Budrio, Municipio
    Budrio, Palazzo comunale: lapide che ricorda i caduti partigiani e le vittime per cause politiche, belliche e per rappresaglia; vi compare il nome di Dino Grandi.
    BUDRIO 24.11.1944
  • (anno imprecisato) Imola, via Cenni 8
    Imola, via Cenni 8: lapide che ricorda le date di nascita e morte di Dino Gamberini «caduto per la libertà».
    IMOLA 07-08.09.1944
  • (anno imprecisato) Imola, via Valeriani 2
    Imola, via Valeriani 2: lapide che ricorda le date di nascita e morte di Gino Beltrandi «caduto per la libertà».
    LINARO IMOLA 07.09.1944
  • (anno imprecisato) piazza del paese di Biagioni, Granaglione
    Monumento alla resistenza con lapide che ricorda i caduti del 4 luglio, piazza del paese di Biagioni
    BIAGIONI, GRANAGLIONE, 04.07.1944
  • (anno imprecisato) piazza di Lizzano in Belvedere
    I nomi dei fratelli Meliconi, dei fratelli Torlaini e di Zoffoli sono incisi nella lapide del monumento in piazza a Lizzano in Belvedere.
    MONTEACUTO, LIZZANO IN BELVEDERE, 16.07.1944
  • (anno imprecisato) cimitero di Monteacuto (Lizzano in Belvedere)
    Lapide di Zoffoli al cimitero di Monteacuto (Lizzano in Belvedere)
    MONTEACUTO, LIZZANO IN BELVEDERE, 21.07.1944
  • (anno imprecisato) piazza di Lizzano in Belvedere
    I nomi dei fratelli Meliconi, dei fratelli Torlaini e di Zoffoli sono ricordati in una lapide del monumento in piazza a Lizzano in Belvedere.
    MONTEACUTO, LIZZANO IN BELVEDERE, 21.07.1944
  • (anno imprecisato) Bozzo
    A Bozzo è presente un monumento con lapide in ricordo dei caduti.
    FONDOVALLE SETTA, MONZUNO, 22.07.1944
  • (anno imprecisato) Bozzo
    A Bozzo è presente un monumento con lapide in ricordo dei caduti.
    RIPOLI, SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO, 22.07.1944
  • (anno imprecisato) Bozzo
    A Bozzo è presente un monumento con lapide in ricordo dei caduti.
    BOZZO, GRIZZANA, 22-23.07.1944
  • (anno imprecisato) Imola, Spazzate Sassatelli, via Chiesa 10
    Spazzate Sassatelli, via Chiesa 10: lapide posta su un edificio poi demolito (con conseguente distruzione della lapide).
    SPAZZATE SASSATELLI IMOLA 14.07.1944
  • (anno imprecisato) Beverino, strada Aurelia tra Boccapignone e Stagnedo
    Una lapide posta sul luogo della fucilazione ricorda tutte le vittime, distinguendo però tra Fasolato e Brosini, partigiani della Colonna Giustizia e Libertà, e gli altri uccisi.
    BOCCAPIGNONE STAGNEDO BEVERINO 12.03.1945
  • (anno imprecisato) Calice al Cornoviglio, Calice Castello
    Sul luogo delle fucilazioni, lungo la strada che unisce Calice Castello al fondovalle, è presente una lapide posta dal Comune di Calice al Cornoviglio che ricorda le due vittime della “barbarie nazifascista”.
    CALICE CASTELLO, CALICE AL CORNOVIGLIO 11.10.1944
  • (anno imprecisato) Sarzana. via Firmafede
    In via Firmafede a Sarzana è presente una lapide in marmo posta dal Comune di Sarzana e dall'ANPI che ricorda la vittima Sanguinetti “martire della ferocia fascista”.
    SARZANA 30.01-03.04.1945
  • (anno imprecisato) Fazzolo
    Al Fazzolo è stata collocata una lapide a ricordo dei fucilati il 23 luglio 1944
    PIOPPE, MARZABOTTO, 23.07.1944
  • (anno imprecisato)
    Lapide con i nomi degli uccisi durante la rappresaglia
    LUMINASIO, MARZABOTTO, 05.08.1944
  • (anno imprecisato) Capannori, Pieve di Compito
    Lapide sul luogo della fucilazione presso la fabbrica “Mori Lorenzo”.
    PIEVE DI COMPITO CAPANNORI 28.07.1944
  • (anno imprecisato) Massarosa, cimitero
    Lapide sul muro del cimitero di Massarosa.
    CIMITERO MASSAROSA 19.04.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, ospedale Sant’Orsola, Istituto di Anatomia patologica
    una lapide ricorda i medici del Sant’Orsola attivi nella Resistenza; tra loro figura Collado Martinez a cui inoltre sono stati dedicati una targa e un ritratto posti nello stesso luogo.
    PIAZZA MATTEOTTI CASALECCHIO DI RENO 10.10.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, via Benedetto XIV
    Targa posta sulla facciata della casa dove visse Collado Martinez inaugurata nel 2014.
    PIAZZA MATTEOTTI CASALECCHIO DI RENO 10.10.1944
  • (anno imprecisato) Casalecchio di Reno (BO), piazza Matteotti
    Targa su una cancellata (originariamente su un pilastrino) a ricordo di Ubaldo Musolesi voluta dalla moglie.
    PIAZZA MATTEOTTI CASALECCHIO DI RENO 10.10.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, piazza Nettuno
    Bologna, piazza Nettuno: sacrario dei caduti partigiani; vi è ricordato Mongiorgi.
    GESSI DI ZOLA PREDOSA 17.10.1944
  • (anno imprecisato) Tignano
    lapide che ricorda padre Mario Ruggeri.
    MONTE CERVO SASSO MARCONI 08.10.1944
  • (anno imprecisato) Castelluccio di Porretta Terme
    Castelluccio di Porretta, lapide a ricordo dei fucilati.
    CASTELLUCCIO, PORRETTA TERME, 12.08.1944
  • (anno imprecisato) Monzone (Pavullo nel Frignano)
    Lapide a ricordo del parroco di Monzone (Pavullo nel Frignano) nel muro esterno della chiesa parrochiale
    VILLAGGIO ARTIGIANO, FANANO, 30.08.1944
  • (anno imprecisato) Rioveggio
    I nomi dei fucilati sono inseriti nella lapide di Rioveggio
    VIZZANO, SASSO MARCONI, 08.09.1944
  • (anno imprecisato) cimitero di Monteacuto (Lizzano in Belvedere)
    I nomi dei tre partigiani sono ricordati con una lapide al cimitero di Monteacuto (Lizzano in Belvedere)
    MONTEACUTO, LIZZANO IN BELVEDERE, 16.09.1944
  • (anno imprecisato) Maresca (San Marcello Pistoiese)
    I tre nominativi sono presenti anche nella lapide a Maresca (San Marcello Pistoiese)
    MONTEACUTO, LIZZANO IN BELVEDERE, 16.09.1944
  • (anno imprecisato) Suviana
    Lapide a Suviana che ricorda i tre partigiani caduti
    SUVIANA, CASTEL DI CASIO, 26.09.1944
  • (anno imprecisato) Chiesa di Labante (Castel d'Aiano)
    I nomi sono inseriti nell'elenco dei caduti nella lapide posta sul muro esterno della chiesa di Labante (Castel d'Aiano)
    LABANTE, CASTEL D'AIANO, 26.28.09.1944
  • (anno imprecisato) piazza di Castel d'Aiano
    I nomi sono inseriti nell'elenco dei caduti nella lapide posta in piazza a Castel d'Aiano
    LABANTE, CASTEL D'AIANO, 26.28.09.1944
  • (anno imprecisato) Burzanella (Camugnano)
    I nomi sono inseriti nella lapide a Burzanella.
    BURZANELLA, CAMUGNANO, 27.09.1944
  • (anno imprecisato) Osteriola (BO), via San Vitale 190
    tre lapidi ricordano i nomi e le date di nascita e di morte di Otello Cardelli, Angelo Volta e Armando Gardi; tutte recano l’iscrizione «caduto per la libertà».
    STAZIONE SAN RUFFILLO BOLOGNA 16.03.1945
  • (anno imprecisato) Imola (BO), via Campanella 36
    una lapide ricorda il nome e le date di nascita e di morte di Enea Loreti, e reca l’iscrizione «caduto per la libertà».
    STAZIONE SAN RUFFILLO BOLOGNA 16.03.1945
  • (anno imprecisato) Bologna, via Oretti (originale) e via Faenza 4 (riproduzione)
    lapide per i partigiani caduti e dispersi del Pontevecchio; tra loro compare Bruno Albertazzi tra i prelevati dal carcere il 09/04/1945
    SAN RUFFILLO BOLOGNA 09.04.1945
  • (anno imprecisato) Bologna, via Oretti (originale) e via Faenza 4 (riproduzione)
    lapide per i partigiani caduti e dispersi del Pontevecchio; compaiono Francesco Brusa e Remo Nicoli tra i dispersi che risultano prelevati dal carcere il 04/04/1945.
    STAZIONE SAN RUFFILLO BOLOGNA 04.04.1945
  • (anno imprecisato) piazza di Monghidoro
    Le vittime sono ricordate in una lapide del monumento nella piazza del paese
    CA' DI GIORGIO, MONGHIDORO, 29.09.1944
  • (anno imprecisato) casa della famiglia Verardi a Casigno
    I nomi sono scritti nella lapide posta sul muro della casa della famiglia Verardi a Casigno
    CASIGNO, CASTEL D'AIANO, 01.10.1944
  • (anno imprecisato) piazza di Castel d'Aiano
    I nomi sono inseriti nell'elenco dei caduti nella lapide posta in piazza a Castel d'Aiano
    CASIGNO, CASTEL D'AIANO, 01.10.1944
  • (anno imprecisato) Castelluccio di Porretta Terme
    Tre nomi: Castelli, Masini e Venturi sono scritti nella lapide di Castelluccio di Porretta.
    CASTELLUCCIO, PORRETTA TERME, 10.10.1944
  • (anno imprecisato) Palazzo comunale di Budrio
    Il nome di Ilario Favalini è inserito nella lapide del Palazzo comunale di Budrio che ricorda le vittime per cause belliche, politiche e per rappresaglia e i partigiani caduti.
    COLLE AMENO, SASSO MARCONI, 27.11.1944
  • (anno imprecisato) Susano, Vergato
    Lapide a Susano che ricorda dieci vittime, ma non il nome di Viscogni ucciso a Liserna.
    SUSANO, VERGATO, 23-24.10.1944
  • (anno imprecisato) Boschi, Vergato
    Nella località Boschi, dove sorgeva la casa dove è avvenuta la strage, è stata collocata una lapide con undici nomi. Ci sono delle inesattezze: non figurano i coniugi Domenico Nanni e Giovanna Travetti, compaiono invece quelli di Raffaele Nanni e Cleofe Donati uccisi però a Cavacchio.
    BOSCHI, VERGATO, 13.12.1944-06.01.1945
  • (anno imprecisato) Bologna, via Finzi 2
    Lapide commemorativa, via Finzi 2 Ricorda i nomi degli 85 ebrei bolognesi appartenenti alla comunità israelitica che dopo l’8 settembre 1943 furono deportati e trovarono la morte nei campi di sterminio nazisti.
    VIALE DEI CAPPUCCINI BOLOGNA 09.11.1943
  • (anno imprecisato) Bologna. via Broccaindosso 44
    Lapide a ricordo di Giancarlo Romagnoli
    POLIGONO DI TIRO BOLOGNA 03.01.1944
  • (anno imprecisato) Bologna
    Romagnoli è il più giovane partigiano «fucilato dall’occupante tedesco» a Bologna, come ricorda la targa collocata sulla facciata della casa dove abitava con la sua famiglia (prima dello sfollamento a Vidiciatico per ripararsi dai bombardamenti sulla città).
    POLIGONO DI TIRO BOLOGNA 03.01.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, via della Certosa
    Lapide ai partigiani fucilati sul muro esterno della Certosa [1948], via della Certosa
    VIA DELLA CERTOSA BOLOGNA 01.04.1944
  • (anno imprecisato) Bologna via Sante Vincenzi 60 angolo via Rimesse
    Lapide Remigio Venturoli
    VIA RIMESSE BOLOGNA 01.04.1944
  • (anno imprecisato) Budrio, Municipio
    Budrio, Palazzo comunale: lapide che ricorda i caduti partigiani e le vittime per cause politiche, belliche e per rappresaglia; vi compare il nome di Luigi Bentivogli.
    PONTE PER SAN MARTINO IN ARGINE BUDRIO 26.07.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, via Antonio Di Vincenzo 47
    Lapide dedicata a Bruno Monterumici e Vasco Mattioli
    VIA DELL’ARCOVEGGIO, BOLOGNA, 05.07.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, via Antonio Di Vincenzo 47
    Lapide dedicata a Bruno Monterumici e Vasco Mattioli
    VIA TIBALDI, BOLOGNA, 05.07.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, via Pioppe 2
    Lapide dedicata ad Aldo Arstani e Pietro Simoni
    SCALO FERROVIARIO SAN DONATO, BOLOGNA, 12.07.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, via Pietralata angolo via del Pratello
    Lapide partigiani comunisti
    PIAZZA DEL NETTUNO, BOLOGNA, 14.07.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, via Massarenti 205
    Lapide Paride Pasquali
    PIAZZA DEL NETTUNO, BOLOGNA, 21.07.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, via Begatto angolo via San Vitale
    Lapide commemorativa sul luogo dell’uccisione
    VIA BEGATTO BOLOGNA 14.11.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, via Marzabotto 10/2
    Lapide Irma Bandiera, Giardino medaglie d’oro partigiane, via Marzabotto 10/2
    VIA CAMICIE NERE, BOLOGNA, 14.08.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, via Irma Bandiera 1/f
    Lapide Irma Bandiera, via Irma Bandiera 1/f
    VIA CAMICIE NERE, BOLOGNA, 14.08.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, piazza VIII agosto
    Lapide in memoria dei fucilati il 18 agosto 1944, parco della Montagnola, piazza VIII agosto
    PIAZZA VIII AGOSTO BOLOGNA 18.08.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, via Busacchi
    Lapide Pietro Busacchi, via Busacchi angolo via Martini
    VIA CAMICIE NERE, BOLOGNA, 21.11.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, via Venezian 1
    Lapide Stenio Polischi, via Venezian 1
    VIA VENEZIAN BOLOGNA 23.08.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, via Giuseppe Bentivogli
    Lapide Cirenaica, via Giuseppe Bentivogli 42 La lapide ricorda coloro che caddero per la libertà tra il 1943 e 1945 nella zona della Cirenaica, costituita da numerosi caseggiati costruiti nel periodo fascista con nomi di vie inneggianti alla conquista dell'Africa. La lapide comprende i nomi di 33 partigiani uccisi, fra cui quello di Egisto Felisati.
    VIA SAN DONATO, BOLOGNA, 19.09.1944
  • (anno imprecisato)
    Lapide in memoria delle 6 vittime della 7 Brigata Garibaldi GAP Gianni, via Ponte Romano 34 (oggi via Mil-liario)
    POLIGONO DI TIRO BOLOGNA 19.09.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, via Porta Nova angolo piazza Malpighi
    Lapide Giorgio Maccaferri
    VIA PORTA NOVA BOLOGNA 03.08.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, via San Giacomo 3
    Lapide cortile di palazzo Poggi (Rettorato), via san Giacomo 3
    UNIVERSITÀ BOLOGNA 20.10.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, , via Andrea Costa 73/a
    Lapide infermeria partigiana
    POLIGONO DI TIRO BOLOGNA 13.12.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, Certosa
    Lapide Giovanni Martini, muro d’ingresso della Certosa
    VIA DELLA CERTOSA BOLOGNA 15.12.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, via Pietralata angolo via del Pratello
    Lapide partigiani comunisti
    VIA DELLA CERTOSA BOLOGNA 15.12.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, vicolo Alemagna 5
    Lapide Ognibene, vicolo Alemagna 5
    VICOLO ALEMAGNA, BOLOGNA, 05.01.1945
  • (anno imprecisato) Bologna, via Falegnami 2A
    Lapide Clelio Fiocchi Elio Magli
    VIA DEI FALEGNAMI, BOLOGNA, 23.03.1945
  • (anno imprecisato) Bologna, via dei Poeti
    Lapide Giuseppe Bentivogli e Paolo Fabbri
    VIA EMILIA PONENTE BOLOGNA 20.04.1945
  • (anno imprecisato) Bologna, Giardino medaglie d’oro partigiane, via Marzabotto 10/2
    Lapide Giuseppe Bentivogli Lapide Sante Vincenzi
    VIA EMILIA PONENTE BOLOGNA 20.04.1945
  • (anno imprecisato) Varenna, Montagnetta di Fiumelatte
    Lapide presso la Montagnetta di Fiumelatte che ricorda i sei partigiani fucilati l'8 gennaio 1945.
    MONTAGNETTA DI FIUMELATTE VARENNA 08.01.1945
  • (anno imprecisato) Bologna, via Caduti di Casteldebole, angolo via Ghiare
    lapide che ricorda la rappresaglia
    CASTELDEBOLE BOLOGNA 30-31.10.1944
  • (anno imprecisato) Imola, Rocca
    lapide sulla mura della Rocca che ricorda gli antifascisti e partigiani detenuti nelle carceri e deceduti; oltre a Stignani compaiono Luciano Gardelli (morto il 28/11/1944 quando una granata alleata colpi il torrione della Rocca dove era recluso), Celso Silimbani (v. Episodio di Imola (BO), 26 dicembre 1944), Giosuè Bombardini (v. Episodio di Imola (BO), 28 gennaio 1945), Guido Bianconcini (v. Episodio di Imola (BO), 12 febbraio 1945).
    IMOLA 07-08.09.1944
  • (anno imprecisato) Imola, sede dell’Anpi
    è conservata una lapide che riporta data di nascita e di morte di Antonio Cassani e la dicitura «caduto per la libertà»; la lapide è da ricollocare.
    POZZO BECCA IMOLA 12-13.04.1945
  • (anno imprecisato) Imola (BO), via Digione 23
    lapide che riporta data di nascita e di morte di Domenico Rivalta e la dicitura «caduto per la libertà».
    POZZO BECCA IMOLA 12-13.04.1945
  • (anno imprecisato) Napoli, piazza Bovio
    Una lapide sull’edificio del Palazzo della Camera di Commercio di Piazza Bovio (detta Piazza della Borsa) ricorda i nomi delle vittime.
    PIAZZA DELLA BORSA NAPOLI 12.09.1943
  • (anno imprecisato) Napoli, Università
    Una lapide in ricordo dell’allora ignoto marinaio e dell’incendio dell’ateneo è posta, fin dal dopoguerra, sulla scalinata di accesso all’Università.
    UNIVERSITÀ NAPOLI 12.09.1943
  • (anno imprecisato)
    Una lapide, posta sulla facciata ricorda l’eccidio: “Alle finestre e lungo le scale di questo palazzo, il 23 aprile 1944, cinquanta pendenti salme di martiri mostrarono alla città inorridita, la ferocia dell’irato germanico tiranno ciecamente sfogata su uomini di liberi sensi inermi prigionieri in sue mani. A perpetuo ricordo dei sacrificati pose il Comune – 23 aprile 1947.
    VIA GHEGA TRIESTE 23-4-1944
  • (anno imprecisato)
    Una lapide, posta nel 1996 sul muro dell’edificio dal quale si accedeva alla masseria, ricorda, con qualche inesattezza, i nomi di alcune delle vittime della masseria Pezzalonga e di alcuni dei fucilati nella strage di via Pigna. Un’altra lapide, posizionata nel 1949 dall’Associazione Unione Cattolica, è presente all’esterno della chiesa dell’Addolorata alla Pigna, ma ricorda solo alcune delle vittime della strage della masseria, mentre alcuni nominativi della strage della Pigna sono riportati sulla lapide posta sulla facciata esterna del liceo Sannazaro.
    VIA PIGNA NAPOLI 30-9-1943
  • (anno imprecisato)
    Una lapide, posta nel 1996 sul muro dell’edificio dal quale si accedeva alla masseria, ricorda, con qualche inesattezza, i nomi di alcune delle vittime della masseria Pezzalonga e di alcuni dei fucilati nella strage di via Pigna. Altri nomi sono ricordati su una lapide, posizionata nel 1949 dall’Associazione Unione Cattolica, all’esterno della chiesa dell’Addolorata alla Pigna. Il nome di Adolfo Pansini, al quale è intitolato un liceo classico vomerese, in piazza Quattro Giornate, è riportato anche sulla lapide posta sulla facciata del liceo Sannazaro, sempre al Vomero.
    VIA CASE PUNTELLATE 43 NAPOLI 29-9-1943
  • (anno imprecisato) Varano Melegari, municipio
    Il nome di Aldina Guidotti è ricordato nella lapide posta sul palazzo del municipio di Varano Melegari dedicata alle vittime del nazifascismo.
    VARANO MELEGARI 16.06.1944
  • (anno imprecisato) Massarosa, Massaciuccoli, piazza centrale
    Nella piazza centrale di Massaciuccoli è presente una lapide contenente i nomi dei civili uccisi in villa Minutoli.
    MASSACIUCCOLI MASSAROSA 02.09.1944
  • (anno imprecisato) Vignale Monferrato, Parco della Rimembranza

    VIGNALE MONFERRATO 12.04.1945
  • (anno imprecisato) Civitella di Romagna (FC), via Gramsci, mura del castello
    Il nome di Buscherini compare nel lapidario dei caduti partigiani.
    CIVORIO CIVITELLA DI ROMAGNA 17.10.1944
  • (anno imprecisato) Tossino di Modigliana (FC), facciata della chiesa
    Lapide che ricorda le vittime civili e militari della guerra 1940-1945; vi compaiono i coniugi Albonetti e Saviotti.
    TOSSINO DI MODIGLIANA 23.11.1944
  • (anno imprecisato) Sarsina (FC), strada statale del Savio, parco comunale
    Sulla lapide dedicata ai civili morti nella seconda guerra mondiale compare don Dino Foschi. Probabilmente c’è un errore nel nome.
    RANCHIO SARSINA 02.10.1944
  • (anno imprecisato) via Gran San Bernardo 18, Milano
    Lapide in via Gran San Bernardo 18, dove la vittima dimorava
    VIA DELLA MOSCOVA MILANO 14.09.1943
  • (anno imprecisato) via San Paolino 5, Milano
    AngeloLeoni è ricordato, insieme a altri quattro partigiani, in una lapide apposta a Milano in via S.Paolino 5 (cascina Monterobbio) dove tutti risiedevano.
    MILANO, 25.12.1944
  • (anno imprecisato) Bagolino
    lapide posta dall’Anpi sul fienile della strage.
    BAGOLINO 06.10.1944
  • (anno imprecisato) via Ondei 3, Brescia
    Lapide posta il 25 aprile 1946 sulla facciata della casa in via Ondei civico 3.
    POLIGONO DI TIRO DI MOMPIANO BRESCIA 06.02.1944
  • (anno imprecisato) cappella della caserma di artiglieria Ottaviani in via Tartaglia, Brescia
    Lapide posta nella cappella della caserma di artiglieria Ottaviani in via Tartaglia.
    CASERMA OTTAVIANI BRESCIA 24.02.1944
  • (anno imprecisato) caserma di artiglieria Ottaviani in via Tartaglia, Brescia
    Lapide nella caserma.
    CASCINA OTTAVIANI BRESCIA 16.09.1944
  • (anno imprecisato) Cairo Montenotte, Via Medaglie d'Oro
    Lapide in marmo, posta su un passo in prossimità dei cippi dei Garibaldini e delle Medaglie d'Oro e inaugurata nel 1984 (oltre ai nomi dei 4 ufficiali autonomi, riporta anche quelli dei 4 partigiani della “Stella rossa” fucilati il 16 gennaio 1944).
    CASA BATTAGLIERI CAIRO MONTENOTTE 16.04.1944
  • (anno imprecisato) Melogni di Acquafredda (sulla parete della casa presso la quale avvenne la strage)
    lapide in marmo posizionata dalla “popolazione di Acquafredda” il 10.05.1945 e dedicata al “nome luminoso dei cinque martiri”, vittime di “un gruppo di barbari teutonici”.
    ACQUAFREDDA MILLESIMO 24.08.1944
  • (anno imprecisato) Melogni di Acquafredda (sulla parete della casa presso la quale avvenne la strage):
    11 piastrelle in terracotta, posizionate nell'aprile del 1996 ad opera delle classi 3ªA e 3ªD della Scuola media di Millesimo, su cui, tramite i disegni e le parole degli alunni, in cinque fasi si ricostruisce l'episodio. Per un raffronto tra le due lapidi, che riportano le due diverse memorie della strage, cfr. G. Carrara, Acquafredda: un caso di memoria divisa, cit., pp. 223-227; cfr. inoltre G. Carrara, Acquafredda. Una strage nazista nella “terra di nessuno” , cit., pp.136-140.
    ACQUAFREDDA MILLESIMO 24.08.1944
  • (anno imprecisato) Millesimo, Monumento ai caduti di tutte le guerre (presso i giardini pubblici)
    lapide in marmo con i nomi dei caduti della guerra di Liberazioni (comprensivi dei nomi delle 5 vittime).
    ACQUAFREDDA MILLESIMO 24.08.1944
  • (anno imprecisato) piazza Europa 1 (Municipio), Bozzolo, MN
    Lapide che ricorda Pompeo Accorsi, nato a Pontremoli l'8/5/1919, e Sergio Arini, nato a Bozzolo il 30/7/1917. Insieme a loro vengono ricordati: Giuseppe Bonoldi, nato a Bozzolo l'1/1/1915 (appartenente alla 143^ brigata Garibaldi, operante nel parmense e ucciso in un'imboscata a Langhirano (Pr); Arturo Valzania, nato Cesena il 4/2/1918 (appartenente alle Fiamme Verdi) e caduto a Bozzolo nei giorni della Liberazione. Per maggiori informazioni: http://www.chieracostui.com/costui/docs/search/schedaoltre.asp?ID=18659
    FORTE SAN LEONARDO VERONA 31.08.1944
  • (anno imprecisato) Fanano, Fellicarolo, loc. Barducca
    Fanano, Fellicarolo, loc. Barducca, lapide a ricordo dei partigiani caduti
    FANANO E SESTOLA, 11-12.08.1944
  • (anno imprecisato) piazza di Lizzano in Belvedere
    A Lizzano, nella lapide in piazza, sono ricordati i due partigiani fucilati
    LIZZANO IN BELVEDERE, 13-14.08.1944
  • (anno imprecisato) Civitella di Romagna (FC), mura del Castello
    Nel lapidario dei caduti per la libertà compare Giovanni Vignali.
    CIOLA MERCATO SARACENO 10.09.1944
  • (anno imprecisato) Civitella di Romagna (FC), via Gramsci, mura del castello
    I nomi di Bassini, Biserni, Masini, Versari, dei due Mengozzi e dei due Prati compaiono nel lapidario dei caduti partigiani.
    SEGGIO CIVITELLA DI ROMAGNA 03.10.1944
  • (anno imprecisato) Civitella di Romagna (FC), via Gramsci, mura del castello
    I nomi di Bassini, Biserni, Masini, Versari, dei due Mengozzi e dei due Prati compaiono nel lapidario dei caduti partigiani.
    MONTEVECCHIO CIVITELLA DI ROMAGNA 03.10.1944
  • (anno imprecisato) Rivalta di Faenza (RA), cappella di Villa Neri via Pittora 1
    Incisione che ricorda le persone attive nel gruppo di Virgilio Neri e dei fratelli Spazzoli e i primi combattenti della Resistenza nella zona tra Faenza e Forlì; sono presenti i nomi di Arturo Spazzoli, Silvio Corbari, Iris Versari e Adriano Casadei.
    CA’ CORNIO-MONTE TREBBIO MODIGLIANA 18.08.1944
  • (anno imprecisato) Forlì, piazza Saffi, palazzo comunale
    Lapide murata sopra il portico verso la piazza collocata negli anni Cinquanta e dettata dal deputato alla Costituente e poi senatore Aldo Spallicci.
    CA’ CORNIO-MONTE TREBBIO MODIGLIANA 18.08.1944
  • (anno imprecisato) Forlì, piazza Saffi, lampione a cui furono impiccati i corpi di Corbari, Versari, Casadei e Spazzoli
    Targa posta il 18/08/1945 che ricorda l’avvenimento.
    CA’ CORNIO-MONTE TREBBIO MODIGLIANA 18.08.1944
  • (anno imprecisato) Faenza (RA), piazza del Popolo, palazzo comunale
    Lapide che ricorda antifascisti e partigiani caduti nel periodo 1922-1944; vi compare Corbari.
    CA’ CORNIO-MONTE TREBBIO MODIGLIANA 18.08.1944
  • (anno imprecisato) Faenza (RA), corso Borgo Durbecco 91
    Lapide murata che ricorda la casa dove nacque Corbari.
    CA’ CORNIO-MONTE TREBBIO MODIGLIANA 18.08.1944
  • (anno imprecisato) Castrocaro (FC), piazza Garibaldi
    Lapide che ricorda l’impiccagione di Corbari e Casadei e cita anche Spazzoli e Versari.
    CA’ CORNIO-MONTE TREBBIO MODIGLIANA 18.08.1944
  • (anno imprecisato) Sarsina (FC), loggiato del palazzo comunale
    Lapide che ricorda i caduti di Sarsina nella lotta di liberazione posta nel 1954.
    CA DI MARTINO DI SORBANO SARSINA 28.09.1944
  • (anno imprecisato) Sarsina (FC), loggiato del palazzo comunale
    Lapide con la motivazione dell’assegnazione della croce al valor militare a Sarsina nel 1958.
    CA DI MARTINO DI SORBANO SARSINA 28.09.1944
  • (anno imprecisato) Sarsina (FC), chiesa del cimitero
    Lapide che ricorda la strage del 28 settembre 1944 senza i nomi delle vittime.
    CA DI MARTINO DI SORBANO SARSINA 28.09.1944
  • (anno imprecisato) Sarsina (FC), cimitero
    Lapide che ricorda come vittime della rappresaglia tedesca del 28 settembre Vittorio Bartolini (morto in seguito ai tiri dell’artiglieria tedesca su Sarsina del 26 settembre 1944), Giuseppe Bosi, Antonio, Canu, Antonio Catalano, Antonio Francioni, Giuseppe Giovanardi, Armando Gori, Edgardo Rossi, Enea Rossi (morto in seguito ai tiri dell’artiglieria tedesca su Sarsina del 26 settembre 1944), Giuseppe Rossi, Rovigo Serra e Antonio Quaranta sul quale non abbiamo informazioni.
    CA DI MARTINO DI SORBANO SARSINA 28.09.1944
  • (anno imprecisato) Sarsina (FC), cimitero
    Lapide sul muro interno che ricorda Antonio Catalano, Antonio Francioni, Giuseppe Giovanardi, Rovigo Serra e Giuseppe Rossi tra gli uccisi del 28 settembre 1944 a Sarsina e a Ca’ di Martino; sulla lapide sono ricordati anche i nomi di alcune delle persone morte in seguito al cannoneggiamento tedesco su Sarsina del 26 settembre 1944: Vittorio Bartolini (nato il 06/08/1930), Wally Cortesi (nata il 04/04/1928), Enea Rossi (nato il 22/11/1887).
    CA DI MARTINO DI SORBANO SARSINA 28.09.1944
  • (anno imprecisato) Civitella di Romagna (FC), mura del castello
    Lapidario dei «caduti per la liberta»; vi compare Giovanni Cantarelli.
    SEGUNO CIVITELLA DI ROMAGNA 04.10.944
  • (anno imprecisato) Castrocaro (FC), cimitero
    Lapide nel muro di cinta che ricorda l’uccisione del 14/08/1944 e quella dei fratelli Rolando e Verardo Verità uccisi il 12/08/1944 (v. Episodio di Castrocaro (FC), 12 agosto 1944, fratelli Verità).
    CASTROCARO 14.08.1944
  • (anno imprecisato) Castrocaro (FC), cimitero
    Lapide nel muro di cinta che ricorda l’uccisione del 12/08/1944 e quella di altri cinque uomini uccisi il 14/08/1944 (v. Episodio di Castrocaro (FC), 14 agosto 1944).
    CASTROCARO 12.08.1944
  • (anno imprecisato) Forlì, piazza Saffi, palazzo comunale
    lapide murata sopra il portico verso la piazza collocata negli anni Cinquanta e dettata dal deputato alla Costituente e poi senatore Aldo Spallicci.
    CASTROCARO 18.08.1944
  • (anno imprecisato) Forlì, piazza Saffi, lampione a cui furono impiccati i corpi di Corbari, Versari, Casadei e Spazzoli
    targa posta il 18/08/1945 che ricorda l’avvenimento.
    CASTROCARO 18.08.1944
  • (anno imprecisato) Faenza (RA), piazza del Popolo, palazzo comunale
    Lapide che ricorda antifascisti e partigiani caduti nel periodo 1922-1944; vi compare Corbari.
    CASTROCARO 18.08.1944
  • (anno imprecisato) Faenza (RA), corso Borgo Durbecco 91
    lapide murata che ricorda la casa dove nacque Corbari.
    CASTROCARO 18.08.1944
  • (anno imprecisato) Castrocaro (FC), piazza Garibaldi
    Lapide che ricorda l’impiccagione di Corbari e Casadei e cita anche Spazzoli e Versari.
    CASTROCARO 18.08.1944
  • (anno imprecisato) Sarsina (FC), loggiato del palazzo comunale
    Lapide che ricorda i caduti di Sarsina nella lotta di liberazione posta nel 1954.
    SARSINA 26-28.09.1944
  • (anno imprecisato) Sarsina (FC), chiesa del cimitero
    Lapide che ricorda la strage del 28 settembre 1944 senza i nomi delle vittime.
    SARSINA 26-28.09.1944
  • (anno imprecisato) Sarsina (FC), cimitero
    Lapide che ricorda come vittime della rappresaglia tedesca del 28 settembre Vittorio Bartolini (morto in seguito ai tiri dell’artiglieria tedesca su Sarsina del 26 settembre 1944), Giuseppe Bosi, Antonio, Canu, Antonio Catalano, Antonio Francioni, Giuseppe Giovanardi, Armando Gori, Edgardo Rossi, Enea Rossi (morto in seguito ai tiri dell’artiglieria tedesca su Sarsina del 26 settembre 1944), Giuseppe Rossi, Rovigo Serra e Antonio Quaranta sul quale non abbiamo informazioni.
    SARSINA 26-28.09.1944
  • (anno imprecisato) Sarsina (FC), cimitero
    Lapide sul muro interno che ricorda Antonio Catalano, Antonio Francioni, Giuseppe Giovanardi, Rovigo Serra e Giuseppe Rossi tra gli uccisi del 28 settembre 1944 a Sarsina e a Ca’ di Martino; sulla lapide sono ricordati anche i nomi di alcune delle persone morte in seguito al cannoneggiamento tedesco su Sarsina del 26 settembre 1944: Vittorio Bartolini (nato il 06/08/1930), Wally Cortesi (nata il 04/04/1928), Enea Rossi (nato il 22/11/1887).
    SARSINA 26-28.09.1944
  • (anno imprecisato) Raggio di Mercato Saraceno
    Lapide sul luogo dell’uccisione.
    RAGGIO DI MERCATO SARACENO 16.10.1944
  • (anno imprecisato) Boves, via dei Martiri
    Lapide in via Dei Martiri a Boves, promossa da ente pubblico.
    BOVES 27.04.1945
  • (anno imprecisato) La Morra, piazza Martiri
    Cippo e lapide in Piazza Martiri a La Morra promossi da enti pubblico;
    CEREQUIO LA MORRA 29.08.1944
  • (anno imprecisato) La Morra, frazione Cerequio
    Lapide in frazione Cerequio di La Morra promossa da ente pubblico.
    CEREQUIO LA MORRA 29.08.1944
  • (anno imprecisato) via Magenta, Cuggiono
    lapide in via Magenta a Cuggiono
    VIA VINCENZO MONTI, MILANO, 07.07.1944
  • (anno imprecisato) Ozzero
    lapide sul luogo dell’esecuzione
    OZZERO, 12.10.1944
  • (anno imprecisato) località Goletto, Brescia
    Lapide posta in località Goletto e che reca la seguente iscrizione: “IL 27 MARZO 1945 QUI CADDE PER LA LIBERTÀ. PIERO LANFRANCHI PARTIGIANO DELLA VII BIS BRIGATA MATTEOTTI. I tuoi compagni di lotta”
    I RONCHI BRESCIA 27.03.1945
  • (anno imprecisato) Cesena, sferisterio della Rocca Malatestiana (pressi di via Cia degli Ubaldini)
    Lapide che ricorda gli avvenimenti del 03/09/1944.
    ROCCA DI CESENA 03.09.1944
  • (anno imprecisato) Cesena, piazza del Popolo, loggia del palazzo comunale
    Nel lapidario dedicato ai martiri della Resistenza sono ricordati i fucilati allo sferisterio il 03/09/1944.
    ROCCA DI CESENA 03.09.1944
  • (anno imprecisato) Cesenatico (FC), cimitero
    Lapide che ricorda gli uccisi a Ponte Ruffio il 18/08/1944 e gli uccisi alla Rocca il 03/09/1944 (sulla lapide è riportata la data del 04/09/1944).
    ROCCA DI CESENA 03.09.1944
  • (anno imprecisato) Ronta (FC), Casa del popolo
    Lapide che ricorda i caduti di Ronta nel 1943-1944; vi compare Urbano Fusconi.
    ROCCA DI CESENA 03.09.1944
  • (anno imprecisato) San Giorgio (FC), Casa del popolo
    Lapide che ricorda i «compagni» caduti nel 1943-44; vi compare Urbano Fusconi.
    ROCCA DI CESENA 03.09.1944
  • (anno imprecisato) San Piero in Bagno (FC), Piazza Martiri del 25 luglio 1944, facciata del palazzo comunale
    lapide con epigrafe collocata nel 1954.
    PASSO DEL CARNAIO BAGNO DI ROMAGNA 25.07.1944
  • (anno imprecisato) Balze (FC), podere Ca’ Baticci
    lapide che ricorda Bardeschi, Moroni e Casini.
    SERRA DI BALZE VERGHERETO 02.07.1944
  • (anno imprecisato) Civitella di Romagna (FC), mura del castello
    Lombini compare nel lapidario dei «caduti per la libertà».
    MONTE AGLIO DI CUSERCOLI CIVITELLA DI ROMAGNA 20.08.1944
  • (anno imprecisato) Pieve di Rivoschio (FC), facciata della scuola elementare
    nella lapide dedicata ai partigiani caduti il 21/08/1944 sono presenti don Tonelli e padre Zanelli.
    PIEVE DI RIVOSCHIO 21.08.1944
  • (anno imprecisato) Civitella di Romagna (FC), mura del castello:
    lapidario dei «caduti per la libertà»; vi compare don Vincenzo Bruscoli.
    COLLINA DI CIVITELLA 17.10.1944
  • (anno imprecisato) Civitella di Romagna (FC), mura del castello
    Valdifiori compare nel lapidario dei «caduti per la libertà».
    PETRELLA 20.08.1944
  • (anno imprecisato) Rivoschio, cimitero
    lapide nel muro interno che ricorda Greppi.
    PIEVE DI RIVOSCHIO 20.08.1944
  • (anno imprecisato) Ranchio (FC), piazza del borgo
    lapide che ricorda i caduti militari e civili della seconda guerra mondiale; vi compare Foschi.
    RANCHIO SARSINA 20.08.1944
  • (anno imprecisato) Pieve di Rivoschio
    lapide sul luogo della morte di Idino (Ido Silvio) Foschi.
    RANCHIO SARSINA 20.08.1944
  • (anno imprecisato) Cesenatico, cimitero
    lapide che ricorda gli uccisi a Ponte Ruffio il 18/08/1944 e gli uccisi alla Rocca il 03/09/1944 (sulla lapide è riportata la data del 04/09/1944).
    PONTE RUFFIO CESENA 18.08.1944
  • (anno imprecisato) Cesena, piazza del Popolo, loggia del palazzo comunale
    nel lapidario dedicato ai martiri della Resistenza sono ricordati tra i fucilati a Ponte Ruffio Gaza, Zannuccoli e Ricci.
    PONTE RUFFIO CESENA 18.08.1944
  • (anno imprecisato) Civitella di Romagna (FC), mura del castello
    Filomena Cangini compare nel lapidario dei «caduti per la libertà».
    SEGUNO CIVITELLA DI ROMAGNA 19.08.1944
  • (anno imprecisato) Civitella di Romagna (FC), mura del castello
    Piraccini compare nel lapidario dei «caduti per la libertà».
    SAN PAOLO IN AQUILIANO CIVITELLA DI ROMAGNA 20.08.1944
  • (anno imprecisato) Civitella di Romagna (FC), mura del castello
    Monti compare nel lapidario dei «caduti per la libertà».
    PODERE TRANSILVA CIVITELLA DI ROMAGNA 20.08.1944
  • (anno imprecisato) Cesena, piazza del Popolo, loggia del palazzo comunale
    nel lapidario dedicato ai martiri della Resistenza sono ricordati Barbieri e Barducci.
    SAN GIORGIO CESENA 22.08.1944
  • (anno imprecisato) Ronta (FC), Casa del popolo
    lapide che ricorda i caduti di Ronta nel 1943-1944; vi compare Colombo Barducci.
    SAN GIORGIO CESENA 22.08.1944
  • (anno imprecisato) San Giorgio (FC), Casa del popolo
    lapide che ricorda i «compagni» caduti nel 1943-44; vi compaiono Barbieri e Barducci.
    SAN GIORGIO CESENA 22.08.1944
  • (anno imprecisato) Milano, in via Oldrado da Tresseno 2

    CASTIONE ANDEVENNO 09-10.03.1945
  • (anno imprecisato) Modena nello scalone d’ingresso dell’Archivio di Stato
    Lapide che ricorda il prf. Alfredo Braghiroli.
    NOVI DI MODENA, 08.02.1945
  • (anno imprecisato) Casteldelci, Fragheto
    Presso la frazione è presente una lapide che ricorda l'eccidio, accanto ad essa è posta un’altra che ricorda la fucilazione della famiglia di Paolo Gabrielli
    FRAGHETO CASTELDELCI 07.04.1944
  • (anno imprecisato) Pesaro, piazza Collenuccio
    Nel comune di Pesaro presso la piazza Collenuccio è collocata la lapide per i caduti per la Libertà, in questa vi è una “sezione” dedicata alla strage.
    FRAGHETO CASTELDELCI 07.04.1944
  • (anno imprecisato) Casteldelci, Fragheto
    L'Associazione “Borgo della Pace” e la Provincia di Pesaro hanno creato un sistema di pannelli “totem”informativi, chiamati “sentieri della Libertà” collocati sui luoghi degli eventi.
    FRAGHETO CASTELDELCI 07.04.1944
  • (anno imprecisato) Piazza Umberto I, Civitella Alfedena
    Una lapide che ricorda le vittime di guerra militari e civili di Civitella Alfedena, tra i quali Iannuci Carmelo, si trova in Piazza Umberto I a Civitella Alfedena
    CASONE-VALLE RAPINI, CIVITELLA ALFEDENA, 25-26.10.1943
  • (anno imprecisato) Convento di Sant'Antonio
    Lapide commemorativa posta nel Convento di Sant’Antonio
    CONVENTO SANT’ANTONIO, PALENA, 16-17.02.1944
  • (anno imprecisato) Collegiglioni
    Sulla strada per Collegiglioni sono state poste, invece, lapidi che ricordano la morte degli Arcangeli, di Ballelli e dei Bellerba.
    COLLEGIGLIONI-VALLUNGA-NEBBIANO, FABRIANO, 22.06.1944
  • (anno imprecisato) Lagosanto, via Spina
    In via Spina, dinnanzi al civico 63A vi è una lapide con il seguente testo: «DECENNALE RESISTENZA / QUI VENNE IMPICCATO / DAI NAZI FASCISTI / BRAGA FLORINDO / IL 3.3.1945»
    LAGOSANTO 03.03.1945
  • (anno imprecisato) Copparo, cimitero
    Nei pressi del luogo in cui vennero fucilati i tre partigiani, sul muro del cimitero è stata posta una lapide recante queste perole: «I COMUNI DI COPPARO E MIGLIARINO / NEL XXVIIIº ANNIVERSARIO / DELL’ECCIDIO DEI PARTIGIANI / DOTT. NEVIO ZERBINI N. 29 9 1913 / BRUNO MAZZANTI N. 3 8 1912 / RENATO ROBUSTINI N. 17 6 1918 / RICORDANO / I COMBATTENTI PER LA LIBERTA’ NAZIONALE / BARBARAMENTE UCCISI DAGLI SPIETATI / NAZI-FASCISTI ALL’ALBA DEL 4.11.1944».
    COPPARO 04.11.1944
  • (anno imprecisato) Comacchio, piazza Folegatti
    In piazza Vincenzino Folegatti ci sono due lapidi una dedicata a Edgardo Fogli con le seguenti parole: Testo: “FIAMMA DI SDEGNO E D’AMORE / PER L’ITALIA ASSERVITA ALLO STRANIERO / ACCESE LA RADIOSA GIOVINEZZA / PROTESA VERSO IDEALI DI GLORIA / DEL PARTIGIANO / VINCENZINO FOLEGATTI / D’ANNI 21 / APPARTENENTE / ALLA 35^ BRIGATA GARIBALDI “BRUNO RIZZIERO [RIZZIERI]” / ED ALLA 28^ BRIGATA “MARIO GORDINI” / MEDAGLIA D’ARGENTO AL V.M. / EROICO CORAGGIOSO COMBATTENTE / PARTECIPO’ A 105 MISSIONI DI GUERRA / ALLA VIGILIA / DELLA LIBERAZIONE DI COMACCHIO / A VALLE PAVIERO / OFFRI’ IN SUPREMO SACRIFICIO LA VITA / PER CONQUISTARE ALL’ITALIA / MARTORIATA E DIVISA / PACE LIBERTA’ FRATERNITA’ / COMACCHIO CUSTODE DELLA SUA MEMORIA / POSE IL 19.IV.1946”. Si deve ricordare che cin i partigiani qui nominati fu fucilato anche Vittorio Bulgarelli Un'altra lapide venne collocata tre anni più tardi: “DA QUANDO LA TIRANNIDE FASCISTA / FURENTE DI TEDESCA RABBIA / CON LE PIU’ NOBILI VITE / VOLLE QUI SPEGNERE LA LIBERTA’ / IL 29 GENNAIO 1945 / I NOSTRI MARTIRI / CAP. EDGARDO FOGLI / COMMISSARIO POLITICO BTG. BASSO FERRARESE / GIUSEPPE GHIRARDELLI / PARTIGIANO / GIOVANNI FARINELLI / PARTIGIANO / VIVONO IMMORTALI / DELLA PIU’ UMANA VIRTU’ / IL COMUNE E I CITTADINI / POSERO A RICORDO E AMMONIMENTO / NEL QUARTO ANNIVERSARIO DELL’ECCIDIO”. Entrambe le lapidi sono sormontate da un volto di Garibaldi in bassorilievo.
    COMACCHIO 29.01.1945
  • (anno imprecisato) Ariano Ferrarese, piazza Gribaldi
    Al n. 84 di piazza Garibaldi di Ariano ferrarese è presente una lapide con queste parole: QUI PERIRONO IL 14-2-1945 / TRUCIDATI DAI FASCISTI / PIVARI OLAO / BONAMICO MARIO / BONACORSI LAERTE”.
    ARIANO FERRARESE MESOLA 14.02.1945
  • (anno imprecisato) Ravoledo
    Lapide dei caduti di Ravoledo (Grosio)
    GROSIO 24.04-30.05.1944
  • (anno imprecisato) Val Codera
    Lapide presso il rif. Brasca in val Codera
    CODERA SONDRIO 01.12.1944
  • (anno imprecisato) Caserma “Seriate”, Bergamo
    Lapide sul luogo della fucilazione
    CASERMA SERIATE BERGAMO 08.03.1945
  • (anno imprecisato) Gandino
    Lapide sul luogo dell’assassinio a Gandino
    CIMA RIPA GANDINO 11.07.1944
  • (anno imprecisato) Schilipario
    Lapidi si luoghi della rappresaglia
    SCHILPARIO, 04.10.1944
  • (anno imprecisato) Salvasecca
    Lapide alle baite di Salvasecca
    REDORTA VALBONDIONE 15.03.1945
  • (anno imprecisato) Buco
    Lapide in località Buco della Valtaleggio
    VALTALEGGIO, TALEGGIO, 27.06.1944
  • (anno imprecisato) Ceresola di Valtorta
    Lapide sulle baite in località Ceresola
    CERESOLA DI VALTORTA 21.02.1944
  • (anno imprecisato) Barzio
    Lapide nel monumento ai partigiani fucilati a Barzio.
    CERESOLA DI VALTORTA 21.02.1944
  • (anno imprecisato) Vigevano, cimitero
    Lapide su un muro del cimitero
    VIGEVANO, 27.12.1944
  • (anno imprecisato) Boschi del Ticino
    Lapide dedicata a Pierino Boselli nei boschi del Ticino dove è stato ucciso durante l’inseguimento dei tedeschi
    VIGEVANO 27.04.1945
  • (anno imprecisato) Rovereto
    Il nome del maggiore Capone compare, insieme ad altri, su una lapide commemorativa sita in Strada degli Artiglieri a Rovereto (TN)
    CASTAGNETO DI CAVA CAVA DEI TIRRENI 16.09.1943
  • (anno imprecisato) San Cipriano Po
    Una lapide a S. Cipriano in ricordo di Ernesto Tizzoni.
    SAN CIPRIANO PO, 24.11.1944
  • (anno imprecisato) Corvino San Quirico
    L'episodio è ricordato in una lapide sulla chiesa di Corvino
    CORVINO SAN QUIRICO, 24.11.1944
  • (anno imprecisato) Canevino
    Lapide in ricordo di Segalini
    CANEVINO, 23-30.11.1944
  • (anno imprecisato) Zavatterello
    Lapide in ricordo di Ruffinotti
    ZAVATTARELLO 23-25.11.1944
  • (anno imprecisato) Pinarolo Po
    Lapide a Pinarolo Po con i nomi di Cazzola e Riccardi
    ARENA PO, 14.10.1944
  • (anno imprecisato) Arena Po
    Lapide ad Arena Po con i nomi di Cazzola, Riccardi e Albanesi
    ARENA PO, 14.10.1944
  • (anno imprecisato) San Maurizio Canavese
    Lapide sul luogo dell’esecuzione
    MUNICIPIO DI SAN MAURIZIO CANAVESE 11.02.1944
  • (anno imprecisato) Torino
    Una sola lapide in memoria di Annunziata Angiolini, casalinga.
    OPIFICIO MILITARE REGINA MARGHERITA TORINO 11.09.1943
  • (anno imprecisato) Castenaso, Palazzo Cominale
    Gnudi compare sulla lapide che ricorda i partigiani caduti.
    CASTENASO 23.09.1944
  • (anno imprecisato) Castenaso (BO), Palazzo comunale
    Barattini compare sulla lapide che ricorda i partigiani caduti.
    FOSSAMARCIA CASTENASO 08.09.1944
  • (anno imprecisato) Imola, via Cenni 10
    lapide recante il nome, le date di nascita e di morte di Rino Ruscello e l’iscrizione «caduto per la libertà».
    GHIANDOLINO CA GENASIA IMOLA 06.10.1944
  • (anno imprecisato) Imola
    lapide che ricorda Leo Billi, riporta le date di nascita e di morte e reca l’iscrizione «caduto per la libertà».
    GHIANDOLINO CA GENASIA IMOLA 06.10.1944
  • (anno imprecisato) Imola, Rocca
    lapide sulla mura della Rocca che ricorda gli antifascisti e partigiani detenuti nelle carceri e deceduti; oltre a Bombardini compaiono Luciano Gardelli (morto il 28/11/1944 quando una granata alleata colpi il torrione della Rocca dove era recluso), Celso Silimbani (v. Episodio di Imola (BO), 26 dicembre 1944), Guido Bianconcini (v. Episodio di Imola (BO), 12 febbraio 1945), Alfredo Stignani (v. Episodio di Imola (BO), 7 aprile 1945.
    ROCCA IMOLA 28.01.1945
  • (anno imprecisato) Argelato (BO), Palazzo comunale
    Lapide commemorativa dei «Caduti per la libertà»; vi compare il nome di Bruno Stagni.
    MEDICINA 22.10.1944
  • (anno imprecisato) Castel Maggiore, Palazzo comunale
    lapide che ricorda i caduti e i dispersi militari, partigiani e civili durante la guerra 1940-1945; vi compare Dante Scagliarini.
    MEDICINA 22.10.1944
  • (anno imprecisato) Castenaso (BO), Palazzo comunale
    lapide che ricorda i caduti partigiani; vi compaiono Bruno Collina, Guerrino Negrini, Paolo Tassoni, fucilati a Medicina il 22 ottobre 1944, Ilario Giuliani (ucciso dopo la cattura a margine del rastrellamento di Fiesso e Vigorso il 21 ottobre 1944) e i caduti in combattimento il 21 ottobre 1944 a Fiesso e Vigorso: Mario Pirini, Giovanni Tassoni, Paolo Tassoni, Modesto Zanetti, Enzo Zuffi.
    MEDICINA 22.10.1944
  • (anno imprecisato) Fiesso di Castenaso (BO), podere Prando
    lapide che ricorda gli scontri avvenuti nel podere.
    MEDICINA 22.10.1944
  • (anno imprecisato) Medicina, via LIbertà
    lapide sul luogo dell’uccisione di Cuppini posta nel 1947 da ex partigiani «compagni di lotta» nell’iscrizione).
    MEDICINA 10.09.1944
  • (anno imprecisato) Medicina, palazzo comunale
    lapidario inaugurato nel 1948 dei caduti della seconda guerra mondiale e di condanna del nazifascismo in cui compare Licurgo Fava.
    MEDICINA 30.09.1944
  • (anno imprecisato) Monterosso, piazza Garibaldi
    In piazza Garibaldi a Monterosso è presente una lapide che ricorda i due fucilati “dai fascisti/ qui vilmente trucidati/fulgidi Eroi della Libertà d'Italia”.
    PIAZZA GARIBALDI MONTEROSSO 05.03.1945
  • (anno imprecisato) Vezzano Ligure, frazione Bottagna
    Nella frazione di Bottagna di Vezzano Ligure il nome della vittima appare in una lapide dedicata ai “caduti per la Liberazione della Patria” e collocata dai partigiani del paese.
    PIANO DI VALERIANO VEZZANO LIGURE 22.03.1945
  • (anno imprecisato) Castenaso (BO), Palazzo comunale
    Mazzanti compare sulla lapide che ricorda i partigiani caduti.
    VIGORSO BUDRIO 23.09.1944
  • (anno imprecisato) Budrio, palazzo comunale
    lapide che ricorda i caduti partigiani e le vittime per cause politiche, belliche e per rappresaglia; vi compaiono Emma, Enrica e Ida Maccagnani, Ivo Galletti e la figlia Anna Teresa.
    VIGORSO PODERE MAZZACAVALLO BUDRIO 21.10.1944
  • (anno imprecisato) Budrio (BO), Parco della rimembranza
    lapide che ricorda i caduti nella seconda guerra mondiale sul fronte italiano, i prigionieri e i partigiani; vi compare il nome di Enzo Melloni.
    VIGORSO PODERE MAZZACAVALLO BUDRIO 21.10.1944
  • (anno imprecisato) Castenaso (BO), Palazzo comunale
    lapide che ricorda i caduti partigiani; vi compaiono i partigiani morti il 21 ottobre Ilario Giuliani, Mario Pirini, Giovanni Tassoni, modesto Zanetti, Enzo Zuffi e quelli morti a Medicina il 22 ottobre 1944 Bruno Collina, Guerrino Negrini, Paolo Tassoni
    VIGORSO PODERE MAZZACAVALLO BUDRIO 21.10.1944
  • (anno imprecisato) Fiesso di Castenaso (BO), podere Prando
    lapide che ricorda gli scontri avvenuti nel podere.
    VIGORSO PODERE MAZZACAVALLO BUDRIO 21.10.1944
  • (anno imprecisato) Civitella di Romagna (FC), via Gramsci, mura del castello
    nel lapidario dei caduti per la libertà sono ricordati Giovanni, Francesco e Antonio Scala, Primo Galeotti, Bertaccini Giuseppe e Carlo Valentini.
    CIVITELLA DI ROMAGNA 23.08.1944
  • (anno imprecisato) Pieve di Rivoschio (FC), facciata scuola elementare
    lapide che ricorda i cittadini di Pieve di Rivoschio uccisi dai nazisti e dai fascisti; fra loro le vittime della fornace di Meldola Alessandro Alessandrini, Domenico Bertozzi, Francesco Bevoni, Antonio Biondini, Domenico Landi, Salvatore Mondardini, Francesco Pondini e Pasquale Soldati.
    FORNACE BISULLI MELDOLA 21.08.1944
  • (anno imprecisato) Ranchio (FC), piazza
    lapide che ricorda le vittime civili e militari della seconda guerra mondiale; tra i nominativi vi è quello di Salvatore Mondardini.
    FORNACE BISULLI MELDOLA 21.08.1944
  • (anno imprecisato) Civitella di Romagna (FC), via Gramsci, mura del castello
    lapidario dei caduti per la libertà; vi compaiono i nomi di Giovanni Cangini, Celso Castellucci, Attilio Fantuzzi, Angelo Giusti, Marcello Lombini, Cesare Mezzanotte, Marcello Nanni.
    FORNACE BISULLI MELDOLA 21.08.1944
  • (anno imprecisato) Rifugio Prariond
    Nel piano del Rifugio Prariond (2324 m), sul versante francese dopo le Gorges de Malpasset, è stato affissa su di un masso la lapide che ricorda i 41 caduti (fra ex prigionieri inglesi, soldati jugoslavi e partigiani canavesani), nelle nevi delle Gorges de Malpasset nel novembre del 1944.
    VIEYES DI AYMAVILLES 02.11.1944
  • (anno imprecisato) via Vittorio Emanuele 14, Monghidoro
    Una lapide con disegno dal titolo “1944 ? La fucilazione di “Barberîn”, parte del progetto “Monghidoro crocevia dell’Europa” che ricorda la cattura di Calzolari è posta al civico 14 di via Vittorio Emanuele, dove abitava il barbiere.
    MONGHIDORO, 11.08.1944
  • (anno imprecisato) via Poggio S.Maria, Colle di Sassa (AQ)
    Colle di Sassa (Aq), in via Poggio S.Maria all'altezza della chiesa di S.Antonio da Padova è posta una lapide con la seguente epigrafe: "Mosè Pace 13 giugno 1944 In ricordo del compaesano vittima civile innocente della seconda guerra mondiale I paesani di Colle di Sassa"
    COLLE DI SASSA, L'AQUILA, 11.06.1944
  • (anno imprecisato) Sulmona
    Le due vittime sono ricordate nel Monumento ai Caduti con la qualifica di “Partigiano”
    STRADELLA, SULMONA, 21-12-1943
  • (anno imprecisato) Castel Maggiore, Palazzo comunale
    sulla lapide che ricorda i caduti e i dispersi nella guerra 1940-1945, militari partigiani, civili compaiono tra i partigiani Bordoni, Dezaiacomo, Donati, Guerri, Piva, Scagliarini, Zanarini (manca Stanzani).
    BISCIA CASTEL MAGGIORE 12.09.1944
  • (anno imprecisato) Battistero della Chiesa di San Luca, Cremona
    Una lapide posta al di fuori del Battistero della Chiesa di San Luca in Cremona ricorda l'episodio
    CORNALBA, 25.11.1944
  • (anno imprecisato) Pontesanto di Imola (BO), via Correcchio
    lapide che ricorda Maria Zanotti con date di nascita e morte e l’iscrizione «caduta per la libertà»
    IMOLA 29.04.1944
  • (anno imprecisato) Imola (BO), piazza Matteotti
    lapide murata nel palazzo comunale che ricorda Maria Zanotti e Livia Venturini.
    IMOLA 29.04.1944
  • (anno imprecisato) Imola (BO), via Emilia 284
    lapide che ricorda Livia Venturini con date di nascita e morte e l’iscrizione «caduta per la libertà».
    IMOLA 29.04.1944
  • (anno imprecisato) Argelato (BO), palazzo comunale
    lapide che ricorda i nomi dei caduti per la libertà; vi compaiono i nomi di Bernardi, Marchesini, Tampellini e Grazia.
    FUNO DI ARGELATO 9-10.10.1944
  • (anno imprecisato) Ca’ dei Gatti
    lapide sulla sede del comando della 62ª brigata Garibaldi con i nomi dei caduti della brigata; vi compaiono Oriello Zaniboni e Giuseppe Sabbadini.
    CA DI GUZZO CASTEL DEL RIO 28.09.1944
  • (anno imprecisato) Imola (BO), via Garibaldi 42
    lapide che ricorda Paolo Betti con data di nascita e morte e l’iscrizione «caduto per la libertà».
    CA DI GUZZO CASTEL DEL RIO 28.09.1944
  • (anno imprecisato) Imola (BO), viale Pisacane 12
    lapide che ricorda Wladimiro Balducci con data di nascita e morte e l’iscrizione «caduto per la libertà».
    CA DI GUZZO CASTEL DEL RIO 28.09.1944
  • (anno imprecisato) Imola (BO), via Bucci
    lapide che ricorda Giuseppe Curti con data di nascita e morte e l’iscrizione «caduto per la libertà».
    CA DI GUZZO CASTEL DEL RIO 28.09.1944
  • (anno imprecisato) Imola (BO), via Quarto
    lapide che ricorda Vladimiro Nanni con data di nascita e morte e l’iscrizione «caduto per la libertà».
    CA DI GUZZO CASTEL DEL RIO 28.09.1944
  • (anno imprecisato) Imola (BO), via Digione 25
    lapide che ricorda Antonio Mirri con data di nascita e morte e l’iscrizione «caduto per la libertà».
    CA DI GUZZO CASTEL DEL RIO 28.09.1944
  • (anno imprecisato) Imola (BO), via Case di Dozza 44
    lapide che ricorda Domenico Sportelli con data di nascita e morte e l’iscrizione «caduto per la libertà».
    CA DI GUZZO CASTEL DEL RIO 28.09.1944
  • (anno imprecisato) Imola
    lapide che ricorda Ezio Bittini con data di nascita e morte e l’iscrizione «caduto per la libertà».
    CA DI GUZZO CASTEL DEL RIO 28.09.1944
  • (anno imprecisato) Rocca, Imola
    lapide sulla mura della Rocca che ricorda gli antifascisti e partigiani detenuti nelle carceri e deceduti; oltre a Bianconcini compaiono Luciano Gardelli (morto il 28/11/1944 quando una granata alleata colpi il torrione della Rocca dove era recluso), Celso Silimbani (v. Episodio di Imola (BO), 26 dicembre 1944), Giosuè Bombardini (v. Episodio di Imola (BO), 28 gennaio 1945), Alfredo Stignani (v. Episodio di Imola (BO), 7 aprile 1945).
    ROCCA IMOLA 12.02.1945
  • (anno imprecisato) Marino
    Fernando Lanciotti viene erroneamente inserito nelle lapidi che a Marino ricordano le circa quattrocento vittime dei bombardamenti alleati, le prime poste nel 1956 all’interno della Basilica S. Barnaba di Marino-centro, poi in quelle poste negli anni ’80 del sec. scorso nel Piazzale degl Eroi sempre a Marino-centro.
    MARINO, 30.01.1944
  • (anno imprecisato) Capranica
    Lapide nel monumento ai caduti di Capranica (in piazza S. Francesco)
    SUTRI, 17 NOVEMBRE 1943
  • (anno imprecisato) Capranica
    Lapide nel monumento ai caduti di Capranica (in piazza S. Francesco)
    BRACCIANO, 18 NOVEMBRE 1943
  • (anno imprecisato) Brescia
    Lapide al poligono di tiro di Mompiano che ricorda le vittime di questo episodio e di quello del 6 febbraio 1944
    POLIGONO DI TIRO DI MOMPIANO, BRESCIA, 26.04.1945
  • (anno imprecisato) Pieve di Bistagno
    Lapide in località Pieve di Bistagno
    PIEVE, BISTAGNO, 31.01.1945
  • (anno imprecisato) Vesime
    Una lapide in ricordo di Giuseppe Penna è collocata sulla piazza del Municipio di Vesime
    VESIME, 10.04.1944
  • (anno imprecisato) Vesime
    Una lapide in ricordo di Quintilio Corte è collocata sul muro esterno del cimitero di Vesime.
    CIMITERO DI VESIME, 16.02.1945
  • (anno imprecisato) Casalmaggiore, luogo uccisione

    CASALMAGGIORE 24-25.04.1945
  • (anno imprecisato) Crema, municipio

    PERGOLETTO CREMA 14-27.04.1945
  • (anno imprecisato) San Bernardino

    PERGOLETTO CREMA 14-27.04.1945
  • (anno imprecisato) Pieve di Olmi, municipio

    CA BRUCIATA PIEVE D OLMI 26-27.04.1945
  • (anno imprecisato) Cremona, municipio
    Nomi su lapide Caduti partigiani Municipio Cremona
    CA BRUCIATA PIEVE D OLMI 26-27.04.1945
  • (anno imprecisato) Caprlaba

    CASCINA ZAMBRINA CAPRALBA 14.03.1945
  • (anno imprecisato) Cingia de Botti
    Lapide coi 4 nominativi dei Caduti sul Municipio
    CINGIA DE BOTTI 24-28.04.1945
  • (anno imprecisato) Bozzola di Felizzano
    Lapide in località Bozzola di Felizzano, lungo la statale Asti-Alessandria, su cui sono ricordati anche due partigiani dell'VIII Div. GL caduti il 24.4.1945 durante l'attacco alla locale caserma
    BOZZOLA, FELIZZANO, 01.12.1944
  • (anno imprecisato) Torino
    Lapide del Martinetto che ricorda tutti i caduti
    POLIGONO DI TIRO DEL MARTINETTO, TORINO, 05.04.1944
  • (anno imprecisato) Torino, via Luini 90
    Lapide in via Luini 90 per Perotti, Braccini, Balbis e Giambone
    POLIGONO DI TIRO DEL MARTINETTO, TORINO, 05.04.1944
  • (anno imprecisato) Torino
    Lapide del Martinetto che ricorda tutti i caduti
    POLIGONO DI TIRO DEL MARTINETTO, TORINO, 15.03.1945
  • (anno imprecisato) Santo Stefano Belbo, presso il Municipio
    Una lapide in ricordo dei due caduti è posta sul Municipio di Santo Stefano Belbo
    PIAZZA DEL MUNICIPIO DI SANTO STEFANO BELBO, 07.01.1945
  • (anno imprecisato) Caffi di Cassinasco
    Una lapide in ricordo dei due caduti è posta in località Caffi di Cassinasco.
    CAFFI, CASSINASCO, 19.01.1945
  • (anno imprecisato) Nizza Monferrato, in Corso Acqui
    Una lapide in ricordo di Caruzzo e Parodi è collocata in corso Acqui, di fronte alla stazione ferroviaria di Nizza Monferrato.
    CORSO ACQUI, NIZZA MONFERRATO, 24.04.1945
  • (anno imprecisato) Rivoli, piazza Martiri della Libertà
    Lapide situata in Piazza Martiri della Libertà a Rivoli
    PIAZZA MARTIRI DELLA LIBERTÀ DI RIVOLI (TO), 30.01.1944
  • (anno imprecisato) Rivoli, piazza Martiri della Libertà
    Lapide situata in Piazza Martiri della Libertà a Rivoli
    PIAZZA MARTIRI DELLA LIBERTÀ DI RIVOLI (TO), 30.07.1944
  • (anno imprecisato) Rivoli, piazza Martiri della Libertà
    Lapide situata in Piazza Martiri della Libertà a Rivoli
    PIAZZA MARTIRI DELLA LIBERTÀ DI RIVOLI (TO), 13.08.1944
  • (anno imprecisato) Castel Maggiore (BO), palazzo comunale
    lapide che ricorda i caduti della guerra 1940-1945. Tra i partigiani figura Aristide Dondi.
    CASTEL MAGGIORE 21.04.1945
  • (anno imprecisato) San Giorgio di Piano (BO), palazzo comunale:
    lapide che ricorda i caduti partigiani e le vittime civili degli anni 1943-45; vi compare il nome di Garuti.
    CINQUANTA SAN GIORGIO DI PIANO 21.04.1945
  • (anno imprecisato) Castel Maggiore (BO), palazzo comunale
    lapide che ricorda i caduti della guerra 1940-1945. Tra i partigiani figura Garuti.
    CINQUANTA SAN GIORGIO DI PIANO 21.04.1945
  • (anno imprecisato) Mordano (BO), torre comunale
    lapide con i nominativi dei caduti e dispersi nella seconda guerra mondiale; vi compare Dante Cassani.
    CORTECCHIO CASTEL DEL RIO 23.02.1944
  • (anno imprecisato) San Giorgio di Piano (BO), palazzo comunale:
    lapide che ricorda i caduti partigiani e le vittime civili degli anni 1943-45; vi compare il nome di Reggiani.
    GHERGHENZANO SAN GIORGIO DI PIANO 21.04.1945
  • (anno imprecisato) Castel Maggiore (BO), palazzo comunale
    sulla lapide che ricorda i caduti e i dispersi nella guerra 1940-1945, militari partigiani, civili compaiono tra i partigiani i fratelli Rodolfo e Rina Grazia, Giuseppe Guernelli, Umberto Guernelli, Romolo e Gualtiero Fanti, Arbizzani, Barbieri, Cazzola, Gruppioni, Argia Tosi, Medarda e Luigi Vigna, Manganelli, Masetti, Pietro e Sergio Pasti, Romagnoli, Copiano.
    SABBIUNO CASTEL MAGGIORE 14.10.1944
  • (anno imprecisato) San Giorgio di Piano (BO), palazzo comunale:
    lapide che ricorda i caduti partigiani e le vittime civili degli anni 1943-45; vi compare il nome di Melotti.
    SAN GIORGIO DI PIANO 21.04.1945 BIIS
  • (anno imprecisato) San Giorgio di Piano (BO), palazzo comunale:
    lapide che ricorda i caduti partigiani e le vittime civili degli anni 1943-45; vi compaiono i nominativi degli uccisi al podere Dardi.
    SAN GIORGIO DI PIANO 21.04.1944 TRIS
  • (anno imprecisato) Sant’Agata Bolognese (BO), torre civica
    lapide che ricorda l’uccisione di Pietroboni, Barbieri e Bettini.
    SANT AGATA BOLOGNESE 26.08.1944
  • (anno imprecisato) Castel San Pietro Terme (BO), palazzo comunale
    lapide che ricorda i caduti; compaiono i nominativi di Armando e Walter Cerè.
    SAN LAZZARO DI SAVENA 08.12.1944
  • (anno imprecisato) Ca’ del Vento (BO), via Castelletti
    lapide che ricorda i partigiani caduti delle brigate 66ª e 62ª, che ebbero il comando a Ca’ del Vento, tra cui Walter e Armando Cerè.
    SAN LAZZARO DI SAVENA 08.12.1944
  • (anno imprecisato) Prunetta
    Lapide con le foto dei tre fucilati nel giardino a fianco della chiesa di Momigno, poggiata nell'erba e in stato di semi abbandono (segnalazione di Pietro Arienti).
    PRUNETTA MARLIANA 21.09.1944
  • (anno imprecisato) Castel Maggiore (BO), palazzo comunale
    lapide per i caduti e dispersi nella guerra 1940-1945 che include nominativi di militari, civili e partigiani; vi compare il nome di Mario Melega
    MEDICINA 10.09.1944
  • (anno imprecisato) Imola (BO), via Bucci
    lapide recante il nome, le date di nascita e di morte di Massimo Villa e l’iscrizione «patriota».
    CASA BETTOLA IMOLA 14-15.04.1945
  • (anno imprecisato) Imola (BO), piazzale Leonardo da Vinci
    monumento ai caduti partigiani; il nome di Villa compare su una delle lapidi con gli elenchi dei partigiani imolesi caduti.
    CASA BETTOLA IMOLA 14-15.04.1945
  • (anno imprecisato) Bologna, via Agucchi
    Lapide presso il Poligono di tiro di via Agucchi in ricordo dei 270 fucilati
    POLIGONO DI TIRO BOLOGNA 27.01.1944
  • (anno imprecisato) Bologna, via Gramsci
    Lapide a memoria di Ezio Cesarini, posta in origine nell’atrio dello stabilimento de “il Resto del Carlino” in via Gramsci. Quando il giornale si trasferì in via Mattei, la lapide fu smontata, ma non esposta nella nuova sede.
    POLIGONO DI TIRO BOLOGNA 27.01.1944
  • (anno imprecisato) Spazzate Sassatelli, via Chiesa 3
    lapide commemorativa di Passerini ora distrutta con l’abitazione su cui era posta.
    SPAZZATE SASSATELLI IMOLA 14.07.1944
  • (anno imprecisato) Argelato (BO), palazzo comunale
    lapide con i nomi dei caduti per la libertà dove compare Oreste Frabetti.
    SAN GIORGIO DI PIANO 25.01.1945
  • (anno imprecisato) Imola, via Cavour 57
    sull’abitazione di Ruscello che ricorda la sua uccisione
    VIA CAVOUR IMOLA 24.03.1945
  • (anno imprecisato) Viterbo, in piazzale Gramsci
    Lapide posta affianco della tabaccheria di Piazzale Gramsci ne ricorda oggi il sacrificio.
    PORTA FIORENTINA, VITERBO, 08.06.1944
  • (anno imprecisato) Paliano, nel cimitero comunale
    Cimitero comunale di Paliano
    COLLE GIANTURCO, PALIANO, 29.05.1944
  • (anno imprecisato) Paliano, nel cimitero comunale
    Cimitero comunale di Paliano
    TOR SAN FRANCESCO (PONTE CAVALCAVIA), PALIANO, 30.05.1944
  • (anno imprecisato) Paliano, nel cimitero comunale
    Cimitero comunale di Paliano
    SAN PROCOLO, PALIANO, 31.05.1944
  • (anno imprecisato) Paliano, nel cimitero comunale

    MARTINACCIO, PALIANO, 04.06.1944
  • (anno imprecisato) Paliano, aula consiliare
    Una lapide marmorea con i nomi delle 17 vittime civili è stata apposta nell’aula consiliare del Comune di Paliano.
    LE MOLE, PALIANO, 06.04.1944
  • (anno imprecisato) Paliano, aula consiliare
    Una lapide marmorea con i 17 nomi è stata apposta nell’aula consiliare del Comune di Paliano.
    LE MOLE, PALIANO, 29.04.1944
  • (anno imprecisato) Alessandria
    Lapide all’interno della Cittadella di Alessandria.
    CITTADELLA DI ALESSANDRIA, 17.03.1945
  • (anno imprecisato) Alessandria
    Lapide all’interno della Cittadella di Alessandria.
    CITTADELLA DI ALESSANDRIA, 18.03.1945
  • (anno imprecisato) Ponti (AL)
    A Ponti, luogo di nascita, c’è lapide commemorativa di PORTA Luigi.
    PIAZZA DI CIMAFERLE, PONZONE, 18.11.1944
  • (anno imprecisato) Bistagno
    In Bistagno, la lapide dei caduti nella lotta per la Liberazione ricorda CAFFARELLI Giorgio.
    BISTAGNO, 18.04.1945
  • (anno imprecisato) Serralunga di Crea (AL)
    Lapide a Serralunga di Crea
    MADONNINA, SERRALUNGA DI CREA, 16.02.1945
  • (anno imprecisato) Verolengo, ponte sul Canale Cavour
    Lapide sul luogo dell’esecuzione, in cui Pillet viene definito “Garibaldino”
    CANALE CAVOUR, VEROLENGO, 16.12.1944
  • (anno imprecisato) Verolengo, ponte sul Canale Cavour
    Lapide sul luogo dell’esecuzione, in cui Bocca viene definito “Garibaldino”
    CANALE CAVOUR, VEROLENGO, 25.01.1945
  • (anno imprecisato) Cassine
    I nomi di MACCHIO e ZOCCOLA sono scolpiti sulla lapide dei caduti di Cassine.
    STRADA PROVINCIALE 30, CASSINE, 21.09.1944
  • (anno imprecisato) Pontestura, in piazza Castello
    A Pontestura, in piazza Castello, c’è lapide a ricordo di ROMANELLO Luciano.
    PONTESTURA, 17.10.1944
  • (anno imprecisato) Quargnento, edificio del Municipio
    All’esterno del municipio di Quargnento una lapide collettiva ricorda anche CUTTICA Giovanni.
    QUARGNENTO, 03.04.1945
  • (anno imprecisato) Querceto
    Il nome di Pietro Olmastroni è ricordato su di una lapide posta nel dopoguerra su di un muro perimetrale del castello di Querceto, nella quale si ricordano le vittime della strage compiuta a Querceto il 24 luglio 1944. L'Olmastroni, infatti, era un mezzadro della fattoria di Querceto.
    FRASSINA, GREVE IN CHIANTI, 22.07.1944
  • (anno imprecisato) Greve in Chianti, Villa-Castello di Querceto,
    - Su di un muro perimetrale del castello di Querceto, nel dopoguerra è stata posta una lapide commemorativa riportante la seguente incisione: “A esecrazione perenne/della “tedesca rabbia” pur qui giunta/che il 24 luglio 1944/con satanica studiata ferocia/oscurante l\'antica barbare/trucidava sette operosi agricoltori/colpevoli solo di amare/il paese, la terra, la casa/questa pietra fu posta/perché ricordasse le vittime/i nuovi figli ammonisse: Fanucci Giulio (agente Querceto)/Paolini Olinto (colono Quercetino)/ Pianigiani Antonio (colono Santa Margheritaa Sugame)/Pianigiani Gino (colono Santa Margherita a Sugame)/Bandinelli Quintilio (agricoltore Vico)/Forni Elio (operaio Agricolo Vico)/ Olmastroni Pietro [illeggibile]”
    VILLA CASTELLO DI QUERCETO, DUDDA, GREVE IN CHIANTI, 24.07.1944
  • (anno imprecisato) Colle di Sassa (AQ), in via Poggio S.Maria
    Colle di Sassa (Aq), in via Poggio S.Maria all'altezza della chiesa di S.Antonio da Padova è posta una lapide con la seguente epigrafe: "Mosè Pace / 13 giugno 1944 / In ricordo del compaesano vittima civile innocente della seconda guerra mondiale / I paesani di Colle di Sassa"
    COLLE DI SASSA, L'AQUILA, 11.06.1944
  • (anno imprecisato) Collemaggio (AQ)
    Lapide in ricordo delle vittime nazifasciste all'ingresso del complesso di Collemaggio dove era situata la prigione e dove Panto Cemovic fu lasciato morire
    COLLEMAGGIO, L’AQUILA, 01.06.1944
  • (anno imprecisato) Genova, Liceo scientifico Gian Domenico Cassini
    Il Liceo scientifico Gian Domenico Cassini ha dedicato a lui e ad altri ex alunni partigiani (Giacomo Buranello, Giorgio Issel, Silvano Stacchetti) una lapide ad eterna memoria posta sopra l'ingresso dell'aula magna dell'istituto.
    CUORGNÈ, 05.02.1945
  • (anno imprecisato) Cuorgnè
    Cuorgnè gli ha dedicato una lapide nel luogo in cui venne giustiziato.
    CUORGNÈ, 05.02.1945
  • (anno imprecisato) Torino, via Bravin (angolo via Goytre)
    Lapide in via Bravin angolo via Goytre (lapide originale collocata dalla famiglia)
    VIA VEROLENGO, TORINO, 07.04.1945
  • (anno imprecisato) Torino, via Verolengo 136
    Lapide voluta dal Comune di Torino e ora rimossa
    VIA VEROLENGO, TORINO, 07.04.1945
  • (anno imprecisato) Piazza al Serchio, cimitero
    Lapide apposta dalla sorella di Galanti sul luogo dell’esecuzione
    CIMITERO DI PIAZZA AL SERCHIO, 14.05.1944
  • (anno imprecisato) Imperia, Via F. Musso
    Lapide sul luogo dell’esecuzione con la seguente iscrizione: “In questo luogo il 6/11/1944 Anselmi Giuseppe Bensa Armando Novella Luigi morirono per rimanere nel cuore di tutti gli uomini liberi C.L.N.P.”
    CASTELVECCHIO, IMPERIA, 06.11.1944
  • (anno imprecisato) Roma, via Basento 55
    Lapide in via Basento 55 a Roma, sul muro dell’edificio che ospitava la tipografia clandestina in cui fu catturato: "Un agguato poliziesco/nella tipografia/de "l’Italia Libera"/strappava alla lotta clandestina/Leone Ginzburg/italiano/per passioni di risorgimento/europeo/di pensiero e d’ideali/era nato ad Odessa il IV.IV.MCMIX/morì a Regina Coeli/vittima del terrore nazista/il V.II.MCMXLIV/viva la sua memoria/nel cuore di chi spera e/combatte/per una giusta libertà".
    CARCERE DI REGINA COELI, ROMA, 05.02.1944
  • (anno imprecisato) Torino, Poligono di tiro del Martinetto
    Lapide al sacrario del Martinetto con tutti i nomi dei fucilati al poligono i tiro: http://intranet.istoreto.it/lapidi/sk_lapide.asp?id=203
    POLIGONO DI TIRO DEL MARTINETTO, TORINO, 23.10.1944
  • (anno imprecisato) Cuorgnè, giardini pubblici
    Lapide nei giardini pubblici a Cuorgné, che però riporta la data del 22 novembre. http://www.metarchivi.it/dett_documento.asp?id=3526&tipo=FASCICOLI_DOCUMENTI
    CUORGNÈ, 24.11.1944
  • (anno imprecisato) Piacenza, cimitero urbano
    Lapide con i nomi dei 17 partigiani vittime d’esecuzione, tra cui figurano anche il 10 uccisi il 21 marzo 1945. L'elenco completo recita: ARALDI ALBERTO BARABASCHI CARLO PIERGIORGI ANDREA ZURLA ARTEMIO REPETTI STEVANI LUIGIA LAZZETTI GIOVANNI BOREA Don GIUSEPPE BOROTTI ALFREDO CAMOZZI FABIO DALLARIVA GINO FAVA GIROLAMO FIORANI ADELMO MANFRONI FRANCESCO MANFRONI LUIGI MARTUCCI FULVIO MERLINI ARMANDO ZANON ARMANDO
    CIMITERO DI PIACENZA, 21.03.1945
  • (anno imprecisato) Piacenza, sede della camera di commercio, piazza Cavalli 35
    Lapide ad Alfredo Borotti nella sede della camera di commercio “Impiegato presso la Camera di Commercio di Piacenza, benchè mutilato del bracco sinistro abbandonò l’ufficio dopo essersi rifiutato di firmare l’atto di fedeltà alla RSA, per mantenere il posto e si recò in montagna ove fu inquadrato nella Divisione Valdarda, con compiti di organizzare e dirigere il lavoro di stampa e propaganda divisionale. Nel mese di gennaio 1945, durante il grande rastrellamento invernale, ammalato, si rifugiò presso i suoi famigliari sfollati a Campremoldo Sotto (Piacenza). Qui, di seguito a delazione, durante una notte venne catturato, ed associato alle Carceri Giudiziare di Piacenza. Fu sottoposto a continui martellamenti interrogatori ed a sevizie di ogni genere, resistette sempre negando ogni cosa con coraggio e sorprendente forza d’animo, nonostante fosse menomato fisicamente ed in condizioni di salute momentaneamente precarie. Il 21 marzo 1945, unitamente ad un’altro gruppo di Partigiani, venne prelevato dalle Carceri, portato al Cimitero Urbano, e fucilato per rappresaglia.”
    CIMITERO DI PIACENZA, 21.03.1945
  • (anno imprecisato) Torino, Poligono di tiro del Martinetto
    Lapide al sacrario del Martinetto con tutti i nomi dei fucilati al poligono di tiro: http://intranet.istoreto.it/lapidi/sk_lapide.asp?id=203
    POLIGONO DI TIRO DEL MARTINETTO, TORINO, 16.03.1944
  • (anno imprecisato) Orta San Giulio, Piazza Motta
    Lapida che riporta generalità, anno di nascita e circostanze della morte di Paolo Cavarra.
    ORTA SAN GIULIO, 29.03.1945
  • (anno imprecisato) Torino, Poligono di tiro del Martinetto
    Lapide al sacrario del Martinetto con tutti i nomi dei fucilati al poligono di tiro: http://intranet.istoreto.it/lapidi/sk_lapide.asp?id=203. Il nominativo riportato è Francesco Cipolla.
    POLIGONO DI TIRO DEL MARTINETTO, TORINO, 21.01.1945
  • (anno imprecisato) Cuneo
    Nella sua città natale gli è stata intitolata una piazza, in cui è stata affissa una targa che lo ricorda, e su cui è scritto un significativo brano del discorso del 26 luglio "...la guerra continua/ fino alla cacciata/ dell’ultimo tedesco/ e alla scomparsa/ delle ultime vestigia/ del fascismo...".
    CENTALLO, 03.12.1944
  • (anno imprecisato) Genova, Piazza Corvetto
    Una lapide in ricordo di Luigi Lanfranconi è posta in via Roma, nei pressi di piazza Corvetto.
    PIAZZA CORVETTO, GENOVA, 20.02.1945
  • (anno imprecisato) Torino, largo Giachino
    Una lapide in ricordo dei tre partigiani uccisi è stata posta nel luogo dell’esecuzione.
    LARGO DOGLIA (OGGI LARGO GIACHINO), TORINO, 18.10.1944
  • (anno imprecisato) Verona, Piazza Cittadella 12
    Lapide in memoria di Andrea Luigi Paglieri in Piazza Cittadella 12 a Verona https://it.wikipedia.org/wiki/Andrea_Luigi_Paglieri#/media/File:Verona-Lapide_ad_Andrea_Luigi_Paglieri.jpg
    BENE VAGIENNA, 09.08.1944
  • (anno imprecisato) Savona
    Lapide in memoria di Aldo Picco e altri due partigiani a Savona, nei pressi di un centrale elettrica.
    CAMPO SPORTIVO, SAVONA, 21.08.1944
  • (anno imprecisato) Milano, via Hermada 4
    Lapide dedicata a Francesco Rigoldi in via Hermada 4, a Milano.
    POLIGONO DI TIRO DI CAMERLATA, COMO, 30.12.1944
  • (anno imprecisato) Perica Alta, oratorio di San Bernardo
    Lapide a ricordo di Emiliano Rinaldini presso l'oratorio di San Bernardo a Pertica Alta. L'iscrizione recita: "Emiliano Rinaldini giovane di Cristo maestro apostolo qui presso suggellò col sangue la sua offerta di amore per l'avvenire cristiano della Patria. Febbraio 1945"
    PERTICA ALTA, 10.02.1945
  • (anno imprecisato) Cuneo, viale Angeli 142
    Sul luogo dell’esecuzione una lapide ricorda Settimio Vassallo: “QUI E' CADUTO IL 17 GENNAIO 1945 | VITTIMA DELLA FEROCIA NAZIFASCISTA | IL PARTIGIANO GARIBALDINO | VASSALLO SETTIMIO DI SALUZZO | DI ANNI 23”
    CUNEO, VIALE ANGELI 142, 17.01.1945
  • (anno imprecisato) Robecco sul naviglio
    Lapide a Robecco sul Naviglio, apposta sul luogo della fucilazione
    CASCINA CHIAPPANA, CORBETTA, 20.07.1944
  • (anno imprecisato) Marsciano, caserma dei Carabinieri
    Lapide con motivazione della concessione di Medaglia d’Argento al Valore militare (1949), all’interno della Caserma dei Carabinieri di Marsciano, a lui intitolata.
    COMPIGNANO MARSCIANO 17.06.1944
  • (anno imprecisato) Cervaro, palazzo comunale
    I nomi delle quattro vittime sono compresi su di una lapide affissa sulla facciata del palazzo comunale di Cervaro nella quale sono ricordati i 14 civili del comune caduti per mano tedesca
    CERVARO, 10.10.1944
  • (anno imprecisato) Roma, via Trisulti, angolo Laurentina
    Sulla ex casa del fascio di via Trisulti, angolo Laurentina, i familiari delle vittime e don Pietro Occelli parroco della Montagnola posero nel dopoguerra una epigrafe in memoria dei caduti, contenente una menzione particolare per Quirino Roscioni, Pasqua Ercolani e il giovane granatiere Luigi Perna.
    MONTAGNOLA DI SAN PAOLO, ROMA, 09-10.09.1943
  • (anno imprecisato) Roma, Istituto comprensivo Nazario Sauro, via Trionfale 733
    Sulla facciata dell’Istituto comprensivo Nazario Sauro di via Trionfale 733 è presente un’epigrafe che rievocai nomi dei due gappisti fucilati, assieme a quello di altre vittime del quartiere di Monte Mario
    VIA PAOLO EMILIO CASTAGNOLA, ROMA, 26.10.1943
  • (anno imprecisato) Trevi nel Lazio
    Una lapide in memoria di Armando Caponi è stata collocata nel luogo in cui venne ucciso
    TREVI NEL LAZIO, 01.05.1944
  • (anno imprecisato) Castelmadama, Piazza Dante / Corso Cavour - Giardino comunale
    Lapide per Amabili Giovanni, Piacentini Michele e Piselli Decio a Castelmadama (Piazza Dante / Corso Cavour - Giardino comunale)
    COLLE SICCU, CASTEL MADAMA, 6 GIUGNO 1944
  • (anno imprecisato) Nugola Vecchia
    Monumento per le vittime dei nazifascisti nel territorio di Nugola. Ci sono anche i nomi degli 8 agenti di polizia uccisi il 23 e 24 giugno.
    NUGOLA VECCHIA COLLESALVETTI 28.06.1944
  • (anno imprecisato) Piazzo, Lauriano (TO)
    Lapide sul luogo dell’esecuzione di Alfredo Bogetto, a Piazzo (fraz. Lauriano)
    PIAZZO, LUARIANO (TO), 15.11.1944
  • (anno imprecisato) Vallepietra
    Lapide in ricordo di Palmieri e Vannoli, che recita "Entrambi colpiti dal funesto ferro tedesco nel suolo giacquero. 1 - 5 - 44 A perenne ricordo le famiglie posero"
    VALLEPIETRA, 1 MAGGIO 1944
  • (anno imprecisato) Camerlata, muro del cimitero
    Lapide con i nomi delle 5 vittime della strage del poligono di tiro di Camerlata, del 30 dicembre 1944.
    POLIGONO DI TIRO DI CAMERLATA, COMO, 30.12.1944
  • (anno imprecisato) Bagnasco, municipio
    Lapide sul municipio di Bagnasco, promossa da ente pubblico
    BAGNASCO, 25-28.07.1944
  • (anno imprecisato) Garessio, municipio
    lapide sul municipio di Garessio, promossa da ente pubblico;
    GARESSIO, 25-28.07.1944
  • (anno imprecisato) Monza, Via Silvio Pellico
    Lapide posta in Via Silvio Pellico a Monza con i nomi delle vittime.
    VIA PELLICO, MONZA, 16.03.1945
  • (anno imprecisato) Tavolicci, Verghereto (FC)
    Lapide con i nomi e l’età delle sessantaquattro vittime
    TAVOLICCI VERGHERETO 22.07.1944
  • (anno imprecisato) Tavolicci, Verghereto (FC)
    Memoriale sull’eccidio di Tavolicci, scritto il 22 ottobre 1945 da don Giovanni Babini, all’epoca parroco della vicina frazione di Pereto
    TAVOLICCI VERGHERETO 22.07.1944